ISSN 1725-2466

Gazzetta ufficiale

dell'Unione europea

C 280E

European flag  

Edizione in lingua italiana

Comunicazioni e informazioni

49o anno
18 novembre 2006


Numero d'informazione

Sommario

pagina

 

I   (Comunicazioni)

 

PARLAMENTO EUROPEO

 

SESSIONE 2005-2006

 

Lunedì 14 novembre 2005

2006/C 280E/1

PROCESSO VERBALE

1

SVOLGIMENTO DELLA SEDUTA

Ripresa della sessione

Approvazione del processo verbale della seduta precedente

Dichiarazione della Presidenza

Presentazione di documenti

Firma di atti adottati in codecisione

Composizione del Parlamento

Composizione delle commissioni e delle delegazioni

Seguito dato alle posizioni e risoluzioni del Parlamento

Trasmissione di testi di accordo da parte del Consiglio

Petizioni

Ordine dei lavori

Interventi di un minuto su questioni di rilevanza politica

Dimensione sociale della mondializzazione (discussione)

Passaggio al digitale (discussione)

Centri di detenzione segreti in Europa (discussione)

Regime d'importazione delle banane (discussione)

Direttiva sugli enti pensionistici aziendali o professionali (discussione)

Ordine del giorno della prossima seduta

Chiusura della seduta

ELENCO DEI PRESENTI

11

 

Martedì 15 novembre 2005

2006/C 280E/2

PROCESSO VERBALE

13

SVOLGIMENTO DELLA SEDUTA

Apertura della seduta

Presentazione di documenti

Storni di stanziamenti

Discussione su casi di violazione dei diritti umani, della democrazia e dello Stato di diritto (comunicazione delle proposte di risoluzione presentate)

Dimensione settentrionale (presentazione di proposte di risoluzione)

Illustrazione della relazione annuale della Corte dei conti — 2004 (discussione)

Programma legislativo e di lavoro per il 2006 (discussione)

Comunicazione della Presidenza

Turno di votazioni

Diffusione delle buone prassi e monitoraggio dell'adozione delle TIC ***I (articolo 131 del regolamento) (votazione)

Sistema paneuropeo pubblico terrestre di radiomessaggeria unilaterale (RMU) ***I (articolo 131 del regolamento) (votazione)

Organizzazione comune dei mercati nel settore delle sementi * (articolo 131 del regolamento) (votazione)

Organizzazione comune del mercato nel settore del luppolo * (articolo 131 del regolamento) (votazione)

Organizzazione comune del mercato vitivinicolo * (articolo 131 del regolamento) (votazione)

Modifica dell'accordo che istituisce la BERS per consentire alla Banca di finanziare operazioni in Mongolia * (articolo 131 del regolamento) (votazione)

Visto per i giochi olimpici e/o paraolimpici invernali di Torino del 2006 ***I (articolo 131 del regolamento) (votazione)

Sicurezza sociale per i lavoratori e i loro familiari che si spostano all'interno della CE ***I (articolo 131 del regolamento) (votazione)

Anguilla europea (articolo 131 del regolamento) (votazione)

Inosservanza del protocollo sui privilegi e le immunità delle Comunità europee da parte di uno Stato membro (articolo 131 del regolamento) (votazione)

Dimensione sociale della mondializzazione (votazione)

Dichiarazioni di voto

Correzioni di voto

Approvazione del processo verbale della seduta precedente

Composizione del Parlamento

Agenzia europea delle sostanze chimiche, inquinanti organici persistenti (REACH) ***I — Modifica della direttiva 67/548/CEE sulle sostanze pericolose (REACH) ***I (discussione)

Agenzie europee di regolazione (discussione)

Tempo delle interrogazioni (interrogazioni alla Commissione)

2005, Pacchetto Allargamento II (discussione)

Informazione dei passeggeri sull'identità del vettore aereo effettivo ***I (discussione)

Centrale nucleare di Bohunice V1 in Slovacchia * — Utilizzo di risorse finanziarie destinate alle operazioni di disattivazione delle centrali nucleari di potenza (discussione)

Ordine del giorno della prossima seduta

Chiusura della seduta

ELENCO DEI PRESENTI

27

ALLEGATO I

29

ALLEGATO II

34

TESTI APPROVATI

41

P6_TA(2005)0417Diffusione delle buone prassi e seguito dell'adozione delle TIC ***IRisoluzione legislativa del Parlamento europeo sulla proposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio recante modifica della decisione n. 2256/2003/CE al fine di prorogare a tutto il 2006 il programma per la diffusione delle buone prassi e il monitoraggio dell'adozione delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) (COM(2005)0347 — C6-0247/2005 — 2005/0144(COD))

41

ALLEGATO IDECISIONE N. .../2005/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO recante modifica della decisione n. 2256/2003/CE al fine di prorogare a tutto il 2006 il programma per la diffusione delle buone prassi e il monitoraggio dell'adozione delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC)

41

ALLEGATO II

45

P6_TA(2005)0418Servizio pubblico di radioavviso terrestre ***IRisoluzione legislativa del Parlamento europeo sulla proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che abroga la direttiva 90/544/CEE del Consiglio sulle bande di frequenza designate per l'introduzione coordinata nella Comunità del servizio pubblico paneuropeo di radioavviso terrestre (COM(2005)0361 — C6-0248/2005 — 2005/0147(COD))

45

ALLEGATODIRETTIVA 2005/.../CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO che abroga la direttiva 90/544/CEE del Consiglio sulle bande di frequenza designate per l'introduzione coordinata nella Comunità del servizio pubblico paneuropeo di radioavviso terrestre

46

P6_TA(2005)0419Organizzazione comune dei mercati nel settore delle sementi *Risoluzione legislativa del Parlamento europeo sulla proposta di regolamento del Consiglio relativo all'organizzazione comune dei mercati nel settore delle sementi (COM(2005)0384 — C6-0285/2005 — 2005/0164(CNS))

47

P6_TA(2005)0420Organizzazione comune dei mercati nel settore del luppolo *Risoluzione legislativa del Parlamento europeo sulla proposta di regolamento del Consiglio relativo all'organizzazione comune dei mercati nel settore del luppolo (COM(2005)0386 — C6-0287/2005 — 2005/0162(CNS))

48

P6_TA(2005)0421Organizzazione comune del mercato vitivinicolo *Risoluzione legislativa del Parlamento europeo sulla proposta di regolamento del Consiglio che modifica il regolamento (CE) n. 1493/1999 relativo all'organizzazione comune del mercato vitivinicolo (COM(2005)0395 — C6-0286/2005 — 2005/0160(CNS))

48

P6_TA(2005)0422Modifica dell'accordo che istituisce la BERS per consentire alla Banca di finanziare operazioni in Mongolia *Risoluzione legislativa del Parlamento europeo sulla proposta di decisione del Consiglio che modifica l'Accordo che istituisce la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS) per consentire alla Banca di finanziare operazioni in Mongolia (COM(2005)0342 — C6-0280/2005 — 2005/0139(CNS))

49

P6_TA(2005)0423Visti per i giochi olimpici e/o paraolimpici invernali di Torino 2006 ***IRisoluzione legislativa del Parlamento europeo sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio recante misure volte ad agevolare le procedure per la domanda e il rilascio del visto per i membri della famiglia olimpica partecipanti ai Giochi olimpici e/o paraolimpici invernali di Torino 2006 (COM(2005)0412 — C6-0275/2005 — 2005/0169(COD))

50

ALLEGATOREGOLAMENTO (CE) N. .../2005 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO recante misure volte ad agevolare le procedure per la domanda e il rilascio del visto per i membri della famiglia olimpica partecipanti ai Giochi olimpici e/o paraolimpici invernali di Torino 2006

50

P6_TA(2005)0424Sicurezza sociale ai lavoratori subordinati e ai loro familiari che si spostano all'interno della CE ***IRisoluzione legislativa del Parlamento europeo sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica il regolamento (CEE) n. 1408/71 del Consiglio relativo all'applicazione dei regimi di sicurezza sociale ai lavoratori subordinati, ai lavoratori autonomi e ai loro familiari che si spostano all'interno della Comunità e il regolamento (CEE) n. 574/72 del Consiglio che stabilisce le modalità di applicazione del regolamento (CEE) n. 1408/71 (COM(2004)0830 — C6-0002/2005 — 2004/0284(COD))

56

P6_TC1-COD(2004)0284Posizione del Parlamento europeo definita in prima lettura il 15 novembre 2005 in vista dell'adozione del regolamento (CE) n. .../2006 del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica il regolamento (CEE) n. 1408/71 del Consiglio relativo all'applicazione dei regimi di sicurezza sociale ai lavoratori subordinati, ai lavoratori autonomi e ai loro familiari che si spostano all'interno della Comunità e il regolamento (CEE) n. 574/72 del Consiglio che stabilisce le modalità di applicazione del regolamento (CEE) n. 1408/71

57

ALLEGATO

58

P6_TA(2005)0425Anguilla europeaRisoluzione del Parlamento europeo sullo sviluppo di un piano d'azione comunitario per il recupero degli stock di anguilla europea (2005/2032(INI))

63

P6_TA(2005)0426Eventuale inosservanza del protocollo sui privilegi e le immunità delle Comunità europee da parte di uno Stato membroRisoluzione del Parlamento europeo sull'eventuale inosservanza del protocollo sui privilegi e le immunità delle Comunità europee da parte di uno Stato membro (2005/2187(INI))

64

P6_TA(2005)0427Dimensione sociale della globalizzazioneRisoluzione del Parlamento europeo sulla dimensione sociale della globalizzazione (2005/2061(INI))

65

 

Mercoledì 16 novembre 2005

2006/C 280E/3

PROCESSO VERBALE

71

SVOLGIMENTO DELLA SEDUTA

Apertura della seduta

Presentazione di documenti

Situazione in Iraq dopo il referendum sulla Costituzione (discussione)

Cambiamenti climatici — Vincere il cambiamento climatico planetario (discussione)

Turno di votazioni

Informazione dei passeggeri sull'identità del vettore aereo effettivo ***I (votazione)

Centrale nucleare di Bohunice V1 in Slovacchia * (votazione)

Dimensione settentrionale (votazione)

Passaggio al digitale (votazione)

Utilizzo di risorse finanziarie destinate alle operazioni di disattivazione delle centrali nucleari di potenza (votazione)

Vincere il cambiamento climatico planetario (votazione)

Dichiarazioni di voto

Correzioni di voto

Approvazione del processo verbale della seduta precedente

Composizione dei gruppi politici

Riunione del Consiglio europeo informale (discussione)

Recenti dichiarazioni di Mahmoud Ahmadinejad, Presidente dell'Iran (discussione)

Tempo delle interrogazioni (interrogazioni al Consiglio)

Dichiarazione della Presidenza

Metodi di cattura non crudeli per alcune specie animali ***I (discussione)

Esportazioni di armi — Non proliferazione delle armi di distruzione di massa — Libro verde sugli appalti pubblici della difesa (discussione)

Ordine del giorno della prossima seduta

Chiusura della seduta

ELENCO DEI PRESENTI

80

ALLEGATO I

82

ALLEGATO II

89

TESTI APPROVATI

98

P6_TA(2005)0428Informazioni ai passeggeri del trasporto aereo ***IRisoluzione legislativa del Parlamento europeo sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio concernente le informazioni ai passeggeri del trasporto aereo sull'identità del vettore effettivo e la comunicazione delle informazioni di sicurezza da parte degli Stati membri (COM(2005)0048 — C6-0046/2005 — 2005/0008(COD))

98

P6_TC1-COD(2005)0008Posizione del Parlamento europeo definita in prima lettura il 16 novembre 2005 in vista dell'adozione del regolamento (CE) n. .../2005 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo all'istituzione di un elenco comunitario di vettori aerei soggetti a un divieto operativo all'interno della Comunità e alle informazioni da fornire ai passeggeri del trasporto aereo sull'identità del vettore aereo effettivo e che abroga l'articolo 9 della direttiva 2004/36/CE

98

ALLEGATOCRITERI COMUNI PER LA VALUTAZIONE DELL'OPPORTUNITÀ DI UN DIVIETO OPERATIVO PER MOTIVI DI SICUREZZA A LIVELLO COMUNITARIO

107

P6_TA(2005)0429Centrale nucleare di Bohunice V1 in Slovacchia *Risoluzione legislativa del Parlamento europeo sulla proposta di regolamento del Consiglio relativo all'applicazione del Protocollo n. 9 allegato all'Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca all'Unione europea, concernente la centrale nucleare di Bohunice V1 in Slovacchia (COM(2004)0624 — C6-0205/2004 — 2004/0221(CNS))

108

P6_TA(2005)0430Dimensione settentrionaleRisoluzione del Parlamento europeo sul futuro della dimensione settentrionale

113

P6_TA(2005)0431Migrazione al digitaleRisoluzione del Parlamento europeo su come accelerare la migrazione dalla radiodiffusione televisiva in tecnica analogica a quella digitale

115

P6_TA(2005)0432Disattivazione delle centrali nucleari di potenzaRisoluzione del Parlamento europeo sull'utilizzo delle risorse finanziarie per la disattivazione delle centrali nucleari di potenza (2005/2027(INI))

117

P6_TA(2005)0433Vincere la battaglia contro i cambiamenti climaticiRisoluzione del Parlamento europeo su: Vincere la battaglia contro i cambiamenti climatici (2005/2049(INI))

120

 

Giovedì 17 novembre 2005

2006/C 280E/4

PROCESSO VERBALE

128

SVOLGIMENTO DELLA SEDUTA

Apertura della seduta

Presentazione di documenti

Difesa dell'immunità parlamentare

Turno di votazioni

Agenzia europea delle sostanze chimiche, inquinanti organici persistenti (REACH) ***I (votazione)

Modifica della direttiva 67/548/CEE sulle sostanze pericolose (REACH) ***I (votazione)

Metodi di cattura non crudeli per alcune specie animali ***I (votazione)

Esportazioni di armi (votazione)

Mobilizzazione del Fondo di solidarietà: tempesta nell'Europa settentrionale (articolo 131 del regolamento) (votazione)

Progetto di bilancio rettificativo n. 7/2005 (articolo 131 del regolamento) (votazione)

Non proliferazione delle armi di distruzione di massa (votazione)

Libro verde sugli appalti pubblici della difesa (votazione)

Recenti dichiarazioni di Mahmoud Ahmadinejad, Presidente dell'Iran (votazione)

Dichiarazioni di voto

Correzioni di voto

Comunicazione della Presidenza

Approvazione del processo verbale della seduta precedente

Una strategia di sviluppo per l'Africa (discussione)

Politica di sviluppo dell'Unione europea Il consenso europeo (discussione)

Discussione su casi di violazione dei diritti umani, della democrazia e dello Stato di diritto (discussione)

Accesso all'aiuto umanitario in Kashmir (discussione)

Filippine (condanna a morte del cittadino europeo Francisco Larrañaga) (discussione)

Birmania/Myanmar (discussione)

Turno di votazioni

Accesso all'aiuto umanitario nel Kashmir (votazione)

Filippine (condanna a morte del cittadino europeo Francisco Larraňaga) (votazione)

Birmania/Myanmar (votazione)

Una strategia di sviluppo per l'Africa (votazione)

Politica di sviluppo dell'Unione europea Il consenso europeo (votazione)

Dichiarazioni di voto

Correzioni di voto

Calendario di bilancio

Ordine del giorno della prossima tornata

Comunicazione di posizioni comuni del Consiglio

Composizione delle commissioni e delle delegazioni

Dichiarazioni scritte inserite nel registro (articolo 116 del regolamento)

Decisioni relative ad alcuni documenti

Trasmissione dei testi approvati nel corso della presente seduta

Calendario delle prossime sedute

Interruzione della sessione

ELENCO DEI PRESENTI

143

ALLEGATO I

145

ALLEGATO II

172

TESTI APPROVATI

302

P6_TA(2005)0434Agenzia europea delle sostanze chimiche, POP (REACH) ***IRisoluzione legislativa del Parlamento europeo sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l'autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche, che istituisce l'agenzia europea delle sostanze chimiche e modifica la direttiva 1999/45/CE e il regolamento (CE) n. .../... {sugli inquinanti organici persistenti} (COM(2003)0644 — C5-0530/2003 — 2003/0256(COD))

302

P6_TC1-COD(2003)0256Posizione del Parlamento europeo definita in prima lettura il 17 novembre 2005 in vista dell'adozione del regolamento (CE) n. .../2006 del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l'autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche, che istituisce l'agenzia europea delle sostanze chimiche e modifica la direttiva 1999/45/CE

303

ALLEGATO IDISPOSIZIONI RELATIVE ALLA VALUTAZIONE DELLE SOSTANZE E ALL'ELABORAZIONE DELLE RELAZIONI SULLA SICUREZZA CHIMICA

388

ALLEGATO I AGUIDA ALLA COMPILAZIONE DELLE SCHEDE DI DATI DI SICUREZZA

398

ALLEGATO I BVALUTAZIONE DELLA SICUREZZA CHIMICA PER I PREPARATI

408

ALLEGATO I CCRITERI PER LE SOSTANZE SOGGETTE A UN REGIME TRANSITORIO REGISTRATE IN QUANTITÀ FRA 1 E 10 TONNELLATE ALL'ANNO PER FABBRICANTE O IMPORTATORE PER CUI È RICHIESTA L'INFORMAZIONE COMPLETA DI CUI ALL'ALLEGATO V

409

ALLEGATO IIESENZIONI DALL'OBBLIGO DI REGISTRAZIONE AI SENSI DELL'ARTICOLO 4, PARAGRAFO 1, LETTERA A)

410

ALLEGATO IIIESENZIONI DALL'OBBLIGO DI REGISTRAZIONE AI SENSI DELL'ARTICOLO 4, PARAGRAFO 1, LETTERA B)

415

ALLEGATO IV

416

ALLEGATO VINFORMAZIONI NORMALMENTE RICHIESTE PER LE SOSTANZE FABBRICATE O IMPORTATE IN QUANTITÀ PARI O SUPERIORI A 1 TONNELLATA

420

ALLEGATO VIINFORMAZIONI SUPPLEMENTARI NORMALMENTE RICHIESTE PER LE SOSTANZE FABBRICATE O IMPORTATE IN QUANTITÀ PARI O SUPERIORI A 10 TONNELLATE

424

ALLEGATO VIIINFORMAZIONI SUPPLEMENTARI NORMALMENTE RICHIESTE PER LE SOSTANZE FABBRICATE O IMPORTATE IN QUANTITÀ PARI O SUPERIORI A 100 TONNELLATE

428

ALLEGATO VIIIINFORMAZIONI SUPPLEMENTARI NORMALMENTE RICHIESTE PER LE SOSTANZE FABBRICATE O IMPORTATE IN QUANTITÀ PARI O SUPERIORI A 1000 TONNELLATE

432

ALLEGATO IXREGOLE GENERALI PER L'ADATTAMENTO DEL REGIME NORMALE DI TEST DI CUI AGLI ALLEGATI DA V A VIII

435

ALLEGATO X

438

ALLEGATO XIDISPOSIZIONI GENERALI APPLICABILI AGLI UTILIZZATORI A VALLE PER QUANTO RIGUARDA LA VALUTAZIONE DELLE SOSTANZE E L'ELABORAZIONE DELLE RELAZIONI SULLA SICUREZZA CHIMICA

438

ALLEGATI da XII a XVI

439

ALLEGATO XVIIINQUINANTI ORGANICI PERSISTENTI (POP)

439

P6_TA(2005)0435Modifica della direttiva 67/548/CEE sulle sostanze pericolose (REACH) ***IRisoluzione legislativa del Parlamento europeo sulla proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica la direttiva 67/548/CEE del Consiglio per adattarla al regolamento (CE) del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l'autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (COM(2003)0644 — C5-0531/2003 — 2003/0257(COD))

440

P6_TC1-COD(2003)0257Posizione del Parlamento europeo definita in prima lettura il 17 novembre 2005 in vista dell'adozione della direttiva 2006/.../CE del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica la direttiva 67/548/CEE del Consiglio per adattarla al regolamento (CE) n. .../... del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l'autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche

440

P6_TA(2005)0436Esportazioni di armiRisoluzione del Parlamento europeo sulla sesta relazione annuale del Consiglio elaborata ai sensi della misura operativa n. 8 del codice di condotta dell'Unione europea per le esportazioni di armi (2005/2013(INI))

443

P6_TA(2005)0437Mobilizzazione del Fondo di solidarietàRisoluzione del Parlamento europeo sulla proposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio sulla mobilizzazione del Fondo di solidarietà dell'Unione europea in conformità del punto 3 dell'accordo interistituzionale del 7 novembre 2002 tra il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione sul finanziamento del Fondo di solidarietà dell'Unione europea che integra l'accordo interistituzionale, del 6 maggio 1999 sulla disciplina di bilancio e il miglioramento della procedura di bilancio (COM(2005)0401 — C6-0277/2005 — 2005/2171(ACI))

450

ALLEGATODECISIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

451

P6_TA(2005)0438Bilancio rettificativo n. 7/2005Risoluzione del Parlamento europeo sul progetto di bilancio rettificativo n. 7/2005 dell'Unione europea per l'esercizio 2005 (Tempesta in Europa settentrionale) (13489/2005 — C6-0358/2005 — 2005/2172(BUD))

452

P6_TA(2005)0439Non proliferazione delle armi di distruzione di massaRisoluzione del Parlamento europeo sulla non proliferazione delle armi di distruzione di massa: un ruolo per il Parlamento europeo (2005/2139(INI))

453

P6_TA(2005)0440Appalti pubblici della difesaRisoluzione del Parlamento europeo sul Libro verde Gli appalti pubblici della difesa (2005/2030(INI))

463

P6_TA(2005)0441Recenti dichiarazioni di Mahmoud Ahmadinejad, Presidente dell'IranRisoluzione del Parlamento europeo sull'Iran

468

P6_TA(2005)0442Accesso all'aiuto umanitario nel KashmirRisoluzione del Parlamento europeo sull'accesso degli aiuti umanitari nel Kashmir

469

P6_TA(2005)0443Filippine (condanna a morte del cittadino europeo Francisco Larranaga)Risoluzione del Parlamento europeo sulle Filippine

472

P6_TA(2005)0444Birmania/MyanmarRisoluzione del Parlamento europeo sulla Birmania

473

P6_TA(2005)0445Una strategia di sviluppo per l'AfricaRisoluzione del Parlamento europeo su una strategia di sviluppo per l'Africa (2005/2142(INI))

475

P6_TA(2005)0446Politica di sviluppo comunitariaRisoluzione del Parlamento europeo sulla proposta di dichiarazione congiunta del Consiglio, del Parlamento europeo e della Commissione sulla politica di sviluppo dell'Unione europea Il consenso europeo (2004/2261(INI))

484

IT

 


I (Comunicazioni)

PARLAMENTO EUROPEO

SESSIONE 2005-2006

Lunedì 14 novembre 2005

18.11.2006   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

CE 280/1


PROCESSO VERBALE

(2006/C 280 E/01)

SVOLGIMENTO DELLA SEDUTA

PRESIDENZA: Josep BORRELL FONTELLES

Presidente

1.   Ripresa della sessione

La seduta è aperta alle 17.05.

2.   Approvazione del processo verbale della seduta precedente

Il processo verbale della seduta precedente è approvato.

3.   Dichiarazione della Presidenza

Il Presidente fa una dichiarazione sugli attentati che hanno avuto luogo ad Amman il 9 novembre 2005 e comunica di aver espresso il cordoglio del Parlamento alle autorità giordane e alle famiglie delle vittime.

Il Parlamento osserva un minuto di silenzio in memoria delle vittime.

4.   Presentazione di documenti

Sono stati presentati i seguenti documenti:

1)

dalle commissioni parlamentari:

1.1)

relazioni:

Relazione sull'utilizzo delle risorse finanziarie per la disattivazione delle centrali nucleari di potenza (2005/2027(INI)) — Commissione per l'industria, la ricerca e l'energia.

Relatore Harms Rebecca (A6-0279/2005).

* Relazione sulla proposta di regolamento del Consiglio relativo all'applicazione del protocollo n. 9 allegato all'Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca all'Unione europea, concernente la centrale nucleare di Bohunice V1 in Slovacchia (COM(2004)0624 — C6-0205/2004 — 2004/0221(CNS)) — Commissione per l'industria, la ricerca e l'energia.

Relatore: Harms Rebecca (A6-0282/2005).

Relazione sullo sviluppo di un piano d'azione comunitario per il recupero degli stock di anguilla europea (2005/2032(INI)) — Commissione per la pesca.

Relatore: Maat Albert Jan (A6-0284/2005).

***I Relazione sulla proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica la direttiva 67/548/CEE del Consiglio per adattarle al regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l'autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (COM(2003)0644 [02] — C5-0531/2003 — 2003/0257(COD)) — Commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare.

Relatore: Sacconi Guido (A6-0285/2005).

Relazione sul Libro Verde «Gli appalti pubblici della difesa» (2005/2030(INI)) — Commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori.

Relatore: Wuermeling Joachim (A6-0288/2005).

Relazione sulla sesta relazione annuale del Consiglio elaborata ai sensi della misura operativa n. 8 del codice di condotta dell'Unione europea per le esportazioni di armi (2005/2013(INI)) — Commissione per gli affari esteri.

Relatore: Romeva i Rueda Raül (A6-0292/2005).

***I Relazione sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica il regolamento (CEE) n. 1408/71 del Consiglio relativo all'applicazione dei regimi di sicurezza sociale ai lavoratori subordinati, ai lavoratori autonomi e ai loro familiari che si spostano all'interno della Comunità e il regolamento (CEE) n. 574/72 del Consiglio che stabilisce le modalità di applicazione del regolamento (CEE) n. 1408/71 (COM(2004)0830 — C6-0002/2005 — 2004/0284(COD)) — Commissione per l'occupazione e gli affari sociali.

Relatore: Toia Patrizia (A6-0293/2005).

* Relazione sulla proposta di regolamento del Consiglio relativo all'organizzazione comune dei mercati nel settore delle sementi (COM(2005)0384 — C6-0285/2005 — 2005/0164(CNS)) — Commissione per l'agricoltura e lo sviluppo rurale.

Relatore: Daul Joseph (A6-0295/2005).

Relazione sulla non proliferazione delle armi di distruzione di massa: Un ruolo per il Parlamento europeo (2005/2139(INI)) — Commissione per gli affari esteri.

Relatore: Kristovskis Ģirts Valdis (A6-0297/2005).

* Relazione sulla proposta di decisione del Consiglio che modifica l'Accordo che istituisce la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS) per consentire alla Banca di finanziare operazioni in Mongolia (COM(2005)0342 — C6-0280/2005 — 2005/0139(CNS)) — Commissione per i problemi economici e monetari.

Relatore: Berès Pervenche (A6-0298/2005).

* Relazione sulla proposta di regolamento del Consiglio relativo all'organizzazione comune dei mercati nel settore del luppolo (COM(2005)0386 — C6-0287/2005 — 2005/0162(CNS)) — Commissione per l'agricoltura e lo sviluppo rurale.

Relatore: Daul Joseph (A6-0299/2005).

* Relazione sulla proposta di regolamento del Consiglio che modifica il regolamento (CE) n. 1493/1999 relativo all'organizzazione comune del mercato vitivinicolo (COM(2005)0395 — C6-0286/2005 — 2005/0160(CNS)) — Commissione per l'agricoltura e lo sviluppo rurale.

Relatore: Daul Joseph (A6-0300/2005).

***I Relazione sulla proposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio recante modifica della decisione n. 2256/2003/CE al fine di prorogare a tutto il 2006 il programma per la diffusione delle buone prassi e il monitoraggio dell'adozione delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) (COM(2005)0347 — C6-0247/2005 — 2005/0144(COD)) — Commissione per l'industria, la ricerca e l'energia.

Relatore: Chichester Giles (A6-0302/2005).

***I Relazione sulla proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che abroga la direttiva 90/544/CEE del Consiglio sulle bande di frequenza designate per l'introduzione coordinata nella Comunità del servizio pubblico paneuropeo di radioavviso terrestre (COM(2005)0361 — C6-0248/2005 — 2005/0147(COD)) — Commissione per l'industria, la ricerca e l'energia.

Relatore: Chichester Giles (A6-0303/2005).

***I Relazione sulla proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che introduce norme relative a metodi di cattura non crudeli per alcune specie animali (COM(2004)0532 — C6-0100/2004 — 2004/0183(COD)) — Commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare.

Relatore: Scheele Karin (A6-0304/2005).

Relazione sulla regolamentazione e i mercati europei delle comunicazioni elettroniche, 2004 (2005/2052(INI)) — Commissione per l'industria, la ricerca e l'energia.

Relatore: Toia Patrizia (A6-0305/2005).

Relazione sulla dimensione sociale della globalizzazione (2005/2061(INI)) — Commissione per l'occupazione e gli affari sociali.

Relatore: Brejc Mihael (A6-0308/2005).

***I Relazione sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio concernente le informazioni ai passeggeri del trasporto aereo sull'identità del vettore effettivo e la comunicazione delle informazioni di sicurezza da parte degli Stati membri (COM(2005)0048 — C6-0046/2005 — 2005/0008(COD)) — Commissione per i trasporti e il turismo.

Relatore: De Veyrac Christine (A6-0310/2005).

Relazione sul ruolo delle «Euroregioni» nello sviluppo della politica regionale (2004/2257(INI)) — Commissione per lo sviluppo regionale.

Relatore: Triantaphyllides Kyriacos (A6-0311/2005).

Relazione su «Vincere la battaglia contro i cambiamenti climatici» (2005/2049(INI)) — Commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare.

Relatore: Wijkman Anders (A6-0312/2005).

***I Relazione sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio recante misure volte ad agevolare le procedure per la domanda e il rilascio del visto per i membri della famiglia olimpica partecipanti ai Giochi olimpici e/o paraolimpici invernali di Torino 2006 (COM(2005)0412 — C6-0275/2005 — 2005/0169(COD)) — Commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni.

Relatore: Zappalà Stefano (A6-0313/2005).

Relazione sulle modalità di applicazione delle regole europee di concorrenza ai trasporti marittimi (2005/2033(INI)) — Commissione per i trasporti e il turismo.

Relatore: Kratsa-Tsagaropoulou Rodi (A6-0314/2005).

***I Relazione sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l'autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH), che istituisce l'Agenzia europea delle sostanze chimiche e modifica la direttiva 1999/45/CE e il regolamento (CE) n. .../... {sugli inquinanti organici persistenti} (COM(2003)0644 [01] — C5-0530/2003 — 2003/0256(COD)) — Commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare.

Relatore: Sacconi Guido (A6-0315/2005).

Relazione sull'eventuale inosservanza del protocollo sui privilegi e le immunità delle Comunità europee da parte di uno Stato membro (2005/2187(INI)) — Commissione giuridica.

Relatore: Gargani Giuseppe (A6-0316/2005).

***I Relazione sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio relativo ai diritti delle persone a mobilità ridotta nel trasporto aereo (COM(2005)0047 — C6-0045/2005 — 2005/0007(COD)) — Commissione per i trasporti e il turismo.

Relatore: Evans Robert (A6-0317/2005).

Relazione su una strategia di sviluppo per l'Africa (2005/2142(INI)) — Commissione per lo sviluppo.

Relatore: Martens Maria (A6-0318/2005).

Relazione sulla proposta di dichiarazione congiunta del Consiglio, del Parlamento europeo e della Commissione sulla politica di sviluppo dell'Unione europea «Il consenso europeo» (2004/2261(INI)) — Commissione per lo sviluppo.

Relatore: Wijkman Anders (A6-0319/2005).

2)

dai deputati:

2.1)

interrogazioni orali (articolo 108 del regolamento):

(O-0083/2005) Giles Chichester e Etelka Barsi-Pataky, a nome della commissione ITRE, alla Commissione: Passaggio al digitale (B6-0333/2005);

(O-0084/2005) Nikolaos Sifunakis, a nome della commissione CULT, al Consiglio: Tregua olimpica (B6-0335/2005);

(O-0085/2005/riv.2) Martine Roure e Maria Berger, a nome del gruppo PSE, Kathalijne Maria Buitenweg, a nome del gruppo Verts/ALE, Diana Wallis e Sarah Ludford, a nome del gruppo ALDE, alla Commissione: Ricorso alle sanzioni penali in caso di violazione del diritto comunitario (B6-0336/2005);

(O-0093/2005) Jo Leinen, a nome della commissione AFCO, e Janusz Lewandowski, a nome della commissione BUDG, al Consiglio: Progetto di accordo interistituzionale relativo all'inquadramento delle agenzie europee di regolazione (COM(2005)0059) — 2005/2035(ACI)) (B6-0337/2005);

(O-0094/2005) Ieke van den Burg e Othmar Karas, a nome della commissione ECON, alla Commissione: Motivi per la carente esecuzione della direttiva sugli enti pensionistici aziendali o professionali da parte degli Stati membri dell'UE (B6-0338/2005);

(O-0078/2005) Maria Martens, a nome della commissione DEVE, al Consiglio: Lo sviluppo e lo sport (B6-0340/2005);

(O-0079/2005) Maria Martens, a nome della commissione DEVE, alla Commissione: Lo sviluppo e lo sport (B6-0341/2005);

2.2)

interrogazioni orali in vista dell'ora delle interrogazioni (articolo 109 del regolamento) (B6-0339/2005):

Panayotopoulos-Cassiotou Marie, Medina Ortega Manuel, Ludford Sarah, Purvis John, Attwooll Elspeth, Vanhecke Frank, Ashworth Richard James, Corbett Richard, Karim Sajjad, Goudin Hélène, Papadimoulis Dimitrios, Lundgren Nils, Davies Chris, Sjöstedt Jonas, Moraes Claude, Seppänen Esko, Figueiredo Ilda, Olajos Péter, Hutchinson Alain, McGuinness Mairead, Stihler Catherine, Mitchell Gay, Bowis John, Parish Neil, Crowley Brian, Ó Neachtain Seán, Ryan Eoin, Aylward Liam, Tannock Charles, Kirkhope Timothy, Posselt Bernd, De Rossa Proinsias, Toussas Georgios, Manolakou Diamanto, Pafilis Athanasios, Kratsa-Tsagaropoulou Rodi- Medina Ortega Manuel, Ludford Sarah, Dimitrakopoulos Giorgos, Staes Bart, Karas Othmar, Aubert Marie-Hélène, Aylward Liam, Rocard Michel, Deva Nirj, Karim Sajjad, Goudin Hélène, Figueiredo Ilda, Kinnock Glenys, Désir Harlem, Stihler Catherine, Arif Kader, Ryan Eoin, Panayotopoulos-Cassiotou Marie, Wuermeling Joachim, Papadimoulis Dimitrios, Moraes Claude, Bushill-Matthews Philip, Karatzaferis Georgios, Mitchell Gay, Posselt Bernd, Paleckis Justas Vincas, Manolakou Diamanto, Pafilis Athanasios, Batzeli Katerina, de Grandes Pascual Luis, Sjöstedt Jonas, Olajos Péter, Martin David, Ford Glyn, Tajani Antonio, Iturgaiz Angulo Carlos José, Seppänen Esko, McAvan Linda, McGuinness Mairead, Hutchinson Alain, Bowis John, Crowley Brian, Ó Neachtain Seán, Montoro Romero Cristobal, Ayala Sender Inés, Evans Robert, Westlund Åsa, Hedh Anna, Herranz García María Esther, Fjellner Christofer, Isler Béguin Marie Anne, De Rossa Proinsias, Toussas Georgios, Kratsa-Tsagaropoulou Rodi.

2.3)

proposte di modifica del regolamento (articolo 202 del regolamento):

Corbett Richard — Proposta di emendamento dell'articolo 80 del Regolamento (B6-0582/2005).

deferimento

merito: AFCO

2.4)

dichiarazioni scritte per l'iscrizione nel registro (articolo 116 del regolamento):

Sylwester Chruszcz e Andrzej Tomasz Zapałowski, riguardo le tariffe di roaming eccessivamente elevate nell'UE (64/2005);

Bruno Gollnisch, sulle condizioni di detenzione di Tarek Aziz (65/2005);

Philip Claeys, Frank Vanhecke, Koenraad Dillen e Carl Lang, sui disordini etnici in Francia e altrove in Europa (66/2005).

5.   Firma di atti adottati in codecisione

Il Presidente comunica che, congiuntamente al Presidente del Consiglio, procederà mercoledì alla firma dei seguenti atti adottati in codecisione, conformemente all'articolo 68 del regolamento del Parlamento:

raccomandazione del Parlamento europeo e del Consiglio relativa al patrimonio cinematografico e alla competitività delle attività industriali correlate (3625/2/2005 — C6-0377/2005 — 2004/0066(COD));

direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio relativa alla riassicurazione e recante modifica delle direttive 73/239/CEE e 92/49/CEE del Consiglio e delle direttive 98/78/CE e 2002/83/CE (3639/5/2005 — C6-0379/2005 — 2004/0097(COD));

direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica per la ventisettesima volta la direttiva 76/769/CEE del Consiglio concernente il ravvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari ed amministrative degli Stati membri relative alle restrizioni in materia di immissione sul mercato e di uso di talune sostanze e preparati pericolosi (idrocarburi policiclici aromatici contenuti negli oli diluenti e nei pneumatici) (3641/1/2005 — C6-0378/2005 — 2004/0036(COD));

direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che rettifica la direttiva 2004/18/CE relativa al coordinamento delle procedure di aggiudicazione degli appalti pubblici di lavori, di forniture e di servizi (3655/1/2005 — C6-0387/2005 — 2005/0100(COD)).

6.   Composizione del Parlamento

Le competenti autorità tedesche hanno comunicato la nomina di Roland Gewalt in sostituzione di Ingo Schmitt come deputato al Parlamento, con decorrenza 27.10.2005.

Josep Borrell Fontelles (Presidente) ricorda le disposizioni dell'articolo 3, paragrafo 5, del regolamento.

7.   Composizione delle commissioni e delle delegazioni

Su richiesta del gruppo PPE-DE, il Parlamento ratifica le seguenti nomine:

commissione TRAN: Roland Gewalt

Delegazione per le relazioni con il Sudafrica: Roland Gewalt.

Su richiesta del gruppo PSE, il Parlamento ratifica le seguenti nomine:

commissione ENVI: Matthias Groote in sostituzione di Norbert Glante

commissione ITRE: Norbert Glante

Delegazione per le relazioni con il Giappone: Matthias Groote.

Su richiesta del gruppo IND/DEM, il Parlamento ratifica le seguenti nomine:

commissione AFCO: Bernard Piotr Wojciechowski

Delegazione per le relazioni con la Bielorussia: Bernard Piotr Wojciechowski.

8.   Seguito dato alle posizioni e risoluzioni del Parlamento

Sono state distribuite le comunicazioni della Commissione sul seguito dato alle posizioni e risoluzioni adottate dal Parlamento nel corso delle tornate di giugno I e luglio 2005.

9.   Trasmissione di testi di accordo da parte del Consiglio

Il Consiglio ha trasmesso copia conforme dei seguenti documenti:

protocollo dell'accordo euromediterraneo che istituisce un'associazione tra le Comunità europee e i loro Stati membri, da una parte, e il Regno del Marocco, dall'altra, per tener conto dell'adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca all'Unione europea.

10.   Petizioni

Conformemente all'articolo 191, paragrafo 5, del regolamento, le seguenti petizioni, che sono state iscritte nel ruolo generale alle date di seguito riportate, sono state deferite alla commissione competente:

Il 07.11.2005

sig. Angelos Psifis (n. 818/2005);

sig. Pereidis (Association Constructive Macédoine «L'Aristote») (n. 819/2005);

sig. Konstantinos Dolkas (n. 820/2005);

sig. Apostolos Kondylis (n. 821/2005);

sig. Spiridon Nasopoulos (n. 822/2005);

sig. Giorgios Papagiannakopoulos (n. 823/2005);

sig. Dimitrios Terzis (n. 824/2005);

sig. Panagiotis Georgiadis (n. 825/2005);

sig. Stefanos Tanimanidis (World Council of Pontian Hellenism) (corredata di 2 firme) (n. 826/2005);

sig. Mark Bookham (Independent Light Dues Forum) (n. 827/2005);

sig. Vasilios Tsetsos (n. 828/2005);

sig. André Geminet (n. 829/2005);

sig. Marc Abrahamovski (Association d'intérêt public Vie Verte «Ticoulet») (corredata di 323 firme) (n. 830/2005);

sig.ra Elisabeth Balland (n. 831/2005);

sig.ra Isabelle Plessis (Collectif «une réglementation pour les camping-cars») (corredata di 186 firme) (n. 832/2005);

sig. Miguel Amorós Amorós (n. 833/2005);

sig. José Luis Fernández Muñiz (Asociación de Piloñeses por Soto-Penagos y otros tendidos) (PASPOT) (corredata di 300 firme) (n. 834/2005);

sig. Adolfo Bosch Lería (n. 835/2005);

sig. Giampaolo Carollo (Verdi per la Pace) (corredata di 10 firme) (n. 836/2005);

sig. Abílio Adelino do Vale Gonçalves Lima (n. 837/2005);

sig. Samuel Martin-Sosa Rodriguez (n. 838/2005);

sig. Johannes Tollmann (n. 839/2005);

sig.ra Gerda Glebe Visconti (n. 840/2005);

sig. Siegfried Berthge (n. 841/2005);

sig.ra Clare M.B. Symes (n. 842/2005);

sig. Brian Eastoe (n. 843/2005);

sig.ra Angela Mason (n. 844/2005);

sig.ra Agnieszka Morzyk (corredata di 2 firme) (n. 845/2005);

sig.ra Maria E.J.A.C Sultains-Bours (n. 846/2005);

sig. J. Rens (n. 847/2005);

sig. Miroslav Novotný (n. 848/2005);

sig. Sean Hussey (n. 849/2005);

sig. Giuseppe Papadia (Associazione Papà Separati ONLUS (corredata di 10 524 firme) (n. 850/2005);

sig.ra Sarah Ludford (corredata di 237 firme) (n. 851/2005);

sig. Gábor Nagy (Budapest Trade Union of Firefighters) (corredata di 276 firme) (n. 852/2005);

sig.ra M. Monks (corredata di 25 firme) (n. 853/2005);

sig. Pentti Likka Olavi Kurkela (n. 854/2005);

sig. Edgard Krebs (n. 855/2005);

sig.ra Sagrario Heres Sedeño (Plataforma Pro Santamaría) (n. 856/2005).

11.   Ordine dei lavori

L'ordine del giorno reca la fissazione dell'ordine dei lavori.

Il progetto definitivo di ordine del giorno della tornata di novembre I e II (PE 364.133/PDOJ) è stato distribuito. Sono state proposte le seguenti modifiche (articolo 132 del regolamento):

Sedute dal 14.11.2005 al 17.11.2005

lunedì

nessuna richiesta di modifica

martedì

nessuna richiesta di modifica

mercoledì

(richiesta del Consiglio di tenere la discussione sui cambiamenti climatici (punti 28 e 29 del PDOJ) dopo e non prima della discussione sull'Iraq (punto 30 del PDOJ)

Il Parlamento approva la richiesta.

giovedì

nessuna richiesta di modifica

Sedute del 30.11.2005 e 01.12.2005

nessuna richiesta di modifica

L'ordine dei lavori è così fissato.

12.   Interventi di un minuto su questioni di rilevanza politica

Intervengono, ai sensi dell'articolo 144 del regolamento, per interventi di un minuto volti a richiamare l'attenzione del Parlamento su questioni aventi rilevanza politica, i seguenti deputati:

Zbigniew Krzysztof Kuźmiuk, Nikolaos Sifunakis, Eugenijus Gentvilas, Ilda Figueiredo, Bruno Gollnisch, Georgios Karatzaferis, Hélène Flautre, Zdzisław Zbigniew Podkański, Catherine Stihler, Ashley Mote, Edit Bauer, Véronique De Keyser, Vytautas Landsbergis, Józef Pinior, Ryszard Czarnecki, Katalin Lévai, Proinsias De Rossa, Milan Gaľa, Mojca Drčar Murko, Richard Corbett, Koenraad Dillen, Ana Maria Gomes, Carl Schlyter, Mary Lou McDonald, Mairead McGuinness, Catherine Guy-Quint, Marios Matsakis, James Hugh Allister e Justas Vincas Paleckis.

13.   Dimensione sociale della mondializzazione (discussione)

Relazione sulla dimensione sociale della mondializzazione [2005/2061(INI)] — Commissione per l'occupazione e gli affari sociali.

Relatore: Mihael Brejc (A6-0308/2005)

Intervengono Vladimír Špidla (membro della Commissione) e Poul Nyrup Rasmussen (relatore per parere della commissione AFET).

PRESIDENZA: Sylvia-Yvonne KAUFMANN

Vicepresidente

Intervengono Anna Záborská, a nome del gruppo PPE-DE, Ole Christensen, a nome del gruppo PSE, Jan Jerzy Kułakowski, a nome del gruppo ALDE, Sepp Kusstatscher, a nome del gruppo Verts/ALE, Ilda Figueiredo, a nome del gruppo GUE/NGL, Georgios Karatzaferis, a nome del gruppo IND/DEM, Brian Crowley, a nome del gruppo UEN, e Carl Lang, non iscritto.

Mihael Brejc illustra la sua relazione.

Intervengono Thomas Mann, Harald Ettl, Alfonso Andria, Georgios Toussas, Guntars Krasts, Jan Tadeusz Masiel, Gunnar Hökmark, Kader Arif, Helmuth Markov, Seán Ó Neachtain, Marie Panayotopoulos-Cassiotou, Emine Bozkurt, Philip Bushill-Matthews, Joseph Muscat e Vladimír Špidla.

PRESIDENZA: Pierre MOSCOVICI

Vicepresidente

La discussione è chiusa.

Votazione: punto 9.11 del PV del 15.11.2005.

14.   Passaggio al digitale (discussione)

Interrogazione orale presentata da Giles Chichester e Etelka Barsi-Pataky, a nome della commissione ITRE, alla Commissione (O-0083/2005): Passaggio al digitale (B6-0333/2005)

Etelka Barsi-Pataky svolge l'interrogazione orale.

Vladimír Špidla (membro della Commissione) risponde all'interrogazione orale.

Intervengono Ivo Belet, a nome del gruppo PPE-DE, Norbert Glante, a nome del gruppo PSE, Nikolaos Vakalis, Reino Paasilinna, Ruth Hieronymi, Francisca Pleguezuelos Aguilar, John Purvis, Nikolaos Sifunakis, Malcolm Harbour e Vladimír Špidla.

Proposta di risoluzione presentata a norma dell'articolo 108, paragrafo 5, del regolamento, al termine della discussione:

Etelka Barsi-Pataky, a nome della commissione ITRE, su come accelerare la migrazione dalla radiodiffusione televisiva in tecnica analogica a quella digitale (B6-0583/2005).

La discussione è chiusa.

Votazione: punto 5.4 del PV del 16.11.2005.

15.   «Centri di detenzione segreti» in Europa (discussione)

Dichiarazione della Commissione: «Centri di detenzione segreti» in Europa

Franco Frattini (Vicepresidente della Commissione) fa la dichiarazione.

Intervengono Carlos Coelho, a nome del gruppo PPE-DE, Martine Roure, a nome del gruppo PSE, Sarah Ludford, a nome del gruppo ALDE, Hélène Flautre, a nome del gruppo Verts/ALE, e Vittorio Agnoletto, a nome del gruppo GUE/NGL.

PRESIDENZA: Edward McMILLAN-SCOTT

Vicepresidente

Intervengono Ryszard Czarnecki, non iscritto, Stefano Zappalà, Stavros Lambrinidis, Ignasi Guardans Cambó, Kathalijne Maria Buitenweg, Erik Meijer, Barbara Kudrycka, Giovanni Claudio Fava, Johannes Voggenhuber, Claude Moraes, Bernat Joan i Marí, Panagiotis Beglitis, Józef Pinior e Franco Frattini.

La discussione è chiusa.

16.   Regime d'importazione delle banane (discussione)

Dichiarazione della Commissione: Regime d'importazione delle banane

Mariann Fischer Boel (membro della Commissione) fa la dichiarazione.

Intervengono Fernando Fernández Martín, a nome del gruppo PPE-DE, Erika Mann, a nome del gruppo PSE, Friedrich-Wilhelm Graefe zu Baringdorf, a nome del gruppo Verts/ALE, Erik Meijer, a nome del gruppo GUE/NGL, Derek Roland Clark, a nome del gruppo IND/DEM, e María Esther Herranz García.

PRESIDENZA: Alejo VIDAL-QUADRAS ROCA

Vicepresidente

Intervengono Glenys Kinnock, Manuel Medina Ortega e Mariann Fischer Boel.

La discussione è chiusa.

17.   Direttiva sugli enti pensionistici aziendali o professionali (discussione)

Interrogazione orale presentata da Ieke van den Burg e Othmar Karas, a nome della commissione ECON, alla Commissione (O-0094/2005): Motivi per la carente esecuzione della direttiva sugli enti pensionistici aziendali o professionali da parte degli Stati membri dell'UE (B6-0338/2005)

Ieke van den Burg e Othmar Karas svolgono l'interrogazione orale.

Charlie McCreevy (membro della Commissione) risponde all'interrogazione orale.

Intervengono Harald Ettl, a nome del gruppo PSE, Sharon Bowles, a nome del gruppo ALDE, Graham Booth, a nome del gruppo IND/DEM, e Katerina Batzeli.

La discussione è chiusa.

18.   Ordine del giorno della prossima seduta

L'ordine del giorno della seduta di domani è fissato (documento «Ordine del giorno» PE 364.133/OJMA).

19.   Chiusura della seduta

La seduta è tolta alle 21.45.

Julian Priestley

Segretario generale

Josep Borrell Fontelles

Presidente


ELENCO DEI PRESENTI

Hanno firmato:

Adamou, Agnoletto, Allister, Alvaro, Andersson, Andrejevs, Andria, Andrikienė, Angelilli, Antoniozzi, Arif, Arnaoutakis, Assis, Atkins, Attwooll, Audy, Ayala Sender, Aylward, Ayuso González, Bachelot-Narquin, Baco, Badia I Cutchet, Barón Crespo, Barsi-Pataky, Batten, Batzeli, Bauer, Beazley, Becsey, Beglitis, Belder, Belet, Belohorská, Beňová, Berend, Berès, van den Berg, Berger, Berlato, Bertinotti, Birutis, Blokland, Bloom, Bobošíková, Böge, Bösch, Bonde, Booth, Borrell Fontelles, Bourlanges, Bourzai, Bowis, Bowles, Bozkurt, Bradbourn, Braghetto, Brejc, Brepoels, Breyer, Březina, Brie, Brunetta, Budreikaitė, van Buitenen, Buitenweg, Bullmann, van den Burg, Bushill-Matthews, Busk, Busuttil, Buzek, Callanan, Camre, Capoulas Santos, Carlotti, Carnero González, Carollo, Casa, Casaca, Cashman, Caspary, del Castillo Vera, Cavada, Cederschiöld, Cercas, Chatzimarkakis, Chichester, Chmielewski, Christensen, Chruszcz, Claeys, Clark, Cocilovo, Coelho, Cohn-Bendit, Corbett, Corbey, Cornillet, Correia, Cottigny, Coûteaux, Coveney, Cramer, Crowley, Marek Aleksander Czarnecki, Ryszard Czarnecki, Daul, Davies, de Brún, De Keyser, Demetriou, Deprez, De Rossa, De Sarnez, Descamps, Deß, Deva, De Veyrac, De Vits, Didžiokas, Dillen, Dimitrakopoulos, Dionisi, Dobolyi, Doorn, Dover, Drčar Murko, Duchoň, Duff, Duka-Zólyomi, Duquesne, Ebner, Ek, Elles, Esteves, Estrela, Ettl, Eurlings, Jonathan Evans, Robert Evans, Fajmon, Falbr, Farage, Fava, Ferber, Fernandes, Fernández Martín, Anne Ferreira, Elisa Ferreira, Figueiredo, Fjellner, Flasarová, Flautre, Florenz, Foglietta, Ford, Fourtou, Frassoni, Friedrich, Fruteau, Gahler, Gál, Gaľa, Galeote Quecedo, García-Margallo y Marfil, García Pérez, Gargani, Garriga Polledo, Gauzès, Gawronski, Gebhardt, Gentvilas, Geremek, Geringer de Oedenberg, Gewalt, Gibault, Gierek, Giertych, Gill, Gklavakis, Glante, Glattfelder, Goebbels, Goepel, Golik, Gollnisch, Gomes, Gomolka, Grabowska, Grabowski, Graça Moura, Graefe zu Baringdorf, Gräßle, Griesbeck, Gröner, Groote, Grossetête, Guardans Cambó, Guellec, Guidoni, Gutiérrez-Cortines, Guy-Quint, Gyürk, Hall, Hamon, Hannan, Harbour, Harkin, Harms, Hasse Ferreira, Hassi, Hatzidakis, Haug, Hedh, Hedkvist Petersen, Hegyi, Hennicot-Schoepges, Herczog, Herranz García, Herrero-Tejedor, Hieronymi, Hökmark, Honeyball, Hoppenstedt, Horáček, Howitt, Hudacký, Hughes, Hutchinson, in 't Veld, Isler Béguin, Itälä, Iturgaiz Angulo, Jäätteenmäki, Jałowiecki, Janowski, Járóka, Jarzembowski, Jeggle, Jensen, Joan i Marí, Jöns, Jonckheer, Jordan Cizelj, Kaczmarek, Kallenbach, Kamall, Karas, Karatzaferis, Karim, Kasoulides, Kaufmann, Tunne Kelam, Kindermann, Kinnock, Klaß, Klich, Klinz, Knapman, Koch, Kohlíček, Konrad, Korhola, Kósáné Kovács, Koterec, Kozlík, Krahmer, Krasts, Kratsa-Tsagaropoulou, Kreissl-Dörfler, Kristovskis, Krupa, Kuc, Kudrycka, Kuhne, Kułakowski, Kušķis, Kusstatscher, Kuźmiuk, Lagendijk, Lamassoure, Lambert, Lambrinidis, Landsbergis, Lang, Langen, Langendries, Laperrouze, Lauk, Lavarra, Lehideux, Lehne, Leichtfried, Leinen, Le Rachinel, Lévai, Liberadzki, Libicki, Lipietz, Louis, Ludford, Lulling, Lundgren, Lynne, Maat, Maaten, McAvan, McCarthy, McDonald, McGuinness, McMillan-Scott, Madeira, Malmström, Manders, Maňka, Erika Mann, Thomas Mann, Mantovani, Markov, Marques, David Martin, Hans-Peter Martin, Martínez Martínez, Masiel, Masip Hidalgo, Maštálka, Mathieu, Mato Adrover, Matsakis, Matsis, Mauro, Mavrommatis, Mayer, Mayor Oreja, Meijer, Méndez de Vigo, Miguélez Ramos, Mikolášik, Millán Mon, Mitchell, Montoro Romero, Moraes, Moreno Sánchez, Morgantini, Moscovici, Mote, Mulder, Musacchio, Muscardini, Muscat, Musotto, Mussolini, Musumeci, Myller, Napoletano, Nassauer, Nattrass, Navarro, Newton Dunn, Nicholson, van Nistelrooij, Novak, Obiols i Germà, Olajos, Olbrycht, Ó Neachtain, Onesta, Oomen-Ruijten, Őry, Ouzký, Oviir, Paasilinna, Pack, Pahor, Paleckis, Panayotopoulos-Cassiotou, Pannella, Panzeri, Papadimoulis, Papastamkos, Pavilionis, Peillon, Pęk, Pflüger, Piecyk, Pieper, Pīks, Pinheiro, Pinior, Piotrowski, Piskorski, Pleguezuelos Aguilar, Pleštinská, Podkański, Poettering, Poignant, Polfer, Pomés Ruiz, Posdorf, Posselt, Prets, Protasiewicz, Purvis, Queiró, Rack, Radwan, Ransdorf, Rapkay, Rasmussen, Remek, Resetarits, Reul, Reynaud, Riera Madurell, Ries, Riis-Jørgensen, Rizzo, Rogalski, Roithová, Romagnoli, Romeva i Rueda, Rosati, Roszkowski, Roth-Behrendt, Rothe, Rouček, Roure, Rudi Ubeda, Rübig, Rühle, Rutowicz, Ryan, Sacconi, Saïfi, Sakalas, Samaras, Sánchez Presedo, dos Santos, Sartori, Saryusz-Wolski, Savi, Sbarbati, Scheele, Schenardi, Schierhuber, Schlyter, Schmitt, Schnellhardt, Schöpflin, Schröder, Schroedter, Schuth, Schwab, Seeber, Seeberg, Segelström, Seppänen, Siekierski, Sifunakis, Sinnott, Siwiec, Sjöstedt, Škottová, Smith, Sommer, Sousa Pinto, Speroni, Staes, Staniszewska, Starkevičiūtė, Šťastný, Sterckx, Stevenson, Stihler, Stockmann, Strejček, Strož, Stubb, Sturdy, Sudre, Sumberg, Surján, Svensson, Swoboda, Szájer, Szejna, Szent-Iványi, Szymański, Tabajdi, Tajani, Takkula, Tannock, Tarabella, Tarand, Tatarella, Thomsen, Thyssen, Titley, Toia, Tomczak, Toussas, Trakatellis, Triantaphyllides, Trüpel, Turmes, Uca, Ulmer, Väyrynen, Vaidere, Vakalis, Vanhecke, Van Lancker, Van Orden, Varela Suanzes-Carpegna, Varvitsiotis, Vatanen, Vaugrenard, Verges, Vergnaud, Vidal-Quadras Roca, de Villiers, Vincenzi, Virrankoski, Vlasák, Vlasto, Voggenhuber, Wagenknecht, Wallis, Watson, Weiler, Westlund, Whitehead, Whittaker, Wieland, Wiersma, Wise, von Wogau, Wohlin, Bernard Piotr Wojciechowski, Janusz Wojciechowski, Wortmann-Kool, Wynn, Yañez-Barnuevo García, Záborská, Zahradil, Zaleski, Zapałowski, Zappalà, Zatloukal, Ždanoka, Zīle, Zimmer, Zingaretti, Zwiefka

Osservatori

Anastase Roberta Alma, Arabadjiev Alexander, Athanasiu Alexandru, Bărbuleţiu Tiberiu, Becşenescu Dumitru, Bliznashki Georgi, Buruiană Aprodu Daniela, Ciornei Silvia, Cioroianu Adrian Mihai, Corlăţean Titus, Coşea Dumitru Gheorghe Mircea, Creţu Corina, Creţu Gabriela, Dîncu Vasile, Duca Viorel Senior, Dumitrescu Cristian, Ganţ Ovidiu Victor, Hogea Vlad Gabriel, Husmenova Filiz, Iacob Ridzi Monica Maria, Ivanova Iglika, Kelemen Atilla Béla Ladislau, Kirilov Evgeni, Kónya-Hamar Sándor, Marinescu Marian-Jean, Mihăescu Eugen, Morţun Alexandru Ioan, Nicolae Şerban, Paparizov Atanas Atanassov, Parvanova Antonyia, Paşcu Ioan Mircea, Petre Maria, Podgorean Radu, Popa Nicolae Vlad, Popeangă Petre, Sârbu Daciana Octavia, Severin Adrian, Silaghi Ovidiu Ioan, Sofianski Stefan, Szabó Károly Ferenc, Tîrle Radu, Vigenin Kristian, Zgonea Valeriu Ştefan


Martedì 15 novembre 2005

18.11.2006   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

CE 280/13


PROCESSO VERBALE

(2006/C 280 E/02)

SVOLGIMENTO DELLA SEDUTA

PRESIDENZA: Ingo FRIEDRICH

Vicepresidente

1.   Apertura della seduta

La seduta è aperta alle 09.05.

Interviene Michael Gahler il quale, facendo riferimento allo sciopero dei tassisti di Strasburgo nella giornata di ieri, critica il divieto imposto ai taxi tedeschi di accedere al piazzale antistante il Parlamento, divieto che considera discriminatorio (il Presidente risponde che le autorità del Parlamento non hanno adottato alcuna misura in tal senso e che la questione sarà deferita alle istanze competenti).

2.   Presentazione di documenti

Sono stati presentati i seguenti documenti:

1)

dal Consiglio e dalla Commissione:

Proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio riguardante la conservazione di dati trattati nell'ambito della fornitura di servizi pubblici di comunicazione elettronica e che modifica la direttiva 2002/58/CE (COM(2005)0438 — C6-0293/2005 — 2005/0182(COD)).

deferimento

merito: LIBE

 

parere: ITRE, IMCO

Proposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio relativa all'Anno europeo del dialogo interculturale (2008) (COM(2005)0467 — C6-0311/2005 — 2005/0203(COD)).

deferimento

merito: CULT

 

parere: AFET, DEVE, BUDG, EMPL, LIBE, FEMM

Proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce un quadro per l'azione comunitaria nel campo della politica per l'ambiente marino (direttiva sulla strategia per l'ambiente marino) (COM(2005)0505 — C6-0346/2005 — 2005/0211(COD)).

deferimento

merito: ENVI

 

parere: TRAN, PECH

Proposta di storno di stanziamenti DEC 55/2005 — Sezione III — Commissione (SEC(2005)1378 — C6-0347/2005 — 2005/2200(GBD)).

deferimento

merito: BUDG

Proposta di storno di stanziamenti DEC 57/2005 — Sezione III — Commissione (SEC(2005)1377 — C6-0348/2005 — 2005/2201(GBD)).

deferimento

merito: BUDG

Proposta di decisione del Consiglio relativa ad orientamenti strategici comunitari per lo sviluppo rurale (periodo di programmazione 2007-2013) (COM(2005)0304 — C6-0349/2005 — 2005/0129(CNS)).

deferimento

merito: AGRI

 

parere: ENVI, REGI

Proposta di decisione del Consiglio relativa alla conclusione del protocollo addizionale all'accordo sugli scambi, lo sviluppo e la cooperazione tra la Comunità europea e i suoi Stati membri, da un lato, e la Repubblica Sudafricana, dall'altro, per tenere conto dell'adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca all'Unione europea (12075/2005 — C6-0350/2005 — 2005/0152(AVC)).

deferimento

merito: DEVE

 

parere: INTA

Il titolo è attualmente disponibile soltanto in alcune lingue: European Commission: Final annual accounts of the European Communities — Financial year 2004 — Volume II — Parts I and II (SEC(2005)1159 — C6-0351/2005 — 2005/2090(DEC)).

deferimento

merito: CONT

 

parere: AFET, DEVE, INTA, BUDG, ECON, EMPL, ENVI, ITRE, IMCO, TRAN, REGI, AGRI, PECH, CULT, JURI, LIBE, AFCO, FEMM, PETI

Il titolo è attualmente disponibile soltanto in alcune lingue: European Commission: Final annual accounts of the European Communities — Financial year 2004 — Volume I — Consolidated reports on implementation of the budget and consolidated financial statements (SEC(2005)1158 — C6-0352/2005 — 2005/2090(DEC)).

deferimento

merito: CONT

 

parere: AFET, DEVE, INTA, BUDG, ECON, EMPL, ENVI, ITRE, IMCO, TRAN, REGI, AGRI, PECH, CULT, JURI, LIBE, AFCO, FEMM, PETI

Proposta di regolamento del Consiglio relativo alla conclusione di un accordo di partenariato tra la Comunità europea e gli Stati federati di Micronesia sulla pesca negli Stati federati di Micronesia (COM(2005)0502 — C6-0353/2005 — 2005/0206(CNS)).

deferimento

merito: PECH

 

parere: DEVE, BUDG

Proposta di regolamento del Consiglio recante abrogazione del regolamento (CE) n. 3690/93 che istituisce un regime comunitario che stabilisce le norme relative alle informazioni minime che devono figurare nelle licenze di pesca (COM(2005)0499 — C6-0354/2005 — 2005/0205(CNS)).

deferimento

merito: PECH

 

parere: JURI

Proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio relativa alla qualità dell'aria ambiente e per un'aria più pulita in Europa (COM(2005)0447 — C6-0356/2005 — 2005/0183(COD)).

deferimento

merito: ENVI

 

parere: ITRE, JURI

Il titolo è attualmente disponibile soltanto in alcune lingue: Commission européenne: Comptes annuels définitifs des autres institutions — exercice 2004 — Volume III — Parlement européen (N6-0027/2005 [01] — C6-0357/2005 — 2005/2091(DEC)).

deferimento

merito: CONT

 

parere: AFET, DEVE, INTA, BUDG, ECON, EMPL, ENVI, ITRE, IMCO, TRAN, REGI, AGRI, PECH, CULT, JURI, LIBE, AFCO, FEMM, PETI

Progetto di bilancio rettificativo n. 7 per l'esercizio 2005 — Stato generale delle entrate e delle spese — Sezione III — Commissione (13489/2005 — C6-0358/2005 — 2005/2172(BUD)).

deferimento

merito: BUDG

 

parere: REGI

Il titolo è attualmente disponibile soltanto in alcune lingue: European Commission: Final annual accounts of the European Communities — Financial year 2004 — Volume III — Council (N6-0027/2005 [02] — C6-0359/2005 — 2005/2092(DEC)).

deferimento

merito: CONT

 

parere: AFET, DEVE, INTA, BUDG, ECON, EMPL, ENVI, ITRE, IMCO, TRAN, REGI, AGRI, PECH, CULT, JURI, LIBE, AFCO, FEMM, PETI

Il titolo è attualmente disponibile soltanto in alcune lingue: European Commission: Final annual accounts of the European Communities — Financial year 2004 — Volume III — Court of Justice (N6-0027/2005 [03] — C6-0360/2005 — 2005/2093(DEC)).

deferimento

merito: CONT

 

parere: AFET, DEVE, INTA, BUDG, ECON, EMPL, ENVI, ITRE, IMCO, TRAN, REGI, AGRI, PECH, CULT, JURI, LIBE, AFCO, FEMM, PETI

Il titolo è attualmente disponibile soltanto in alcune lingue: European Commission: Final annual accounts of the European Communities — Financial year 2004 — Volume III — Court of Auditors (N6-0027/2005 [04] — C6-0361/2005 — 2005/2094(DEC)).

deferimento

merito: CONT

 

parere: AFET, DEVE, INTA, BUDG, ECON, EMPL, ENVI, ITRE, IMCO, TRAN, REGI, AGRI, PECH, CULT, JURI, LIBE, AFCO, FEMM, PETI

Il titolo è attualmente disponibile soltanto in alcune lingue: European Commission: Final annual accounts of the European Communities — Financial year 2004 — Volume III — Economic and Social Committee (N6-0027/2005 [05] — C6-0362/2005 — 2005/2095(DEC)).

deferimento

merito: CONT

 

parere: AFET, DEVE, INTA, BUDG, ECON, EMPL, ENVI, ITRE, IMCO, TRAN, REGI, AGRI, PECH, CULT, JURI, LIBE, AFCO, FEMM, PETI

Il titolo è attualmente disponibile soltanto in alcune lingue: European Commission: Final annual accounts of the European Communities — Financial year 2004 — Volume III — Committee of the Regions (N6-0027/2005 [06] — C6-0363/2005 — 2005/2096(DEC)).

deferimento

merito: CONT

 

parere: AFET, DEVE, INTA, BUDG, ECON, EMPL, ENVI, ITRE, IMCO, TRAN, REGI, AGRI, PECH, CULT, JURI, LIBE, AFCO, FEMM, PETI

Il titolo è attualmente disponibile soltanto in alcune lingue: European Commission: Final annual accounts of the European Communities — Financial year 2004 — Volume III — European Ombudsman (N6-0027/2005 [07] — C6-0364/2005 — 2005/2042(DEC)).

deferimento

merito: CONT

 

parere: AFET, DEVE, INTA, BUDG, ECON, EMPL, ENVI, ITRE, IMCO, TRAN, REGI, AGRI, PECH, CULT, JURI, LIBE, AFCO, FEMM, PETI

Il titolo è attualmente disponibile soltanto in alcune lingue: European Commission: Final annual accounts of the European Communities — Financial year 2004 — Volume III — European Data Protection Supervisor (N6-0027/2005 [08] — C6-0365/2005 — 2005/2208(DEC)).

deferimento

merito: CONT

 

parere: JURI, LIBE

3.   Storni di stanziamenti

La commissione per i bilanci ha esaminato la proposta di storno di stanziamenti DEC 33/2005 della Commissione europea (C6-0307/2005 — SEC(2005)1187 def.).

Preso atto del parere del Consiglio, la commissione, a norma dell'articolo 24, paragrafo 3, del Regolamento finanziario del 25 giugno 2002, ha autorizzato lo storno per l'intero ammontare.

*

* *

La commissione per i bilanci ha esaminato la proposta di storno di stanziamenti DEC 36/2005 della Commissione europea (C6-0316/2005 — SEC(2005)1190 def.).

Preso atto del parere del Consiglio, la commissione, a norma dell'articolo 24, paragrafo 3, del Regolamento finanziario del 25 giugno 2002, ha autorizzato lo storno per l'intero ammontare.

*

* *

La commissione per i bilanci ha esaminato la proposta di storno di stanziamenti DEC 37/2005 della Commissione europea (C6-0313/2005 — SEC(2005)1191 def.).

Preso atto del parere del Consiglio, la commissione, a norma dell'articolo 24, paragrafo 3, del Regolamento finanziario del 25 giugno 2002, ha autorizzato lo storno per l'intero ammontare.

*

* *

La commissione per i bilanci ha esaminato la proposta di storno di stanziamenti DEC 55/2005 della Commissione europea (C6-0347/2005 — SEC(2005)1378 def.).

Preso atto del parere del Consiglio, la commissione, a norma dell'articolo 24, paragrafo 3, del Regolamento finanziario del 25 giugno 2002, ha autorizzato lo storno per l'intero ammontare, con riserva di un accordo tra i due rami dell'autorità di bilancio in occasione del trilogo del 26 ottobre 2005.

*

* *

La commissione per i bilanci ha esaminato la proposta di storno di stanziamenti DEC 57/2005 della Commissione europea (C6-0348/2005 — SEC(2005)1377 def.).

Preso atto del parere del Consiglio, la commissione, a norma dell'articolo 24, paragrafo 3, del Regolamento finanziario del 25 giugno 2002, ha autorizzato lo storno per l'intero ammontare.

4.   Discussione su casi di violazione dei diritti umani, della democrazia e dello Stato di diritto (comunicazione delle proposte di risoluzione presentate)

I seguenti deputati o gruppi politici hanno presentato, conformemente all'articolo 115 del regolamento, alcune richieste di organizzare una tale discussione per le seguenti proposte di risoluzione:

I.

ACCESSO ALL'AIUTO UMANITARIO NEL KASHMIR

Elizabeth Lynne, Cecilia Malmström e Nicholson of Winterbourne, a nome del gruppo ALDE, sulla situazione umanitaria nel Kashmir (B6-0591/2005),

Pasqualina Napoletano e Emilio Menéndez del Valle, a nome del gruppo PSE, sull'accesso all'aiuto umanitario nel Kashmir (B6-0594/2005),

James Elles, Simon Coveney e Bernd Posselt, a nome del gruppo PPE-DE, sull'accesso all'aiuto umanitario nel Kashmir (B6-0597/2005),

Luisa Morgantini, Dimitrios Papadimoulis e Esko Seppänen, a nome del gruppo GUE/NGL, sulla situazione umanitaria nel Kashmir (B6-0600/2005),

Cem Özdemir, Raül Romeva i Rueda, Jean Lambert, Gérard Onesta e Hélène Flautre, a nome del gruppo Verts/ALE, sull'accesso all'aiuto umanitario nel Kashmir (B6-0603/2005),

Eoin Ryan, a nome del gruppo UEN, sull'accesso all'aiuto umanitario nel Kashmir (B6-0607/2005).

II.

FILIPPINE (CONDANNA A MORTE DEL CITTADINO EUROPEO FRANCISCO LARRAÑAGA)

Pasqualina Napoletano e María Elena Valenciano Martínez-Orozco, a nome del gruppo PSE, sulla condanna a morte del cittadino europeo Francisco Larrañaga nelle Filippine (B6-0595/2005),

Carlos José Iturgaiz Angulo, José Ignacio Salafranca Sánchez-Neyra, José Javier Pomés Ruiz, Simon Coveney e Bernd Posselt, a nome del gruppo PPE-DE, sulla pena di morte nelle Filippine (B6-0598/2005),

Willy Meyer Pleite, a nome del gruppo GUE/NGL, sulla condanna a morte del cittadino spagnolo Francisco Larrañaga nelle Filippine (B6-0601/2005),

Frithjof Schmidt, Raül Romeva i Rueda e Hélène Flautre, a nome del gruppo Verts/ALE, sulle Filippine (B6-0604/2005),

Sarah Ludford, a nome del gruppo ALDE, sulla condanna a morte di un cittadino europeo nelle Filippine (B6-0605/2005).

III.

BIRMANIA/MYANMAR

Cecilia Malmström e Frédérique Ries, a nome del gruppo ALDE, sulla Birmania/Myanmar (B6-0592/2005),

Pasqualina Napoletano, Glenys Kinnock e Marc Tarabella, a nome del gruppo PSE, sui diritti dell'uomo in Birmania (B6-0593/2005),

Simon Coveney, Charles Tannock e Bernd Posselt, a nome del gruppo PPE-DE, sui diritti dell'uomo in Birmania/Myanmar (B6-0596/2005),

Vittorio Agnoletto, a nome del gruppo GUE/NGL, sulla situazione in Birmania (B6-0599/2005),

Frithjof Schmidt, Raül Romeva i Rueda e Hélène Flautre, a nome del gruppo Verts/ALE, sulla Birmania (B6-0602/2005),

Konrad Szymański, a nome del gruppo UEN, sulla Birmania/Myanmar (B6-0606/2005).

Il tempo di parola sarà ripartito conformemente all'articolo 142 del regolamento.

5.   Dimensione settentrionale (presentazione di proposte di risoluzione)

La discussione ha avuto luogo l'8.09.2005(punto 4 del PV del 08.09.2005).

Proposte di risoluzione presentate ai sensi dell'articolo 103, paragrafo 2, del regolamento, per concludere la discussione:

Diana Wallis e Paavo Väyrynen, a nome del gruppo ALDE, sulla Dimensione Settentrionale in vista della riunione ministeriale del 21 novembre 2005 (B6-0584/2005),

Alexander Stubb, a nome del gruppo PPE-DE, sul futuro della dimensione settentrionale (B6-0586/2005),

Satu Hassi, Tatjana Ždanoka e Carl Schlyter, a nome del gruppo Verts/ALE, sulla Dimensione Settentrionale in vista della riunione ministeriale del 21 novembre 2005 (B6-0587/2005),

Esko Seppänen, Eva-Britt Svensson e André Brie, a nome del gruppo GUE/NGL, sulla dimensione settentrionale in vista della riunione ministeriale del 21 novembre 2005 (B6-0588/2005),

Jan Marinus Wiersma, Riitta Myller e Reino Paasilinna, a nome del gruppo PSE, sul futuro della dimensione settentrionale (B6-0589/2005),

Inese Vaidere, Ģirts Valdis Kristovskis, Konrad Szymański, Gintaras Didžiokas e Anna Elzbieta Fotyga, a nome del gruppo UEN, sulla dimensione settentrionale (B6-0590/2005).

Votazione: punto 5.3 del PV del 16.11.2005.

6.   Illustrazione della relazione annuale della Corte dei conti — 2004 (discussione)

Hubert Weber, Presidente della Corte dei conti, illustra la relazione annuale della sua istituzione.

Interviene Siim Kallas (Vicepresidente della Commissione).

Intervengono José Javier Pomés Ruiz, a nome del gruppo PPE-DE, Dan Jørgensen, a nome del gruppo PSE, Jan Mulder, a nome del gruppo ALDE, Bart Staes, a nome del gruppo Verts/ALE, Jeffrey Titford, a nome del gruppo IND/DEM, Hans-Peter Martin, non iscritto, Alexander Stubb, Szabolcs Fazakas, Margarita Starkevičiūtė, Nils Lundgren, Simon Busuttil, Herbert Bösch, Markus Ferber, Terence Wynn e Hubert Weber.

La discussione è chiusa.

(La seduta, sospesa alle 10.05 in attesa dell'arrivo del Presidente della Commissione, è ripresa alle 10.15.)

PRESIDENZA: Josep BORRELL FONTELLES

Presidente

7.   Programma legislativo e di lavoro per il 2006 (discussione)

Dichiarazione della Commissione: Programma legislativo e di lavoro per il 2006

José Manuel Barroso (Presidente della Commissione) fa la dichiarazione.

Intervengono Françoise Grossetête, a nome del gruppo PPE-DE, Hannes Swoboda, a nome del gruppo PSE, Silvana Koch-Mehrin, a nome del gruppo ALDE, Pierre Jonckheer, a nome del gruppo Verts/ALE, Roberto Musacchio, a nome del gruppo GUE/NGL, Nigel Farage, a nome del gruppo IND/DEM, Brian Crowley, a nome del gruppo UEN, e Jean-Claude Martinez, non iscritto.

PRESIDENZA: Gérard ONESTA

Vicepresidente

Intervengono Ingeborg Gräßle, Jan Andersson, Diana Wallis, Esko Seppänen, Jens-Peter Bonde, Alessandro Battilocchio, Malcolm Harbour, Ieke van den Burg, Anneli Jäätteenmäki, Georgios Toussas, Frank Vanhecke, John Bowis, Poul Nyrup Rasmussen in primo luogo per lamentare lo scarso numero di deputati presenti nell'emiciclo (Il Presidente risponde che trasmetterà tale segnalazione alle istanze competenti), Sophia in 't Veld, Maria Berger, Elizabeth Lynne, Amalia Sartori, Richard Corbett, Joseph Daul, Genowefa Grabowska, Csaba Őry, Markus Pieper, Alexander Radwan e José Manuel Barroso.

Dato che le proposte di risoluzione presentate non sono ancora disponibili, saranno notificate successivamente.

La discussione è chiusa.

Votazione: 14.12.2005.

(La seduta, sospesa alle 12.10 in attesa del turno di votazioni, è ripresa alle 12.15)

PRESIDENZA: Luigi COCILOVO

Vicepresidente

8.   Comunicazione della Presidenza

Nella riunione di ieri, la commissione per i bilanci ha approvato le due seguenti relazioni:

Relazione sulla proposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio sulla mobilizzazione del Fondo di solidarietà dell'Unione europea, in conformità del punto 3 dell'accordo interistituzionale del 7 novembre 2002 tra il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione sul finanziamento del Fondo di solidarietà dell'Unione europea che integra l'accordo interistituzionale del 6 maggio 1999 sulla disciplina di bilancio e il miglioramento della procedura di bilancio [COM(2005)0401 — C6-0277/2005 — 2005/2171(ACI)] (relatore: Reimer Böge) (A6-0320/2005)

e

Relazione sul bilancio rettificativo n. 7/2005 dell'Unione europea per l'esercizio 2005 (tempesta nell'Europa settentrionale) [13489/2005 — C6-0358/2005 — 2005/2172(BUD)] (relatore: Salvador Garriga Polledo) (A6-0321/2005).

Le relazioni saranno poste in votazione il 17.11.2005 a norma dell'articolo 131 del regolamento.

*

* *

Intervengono Lissy Gröner, la quale chiede la sospensione dell'esposizione attualmente allestita presso i locali del Parlamento, che considera infamante per le donne (Il Presidente risponde che la richiesta sarà trasmessa ai Questori), Geoffrey Van Orden, il quale chiede al Consiglio e alla Commissione di esercitare pressione sulle autorità libiche a favore della liberazione delle infermiere bulgare e del medico palestinese attualmente detenuti in Libia, Hannes Swoboda, a nome del gruppo PSE, il quale appoggia la richiesta di Geoffrey Van Orden e Bernd Posselt sulla richiesta di Lissy Gröner (Il Presidente assicura che i Questori esamineranno la questione con assoluta imparzialità).

9.   Turno di votazioni

I risultati dettagliati delle votazioni (emendamenti, votazioni distinte, votazioni per parti separate, ecc.) figurano nell'allegato I, unito al processo verbale.

9.1.   Diffusione delle buone prassi e monitoraggio dell'adozione delle TIC ***I (articolo 131 del regolamento) (votazione)

Relazione sulla proposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio recante modifica della decisione n. 2256/2003/CE al fine di prorogare a tutto il 2006 il programma per la diffusione delle buone prassi e il monitoraggio dell'adozione delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) [COM(2005)0347 — C6-0247/2005 — 2005/0144(COD)] — Commissione per l'industria, la ricerca e l'energia.

Relatore: Giles Chichester (A6-0302/2005)

(Richiesta la maggioranza semplice)

(Risultati della votazione: allegato I, punto 1)

PROPOSTA DELLA COMMISSIONE e PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA

Approvazione con votazione unica (P6_TA(2005)0417)

9.2.   Sistema paneuropeo pubblico terrestre di radiomessaggeria unilaterale (RMU) ***I (articolo 131 del regolamento) (votazione)

Relazione sulla proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che abroga la direttiva 90/544/CEE del Consiglio sulle bande di frequenza designate per l'introduzione coordinata nella Comunità del servizio pubblico paneuropeo di radioavviso terrestre [COM(2005)0361 — C6-0248/2005 — 2005/0147(COD)] — Commissione per l'industria, la ricerca e l'energia.

Relatore: Giles Chichester (A6-0303/2005)

(Richiesta la maggioranza semplice)

(Risultati della votazione: allegato I, punto 2)

PROPOSTA DELLA COMMISSIONE e PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA

Approvazione con votazione unica (P6_TA(2005)0418)

9.3.   Organizzazione comune dei mercati nel settore delle sementi * (articolo 131 del regolamento) (votazione)

Relazione sulla proposta di regolamento del Consiglio relativo all'organizzazione comune dei mercati nel settore delle sementi [COM(2005)0384 — C6-0285/2005 — 2005/0164(CNS)] — Commissione per l'agricoltura e lo sviluppo rurale.

Relatore: Joseph Daul (A6-0295/2005)

(Richiesta la maggioranza semplice)

(Risultati della votazione: allegato I, punto 3)

PROPOSTA DELLA COMMISSIONE e PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA

Approvazione con votazione unica (P6_TA(2005)0419)

9.4.   Organizzazione comune del mercato nel settore del luppolo * (articolo 131 del regolamento) (votazione)

Relazione sulla proposta di regolamento del Consiglio relativo all'organizzazione comune del mercato nel settore del luppolo [COM(2005)0386 — C6-0287/2005 — 2005/0162(CNS)] — Commissione per l'agricoltura e lo sviluppo rurale.

Relatore: Joseph Daul (A6-0299/2005)

(Richiesta la maggioranza semplice)

(Risultati della votazione: allegato I, punto 4)

PROPOSTA DELLA COMMISSIONE e PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA

Approvazione con votazione unica (P6_TA(2005)0420)

9.5.   Organizzazione comune del mercato vitivinicolo * (articolo 131 del regolamento) (votazione)

Relazione sulla proposta di regolamento del Consiglio che modifica il regolamento (CE) n. 1493/199 relativo all'organizzazione comune del mercato vitivinicolo [COM(2005)0395 — C6-0286/2005 — 2005/0160(CNS)] — Commissione per l'agricoltura e lo sviluppo rurale.

Relatore: Joseph Daul (A6-0300/2005)

(Richiesta la maggioranza semplice)

(Risultati della votazione: allegato I, punto 5)

PROPOSTA DELLA COMMISSIONE e PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA

Approvazione con votazione unica (P6_TA(2005)0421)

9.6.   Modifica dell'accordo che istituisce la BERS per consentire alla Banca di finanziare operazioni in Mongolia * (articolo 131 del regolamento) (votazione)

Relazione sulla proposta di decisione del Consiglio che modifica l'accordo che istituisce la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS) per consentire alla Banca di finanziare operazioni in Mongolia [COM(2005)0342 — C6-0280/2005 — 2005/0139(CNS)] — Commissione per i problemi economici e monetari.

Relatore: Pervenche Berès (A6-0298/2005)

(Richiesta la maggioranza semplice)

(Risultati della votazione: allegato I, punto 6)

PROPOSTA DELLA COMMISSIONE e PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA

Approvazione con votazione unica (P6_TA(2005)0422)

9.7.   Visto per i giochi olimpici e/o paraolimpici invernali di Torino del 2006 ***I (articolo 131 del regolamento) (votazione)

Relazione sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio recante misure volte ad agevolare le procedure per la domanda e il rilascio del visto per i membri della famiglia olimpica partecipanti ai Giochi olimpici e/o paraolimpici invernali di Torino 2006 [COM(2005)0412 — C6-0275/2005 — 2005/0169(COD)] — Commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni.

Relatore: Stefano Zappalà (A6-0313/2005)

(Richiesta la maggioranza semplice)

(Risultati della votazione: allegato I, punto 7)

PROPOSTA DELLA COMMISSIONE e PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA

Approvazione con votazione unica (P6_TA(2005)0423)

9.8.   Sicurezza sociale per i lavoratori e i loro familiari che si spostano all'interno della CE ***I (articolo 131 del regolamento) (votazione)

Relazione sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica il regolamento (CEE) n. 1408/71 del Consiglio relativo all'applicazione dei regimi di sicurezza sociale ai lavoratori subordinati, ai lavoratori autonomi e ai loro familiari che si spostano all'interno della Comunità e il regolamento (CEE) n. 574/72 del Consiglio che stabilisce le modalità di applicazione del regolamento (CEE) n. 1408/71 [COM(2004)0830 — C6-0002/2005 — 2004/0284(COD)] — Commissione per l'occupazione e gli affari sociali.

Relatore: Patrizia Toia (A6-0293/2005)

(Richiesta la maggioranza semplice)

(Risultati della votazione: allegato I, punto 8)

PROPOSTA DELLA COMMISSIONE, EMENDAMENTI e PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA

Patrizia Toia (relatore) fa una dichiarazione in virtù dell'articolo 131, paragrafo 4, del regolamento.

Approvazione con votazione unica (P6_TA(2005)0424)

9.9.   Anguilla europea (articolo 131 del regolamento) (votazione)

Relazione sullo sviluppo di un piano di azione comunitario per il recupero degli stock di anguilla europea [2005/2032(INI)] — Commissione per la pesca.

Relatore: Albert Jan Maat (A6-0284/2005)

(Richiesta la maggioranza semplice)

(Risultati della votazione: allegato I, punto 9)

PROPOSTA DI RISOLUZIONE

Albert Jan Maat (relatore) fa una dichiarazione in virtù dell'articolo 131, paragrafo 4, del regolamento.

Approvazione con votazione unica (P6_TA(2005)0425)

9.10.   Inosservanza del protocollo sui privilegi e le immunità delle Comunità europee da parte di uno Stato membro (articolo 131 del regolamento) (votazione)

Relazione su un'eventuale inosservanza del protocollo sui privilegi e le immunità delle Comunità europee da parte di uno Stato membro [2005/2187(INI)] — Commissione giuridica.

Relatore: Giuseppe Gargani (A6-0316/2005)

(Richiesta la maggioranza semplice)

(Risultati della votazione: allegato I, punto 10)

PROPOSTA DI RISOLUZIONE

Approvazione con votazione unica (P6_TA(2005)0426)

9.11.   Dimensione sociale della mondializzazione (votazione)

Relazione sulla dimensione sociale della mondializzazione [2005/2061(INI)] — Commissione per l'occupazione e gli affari sociali.

Relatore: Mihael Brejc (A6-0308/2005)

(Richiesta la maggioranza semplice)

(Risultati della votazione: allegato I, punto 11)

PROPOSTA DI RISOLUZIONE

Approvazione (P6_TA(2005)0427)

Interventi sulla votazione:

Philip Bushill-Matthews ha presentato un emendamento orale all'emendamento 5, che è stato accolto.

10.   Dichiarazioni di voto

Dichiarazioni di voto scritte:

Le dichiarazioni di voto scritte, ai sensi dell'articolo 163, paragrafo 3, del regolamento, figurano nel resoconto integrale delle discussioni della presente seduta.

Dichiarazioni di voto orali:

Relazione Giuseppe Gargani — A6-0316/2005

Bruno Gollnisch

Relazione Mihael Brejc — A6-0308/2005

Andreas Mölzer, Frank Vanhecke e Mairead McGuinness

11.   Correzioni di voto

Le correzioni di voto figurano sul sito «Séance en direct», «Résultats des votes (appels nominaux)/Results of votes (Roll-call votes)» e nella versione stampata dell'allegato 2 «Risultati delle votazioni per appello nominale».

La versione elettronica su Europarl sarà aggiornata regolarmente per un periodo massimo di due settimane a decorrere dal giorno della votazione.

Dopo detto termine, l'elenco delle correzioni di voto sarà chiuso per la successiva traduzione e pubblicazione nella Gazzetta ufficiale.

(La seduta, sospesa alle 12.50, è ripresa alle 15.05)

PRESIDENZA: Josep BORRELL FONTELLES

Presidente

12.   Approvazione del processo verbale della seduta precedente

Manuel Medina Ortega ha comunicato di essere stato presente ma che il suo nome non figura sull'elenco dei presenti.

Il processo verbale della seduta precedente è approvato.

*

* *

Interviene Bernard Piotr Wojciechowski per fatto personale, in seguito alle presunte affermazioni di Ana Maria Gomes riguardo all'esposizione attualmente allestita presso i locali del Parlamento.

13.   Composizione del Parlamento

Le competenti autorità italiane hanno comunicato la nomina di Giovanni Procacci in sostituzione di Michele Santoro come deputato al Parlamento, con decorrenza 15.11.2005.

Il Presidente ricorda le disposizioni di cui all'articolo 3, paragrafo 5, del regolamento.

Ai sensi dell'articolo 13, paragrafo 3, primo comma, dell'Atto relativo all'elezione dei rappresentanti al Parlamento europeo a suffragio universale diretto, il Parlamento prende atto della nomina.

14.   Agenzia europea delle sostanze chimiche, inquinanti organici persistenti (REACH) ***I — Modifica della direttiva 67/548/CEE sulle sostanze pericolose (REACH) ***I (discussione)

Relazione sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l'autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche (REACH), che istituisce l'Agenzia europea delle sostanze chimiche e modifica la direttiva 1999/45/CE e il regolamento (CE) n. .../... {sugli inquinanti organici persistenti} [COM(2003)0644 — C5-0530/2003 — 2003/0256(COD)] — Commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare.

Relatore: Guido Sacconi (A6-0315/2005)

Relazione sulla proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica la direttiva 67/548/CEE del Consiglio per adattarla al regolamento (CE) del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la registrazione, la valutazione, l'autorizzazione e la restrizione delle sostanze chimiche [COM(2003)0644 — C5-0531/2003 — 2003/0257(COD)] — Commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare.

Relatore: Guido Sacconi (A6-0285/2005)

Intervengono Günter Verheugen (Vicepresidente della Commissione), Stavros Dimas (membro della Commissione) e Lord Bach (Presidente in carica del Consiglio).

Guido Sacconi presenta le sue relazioni (A6-0315/2005 e A6-0285/2005).

Interviene Hiltrud Breyer sulla presentazione fatta dal relatore.

Intervengono Christofer Fjellner (relatore per parere della commissione INTA), Elisa Ferreira (relatore per parere della commissione ECON), Thomas Mann (relatore per parere della commissione EMPL), Lena Ek (relatore per parere della commissione ITRE), Hartmut Nassauer (relatore per parere della commissione IMCO), Kurt Lechner (relatore per parere della commissione JURI) e Hiltrud Breyer (relatore per parere della commissione FEMM).

PRESIDENZA: Mario MAURO

Vicepresidente

Intervengono David Hammerstein Mintz (relatore per parere della commissione PETI), Satu Hassi (relatore per parere della commissione ECON), Ria Oomen-Ruijten, a nome del gruppo PPE-DE, Werner Langen sull'intervento di Satu Hassi, Robert Goebbels, a nome del gruppo PSE, Lena Ek, a nome del gruppo ALDE, Carl Schlyter, a nome del gruppo Verts/ALE, Jonas Sjöstedt, a nome del gruppo GUE/NGL, Johannes Blokland, a nome del gruppo IND/DEM, Liam Aylward, a nome del gruppo UEN, Irena Belohorská, non iscritto, Werner Langen, Béatrice Patrie, Chris Davies, Caroline Lucas, Dimitrios Papadimoulis, Urszula Krupa, Alessandro Foglietta, Ashley Mote, Alejo Vidal-Quadras Roca, Erika Mann, Alexander Lambsdorff, Hiltrud Breyer, Jiří Maštálka e Hélène Goudin.

PRESIDENZA: Miroslav OUZKÝ

Vicepresidente

Intervengono Mogens N.J. Camre, Jan Tadeusz Masiel, John Bowis, Mary Honeyball, Patrizia Toia, Marie Anne Isler Béguin, Roberto Musacchio, Godfrey Bloom, Lydia Schenardi, Cristina Gutiérrez-Cortines, Edit Herczog, Anne Laperrouze, Karl-Heinz Florenz, Manuel Medina Ortega, Frédérique Ries, Antonios Trakatellis, Dorette Corbey, Holger Krahmer, Amalia Sartori, Karin Scheele, Anders Wijkman, Dan Jørgensen, Péter Olajos, Riitta Myller, Avril Doyle, Adam Gierek, Marianne Thyssen, Evangelia Tzampazi, Åsa Westlund, Guido Sacconi, Lord Bach, Günter Verheugen, Stavros Dimas e Paul Rübig.

La discussione è chiusa.

Votazione: punto 4.1 del PV del 17.11.2005 e punto 4.2 del PV del 17.11.2005.

15.   Agenzie europee di regolazione (discussione)

Interrogazione orale presentata da Jo Leinen e Janusz Lewandowski, a nome della commissione AFCO, al Consiglio (O-0093/2005): Progetto di accordo interistituzionale relativo all'inquadramento delle agenzie europee di regolazione (COM(2005)0059) — 2005/2035(ACI)) (B6-0337/2005)

Georgios Papastamkos (sostituto dell'autore) e Janusz Lewandowski svolgono l'interrogazione orale.

Lord Bach (Presidente in carica del Consiglio) risponde all'interrogazione orale.

Intervengono Maria da Assunção Esteves, a nome del gruppo PPE-DE, Richard Corbett, a nome del gruppo PSE, Lidia Joanna Geringer de Oedenberg e Lord Bach e Louis Michel (membro della Commissione).

Dato che le proposte di risoluzione presentate non sono ancora disponibili, saranno notificate successivamente.

La discussione è chiusa.

Votazione: punto 6.15 del PV del 01.12.2005.

PRESIDENZA: Sylvia-Yvonne KAUFMANN

Vicepresidente

16.   Tempo delle interrogazioni (interrogazioni alla Commissione)

Il Parlamento esamina una serie di interrogazioni alla Commissione (B6-0339/2005).

Intervengono David Martin e Mairead McGuinness sulla classificazione delle interrogazioni.

Prima parte

Interrogazione 37 (Manuel Medina Ortega): Imposizione fiscale sul traffico aereo civile.

Peter Mandelson (membro della Commissione) risponde all'interrogazione e alle domande complementari di Manuel Medina Ortega, Josu Ortuondo Larrea e Agnes Schierhuber.

Interrogazione 38 (Sarah Ludford): Protezione dei dati, banche dati dell'UE.

Olli Rehn (membro della Commissione) risponde all'interrogazione e a una domanda complementare di Sarah Ludford.

Interrogazione 39 (Giorgos Dimitrakopoulos): Kosovo.

Olli Rehn risponde all'interrogazione e alle domande complementari di Giorgos Dimitrakopoulos e Bart Staes.

Seconda parte

Interrogazione 40 (Bart Staes): Effetti del FLEGT sulla protezione dei diritti sociali e dell'ambiente nei paesi in via di sviluppo.

Louis Michel (membro della Commissione) risponde all'interrogazione e alle domande complementari di Bart Staes, John Bowis e Agnes Schierhuber.

Interrogazione 41 (Othmar Karas): Cooperazione allo sviluppo.

Louis Michel risponde all'interrogazione e a una domanda complementare di Othmar Karas.

Interrogazione 42 (Marie-Hélène Aubert): Elezioni nella Repubblica democratica del Congo (RDC).

Louis Michel risponde all'interrogazione e a una domanda complementare di Marie-Hélène Aubert.

Le interrogazioni da 43 a 45 riceveranno una risposta scritta.

Interrogazione 46 (Sajjad Karim): Maggiore trasparenza e responsabilità nei negoziati dell'OMC.

Peter Mandelson risponde all'interrogazione e alle domande complementari di David Martin, James Hugh Allister e Paul Rübig.

Interrogazione 47 (Hélène Goudin): Riduzione delle tariffe doganali sui gamberetti provenienti dalla Thailandia.

Peter Mandelson risponde all'interrogazione.

Interrogazione 48 (Ilda Figueiredo): Difficoltà dell'industria calzaturiera.

Peter Mandelson risponde all'interrogazione e alle domande complementari di Ilda Figueiredo, David Martin e Anne E. Jensen.

Interrogazione 54 (Marie Panayotopoulos-Cassiotou): Previsioni in materia di ristrutturazioni.

Vladimír Špidla (membro della Commissione) risponde all'interrogazione e a una domanda complementare di Marie Panayotopoulos-Cassiotou.

Interrogazione 55 (Joachim Wuermeling): Libera circolazione dei lavoratori.

Vladimír Špidla risponde all'interrogazione e alle domande complementari di Manfred Weber e Claude Moraes.

Le interrogazioni che, per mancanza di tempo, non hanno ricevuto risposta, la riceveranno per iscritto.

Il tempo delle interrogazioni riservato alla Commissione è chiuso.

(La seduta, sospesa alle 20.15, è ripresa alle 21.00)

PRESIDENZA: Jacek Emil SARYUSZ-WOLSKI

Vicepresidente

17.   2005, Pacchetto «Allargamento II»(discussione)

Dichiarazione della Commissione: 2005, Pacchetto «Allargamento II»

Olli Rehn (membro della Commissione) fa la dichiarazione.

Intervengono Elmar Brok, a nome del gruppo PPE-DE e Jan Marinus Wiersma, a nome del gruppo PSE, István Szent-Iványi, a nome del gruppo ALDE, Joost Lagendijk, a nome del gruppo Verts/ALE, Cristiana Muscardini, a nome del gruppo UEN, Camiel Eurlings, Hannes Swoboda, Sarah Ludford, Gisela Kallenbach, Georgios Papastamkos, Borut Pahor, Zbigniew Zaleski, Panagiotis Beglitis, Doris Pack, Guido Podestà, Bernd Posselt e Olli Rehn.

La discussione è chiusa.

18.   Informazione dei passeggeri sull'identità del vettore aereo effettivo ***I (discussione)

Relazione sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio concernente le informazioni ai passeggeri del trasporto aereo sull'identità del vettore effettivo e la comunicazione delle informazioni di sicurezza da parte degli Stati membri [COM(2005)0048 — C6-0046/2005 — 2005/0008(COD)] — Commissione per i trasporti e il turismo.

Relatore: Christine De Veyrac (A6-0310/2005)

Intervengono Jacques Barrot (Vicepresidente della Commissione) e Derek Twigg (Presidente in carica del Consiglio).

Christine De Veyrac illustra la sua relazione.

Intervengono Georg Jarzembowski, a nome del gruppo PPE-DE, Jörg Leichtfried, a nome del gruppo PSE, Jeanine Hennis-Plasschaert, a nome del gruppo ALDE, Eva Lichtenberger, a nome del gruppo Verts/ALE, Erik Meijer, a nome del gruppo GUE/NGL, Bernard Piotr Wojciechowski, a nome del gruppo IND/DEM, Fernand Le Rachinel, non iscritto, Corien Wortmann-Kool, Ulrich Stockmann, Alyn Smith, Luís Queiró, Inés Ayala Sender, Zsolt László Becsey, Robert Evans, Gilles Savary, Jacques Barrot e Derek Twigg.

La discussione è chiusa.

Votazione: punto 5.1 del PV del 16.11.2005.

19.   Centrale nucleare di Bohunice V1 in Slovacchia * — Utilizzo di risorse finanziarie destinate alle operazioni di disattivazione delle centrali nucleari di potenza (discussione)

Relazione sulla proposta di regolamento del Consiglio relativo all'applicazione del protocollo n. 9 allegato all'Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca all'Unione europea, concernente la centrale nucleare di Bohunice V1 in Slovacchia [COM(2004)0624 — C6-0205/2004 — 2004/0221(CNS)] — Commissione per l'industria, la ricerca e l'energia.

Relatore: Rebecca Harms (A6-0282/2005).

Relazione sull'utilizzo di risorse finanziarie destinate alle operazioni di disattivazione delle centrali nucleari di potenza [2005/2027(INI)] — Commissione per l'industria, la ricerca e l'energia.

Relatore: Rebecca Harms (A6-0279/2005).

Interviene Andris Piebalgs (membro della Commissione).

Rebecca Harms presenta le sue relazioni (A6-0282/2005 e A6-0279/2005).

Intervengono Ján Hudacký, a nome del gruppo PPE-DE, Edit Herczog, a nome del gruppo PSE, Fiona Hall, a nome del gruppo ALDE, Esko Seppänen, a nome del gruppo GUE/NGL, Nils Lundgren, a nome del gruppo IND/DEM, Umberto Pirilli, a nome del gruppo UEN, Sergej Kozlík, non iscritto, Romana Jordan Cizelj, Reino Paasilinna, Šarūnas Birutis, Vladimír Remek, Kathy Sinnott, Paul Rübig, Hannes Swoboda, Marios Matsakis, Erik Meijer, Peter Baco, Zita Pleštinská, Miloš Koterec e Andris Piebalgs.

La discussione è chiusa.

Votazione: punto 5.2 del PV del 16.11.2005.

20.   Ordine del giorno della prossima seduta

L'ordine del giorno della seduta di domani è fissato (documento «Ordine del giorno» PE 364.133/OJME).

21.   Chiusura della seduta

La seduta è tolta alle 00.10.

Julian Priestley

Segretario generale

Josep Borrell Fontelles

Presidente


ELENCO DEI PRESENTI

Hanno firmato:

Adamou, Agnoletto, Albertini, Allister, Alvaro, Andersson, Andrejevs, Andria, Andrikienė, Angelilli, Antoniozzi, Arif, Arnaoutakis, Assis, Atkins, Attard-Montalto, Attwooll, Aubert, Audy, Auken, Ayala Sender, Aylward, Ayuso González, Bachelot-Narquin, Baco, Badia I Cutchet, Barón Crespo, Barsi-Pataky, Batten, Battilocchio, Batzeli, Bauer, Beaupuy, Beazley, Becsey, Beer, Beglitis, Belder, Belet, Belohorská, Bennahmias, Beňová, Berend, Berès, van den Berg, Berger, Berlato, Berlinguer, Berman, Bersani, Bertinotti, Bielan, Birutis, Blokland, Bloom, Bobošíková, Böge, Bösch, Bonde, Bonino, Bono, Bonsignore, Booth, Borghezio, Borrell Fontelles, Bourlanges, Bourzai, Bowis, Bowles, Bozkurt, Bradbourn, Braghetto, Brejc, Brepoels, Breyer, Březina, Brie, Brok, Brunetta, Budreikaitė, van Buitenen, Buitenweg, van den Burg, Bushill-Matthews, Busk, Busquin, Busuttil, Buzek, Calabuig Rull, Callanan, Camre, Capoulas Santos, Carlotti, Carlshamre, Carnero González, Carollo, Casa, Casaca, Caspary, Castex, Castiglione, del Castillo Vera, Cavada, Cederschiöld, Cercas, Cesa, Chatzimarkakis, Chichester, Chiesa, Chmielewski, Christensen, Chruszcz, Cirino Pomicino, Claeys, Clark, Cocilovo, Coelho, Cohn-Bendit, Corbett, Corbey, Cornillet, Correia, Costa, Cottigny, Coûteaux, Coveney, Cramer, Crowley, Marek Aleksander Czarnecki, Ryszard Czarnecki, D'Alema, Daul, Davies, de Brún, Degutis, Dehaene, De Keyser, Demetriou, De Michelis, Deprez, De Rossa, De Sarnez, Descamps, Désir, Deß, Deva, De Veyrac, De Vits, Díaz de Mera García Consuegra, Didžiokas, Díez González, Dillen, Dimitrakopoulos, Dionisi, Di Pietro, Dobolyi, Dombrovskis, Doorn, Douay, Dover, Doyle, Drčar Murko, Duchoň, Duff, Duka-Zólyomi, Duquesne, Ebner, Ek, El Khadraoui, Elles, Esteves, Estrela, Ettl, Eurlings, Jillian Evans, Jonathan Evans, Robert Evans, Fajmon, Falbr, Farage, Fatuzzo, Fava, Fazakas, Ferber, Fernandes, Fernández Martín, Anne Ferreira, Elisa Ferreira, Figueiredo, Fjellner, Flasarová, Flautre, Florenz, Foglietta, Fontaine, Fourtou, Fraga Estévez, Frassoni, Freitas, Friedrich, Fruteau, Gahler, Gál, Gaľa, Galeote Quecedo, García Pérez, Gargani, Garriga Polledo, Gaubert, Gauzès, Gawronski, Gebhardt, Gentvilas, Geremek, Geringer de Oedenberg, Gewalt, Gibault, Gierek, Giertych, Gill, Gklavakis, Glante, Glattfelder, Goebbels, Goepel, Golik, Gollnisch, Gomes, Gomolka, Goudin, Grabowska, Grabowski, Graça Moura, Graefe zu Baringdorf, Gräßle, Grech, Griesbeck, Gröner, de Groen-Kouwenhoven, Groote, Grossetête, Gruber, Guardans Cambó, Guellec, Guerreiro, Guidoni, Gutiérrez-Cortines, Guy-Quint, Gyürk, Hänsch, Hall, Hammerstein Mintz, Handzlik, Hannan, Harangozó, Harbour, Harkin, Harms, Hasse Ferreira, Hassi, Hatzidakis, Haug, Heaton-Harris, Hedh, Hedkvist Petersen, Hegyi, Helmer, Henin, Hennicot-Schoepges, Hennis-Plasschaert, Herczog, Herranz García, Herrero-Tejedor, Hieronymi, Higgins, Hökmark, Honeyball, Hoppenstedt, Horáček, Howitt, Hudacký, Hudghton, Hughes, Hutchinson, Hybášková, Ibrisagic, Ilves, in 't Veld, Isler Béguin, Itälä, Iturgaiz Angulo, Jackson, Jäätteenmäki, Jałowiecki, Janowski, Járóka, Jarzembowski, Jeggle, Jensen, Joan i Marí, Jørgensen, Jonckheer, Jordan Cizelj, Juknevičienė, Kacin, Kaczmarek, Kallenbach, Kamall, Kamiński, Karas, Karatzaferis, Karim, Kasoulides, Kaufmann, Kauppi, Tunne Kelam, Kindermann, Kinnock, Kirkhope, Klaß, Klich, Klinz, Knapman, Koch, Koch-Mehrin, Kohlíček, Konrad, Korhola, Kósáné Kovács, Koterec, Kozlík, Krahmer, Krasts, Kratsa-Tsagaropoulou, Krehl, Kreissl-Dörfler, Kristensen, Kristovskis, Krupa, Kuc, Kudrycka, Kuhne, Kułakowski, Kušķis, Kusstatscher, Kuźmiuk, Lagendijk, Laignel, Lamassoure, Lambert, Lambrinidis, Lambsdorff, Landsbergis, Lang, Langen, Langendries, Laperrouze, La Russa, Lauk, Lavarra, Lax, Lechner, Lehideux, Lehne, Lehtinen, Leichtfried, Leinen, Jean-Marie Le Pen, Marine Le Pen, Le Rachinel, Letta, Lévai, Lewandowski, Liberadzki, Libicki, Lichtenberger, Lienemann, Liese, Liotard, Lipietz, Lombardo, López-Istúriz White, Louis, Lucas, Ludford, Lulling, Lundgren, Lynne, Maat, Maaten, McAvan, McCarthy, McDonald, McGuinness, McMillan-Scott, Madeira, Malmström, Manders, Maňka, Erika Mann, Thomas Mann, Manolakou, Mantovani, Markov, Marques, Martens, David Martin, Hans-Peter Martin, Martinez, Martínez Martínez, Masiel, Masip Hidalgo, Maštálka, Mastenbroek, Mathieu, Mato Adrover, Matsakis, Matsis, Mauro, Mavrommatis, Mayer, Mayor Oreja, Medina Ortega, Meijer, Méndez de Vigo, Meyer Pleite, Miguélez Ramos, Mikko, Mikolášik, Millán Mon, Mitchell, Mölzer, Montoro Romero, Moraes, Moreno Sánchez, Morgan, Morgantini, Moscovici, Mote, Mulder, Musacchio, Muscardini, Muscat, Musotto, Mussolini, Musumeci, Myller, Napoletano, Nassauer, Nattrass, Navarro, Newton Dunn, Annemie Neyts-Uyttebroeck, Nicholson, Niebler, van Nistelrooij, Novak, Obiols i Germà, Özdemir, Olajos, Olbrycht, Ó Neachtain, Onesta, Onyszkiewicz, Oomen-Ruijten, Ortuondo Larrea, Őry, Ouzký, Oviir, Paasilinna, Pack, Pahor, Paleckis, Panayotopoulos-Cassiotou, Pannella, Panzeri, Papadimoulis, Papastamkos, Parish, Patrie, Pavilionis, Peillon, Pęk, Pflüger, Piecyk, Pieper, Pīks, Pinheiro, Pinior, Piotrowski, Pirilli, Piskorski, Pistelli, Pittella, Pleguezuelos Aguilar, Pleštinská, Podestà, Podkański, Poettering, Poignant, Pomés Ruiz, Portas, Posdorf, Posselt, Prets, Prodi, Protasiewicz, Purvis, Queiró, Rack, Radwan, Ransdorf, Rapkay, Rasmussen, Remek, Resetarits, Reul, Reynaud, Ribeiro e Castro, Riera Madurell, Ries, Riis-Jørgensen, Rivera, Rizzo, Rocard, Rogalski, Roithová, Romagnoli, Romeva i Rueda, Rosati, Roszkowski, Roth-Behrendt, Rothe, Rouček, Roure, Rudi Ubeda, Rübig, Rühle, Rutowicz, Ryan, Sacconi, Saïfi, Sakalas, Salafranca Sánchez-Neyra, Salinas García, Salvini, Samaras, Samuelsen, Sánchez Presedo, dos Santos, Sartori, Saryusz-Wolski, Savary, Savi, Sbarbati, Scheele, Schenardi, Schierhuber, Schlyter, Schmidt, Schmitt, Schnellhardt, Schöpflin, Schröder, Schroedter, Schuth, Schwab, Seeber, Seeberg, Segelström, Seppänen, Sifunakis, Sinnott, Siwiec, Sjöstedt, Skinner, Škottová, Smith, Sommer, Sonik, Sousa Pinto, Spautz, Speroni, Staes, Staniszewska, Starkevičiūtė, Šťastný, Stenzel, Sterckx, Stevenson, Stihler, Stockmann, Strejček, Strož, Stubb, Sturdy, Sudre, Sumberg, Surján, Svensson, Swoboda, Szájer, Szejna, Szent-Iványi, Szymański, Tabajdi, Tajani, Takkula, Tannock, Tarabella, Tarand, Tatarella, Thomsen, Thyssen, Titford, Titley, Toia, Tomczak, Toubon, Toussas, Trakatellis, Triantaphyllides, Trüpel, Turmes, Tzampazi, Uca, Ulmer, Väyrynen, Vaidere, Vakalis, Valenciano Martínez-Orozco, Vanhecke, Van Lancker, Van Orden, Varela Suanzes-Carpegna, Varvitsiotis, Vatanen, Vaugrenard, Ventre, Verges, Vergnaud, Vernola, Vidal-Quadras Roca, de Villiers, Vincenzi, Virrankoski, Vlasák, Vlasto, Voggenhuber, Wagenknecht, Wallis, Watson, Henri Weber, Manfred Weber, Weiler, Weisgerber, Westlund, Whitehead, Whittaker, Wieland, Wiersma, Wijkman, Wise, von Wogau, Wohlin, Bernard Piotr Wojciechowski, Janusz Wojciechowski, Wortmann-Kool, Wuermeling, Wurtz, Wynn, Xenogiannakopoulou, Yañez-Barnuevo García, Záborská, Zahradil, Zaleski, Zapałowski, Zappalà, Zatloukal, Ždanoka, Železný, Zieleniec, Zīle, Zimmer, Zingaretti, Zvěřina, Zwiefka

Osservatori

Abadjiev Dimitar, Anastase Roberta Alma, Arabadjiev Alexander, Athanasiu Alexandru, Bărbuleţiu Tiberiu, Becşenescu Dumitru, Bliznashki Georgi, Buruiană Aprodu Daniela, Cioroianu Adrian Mihai, Corlăţean Titus, Coşea Dumitru Gheorghe Mircea, Creţu Corina, Creţu Gabriela, Dîncu Vasile, Duca Viorel Senior, Dumitrescu Cristian, Ganţ Ovidiu Victor, Hogea Vlad Gabriel, Husmenova Filiz, Iacob Ridzi Monica Maria, Ilchev Stanimir, Ivanova Iglika, Kelemen Atilla Béla Ladislau, Kirilov Evgeni, Kónya-Hamar Sándor, Marinescu Marian-Jean, Mihăescu Eugen, Morţun Alexandru Ioan, Nicolae Şerban, Paparizov Atanas Atanassov, Parvanova Antonyia, Paşcu Ioan Mircea, Petre Maria, Podgorean Radu, Popa Nicolae Vlad, Popeangă Petre, Sârbu Daciana Octavia, Severin Adrian, Silaghi Ovidiu Ioan, Sofianski Stefan, Stoyanov Dimitar, Szabó Károly Ferenc, Tîrle Radu, Zgonea Valeriu Ştefan


ALLEGATO I

RISULTATI DELLE VOTAZIONI

Significato delle abbreviazioni e dei simboli utilizzati

+

approvato

-

respinto

decaduto

R

ritirato

AN (..., ..., ...)

votazione per appello nominale (favorevoli, contrari, astenuti)

VE (..., ..., ...)

votazione elettronica (favorevoli, contrari, astenuti)

vs

votazioni per parti separate

vd

votazione distinta

em

emendamento

EC

emendamento di compromesso

PC

parte corrispondente

S

emendamento di soppressione

=

emendamenti identici

§

paragrafo

art

articolo

cons

considerando

PR

proposta di risoluzione

PRC

proposta di risoluzione comune

SEC

votazione a scrutinio segreto

1.   Proroga a tutto il 2006 del programma per la diffusione delle buone prassi e il monitoraggio dell'adozione delle TIC ***I

Relazione: Gilles CHICHESTER (A6-0302/2005)

Oggetto

AN, ecc.

Votazione

Votazioni per AN/VE — osservazioni

votazione unica

 

+

 

2.   Sistema paneuropeo pubblico terrestre di radiomessaggeria unilaterale (RMU) ***I

Relazione: Gilles CHICHESTER (A6-0303/2005)

Oggetto

AN, ecc.

Votazione

Votazioni per AN/VE — osservazioni

votazione unica

 

+

 

3.   Organizzazione comune dei mercati nel settore delle sementi *

Relazione: Joseph DAUL (A6-0295/2005)

Oggetto

AN, ecc.

Votazione

Votazioni per AN/VE — osservazioni

votazione unica

 

+

 

4.   Organizzazione comune dei mercati nel settore del luppolo *

Relazione: Joseph DAUL (A6-0299/2005)

Oggetto

AN, ecc.

Votazione

Votazioni per AN/VE — osservazioni

votazione unica

AN

+

600, 20, 14

Richieste di votazione per appello nominale

PPE-DE: votazione finale

5.   Organizzazione comune del mercato vitivinicolo *

Relazione: Joseph DAUL (A6-0300/2005)

Oggetto

AN, ecc.

Votazione

Votazioni per AN/VE — osservazioni

votazione unica

 

+

 

6.   Modifica dell'accordo che istituisce la BERS per consentire alla Banca di finanziare operazioni in Mongolia *

Relazione: Pervenche BERÈS (A6-0298/2005)

Oggetto

AN, ecc.

Votazione

Votazioni per AN/VE — osservazioni

votazione unica

 

+

 

7.   Visto per i giochi olimpici e/o paraolimpici invernali di Torino del 2006 ***I

Relazione: Stefano ZAPPALÀ (A6-0313/2005)

Oggetto

AN, ecc.

Votazione

Votazioni per AN/VE — osservazioni

votazione unica

 

+

 

8.   Sicurezza sociale per i lavoratori e i loro familiari che si spostano all'interno della CE ***I

Relazione: Patrizia TOIA (A6-0293/2005)

Oggetto

AN, ecc.

Votazione

Votazioni per AN/VE — osservazioni

votazione unica

 

+

 

9.   Anguilla europea

Relazione: Albert Jan MAAT (A6-0284/2005)

Oggetto

AN, ecc.

Votazione

Votazioni per AN/VE — osservazioni

votazione unica

 

+

 

10.   Inosservanza del protocollo sui privilegi e le immunità delle Comunità europee da parte di uno Stato membro

Relazione: Giuseppe GARGANI (A6-0316/2005)

Oggetto

AN, ecc.

Votazione

Votazioni per AN/VE — osservazioni

votazione unica

 

+

 

11.   Dimensione sociale della mondializzazione

Relazione: Mihael BREJC (A6-0308/2005)

Oggetto

Em. n.

Autore

AN, ecc.

Votazione

Votazioni per AN/VE — osservazioni

§ 2

2

PPE-DE

 

-

 

dopo § 4

8

GUE/NGL

 

-

 

§ 5

§

testo originale

vs

 

 

1

+

 

2/AN

+

323, 264, 56

3/AN

-

112, 483, 47

§ 6

§

testo originale

vs

 

 

1

+

 

2/VE

+

347, 287, 8

3

+

 

§ 7

§

testo originale

vs

 

 

1

+

 

2

+

 

§ 9

9

GUE/NGL

 

-

 

dopo § 10

10

GUE/NGL

vs

 

 

1/VE

+

322, 305, 16

2

-

 

3/VE

+

318, 315, 12

dopo § 15

13

Verts/ALE

VE

-

205, 407, 27

§ 16

3

PPE-DE

 

-

 

dopo § 19

12

PSE

 

+

 

§ 20

§

testo originale

vd/VE

+

341, 289, 14

§ 22

4

PPE-DE

 

-

 

dopo § 23

14

Verts/ALE

 

-

 

15

Verts/ALE

 

+

 

dopo § 24

11

GUE/NGL

 

-

 

dopo § 31

16

Verts/ALE

VE

-

264, 375, 7

§ 32

§

testo originale

vs

 

 

1

+

 

2

+

 

dopo § 33

17

Verts/ALE

 

+

 

§ 34

5

PPE-DE

AN

+

357, 266, 17

modificato oralmente

dopo § 34

18

Verts/ALE

 

+

 

19

Verts/ALE

 

+

 

§ 37

§

testo originale

vs

 

 

1

+

 

2

-

 

cons A

6

GUE/NGL

vs

 

 

1

-

 

2

-

 

1

PPE-DE

 

-

 

cons B

7

GUE/NGL

 

-

 

votazione: risoluzione (insieme del testo)

 

+

 

Richieste di votazione per appello nominale

PPE-DE: em. 5, paragrafo 5, seconda parte, paragrafo 5, terza parte

Richieste di votazione per parti separate

ALDE, PPE-DE

§ 5

prima parte:«ritiene che la globalizzazione ... inclusione sociale;»

seconda parte:«ravvisa la necessità ... (abolire la povertà);»

terza parte: il termine «radicale»

PPE-DE

§ 6

prima parte:«raccomanda ... di far sì che ... dell'UE»

seconda parte:«commerciale, agricola ed estera»

terza parte:«la politica ... sia coerente con la politica di sviluppo ... e con gli obiettivi di sviluppo del millennio»

§ 7

prima parte:«ritiene che l'Unione europea ... combattere la povertà»

seconda parte:«adottando una politica ... la fornitura di aiuti»

§ 32

prima parte:«ritiene che le piccole ... le imprese di questo tipo»

seconda parte:«chiede inoltre ... nell'economia globalizzata»

§ 37

prima parte:«sottolinea la necessità ... mass media a tale riguardo»

seconda parte:«è del parere che ... da parte dei cittadini»

Verts/ALE

em 6

prima parte:«considerando che (soppressione)»

seconda parte:«il processo di globalizzazione ... a livello mondiale»

em 10

prima parte:«invita la Commissione ... forme di discriminazione»

seconda parte:«la distribuzione della ricchezza ... l'alloggio»

terza parte:«una politica sociale ... sociali e occupazionali»

Richiesta per parti separate

PPE-DE: § 20

Varie

Philip Bushill-Matthews ha presentato un emendamento orale all'emendamernto 5:

34.

sostiene gli sforzi compiuti dalla Commissione per sensibilizzare le imprese multinazionali sulla loro responsabilità sociale che hanno finora avuto effetti limitati;


ALLEGATO II

RISULTATO DELLE VOTAZIONI PER APPELLO NOMINALE

1.   Relazione Daul A6-0299/2005

Favorevoli: 600

ALDE: Alvaro, Andrejevs, Andria, Attwooll, Beaupuy, Birutis, Bourlanges, Bowles, Budreikaitė, Busk, Cavada, Chatzimarkakis, Cocilovo, Cornillet, Davies, Degutis, Deprez, De Sarnez, Drčar Murko, Duff, Duquesne, Fourtou, Gentvilas, Geremek, Griesbeck, Guardans Cambó, Hall, Harkin, Hennis-Plasschaert, in 't Veld, Jäätteenmäki, Jensen, Juknevičienė, Kacin, Karim, Klinz, Koch-Mehrin, Krahmer, Kułakowski, Lambsdorff, Laperrouze, Lehideux, Letta, Ludford, Lynne, Maaten, Malmström, Manders, Matsakis, Mulder, Newton Dunn, Neyts-Uyttebroeck, Ortuondo Larrea, Oviir, Resetarits, Ries, Riis-Jørgensen, Samuelsen, Savi, Sbarbati, Schuth, Staniszewska, Starkevičiūtė, Sterckx, Szent-Iványi, Takkula, Toia, Väyrynen, Virrankoski, Wallis, Watson

GUE/NGL: Adamou, Agnoletto, Bertinotti, Brie, de Brún, Figueiredo, Flasarová, Guerreiro, Guidoni, Henin, Kaufmann, Kohlíček, Liotard, McDonald, Markov, Maštálka, Meijer, Morgantini, Musacchio, Papadimoulis, Pflüger, Ransdorf, Remek, Rizzo, Seppänen, Sjöstedt, Strož, Svensson, Triantaphyllides, Uca, Verges, Wagenknecht, Wurtz, Zimmer

IND/DEM: Belder, Borghezio, Coûteaux, Karatzaferis, Louis, Sinnott, Speroni, de Villiers, Železný

NI: Baco, Battilocchio, Belohorská, Bobošíková, Claeys, Czarnecki Ryszard, Dillen, Gollnisch, Kozlík, Lang, Le Pen Jean-Marie, Le Pen Marine, Martin Hans-Peter, Martinez, Masiel, Mölzer, Mussolini, Romagnoli, Rutowicz, Schenardi, Vanhecke

PPE-DE: Albertini, Andrikienė, Antoniozzi, Atkins, Audy, Ayuso González, Bachelot-Narquin, Barsi-Pataky, Bauer, Beazley, Becsey, Belet, Berend, Böge, Bowis, Bradbourn, Braghetto, Brejc, Brepoels, Březina, Brok, Brunetta, Bushill-Matthews, Busuttil, Buzek, Callanan, Carollo, Casa, Caspary, Castiglione, del Castillo Vera, Cederschiöld, Cesa, Chichester, Chmielewski, Coelho, Coveney, Daul, Dehaene, Demetriou, Descamps, Deß, De Veyrac, Díaz de Mera García Consuegra, Dimitrakopoulos, Dionisi, Dombrovskis, Doorn, Dover, Doyle, Duchoň, Duka-Zólyomi, Elles, Esteves, Eurlings, Evans Jonathan, Fajmon, Fatuzzo, Ferber, Fernández Martín, Fjellner, Florenz, Fontaine, Freitas, Friedrich, Gahler, Gál, Gaľa, Galeote Quecedo, García-Margallo y Marfil, Gargani, Garriga Polledo, Gaubert, Gawronski, Gewalt, Gklavakis, Glattfelder, Goepel, Gomolka, Graça Moura, Gräßle, Grossetête, Guellec, Gyürk, Handzlik, Hannan, Harbour, Hatzidakis, Heaton-Harris, Hennicot-Schoepges, Herranz García, Herrero-Tejedor, Hieronymi, Higgins, Hökmark, Hoppenstedt, Hudacký, Ibrisagic, Itälä, Iturgaiz Angulo, Jackson, Jałowiecki, Járóka, Jarzembowski, Jeggle, Jordan Cizelj, Kaczmarek, Kamall, Karas, Kasoulides, Kelam, Kirkhope, Klaß, Klich, Koch, Konrad, Korhola, Kratsa-Tsagaropoulou, Kudrycka, Kušķis, Lamassoure, Landsbergis, Langen, Langendries, Lechner, Lehne, Lewandowski, Liese, López-Istúriz White, Lulling, Maat, McGuinness, Mann Thomas, Mantovani, Marques, Martens, Mathieu, Mato Adrover, Matsis, Mauro, Mavrommatis, Mayer, Mayor Oreja, Méndez de Vigo, Mikolášik, Millán Mon, Mitchell, Montoro Romero, Musotto, Nassauer, Nicholson, Niebler, van Nistelrooij, Novak, Olajos, Olbrycht, Oomen-Ruijten, Őry, Pack, Panayotopoulos-Cassiotou, Papastamkos, Parish, Pieper, Pīks, Pinheiro, Piskorski, Pleštinská, Poettering, Pomés Ruiz, Posdorf, Posselt, Protasiewicz, Purvis, Queiró, Rack, Radwan, Reul, Ribeiro e Castro, Roithová, Rudi Ubeda, Rübig, Saïfi, Salafranca Sánchez-Neyra, Samaras, Sartori, Saryusz-Wolski, Schierhuber, Schmitt, Schnellhardt, Schöpflin, Schröder, Schwab, Seeber, Seeberg, Škottová, Sommer, Sonik, Spautz, Šťastný, Stenzel, Stevenson, Strejček, Stubb, Sturdy, Sudre, Sumberg, Surján, Szájer, Tajani, Tannock, Thyssen, Toubon, Trakatellis, Ulmer, Vakalis, Van Orden, Varela Suanzes-Carpegna, Varvitsiotis, Vernola, Vidal-Quadras Roca, Vlasák, Vlasto, Weber Manfred, Weisgerber, Wieland, von Wogau, Wojciechowski Janusz, Wortmann-Kool, Wuermeling, Záborská, Zahradil, Zaleski, Zappalà, Zatloukal, Zvěřina, Zwiefka

PSE: Andersson, Arif, Arnaoutakis, Assis, Attard-Montalto, Ayala Sender, Barón Crespo, Batzeli, Beglitis, Beňová, van den Berg, Berger, Berlinguer, Berman, Bersani, Bösch, Bono, Bourzai, Bozkurt, van den Burg, Busquin, Calabuig Rull, Capoulas Santos, Carlotti, Carnero González, Casaca, Cashman, Castex, Cercas, Christensen, Corbett, Corbey, Correia, Cottigny, D'Alema, De Keyser, De Rossa, Désir, De Vits, Dobolyi, Douay, El Khadraoui, Estrela, Ettl, Evans Robert, Falbr, Fava, Fazakas, Fernandes, Ferreira Anne, Ferreira Elisa, Ford, Fruteau, García Pérez, Geringer de Oedenberg, Gierek, Gill, Glante, Goebbels, Golik, Grabowska, Grech, Gröner, Groote, Gruber, Guy-Quint, Hänsch, Hasse Ferreira, Haug, Hedh, Hedkvist Petersen, Hegyi, Herczog, Honeyball, Howitt, Hughes, Hutchinson, Ilves, Jørgensen, Kindermann, Kinnock, Kósáné Kovács, Koterec, Kreissl-Dörfler, Kristensen, Kuc, Kuhne, Laignel, Lambrinidis, Lavarra, Leichtfried, Lévai, Liberadzki, Lienemann, McAvan, McCarthy, Madeira, Maňka, Mann Erika, Martin David, Martínez Martínez, Masip Hidalgo, Medina Ortega, Miguélez Ramos, Mikko, Moraes, Moreno Sánchez, Morgan, Moscovici, Muscat, Myller, Napoletano, Navarro, Obiols i Germà, Paasilinna, Pahor, Paleckis, Panzeri, Patrie, Peillon, Piecyk, Pinior, Pittella, Pleguezuelos Aguilar, Poignant, Prets, Rapkay, Rasmussen, Reynaud, Riera Madurell, Rocard, Rosati, Roth-Behrendt, Rothe, Rouček, Roure, Sacconi, Sakalas, Salinas García, Sánchez Presedo, dos Santos, Savary, Scheele, Segelström, Sifunakis, Siwiec, Skinner, Sousa Pinto, Stihler, Stockmann, Swoboda, Szejna, Tabajdi, Tarabella, Tarand, Thomsen, Titley, Tzampazi, Van Lancker, Vaugrenard, Vergnaud, Vincenzi, Weber Henri, Weiler, Westlund, Whitehead, Wiersma, Wynn, Yañez-Barnuevo García, Zingaretti

UEN: Angelilli, Aylward, Berlato, Bielan, Didžiokas, Foglietta, Janowski, Kamiński, Krasts, Kristovskis, La Russa, Libicki, Muscardini, Musumeci, Ó Neachtain, Pavilionis, Roszkowski, Ryan, Szymański, Tatarella, Vaidere, Zīle

Verts/ALE: Aubert, Auken, Beer, Bennahmias, Breyer, Buitenweg, Cramer, Evans Jillian, Flautre, Frassoni, Graefe zu Baringdorf, de Groen-Kouwenhoven, Hammerstein Mintz, Harms, Hassi, Horáček, Hudghton, Isler Béguin, Joan i Marí, Jonckheer, Kallenbach, Kusstatscher, Lagendijk, Lambert, Lichtenberger, Lucas, Özdemir, Onesta, Romeva i Rueda, Rühle, Schmidt, Schroedter, Smith, Staes, Trüpel, Voggenhuber, Ždanoka

Contrari: 20

IND/DEM: Batten, Bloom, Booth, Clark, Farage, Goudin, Knapman, Krupa, Lundgren, Nattrass, Pęk, Piotrowski, Titford, Tomczak, Whittaker, Wise, Wohlin

NI: Allister, Mote

PPE-DE: Deva

Astensioni: 14

GUE/NGL: Toussas

IND/DEM: Bonde, Chruszcz, Giertych, Grabowski, Rogalski, Wojciechowski Bernard, Zapałowski

PPE-DE: Kuźmiuk, Ouzký, Podkański

UEN: Camre

Verts/ALE: van Buitenen, Schlyter

2.   Relazione Brejc A6-0308/2005

Favorevoli: 323

ALDE: Alvaro, Andrejevs, Andria, Attwooll, Birutis, Bowles, Budreikaitė, Busk, Chatzimarkakis, Chiesa, Cocilovo, Davies, Degutis, Drčar Murko, Duff, Duquesne, Ek, Gentvilas, Hall, Hennis-Plasschaert, in 't Veld, Jäätteenmäki, Jensen, Juknevičienė, Kacin, Karim, Klinz, Koch-Mehrin, Krahmer, Kułakowski, Lambsdorff, Lax, Letta, Ludford, Lynne, Maaten, Malmström, Manders, Matsakis, Mulder, Newton Dunn, Neyts-Uyttebroeck, Oviir, Resetarits, Riis-Jørgensen, Samuelsen, Savi, Sbarbati, Schuth, Staniszewska, Sterckx, Szent-Iványi, Takkula, Toia, Virrankoski, Wallis, Watson

IND/DEM: Belder, Blokland, Bonde, Goudin, Lundgren, Pęk, Piotrowski, Rogalski, Tomczak, Wohlin

NI: Battilocchio, Bobošíková, Czarnecki Ryszard, Martin Hans-Peter, Masiel, Rutowicz

PPE-DE: Atkins, Beazley, Bowis, Bradbourn, Bushill-Matthews, Callanan, Cederschiöld, Chichester, Deva, Dover, Duchoň, Elles, Evans Jonathan, Fajmon, Fjellner, Harbour, Heaton-Harris, Hökmark, Ibrisagic, Jackson, Kamall, Kauppi, Kirkhope, Korhola, Nicholson, Ouzký, Parish, Seeberg, Škottová, Stevenson, Strejček, Stubb, Sturdy, Sumberg, Tannock, Van Orden, Vlasák, Zahradil, Zvěřina

PSE: Andersson, Arif, Arnaoutakis, Assis, Attard-Montalto, Ayala Sender, Barón Crespo, Batzeli, Beglitis, Beňová, van den Berg, Berger, Berlinguer, Berman, Bösch, Bono, Bourzai, Bozkurt, van den Burg, Busquin, Calabuig Rull, Capoulas Santos, Carlotti, Carnero González, Casaca, Cashman, Castex, Cercas, Christensen, Corbett, Corbey, Correia, Cottigny, D'Alema, De Keyser, De Rossa, Désir, De Vits, Dobolyi, Douay, El Khadraoui, Estrela, Ettl, Evans Robert, Falbr, Fava, Fazakas, Fernandes, Ferreira Anne, Ferreira Elisa, Ford, Fruteau, García Pérez, Geringer de Oedenberg, Gierek, Gill, Glante, Goebbels, Golik, Gomes, Grabowska, Grech, Gröner, Groote, Gruber, Guy-Quint, Hänsch, Hasse Ferreira, Haug, Hedh, Hedkvist Petersen, Hegyi, Herczog, Honeyball, Howitt, Hughes, Hutchinson, Ilves, Jørgensen, Kindermann, Kinnock, Kósáné Kovács, Koterec, Kreissl-Dörfler, Kristensen, Kuc, Kuhne, Laignel, Lambrinidis, Lavarra, Leichtfried, Lévai, Liberadzki, Lienemann, McAvan, McCarthy, Madeira, Maňka, Mann Erika, Martin David, Martínez Martínez, Masip Hidalgo, Mastenbroek, Medina Ortega, Miguélez Ramos, Mikko, Moraes, Moreno Sánchez, Morgan, Moscovici, Muscat, Myller, Napoletano, Navarro, Obiols i Germà, Paasilinna, Pahor, Paleckis, Panzeri, Peillon, Piecyk, Pinior, Pittella, Pleguezuelos Aguilar, Poignant, Prets, Rapkay, Rasmussen, Reynaud, Riera Madurell, Rocard, Rosati, Roth-Behrendt, Rothe, Rouček, Roure, Sacconi, Sakalas, Salinas García, Sánchez Presedo, dos Santos, Savary, Scheele, Segelström, Sifunakis, Siwiec, Skinner, Sousa Pinto, Stihler, Stockmann, Swoboda, Szejna, Tabajdi, Tarabella, Tarand, Thomsen, Titley, Tzampazi, Van Lancker, Vaugrenard, Vergnaud, Vincenzi, Weber Henri, Weiler, Westlund, Whitehead, Wiersma, Wynn, Yañez-Barnuevo García, Zingaretti

UEN: Szymański

Verts/ALE: Aubert, Auken, Beer, Bennahmias, Breyer, Buitenweg, Cohn-Bendit, Cramer, Evans Jillian, Flautre, Frassoni, Graefe zu Baringdorf, de Groen-Kouwenhoven, Hammerstein Mintz, Harms, Hassi, Horáček, Hudghton, Isler Béguin, Joan i Marí, Jonckheer, Kallenbach, Kusstatscher, Lagendijk, Lambert, Lichtenberger, Lipietz, Lucas, Özdemir, Onesta, Romeva i Rueda, Rühle, Schlyter, Schmidt, Schroedter, Smith, Staes, Trüpel, Turmes, Ždanoka

Contrari: 264

ALDE: Beaupuy, Bourlanges, Cavada, Cornillet, Deprez, De Sarnez, Fourtou, Geremek, Griesbeck, Guardans Cambó, Harkin, Laperrouze, Lehideux, Ortuondo Larrea, Ries, Väyrynen

GUE/NGL: Henin, Seppänen, Toussas

IND/DEM: Chruszcz, Coûteaux, Giertych, Grabowski, Louis, Sinnott, de Villiers, Wojciechowski Bernard, Zapałowski

NI: Allister, Gollnisch, Lang, Le Pen Jean-Marie, Le Pen Marine, Martinez, Mussolini, Romagnoli, Schenardi, Vanhecke

PPE-DE: Albertini, Andrikienė, Antoniozzi, Audy, Ayuso González, Bachelot-Narquin, Barsi-Pataky, Bauer, Becsey, Belet, Berend, Böge, Bonsignore, Braghetto, Brejc, Březina, Brok, Brunetta, Busuttil, Buzek, Carollo, Casa, Caspary, Castiglione, del Castillo Vera, Cesa, Chmielewski, Coelho, Coveney, Daul, Dehaene, Demetriou, Descamps, Deß, De Veyrac, Díaz de Mera García Consuegra, Dimitrakopoulos, Dionisi, Dombrovskis, Doorn, Doyle, Duka-Zólyomi, Esteves, Eurlings, Fatuzzo, Ferber, Fernández Martín, Florenz, Fontaine, Freitas, Friedrich, Gahler, Gál, Gaľa, Galeote Quecedo, García-Margallo y Marfil, Gargani, Garriga Polledo, Gaubert, Gawronski, Gewalt, Gklavakis, Glattfelder, Goepel, Gomolka, Graça Moura, Gräßle, Grossetête, Guellec, Gutiérrez-Cortines, Gyürk, Handzlik, Hannan, Hatzidakis, Hennicot-Schoepges, Herranz García, Herrero-Tejedor, Hieronymi, Higgins, Hoppenstedt, Hudacký, Itälä, Iturgaiz Angulo, Jałowiecki, Járóka, Jarzembowski, Jeggle, Jordan Cizelj, Kaczmarek, Karas, Kasoulides, Kelam, Klaß, Klich, Koch, Konrad, Kratsa-Tsagaropoulou, Kudrycka, Kušķis, Kuźmiuk, Lamassoure, Landsbergis, Langen, Langendries, Lechner, Lehne, Lewandowski, Liese, López-Istúriz White, Lulling, Maat, McGuinness, Mann Thomas, Mantovani, Marques, Martens, Mathieu, Mato Adrover, Matsis, Mauro, Mavrommatis, Mayer, Mayor Oreja, Méndez de Vigo, Mikolášik, Millán Mon, Mitchell, Montoro Romero, Musotto, Nassauer, Niebler, van Nistelrooij, Novak, Olajos, Olbrycht, Oomen-Ruijten, Őry, Pack, Panayotopoulos-Cassiotou, Pieper, Pīks, Pinheiro, Piskorski, Pleštinská, Podkański, Poettering, Pomés Ruiz, Posdorf, Posselt, Protasiewicz, Purvis, Queiró, Rack, Radwan, Reul, Ribeiro e Castro, Roithová, Rudi Ubeda, Rübig, Saïfi, Salafranca Sánchez-Neyra, Samaras, Sartori, Saryusz-Wolski, Schierhuber, Schmitt, Schnellhardt, Schöpflin, Schröder, Schwab, Seeber, Sommer, Sonik, Spautz, Šťastný, Stenzel, Sudre, Surján, Szájer, Tajani, Thyssen, Toubon, Trakatellis, Ulmer, Vakalis, Varela Suanzes-Carpegna, Varvitsiotis, Vatanen, Vernola, Vidal-Quadras Roca, Vlasto, Weber Manfred, Weisgerber, Wieland, von Wogau, Wojciechowski Janusz, Wortmann-Kool, Wuermeling, Záborská, Zaleski, Zappalà, Zatloukal, Zwiefka

UEN: Angelilli, Aylward, Berlato, Bielan, Camre, Crowley, Didžiokas, Foglietta, Janowski, Kamiński, Krasts, Kristovskis, La Russa, Libicki, Muscardini, Musumeci, Ó Neachtain, Pavilionis, Roszkowski, Ryan, Tatarella, Vaidere, Zīle

Astensioni: 56

GUE/NGL: Adamou, Agnoletto, Bertinotti, Brie, de Brún, Figueiredo, Flasarová, Guerreiro, Guidoni, Kaufmann, Kohlíček, Liotard, McDonald, Markov, Maštálka, Meijer, Morgantini, Musacchio, Papadimoulis, Pflüger, Ransdorf, Remek, Rizzo, Sjöstedt, Strož, Svensson, Triantaphyllides, Uca, Verges, Wagenknecht, Wurtz, Zimmer

IND/DEM: Batten, Bloom, Booth, Borghezio, Clark, Farage, Knapman, Krupa, Nattrass, Speroni, Titford, Whittaker, Wise, Železný

NI: Baco, Belohorská, Claeys, Dillen, Kozlík, Mölzer, Mote

PPE-DE: Brepoels, Papastamkos

Verts/ALE: van Buitenen

3.   Relazione Brejc A6-0308/2005

Favorevoli: 112

ALDE: Busk, in 't Veld, Jensen, Malmström, Neyts-Uyttebroeck, Resetarits, Riis-Jørgensen, Samuelsen

IND/DEM: Bonde, Goudin, Krupa, Lundgren, Pęk, Piotrowski, Rogalski, Tomczak, Wohlin

NI: Bobošíková, Czarnecki Ryszard, Martin Hans-Peter, Masiel, Rutowicz

PPE-DE: Atkins, Bowis, Bradbourn, Bushill-Matthews, Callanan, Cederschiöld, Chichester, Deva, Dover, Duchoň, Elles, Evans Jonathan, Fajmon, Fjellner, Hannan, Harbour, Heaton-Harris, Hökmark, Ibrisagic, Jackson, Kamall, Kauppi, Kirkhope, Korhola, Nicholson, Ouzký, Parish, Purvis, Seeberg, Škottová, Stevenson, Strejček, Stubb, Sturdy, Sumberg, Tannock, Van Orden, Vlasák, Zahradil, Zvěřina

PSE: Castex, Falbr, Fava, Jørgensen, Koterec, Kristensen, Rasmussen, Tabajdi, Thomsen

Verts/ALE: Aubert, Auken, Beer, Bennahmias, Breyer, Buitenweg, Cohn-Bendit, Cramer, Evans Jillian, Flautre, Frassoni, Graefe zu Baringdorf, de Groen-Kouwenhoven, Hammerstein Mintz, Harms, Hassi, Horáček, Hudghton, Isler Béguin, Joan i Marí, Jonckheer, Kallenbach, Kusstatscher, Lagendijk, Lambert, Lichtenberger, Lipietz, Lucas, Özdemir, Onesta, Romeva i Rueda, Rühle, Schlyter, Schmidt, Schroedter, Smith, Staes, Trüpel, Turmes, Voggenhuber, Ždanoka

Contrari: 483

ALDE: Alvaro, Andrejevs, Andria, Attwooll, Beaupuy, Birutis, Bourlanges, Bowles, Budreikaitė, Cavada, Chatzimarkakis, Chiesa, Cocilovo, Cornillet, Davies, Degutis, Deprez, De Sarnez, Drčar Murko, Duff, Duquesne, Ek, Fourtou, Gentvilas, Geremek, Griesbeck, Guardans Cambó, Hall, Harkin, Hennis-Plasschaert, Jäätteenmäki, Juknevičienė, Kacin, Karim, Klinz, Koch-Mehrin, Krahmer, Kułakowski, Lambsdorff, Laperrouze, Lax, Lehideux, Letta, Ludford, Lynne, Maaten, Manders, Matsakis, Mulder, Newton Dunn, Ortuondo Larrea, Oviir, Ries, Savi, Sbarbati, Schuth, Staniszewska, Starkevičiūtė, Sterckx, Szent-Iványi, Takkula, Toia, Väyrynen, Virrankoski, Wallis, Watson

GUE/NGL: Henin, Meijer, Seppänen, Toussas

IND/DEM: Belder, Blokland, Borghezio, Chruszcz, Coûteaux, Giertych, Grabowski, Karatzaferis, Louis, Sinnott, Speroni, de Villiers, Wojciechowski Bernard, Zapałowski, Železný

NI: Allister, Battilocchio, Claeys, Dillen, Lang, Le Pen Jean-Marie, Le Pen Marine, Martinez, Mölzer, Mussolini, Romagnoli, Schenardi, Vanhecke

PPE-DE: Albertini, Andrikienė, Antoniozzi, Audy, Ayuso González, Bachelot-Narquin, Barsi-Pataky, Bauer, Becsey, Belet, Berend, Bonsignore, Braghetto, Brejc, Brepoels, Březina, Brok, Brunetta, Busuttil, Buzek, Carollo, Casa, Caspary, Castiglione, del Castillo Vera, Cesa, Chmielewski, Coelho, Coveney, Daul, Dehaene, Demetriou, Descamps, Deß, De Veyrac, Díaz de Mera García Consuegra, Dimitrakopoulos, Dionisi, Dombrovskis, Doorn, Doyle, Duka-Zólyomi, Esteves, Eurlings, Fatuzzo, Ferber, Fernández Martín, Florenz, Fontaine, Freitas, Friedrich, Gahler, Gál, Gaľa, Galeote Quecedo, García-Margallo y Marfil, Gargani, Garriga Polledo, Gaubert, Gawronski, Gewalt, Gklavakis, Glattfelder, Gomolka, Graça Moura, Gräßle, Grossetête, Guellec, Gutiérrez-Cortines, Gyürk, Handzlik, Hatzidakis, Hennicot-Schoepges, Herranz García, Herrero-Tejedor, Hieronymi, Higgins, Hoppenstedt, Hudacký, Itälä, Iturgaiz Angulo, Jałowiecki, Járóka, Jarzembowski, Jeggle, Jordan Cizelj, Kaczmarek, Karas, Kasoulides, Kelam, Klaß, Klich, Koch, Konrad, Kratsa-Tsagaropoulou, Kudrycka, Kušķis, Kuźmiuk, Lamassoure, Landsbergis, Langen, Langendries, Lechner, Lehne, Lewandowski, Liese, López-Istúriz White, Lulling, Maat, McGuinness, Mann Thomas, Mantovani, Marques, Martens, Mathieu, Mato Adrover, Matsis, Mauro, Mavrommatis, Mayer, Mayor Oreja, Méndez de Vigo, Mikolášik, Millán Mon, Mitchell, Montoro Romero, Musotto, Nassauer, Niebler, van Nistelrooij, Novak, Olajos, Olbrycht, Oomen-Ruijten, Őry, Pack, Panayotopoulos-Cassiotou, Papastamkos, Pīks, Pinheiro, Piskorski, Pleštinská, Podkański, Poettering, Pomés Ruiz, Posdorf, Posselt, Protasiewicz, Queiró, Rack, Radwan, Reul, Roithová, Rudi Ubeda, Rübig, Saïfi, Salafranca Sánchez-Neyra, Samaras, Sartori, Saryusz-Wolski, Schierhuber, Schmitt, Schnellhardt, Schöpflin, Schröder, Schwab, Seeber, Sommer, Sonik, Spautz, Šťastný, Stenzel, Sudre, Surján, Szájer, Tajani, Thyssen, Toubon, Trakatellis, Ulmer, Vakalis, Varela Suanzes-Carpegna, Varvitsiotis, Vatanen, Vernola, Vidal-Quadras Roca, Vlasto, Weber Manfred, Weisgerber, Wieland, von Wogau, Wojciechowski Janusz, Wortmann-Kool, Wuermeling, Záborská, Zaleski, Zappalà, Zatloukal, Zwiefka

PSE: Andersson, Arif, Arnaoutakis, Assis, Attard-Montalto, Ayala Sender, Barón Crespo, Batzeli, Beglitis, Beňová, van den Berg, Berger, Berlinguer, Berman, Bersani, Bösch, Bono, Bourzai, Bozkurt, van den Burg, Busquin, Calabuig Rull, Capoulas Santos, Carlotti, Carnero González, Casaca, Cashman, Cercas, Christensen, Corbett, Corbey, Correia, Cottigny, D'Alema, De Keyser, De Rossa, Désir, De Vits, Dobolyi, Douay, El Khadraoui, Estrela, Ettl, Evans Robert, Fazakas, Fernandes, Ferreira Anne, Ferreira Elisa, Ford, Fruteau, García Pérez, Geringer de Oedenberg, Gierek, Gill, Glante, Goebbels, Golik, Gomes, Grabowska, Grech, Gröner, Groote, Gruber, Guy-Quint, Hänsch, Hasse Ferreira, Hedh, Hedkvist Petersen, Hegyi, Herczog, Honeyball, Howitt, Hughes, Hutchinson, Ilves, Kindermann, Kinnock, Kósáné Kovács, Kreissl-Dörfler, Kuc, Kuhne, Laignel, Lambrinidis, Lavarra, Leichtfried, Lévai, Liberadzki, Lienemann, McAvan, McCarthy, Madeira, Maňka, Mann Erika, Martin David, Martínez Martínez, Masip Hidalgo, Mastenbroek, Medina Ortega, Miguélez Ramos, Mikko, Moraes, Moreno Sánchez, Morgan, Moscovici, Muscat, Myller, Napoletano, Navarro, Obiols i Germà, Paasilinna, Pahor, Paleckis, Panzeri, Patrie, Peillon, Piecyk, Pinior, Pittella, Pleguezuelos Aguilar, Poignant, Prets, Rapkay, Reynaud, Riera Madurell, Rocard, Rosati, Roth-Behrendt, Rothe, Rouček, Roure, Sacconi, Sakalas, Salinas García, Sánchez Presedo, dos Santos, Savary, Scheele, Segelström, Sifunakis, Siwiec, Skinner, Sousa Pinto, Stihler, Stockmann, Swoboda, Szejna, Tarabella, Tarand, Titley, Tzampazi, Van Lancker, Vaugrenard, Vergnaud, Vincenzi, Weber Henri, Weiler, Westlund, Whitehead, Wiersma, Wynn, Yañez-Barnuevo García, Zingaretti

UEN: Angelilli, Aylward, Berlato, Bielan, Camre, Crowley, Didžiokas, Foglietta, Janowski, Kamiński, Krasts, Kristovskis, La Russa, Libicki, Muscardini, Musumeci, Ó Neachtain, Pavilionis, Roszkowski, Ryan, Szymański, Tatarella, Vaidere, Zīle

Astensioni: 47

GUE/NGL: Adamou, Agnoletto, Bertinotti, Brie, de Brún, Figueiredo, Flasarová, Guerreiro, Guidoni, Kaufmann, Kohlíček, Liotard, McDonald, Markov, Maštálka, Morgantini, Musacchio, Papadimoulis, Pflüger, Ransdorf, Remek, Rizzo, Sjöstedt, Strož, Svensson, Triantaphyllides, Uca, Verges, Wagenknecht, Wurtz, Zimmer

IND/DEM: Batten, Bloom, Booth, Clark, Farage, Knapman, Nattrass, Titford, Whittaker, Wise

NI: Baco, Belohorská, Kozlík, Mote

PPE-DE: Beazley

Verts/ALE: van Buitenen

4.   Relazione Brejc A6-0308/2005

Favorevoli: 357

ALDE: Alvaro, Andrejevs, Andria, Attwooll, Beaupuy, Birutis, Bourlanges, Bowles, Budreikaitė, Busk, Cavada, Chatzimarkakis, Cocilovo, Cornillet, Davies, Degutis, Deprez, De Sarnez, Drčar Murko, Duff, Duquesne, Ek, Fourtou, Gentvilas, Geremek, Griesbeck, Guardans Cambó, Hall, Harkin, Hennis-Plasschaert, in 't Veld, Jäätteenmäki, Jensen, Juknevičienė, Kacin, Karim, Klinz, Koch-Mehrin, Krahmer, Kułakowski, Lambsdorff, Laperrouze, Lax, Lehideux, Letta, Ludford, Lynne, Maaten, Malmström, Manders, Matsakis, Mulder, Newton Dunn, Neyts-Uyttebroeck, Ortuondo Larrea, Oviir, Ries, Riis-Jørgensen, Savi, Sbarbati, Schuth, Staniszewska, Starkevičiūtė, Sterckx, Szent-Iványi, Takkula, Väyrynen, Virrankoski, Wallis, Watson

IND/DEM: Belder, Blokland, Borghezio, Coûteaux, Louis, Speroni, de Villiers

NI: Allister, Belohorská, Bobošíková, Claeys, Czarnecki Ryszard, Dillen, Masiel, Mölzer, Mussolini, Romagnoli, Rutowicz, Vanhecke

PPE-DE: Albertini, Andrikienė, Antoniozzi, Atkins, Audy, Ayuso González, Bachelot-Narquin, Barsi-Pataky, Bauer, Beazley, Becsey, Belet, Berend, Böge, Bonsignore, Bowis, Bradbourn, Braghetto, Brejc, Brepoels, Březina, Brok, Brunetta, Bushill-Matthews, Busuttil, Buzek, Callanan, Carollo, Casa, Caspary, Castiglione, del Castillo Vera, Cederschiöld, Cesa, Chichester, Chmielewski, Coelho, Coveney, Daul, Dehaene, Demetriou, Descamps, Deß, Deva, De Veyrac, Díaz de Mera García Consuegra, Dimitrakopoulos, Dionisi, Dombrovskis, Doorn, Dover, Doyle, Duchoň, Duka-Zólyomi, Elles, Esteves, Eurlings, Evans Jonathan, Fajmon, Fatuzzo, Ferber, Fernández Martín, Fjellner, Florenz, Fontaine, Freitas, Friedrich, Gahler, Gál, Gaľa, Galeote Quecedo, García-Margallo y Marfil, Gargani, Garriga Polledo, Gaubert, Gawronski, Gewalt, Gklavakis, Glattfelder, Goepel, Gomolka, Graça Moura, Gräßle, Grossetête, Guellec, Gyürk, Handzlik, Hannan, Harbour, Hatzidakis, Heaton-Harris, Hennicot-Schoepges, Herranz García, Herrero-Tejedor, Hieronymi, Higgins, Hökmark, Hoppenstedt, Hudacký, Ibrisagic, Itälä, Iturgaiz Angulo, Jackson, Jałowiecki, Járóka, Jarzembowski, Jeggle, Jordan Cizelj, Kaczmarek, Karas, Kasoulides, Kauppi, Kelam, Kirkhope, Klaß, Klich, Koch, Konrad, Korhola, Kratsa-Tsagaropoulou, Kudrycka, Kušķis, Kuźmiuk, Lamassoure, Landsbergis, Langen, Langendries, Lechner, Lehne, Lewandowski, Liese, López-Istúriz White, Lulling, Maat, McGuinness, Mann Thomas, Mantovani, Marques, Martens, Mathieu, Mato Adrover, Matsis, Mauro, Mavrommatis, Mayer, Mayor Oreja, Méndez de Vigo, Mikolášik, Millán Mon, Mitchell, Montoro Romero, Musotto, Nassauer, Nicholson, Niebler, van Nistelrooij, Novak, Olajos, Olbrycht, Oomen-Ruijten, Őry, Ouzký, Pack, Panayotopoulos-Cassiotou, Papastamkos, Parish, Pieper, Pīks, Pinheiro, Piskorski, Pleštinská, Podkański, Poettering, Pomés Ruiz, Posdorf, Posselt, Protasiewicz, Purvis, Queiró, Rack, Radwan, Reul, Ribeiro e Castro, Roithová, Rudi Ubeda, Rübig, Saïfi, Salafranca Sánchez-Neyra, Samaras, Sartori, Saryusz-Wolski, Schierhuber, Schmitt, Schnellhardt, Schöpflin, Schröder, Schwab, Seeber, Seeberg, Škottová, Sommer, Sonik, Spautz, Šťastný, Stenzel, Stevenson, Strejček, Stubb, Sturdy, Sudre, Sumberg, Surján, Szájer, Tajani, Tannock, Thyssen, Toubon, Trakatellis, Ulmer, Vakalis, Van Orden, Varela Suanzes-Carpegna, Varvitsiotis, Vatanen, Vernola, Vidal-Quadras Roca, Vlasák, Vlasto, Weber Manfred, Weisgerber, Wieland, von Wogau, Wojciechowski Janusz, Wuermeling, Záborská, Zahradil, Zaleski, Zappalà, Zatloukal, Zvěřina, Zwiefka

PSE: Leichtfried, Peillon, Pinior

UEN: Angelilli, Aylward, Berlato, Bielan, Camre, Crowley, Didžiokas, Foglietta, Janowski, Kamiński, Krasts, Kristovskis, La Russa, Libicki, Muscardini, Musumeci, Ó Neachtain, Pavilionis, Roszkowski, Ryan, Szymański, Tatarella, Vaidere, Zīle

Contrari: 266

ALDE: Chiesa, Samuelsen, Toia

GUE/NGL: Adamou, Agnoletto, Bertinotti, Brie, de Brún, Figueiredo, Flasarová, Guerreiro, Guidoni, Henin, Kaufmann, Kohlíček, Liotard, McDonald, Manolakou, Markov, Maštálka, Meijer, Morgantini, Musacchio, Papadimoulis, Pflüger, Ransdorf, Remek, Rizzo, Seppänen, Sjöstedt, Strož, Svensson, Toussas, Triantaphyllides, Uca, Verges, Wagenknecht, Wurtz, Zimmer

IND/DEM: Bonde, Chruszcz, Giertych, Grabowski, Karatzaferis, Krupa, Pęk, Piotrowski, Rogalski, Sinnott, Tomczak, Wojciechowski Bernard, Zapałowski, Železný

NI: Battilocchio, Gollnisch, Lang, Le Pen Jean-Marie, Le Pen Marine, Martin Hans-Peter, Schenardi

PSE: Andersson, Arif, Arnaoutakis, Assis, Attard-Montalto, Ayala Sender, Barón Crespo, Batzeli, Beglitis, Beňová, van den Berg, Berger, Berlinguer, Berman, Bersani, Bösch, Bono, Bourzai, Bozkurt, van den Burg, Busquin, Calabuig Rull, Capoulas Santos, Carlotti, Carnero González, Casaca, Cashman, Castex, Cercas, Christensen, Corbett, Corbey, Correia, Cottigny, D'Alema, De Keyser, De Rossa, Désir, De Vits, Douay, El Khadraoui, Estrela, Ettl, Evans Robert, Falbr, Fava, Fernandes, Ferreira Anne, Ferreira Elisa, Ford, Fruteau, García Pérez, Geringer de Oedenberg, Gierek, Gill, Glante, Goebbels, Golik, Gomes, Grabowska, Grech, Gröner, Groote, Gruber, Guy-Quint, Hänsch, Hasse Ferreira, Haug, Hedh, Hedkvist Petersen, Hegyi, Herczog, Honeyball, Howitt, Hughes, Hutchinson, Ilves, Jørgensen, Kindermann, Kinnock, Koterec, Kreissl-Dörfler, Kristensen, Kuc, Kuhne, Laignel, Lambrinidis, Lavarra, Lévai, Liberadzki, Lienemann, McAvan, McCarthy, Madeira, Maňka, Mann Erika, Martin David, Martínez Martínez, Masip Hidalgo, Mastenbroek, Medina Ortega, Miguélez Ramos, Mikko, Moraes, Moreno Sánchez, Morgan, Moscovici, Muscat, Myller, Napoletano, Navarro, Obiols i Germà, Paasilinna, Pahor, Paleckis, Panzeri, Patrie, Piecyk, Pittella, Pleguezuelos Aguilar, Poignant, Prets, Rapkay, Rasmussen, Reynaud, Riera Madurell, Rocard, Rosati, Roth-Behrendt, Rothe, Rouček, Roure, Sacconi, Sakalas, Salinas García, Sánchez Presedo, dos Santos, Savary, Scheele, Segelström, Sifunakis, Skinner, Sousa Pinto, Stihler, Stockmann, Swoboda, Szejna, Tabajdi, Tarabella, Tarand, Thomsen, Titley, Tzampazi, Van Lancker, Vaugrenard, Vergnaud, Vincenzi, Weber Henri, Weiler, Westlund, Whitehead, Wiersma, Wynn, Yañez-Barnuevo García, Zingaretti

Verts/ALE: Aubert, Auken, Beer, Bennahmias, Breyer, Buitenweg, Cohn-Bendit, Cramer, Evans Jillian, Flautre, Frassoni, Graefe zu Baringdorf, de Groen-Kouwenhoven, Hammerstein Mintz, Harms, Hassi, Horáček, Hudghton, Isler Béguin, Joan i Marí, Jonckheer, Kallenbach, Kusstatscher, Lagendijk, Lambert, Lichtenberger, Lipietz, Lucas, Özdemir, Onesta, Romeva i Rueda, Rühle, Schlyter, Schmidt, Schroedter, Smith, Staes, Trüpel, Turmes, Voggenhuber, Ždanoka

Astensioni: 17

ALDE: Resetarits

IND/DEM: Batten, Bloom, Booth, Clark, Farage, Goudin, Knapman, Lundgren, Nattrass, Titford, Whittaker, Wise, Wohlin

NI: Mote

PSE: Kósáné Kovács

Verts/ALE: van Buitenen

Correzioni di voto

Contrari: Jörg Leichtfried


TESTI APPROVATI

 

P6_TA(2005)0417

Diffusione delle buone prassi e seguito dell'adozione delle TIC ***I

Risoluzione legislativa del Parlamento europeo sulla proposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio recante modifica della decisione n. 2256/2003/CE al fine di prorogare a tutto il 2006 il programma per la diffusione delle buone prassi e il monitoraggio dell'adozione delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) (COM(2005)0347 — C6-0247/2005 — 2005/0144(COD))

(Procedura di codecisione: prima lettura)

Il Parlamento europeo,

vista la proposta della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio COM(2005)0347) (1),

visti l'articolo 251, paragrafo 2, e l'articolo 157, paragrafo 3 del trattato CE, a norma dei quali la proposta gli è stata presentata dalla Commissione (C6-0247/2005),

visto l'articolo 51 e l'articolo 43, paragrafo 1 del suo regolamento,

vista la relazione della commissione per l'industria, la ricerca e l'energia (A6-0302/2005);

1.

approva la proposta della Commissione;

2.

chiede alla Commissione di presentargli nuovamente la proposta qualora intenda modificarla sostanzialmente o sostituirla con un nuovo testo;

3.

incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione.


(1)  Non ancora pubblicata in Gazzetta ufficiale.

ALLEGATO I

DECISIONE N. .../2005/CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

recante modifica della decisione n. 2256/2003/CE al fine di prorogare a tutto il 2006 il programma per la diffusione delle buone prassi e il monitoraggio dell'adozione delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC)

(Testo rilevante ai fini del SEE)

IL PARLAMENTO EUROPEO E IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA,

visto il trattato che istituisce la Comunità europea, in particolare l'articolo 157, paragrafo 3,

vista la proposta della Commissione,

visto il parere del Comitato economico e sociale europeo (1),

previa consultazione del Comitato delle regioni,

deliberando secondo la procedura di cui all'articolo 251 del trattato (2),

considerando quanto segue:

(1)

La decisione n. 2256/2003/CE (3) ha istituito il programma MODINIS per il monitoraggio del piano d'azione eEurope 2005, la diffusione delle buone prassi e il miglioramento della sicurezza delle reti e dell'informazione per il periodo compreso tra il 1oo gennaio 2003 e il 31 dicembre 2005.

(2)

La decisione n. 2256/2003/CE è stata modificata dalla decisione n. 787/2004/CE al fine di adattare gli importi di riferimento per tenere conto dell'allargamento dell'Unione europea.

(3)

Nella risoluzione del 9 dicembre 2004 sull'avvenire delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) (4) il Consiglio ha invitato la Commissione ad avviare i lavori preparatori per dare un seguito al piano d'azione eEurope 2005, che sia parte rilevante nella nuova Agenda per la società dell'informazione oltre il 2005.

(4)

La comunicazione della Commissione del 19 novembre 2004, intitolata «Le sfide per la società dell'informazione europea oltre il 2005» analizza le sfide che deve affrontare una strategia europea della società dell'informazione fino al 2010. La comunicazione propugna la diffusione dell'uso delle TIC e un'attenzione politica costante per le questioni legate alle TIC, da cui deriva la necessità del monitoraggio e dello scambio di buone prassi. Tale comunicazione ha costituito il punto di partenza di un processo di riflessione che ha portato, nel 2005, ad una nuova iniziativa per la società dell'informazione che prenderà il via nel 2006.

(5)

La nuova iniziativa, intitolata «i2010: società europea dell'informazione», è stata annunciata nella comunicazione della Commissione del 2 febbraio 2005 al Consiglio europeo di primavera intitolata «Lavorare insieme per la crescita e l'occupazione» che mira a stimolare l'adozione delle TIC.

(6)

La comunicazione della Commissione del 1o giugno 2005, intitolata «i2010 — Una società europea dell'informazione per la crescita e l'occupazione», delinea le grandi priorità di una strategia quinquennale volta a promuovere un'economia digitale aperta e competitiva. La promozione dello scambio di buone prassi e il monitoraggio dell'adozione di servizi basati sulle TIC continueranno a fornire sostegno al dialogo con i soggetti interessati e con gli Stati membri, in particolare nel contesto del metodo aperto di coordinamento.

(7)

Nella proposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio che istituisce un programma quadro per la competitività e l'innovazione (2007-2013), si propone un programma quadro d'azione comunitaria nel campo della competitività e dell'innovazione per il periodo 2007-2013 che riunisce specifiche misure comunitarie volte a favorire l'imprenditorialità, le PMI, la competitività in campo industriale, l'innovazione, le tecnologie dell'informazione e della comunicazione, le tecnologie ambientali e l'energia intelligente, comprese le misure di cui alla decisione n. 2256/2003/CE.

(8)

Il regolamento (CE) n. 808/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 21 aprile 2004 relativo alle statistiche comunitarie sulla società dell'informazione (5), istituisce un quadro comune per la produzione sistematica di statistiche comunitarie sulla società dell'informazione. Tali statistiche comprendono le informazioni necessarie per il processo di valutazione comparativa di eEurope, sono pertinenti per gli indicatori strutturali utilizzati per il monitoraggio delle prestazioni degli Stati membri e sono necessarie per disporre di una base uniforme di analisi della società dell'informazione.

(9)

Nei 12 mesi che intercorrono tra la conclusione del piano d'azione eEurope 2005 e l'avvio anticipato del programma quadro all'inizio del 2007 è necessario monitorare e sostenere l'adozione delle TIC in tutti i settori dell'economia portando avanti le analisi comparative e statistiche, basate sugli indicatori strutturali, e lo scambio di buone prassi. Le azioni intraprese nel 2006 nell'ambito del programma in materia di valutazione comparativa, buone prassi e coordinamento strategico contribuiranno al raggiungimento degli obiettivi contenuti nelle summenzionate comunicazioni della Commissione del 2 febbraio 2005 e del 1o giugno 2005.

(10)

Per conseguire gli obiettivi della comunicazione della Commissione del 2 febbraio 2005, che promuove l'adozione delle TIC sulla scia del programma eEurope, e gli obiettivi della comunicazione della Commissione del 1o giugno 2005 occorre mantenere in vita nel corso del 2006 i meccanismi istituiti per il monitoraggio e lo scambio di buone prassi, le attività di valutazione comparativa, la diffusione di buone prassi e l'analisi delle conseguenze economiche e sociali della società dell'informazione.

(11)

La decisione n. 2256/2003/CE dovrebbe essere modificata di conseguenza,

HANNO ADOTTATO LA PRESENTE DECISIONE:

Articolo 1

La decisione n. 2256/2003/CE è così modificata:

1)

È inserito il seguente articolo:

«Articolo 1 bis

1.   Il programma per il 2006 prosegue il monitoraggio dell'adozione e dell'uso delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) in tutti i settori dell'economia, nonché la diffusione di buone prassi e si prefigge i seguenti obiettivi:

a)

sorvegliare le prestazioni degli Stati membri e al loro interno e raffrontarle alle migliori prestazioni nel mondo utilizzando, nei limiti del possibile, statistiche ufficiali;

b)

sostenere gli sforzi compiuti dagli Stati membri per stimolare l'uso delle TIC a livello nazionale, regionale o locale, attraverso l'analisi delle buone prassi e l'elaborazione congiunta di meccanismi per lo scambio di esperienze;

c)

analizzare le conseguenze economiche e sociali della società dell'informazione al fine di agevolare le discussioni politiche in particolare in termini di competitività, crescita e occupazione, nonché in termini di inclusione sociale.

2.   Il programma prevede attività di tipo intersettoriale complementari alle azioni avviate dalla Comunità in altri campi. Esse non devono sovrapporsi ad attività svolte negli stessi campi nell'ambito di altri programmi comunitari. Le azioni svolte nel quadro del programma sulla valutazione comparativa, le buone prassi e il coordinamento delle politiche devono essere dirette a realizzare gli obiettivi della comunicazione della Commissione del 2 febbraio 2005 al Consiglio europeo di primavera intitolata «Lavorare insieme per la crescita e l'occupazione — Il rilancio della strategia di Lisbona», che mira a stimolare l'adozione delle TIC sulla scia del programma eEurope, e in particolare a promuovere la banda larga, la pubblica amministrazione in linea (eGovernment), il commercio elettronico (eBusiness), la salute (eHealth) e l'apprendimento (eLearning) in linea, nonché gli obiettivi fissati nella comunicazione della Commissione del 1o giugno 2005, intitolata «i2010 — Una società europea dell'informazione per la crescita e l'occupazione, promuovere un'economia digitale aperta e competitiva.»

3.   Il programma costituisce inoltre un quadro comune che favorisce sinergie complementari a livello europeo tra i vari livelli nazionali, regionali e locali.»

2)

È inserito il seguente articolo:

«Articolo 2 bis

Per realizzare gli obiettivi stabiliti all'articolo 1 bis il programma prevede l'esecuzione delle seguenti categorie di azioni:

(a)

Azione 1

Sorveglianza e raffronto delle prestazioni:

raccolta e analisi dei dati sulla base degli indicatori di valutazione comparativa definiti nella risoluzione del Consiglio del 18 febbraio 2003 relativa all'attuazione del piano d'azione eEurope 2005, contenenti, ove opportuno, indicatori di tipo regionale, e nel regolamento (CE) n. 808/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 21 aprile 2004, relativo alle statistiche comunitarie sulla società dell'informazione (6).

(b)

Azione 2

Diffusione delle buone prassi:

studi finalizzati ad individuare le buone prassi a livello nazionale, regionale e locale che agevolano l'adozione delle TIC in tutti i settori dell'economia;

sostegno all'organizzazione di conferenze, seminari o workshop mirati, nonché attività di diffusione, informazione e comunicazione a sostegno degli obiettivi della comunicazione della Commissione del 2 febbraio 2005 al Consiglio europeo di primavera, intitolata «Lavorare insieme per la crescita e l'occupazione — Il rilancio della strategia di Lisbona», che mira a stimolare l'adozione delle TIC sulla scia del programma eEurope e della comunicazione della Commissione del 1o giugno 2005, intitolata «i2010 — Una società europea dell'informazione per la crescita e l'occupazione, promuovere un'economia digitale aperta e competitiva», al fine di promuovere la cooperazione e lo scambio di esperienze e di buone prassi come previsto all'articolo 1 bis, paragrafo 1, lettera b).

(c)

Azione 3

Analisi e discussione strategica:

sostegno al lavoro degli esperti in questioni sociali ed economiche al fine di fornire alla Commissione informazioni per quanto riguarda l'analisi delle future politiche.

3)

All'articolo 4, il primo paragrafo è sostituito dal seguente:

«Il programma copre il periodo compreso tra il 1o gennaio 2003 ed il 31 dicembre 2006.

La dotazione finanziaria per l'esecuzione del presente programma è pari a 30 160 000EUR»

4)

L'allegato è sostituito dal testo contenuto nell'allegato alla presente decisione.

Articolo 2

La presente decisione entra in vigore il giorno della pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

Articolo 3

Gli Stati membri sono destinatari della presente decisione.

Fatto a Bruxelles, il ...

Per il Parlamento europeo

Il presidente

Per il Consiglio

Il presidente


(1)  Parere espresso il 27 ottobre 2005 (non ancora pubblicato nella Gazzetta ufficiale).

(2)  Posizione del Parlamento europeo del 15 novembre 2005.

(3)  GU L 336 del 23.12.2003, pag. 1. Decisione modificata dalla decisione n. 787/2004/CE (GU L 138 del 30.4.2004, pag 12).

(4)  GU C 62 del 12.3.2005, pag. 1.

(5)  GU L 143 del 30.4.2004, pag. 49.

(6)  GU L 143 del 30.4.2004, pag. 49

ALLEGATO II

ALLEGATO

Programma pluriennale per il monitoraggio di eEurope, la diffusione delle buone prassi e il miglioramento della sicurezza delle reti e dell'informazione (MODINIS)

Ripartizione indicativa della spesa 2003-2005

Percentuali del bilancio totale per categorie e anni

 

2003

2004

2005

Totale 2003-2005

Azione 1 — sorveglianza e raffronto delle prestazioni

12 %

14 %

14 %

40 %

Azione 2 — diffusione delle buone prassi

8 %

10 %

12 %

30 %

Azione 3 — analisi e discussione strategica

2 %

3 %

3 %

8 %

Azione 4 — miglioramento della sicurezza delle reti e dell'informazione

17 %

5 %

0 %

22 %

Percentuale del totale

39 %

32 %

29 %

100 %


Ripartizione indicativa della spesa 2006

Percentuali del bilancio totale per categorie e anni

 

2006

Azione 1 — sorveglianza e raffronto delle prestazioni

55 %

Azione 2 — diffusione delle buone prassi

30 %

Azione 3 — analisi e discussione strategica

15 %

Azione 4 — miglioramento della sicurezza delle reti e dell'informazione

0 %

Percentuale del totale

100 %

P6_TA(2005)0418

Servizio pubblico di radioavviso terrestre ***I

Risoluzione legislativa del Parlamento europeo sulla proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che abroga la direttiva 90/544/CEE del Consiglio sulle bande di frequenza designate per l'introduzione coordinata nella Comunità del servizio pubblico paneuropeo di radioavviso terrestre (COM(2005)0361 — C6-0248/2005 — 2005/0147(COD))

(Procedura di codecisione: prima lettura)

Il Parlamento europeo,

vista la proposta della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio (COM(2005)0361) (1),

visti l'articolo 251, paragrafo 2, e l'articolo 95 del trattato CE, a norma dei quali la proposta gli è stata presentata dalla Commissione (C6-0248/2005),

visto l'articolo 51 e l'articolo 43, paragrafo 1 del suo regolamento,

vista la relazione della commissione per l'industria, la ricerca e l'energia (A6-0303/2005);

1.

approva la proposta della Commissione;

2.

chiede alla Commissione di presentargli nuovamente la proposta qualora intenda modificarla sostanzialmente o sostituirla con un nuovo testo;

3.

incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione.


(1)  Non ancora pubblicata in Gazzetta ufficiale.

ALLEGATO

DIRETTIVA 2005/.../CE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

che abroga la direttiva 90/544/CEE del Consiglio sulle bande di frequenza designate per l'introduzione coordinata nella Comunità del servizio pubblico paneuropeo di radioavviso terrestre

(Testo rilevante ai fini del SEE)

IL PARLAMENTO EUROPEO E IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA,

visto il trattato che istituisce la Comunità europea, in particolare l'articolo 95,

vista la proposta della Commissione,

visto il parere del Comitato economico e sociale europeo (1),

visto il parere del Comitato delle regioni (2),

deliberando secondo la procedura di cui all'articolo 251 del trattato (3),

considerando quanto segue:

(1)

La direttiva 90/544/CEE (4) imponeva agli Stati membri di designare, entro il 31 dicembre 1992, quattro canali nella banda dello spettro radio 169,4-169,8 MHz per il servizio pubblico paneuropeo di radioavviso terrestre (in seguito denominato «ERMES») e di predisporre, quanto prima, piani per consentire al servizio pubblico paneuropeo di radioavviso di occupare l'intera banda 169,4-169,8 MHz a seconda della domanda del mercato.

(2)

L'utilizzo della banda 169,4-169,8 MHz per ERMES nella Comunità si è ridotto o è addirittura cessato, pertanto questa banda non è più utilizzata in modo efficiente da ERMES e potrebbe essere meglio impiegata per rispondere ad altre esigenze politiche comunitarie.

(3)

La decisione n. 676/2002/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 7 marzo 2002, relativa ad un quadro normativo per la politica in materia di spettro radio nella Comunità europea (decisione spettro radio) (5), ha istituito un quadro comunitario politico e giuridico per assicurare il coordinamento delle strategie politiche e, ove necessario, condizioni armonizzate in merito alla disponibilità e all'uso efficiente della banda dello spettro necessaria per l'istituzione e il funzionamento del mercato interno. Tale decisione consente alla Commissione di adottare misure tecniche di attuazione per assicurare condizioni armonizzate riguardo alla disponibilità e all'uso efficace dello spettro radio.

(4)

Dato che la banda 169,4-169,8 MHz è adeguata per le applicazioni che offrono vantaggi alle persone audiolese o disabili, e tenuto conto che la promozione di tali applicazioni è un obiettivo politico della Comunità in aggiunta all'obiettivo generale di assicurare il funzionamento del mercato interno, la Commissione, a norma dell'articolo 4, paragrafo 2 della decisione spettro radio ha conferito un mandato alla Conferenza europea delle amministrazioni delle poste e delle telecomunicazioni (in seguito denominata «la CEPT») incaricandola di esaminare, tra le altre, le applicazioni destinate ad aiutare le persone disabili.

(5)

In ossequio al mandato la CEPT ha elaborato un nuovo piano delle frequenze e una nuova disposizione dei canali che consente la condivisione della banda da parte di sei tipi di applicazioni selezionate, al fine di rispondere a varie esigenze politiche comunitarie.

(6)

Per tali ragioni, e conformemente agli obiettivi della decisione spettro radio, è opportuno abrogare la direttiva 90/544/CEE,

HANNO ADOTTATO LA PRESENTE DIRETTIVA:

Articolo 1

La direttiva 90/544/CEE è abrogata con effetto dal (6)

Articolo 2

La presente direttiva entra in vigore il giorno della pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

Articolo 3

Gli Stati membri sono destinatari della presente direttiva.

Fatto a Bruxelles, il ...

Per il Parlamento europeo

Il Presidente

Per il Consiglio

Il Presidente


(1)  Parere espresso il 27 ottobre 2005 (non ancora pubblicato nella Gazzetta ufficiale).

(2)  Parere espresso, in seguito a consultazione non obbligatoria, il 17 novembre 2005 (non ancora pubblicato nella Gazzetta ufficiale).

(3)  Posizione del Parlamento europeo del 15 novembre 2005.

(4)  GU L 310 del 9.11.1990, pag. 28.

(5)  GU L 108 del 24.4.2002, pag. 1.

(6)  GU: inserire la data di pubblicazione della presente direttiva nella Gazzetta ufficiale.

P6_TA(2005)0419

Organizzazione comune dei mercati nel settore delle sementi *

Risoluzione legislativa del Parlamento europeo sulla proposta di regolamento del Consiglio relativo all'organizzazione comune dei mercati nel settore delle sementi (COM(2005)0384 — C6-0285/2005 — 2005/0164(CNS))

(Procedura di consultazione)

Il Parlamento europeo,

vista la proposta della Commissione al Consiglio (COM(2005)0384) (1),

visti l'articolo 36 e l'articolo 37, paragrafo 2, terzo comma, del trattato CE, a norma dei quali è stato consultato dal Consiglio (C6-0285/2005),

visti l'articolo 51 e l'articolo 43, paragrafo 1, del suo regolamento,

vista la relazione della commissione per l'agricoltura e lo sviluppo rurale (A6-0295/2005),

1.

approva la proposta della Commissione;

2.

invita il Consiglio ad informarlo qualora intenda discostarsi dal testo approvato dal Parlamento;

3.

chiede al Consiglio di consultarlo nuovamente qualora intenda modificare sostanzialmente la proposta della Commissione;

4.

incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione.


(1)  Non ancora pubblicata in Gazzetta ufficiale.

P6_TA(2005)0420

Organizzazione comune dei mercati nel settore del luppolo *

Risoluzione legislativa del Parlamento europeo sulla proposta di regolamento del Consiglio relativo all'organizzazione comune dei mercati nel settore del luppolo (COM(2005)0386 — C6-0287/2005 — 2005/0162(CNS))

(Procedura di consultazione)

Il Parlamento europeo,

vista la proposta della Commissione al Consiglio (COM(2005)0386) (1),

visti l'articolo 36, e l'articolo 37, paragrafo 2, terzo comma, del trattato CE, a norma dei quali è stato consultato dal Consiglio (C6-0287/2005),

visti l'articolo 51 e l'articolo 43, paragrafo 1 del suo regolamento,

vista la relazione della commissione per l'agricoltura e lo sviluppo rurale (A6-0299/2005);

1.

approva la proposta della Commissione;

2.

invita il Consiglio ad informarlo qualora intenda discostarsi dal testo approvato dal Parlamento;

3.

chiede al Consiglio di consultarlo nuovamente qualora intenda modificare sostanzialmente la proposta della Commissione;

4.

incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione.


(1)  Non ancora pubblicata in Gazzetta ufficiale.

P6_TA(2005)0421

Organizzazione comune del mercato vitivinicolo *

Risoluzione legislativa del Parlamento europeo sulla proposta di regolamento del Consiglio che modifica il regolamento (CE) n. 1493/1999 relativo all'organizzazione comune del mercato vitivinicolo (COM(2005)0395 — C6-0286/2005 — 2005/0160(CNS))

(Procedura di consultazione)

Il Parlamento europeo,

vista la proposta della Commissione al Consiglio (COM(2005)0395) (1),

visto l'articolo 37 del trattato CE, a norma del quale è stato consultato dal Consiglio (C6-0286/2005),

visti l'articolo 51 e l'articolo 43, paragrafo 1, del suo regolamento,

vista la relazione della commissione per l'agricoltura e lo sviluppo rurale (A6-0300/2005);

1.

approva la proposta della Commissione;

2.

invita il Consiglio ad informarlo qualora intenda discostarsi dal testo approvato dal Parlamento;

3.

chiede al Consiglio di consultarlo nuovamente qualora intenda modificare sostanzialmente la proposta della Commissione;

4.

incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione.


(1)  Non ancora pubblicata in Gazzetta ufficiale.

P6_TA(2005)0422

Modifica dell'accordo che istituisce la BERS per consentire alla Banca di finanziare operazioni in Mongolia *

Risoluzione legislativa del Parlamento europeo sulla proposta di decisione del Consiglio che modifica l'Accordo che istituisce la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (BERS) per consentire alla Banca di finanziare operazioni in Mongolia (COM(2005)0342 — C6-0280/2005 — 2005/0139(CNS))

(Procedura di consultazione)

Il Parlamento europeo,

vista la proposta di decisione del Consiglio (COM(2005)0342) (1),

visto l'articolo 181 A del trattato CE,

visto l'articolo 300, paragrafo 3, primo comma, del trattato CE, a norma del quale è stato consultato dal Consiglio (C6-0280/2005),

visti l'articolo 51, l'articolo 83, paragrafo 7, e l'articolo 43, paragrafo 1, del suo regolamento,

vista la relazione della commissione per i problemi economici e monetari (A6-0298/2005);

1.

approva la modifica dell'accordo;

2.

incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione nonché ai governi e ai parlamenti degli Stati membri e della Mongolia.


(1)  Non ancora pubblicata in Gazzetta ufficiale.

P6_TA(2005)0423

Visti per i giochi olimpici e/o paraolimpici invernali di Torino 2006 ***I

Risoluzione legislativa del Parlamento europeo sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio recante misure volte ad agevolare le procedure per la domanda e il rilascio del visto per i membri della famiglia olimpica partecipanti ai Giochi olimpici e/o paraolimpici invernali di Torino 2006 (COM(2005)0412 — C6-0275/2005 — 2005/0169(COD))

(Procedura di codecisione: prima lettura)

Il Parlamento europeo,

vista la proposta della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio (COM(2005)0412) (1),

visti l'articolo 251, paragrafo 2, e l'articolo 62, punto 2), lettera a) e lettera b), punto ii), del trattato CE, a norma dei quali la proposta gli è stata presentata dalla Commissione (C6-0275/2005),

visto l'articolo 51 del suo regolamento,

vista la relazione della commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni (A6-0313/2005);

1.

approva la proposta della Commissione;

2.

chiede alla Commissione di presentargli nuovamente la proposta qualora intenda modificarla sostanzialmente o sostituirla con un nuovo testo;

3.

incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione.


(1)  Non ancora pubblicata in Gazzetta ufficiale.

ALLEGATO

REGOLAMENTO (CE) N. .../2005 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO recante misure volte ad agevolare le procedure per la domanda e il rilascio del visto per i membri della famiglia olimpica partecipanti ai Giochi olimpici e/o paraolimpici invernali di Torino 2006

IL PARLAMENTO EUROPEO E IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA,

visto il trattato che istituisce la Comunità europea, in particolare l'articolo 62, paragrafo 2, lettera a) e lettera b), punto ii),

vista la proposta della Commissione,

deliberando secondo la procedura di cui all'articolo 251 del trattato (1),

considerando quanto segue:

(1)

Il regolamento (CE) n. 1295/2003 del Consiglio, del 15 luglio 2003, recante misure volte ad agevolare le procedure per la domanda e il rilascio del visto per i membri della famiglia olimpica partecipanti ai Giochi olimpici o paraolimpici di Atene 2004 (2) ha istituito un sistema temporaneo specifico che esulava dalle normali procedure di rilascio dei visti per i membri della famiglia olimpica partecipanti ai Giochi olimpici e/o paraolimpici di Atene 2004. La finalità di detto regolamento consisteva nel consentire alla Grecia di ospitare i primi Giochi olimpici e paraolimpici organizzati da uno Stato membro dello spazio senza frontiere interne di Schengen e di ottemperare ai propri obblighi assunti in virtù della Carta olimpica.

(2)

Il regolamento (CE) n. 1295/2003 contemplava disposizioni specifiche per agevolare sia le procedure di presentazione della domanda di visto uniforme e la forma stessa per il rilascio del visto ai membri della famiglia olimpica, sia i controlli alle frontiere esterne per questa categoria di persone. Esso prevedeva inoltre una relazione di valutazione sul funzionamento del regolamento da trasmettere al Parlamento europeo e al Consiglio.

(3)

Nella sua valutazione la Commissione giudicava riuscita l'attuazione del regolamento (CE) n. 1295/2003, così come riteneva il regime di deroga efficace, flessibile e adeguato per disciplinare l'ingresso e il soggiorno di breve durata dei membri della famiglia olimpica partecipanti ai Giochi, nell'ambito dello spazio Schengen senza frontiere interne.

(4)

L'Unione europea dovrebbe pertanto adottare un regime di deroga analogo per i Giochi olimpici e paraolimpici invernali del 2006, onde consentire all'Italia di ottemperare agli obblighi assunti in virtù della Carta olimpica in quanto paese organizzatore, garantendo al contempo un elevato grado di sicurezza nello spazio Schengen senza frontiere interne.

(5)

Sebbene sussista l'obbligo del visto per i membri della famiglia olimpica che sono cittadini di paesi terzi soggetti all'obbligo del visto a norma del regolamento (CE) n. 539/2001 del Consiglio, del 15 marzo 2001, che adotta l'elenco dei paesi terzi i cui cittadini devono essere in possesso del visto all'atto dell'attraversamento delle frontiere esterne e l'elenco dei paesi terzi i cui cittadini sono esenti da tale obbligo (3), dovrebbe essere istituita una deroga temporanea per la durata dei Giochi olimpici e paraolimpici invernali del 2006.

(6)

È opportuno limitare il campo di applicazione di questa deroga alle disposizioni dell'acquis relative alla presentazione della domanda, al rilascio e alla forma del visto. Occorre inoltre adeguare le modalità di controllo alle frontiere esterne, per quanto necessario per tener conto degli adattamenti apportati al regime dei visti.

(7)

L'ottenimento del visto per i membri della famiglia olimpica che partecipano alle Olimpiadi e/o alle Paraolimpiadi invernali del 2006 è cura delle organizzazioni responsabili, che presentano le domande di visto presso il Comitato organizzatore dei Giochi, contestualmente alla domanda di accreditamento. Nel modulo per la domanda di accreditamento dovrebbero figurare i dati essenziali delle persone interessate quali il nome, cognome, sesso, data, luogo e paese di nascita, numero e tipo di passaporto e relativa data di scadenza, nonché l'indicazione del possesso di un permesso di soggiorno rilasciato da uno Stato Schengen, unitamente al tipo di permesso e alla relativa data di scadenza. Queste domande sono trasmesse ai servizi italiani competenti per il rilascio dei visti.

(8)

Il Comitato organizzatore dei Giochi olimpici e paraolimpici invernali del 2006 rilascia tesserini di accreditamento ai membri della famiglia olimpica conformemente alle norme specifiche stabilite dal diritto italiano. Il tesserino di accreditamento è un documento altamente securizzato che dà accesso ai luoghi specifici in cui si svolgono le gare e altre manifestazioni previste per la durata dei Giochi olimpici e paraolimpici del 2006, in previsione del fatto che i Giochi potrebbero essere bersaglio di attacchi terroristici. Il visto rilasciato viene apposto attraverso un numero sul tesserino di accreditamento.

(9)

Le disposizioni del presente regolamento non pregiudicano la facoltà dei membri della famiglia olimpica di presentare una domanda individuale di visto in conformità con le disposizioni dell'acquis di Schengen.

(10)

In assenza di disposizioni specifiche contenute nel presente regolamento, si dovrebbero applicare le pertinenti disposizioni dell'acquis di Schengen in materia di visti o di controllo alle frontiere esterne degli Stati membri. Il presente regolamento in materia di rilascio dei visti non si applica ai membri della famiglia olimpica che sono cittadini di paesi terzi soggetti all'obbligo del visto ma che sono titolari di permesso di soggiorno o autorizzazione di soggiorno provvisorio, rilasciati da uno Stato membro che applica integralmente le disposizioni dell'acquis di Schengen. Per quanto riguarda i soggiorni all'interno dello spazio Schengen privo di frontiere interne di durata presumibilmente superiore a 90 giorni, è possibile rilasciare al membro della famiglia olimpica, conformemente al diritto italiano, un permesso di soggiorno temporaneo.

(11)

È opportuno prevedere una valutazione dell'applicazione del regime di deroga stabilito dal presente regolamento da effettuarsi dopo la chiusura dei Giochi paraolimpici invernali del 2006.

(12)

L'adozione della presente deroga temporanea da talune disposizioni dell'acquis di Schengen è opportuna e appropriata per conseguire l'obiettivo fondamentale di agevolare il rilascio del visto ai membri della famiglia olimpica. In virtù del principio di proporzionalità, di cui all'articolo 5, terzo comma, del trattato che istituisce la Comunità europea, il presente regolamento si limita a quanto è necessario per conseguire tale scopo.

(13)

Con riguardo all'Islanda e alla Norvegia, il presente regolamento costituisce uno sviluppo dell'acquis di Schengen ai sensi dell'accordo concluso dal Consiglio dell'Unione europea con la Repubblica d'Islanda e il Regno di Norvegia sull'associazione di questi due Stati all'attuazione, all'applicazione e allo sviluppo dell'acquis di Schengen (4), relativamente al settore di cui all'articolo 1, punto B, della decisione 1999/437/CE del Consiglio, del 17 maggio 1999, relativa a talune modalità di applicazione di detto accordo (5).

(14)

Conformemente agli articoli 1 e 2 del protocollo sulla posizione della Danimarca allegato al trattato sull'Unione europea e al trattato che istituisce la Comunità europea, la Danimarca non partecipa all'adozione da parte del Consiglio del presente regolamento che non è vincolante né applicabile in questo paese. Poiché però il presente regolamento intende sviluppare l'acquis di Schengen in forza delle disposizioni del titolo IV della terza parte del trattato che istituisce la Comunità europea, la Danimarca, in conformità con l'articolo 5 del citato protocollo, decide, entro sei mesi dalla data di adozione del presente regolamento, se intende recepirlo nel proprio diritto interno.

(15)

Il presente regolamento costituisce uno sviluppo delle disposizioni dell'acquis di Schengen cui il Regno Unito non partecipa conformemente alla decisione 2000/365/CE del Consiglio del 29 maggio 2000, riguardante la richiesta del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord di partecipare ad alcune disposizioni dell'acquis di Schengen (6). Il Regno Unito non partecipa pertanto all'adozione del presente regolamento che non è vincolante né applicabile in tale paese.

(16)

Il presente regolamento costituisce uno sviluppo delle disposizioni dell'acquis di Schengen cui l'Irlanda non partecipa conformemente alla decisione 2002/192/CE del Consiglio, del 28 febbraio 2002, riguardante la richiesta dell'Irlanda di partecipare ad alcune disposizioni dell'acquis di Schengen (7). L'Irlanda non partecipa pertanto all'adozione del presente regolamento che non è vincolante né applicabile in tale paese.

(17)

Per quanto concerne la Svizzera, il presente regolamento costituisce uno sviluppo dell'acquis di Schengen ai sensi dell'accordo tra l'Unione europea, la Comunità europea e la Confederazione svizzera riguardante l'associazione della Confederazione svizzera all'attuazione, all'applicazione e allo sviluppo dell'acquis di Schengen, che rientra nell'ambito contemplato all'articolo 4, paragrafo 1, della decisione 2004/860/CE del Consiglio, del 25 ottobre 2004, relativa alla firma, a nome dell'Unione europea, nonché all'applicazione provvisoria di alcune disposizioni di tale accordo (8).

(18)

Le disposizioni del presente regolamento, fatto salvo l'articolo 9, sviluppano l'acquis di Schengen o sono ad esso altrimenti connesse ai sensi dell'articolo 3, paragrafo 2, dell'atto di adesione del 2003.

HANNO ADOTTATO IL PRESENTE REGOLAMENTO:

Capo I

OGGETTO E DEFINIZIONI

Articolo 1

Oggetto

Il presente regolamento stabilisce disposizioni specifiche recanti deroga temporanea a talune disposizioni dell'acquis di Schengen in materia di procedure per la domanda e il rilascio del visto nonché per il modello uniforme per i membri della famiglia olimpica per la durata dei Giochi olimpici e paraolimpici invernali del 2006.

Salvo dette disposizioni specifiche, si applicano le pertinenti disposizioni dell'acquis di Schengen in materia di procedure per la domanda e il rilascio di visto uniforme.

Articolo 2

Definizioni

Ai fini del presente regolamento si intende per:

1.

«organizzazioni responsabili» per quanto riguarda le misure volte ad agevolare le procedure per la domanda e il rilascio dei visti per i membri della famiglia olimpica partecipanti ai Giochi olimpici e/o paraolimpici invernali del 2006, le organizzazioni ufficiali, ai sensi della Carta olimpica, aventi il diritto di presentare, al Comitato organizzatore dei Giochi olimpici e paraolimpici invernali del 2006, degli elenchi di membri della famiglia olimpica per il rilascio dei tesserini di accreditamento ai Giochi;

2.

«membro della famiglia olimpica», qualunque persona che sia membro del Comitato olimpico internazionale, del Comitato paraolimpico internazionale, delle Federazioni internazionali, dei Comitati olimpici e paraolimpici nazionali, dei Comitati organizzatori dei Giochi olimpici e delle associazioni nazionali come gli atleti, i giudici/arbitri, gli allenatori e altri tecnici sportivi, il personale medico assegnato alle squadre o ai singoli atleti, i giornalisti accreditati dei media, i quadri superiori, i donatori, gli sponsor o altri invitati ufficiali, che accetti il dettato della Carta olimpica, agisca sotto il controllo e l'autorità suprema del Comitato olimpico internazionale, figuri negli elenchi delle organizzazioni responsabili e sia accreditata dal Comitato organizzatore dei Giochi olimpici e paraolimpici del 2006 come partecipante alle Olimpiadi e/o alle Paraolimpiadi del 2006;

3.

«tesserini di accreditamento olimpico», rilasciati dal Comitato organizzatore dei Giochi olimpici e paraolimpici invernali del 2006 a norma dell'ordinanza n. 3463 del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 settembre 2005, (GURI n. 219 del 20.9.2005) uno dei due documenti di sicurezza, uno per i Giochi olimpici e l'altro per i Giochi paraolimpici, che recano ciascuno la foto del titolare, stabiliscono l'identità del membro della famiglia olimpica e consentono l'accesso ai luoghi in cui si svolgeranno le competizioni e le altre manifestazioni previste per la durata dei Giochi;

4.

«durata dei Giochi olimpici e paraolimpici», il periodo che va dal 10 gennaio 2006 al 26 marzo 2006 per i Giochi olimpici invernali del 2006, e dal 10 febbraio al 19 aprile 2006 per i Giochi paraolimpici invernali del 2006;

5.

«Comitato organizzatore dei Giochi olimpici e paraolimpici invernali del 2006», il comitato costituito il 27 dicembre 1999 a norma dell'articolo 12 del Codice civile italiano (RD 16/3/1942 n. 262) per organizzare i Giochi olimpici e paraolimpici invernali di Torino del 2006, che decide l'accreditamento dei membri della famiglia olimpica partecipanti a tali Giochi;

6.

«servizi competenti per il rilascio dei visti», i servizi preposti dall'Italia all'esame delle domande e al rilascio dei visti per i membri della famiglia olimpica.

Capo II

IL RILASCIO DEI VISTI

Articolo 3

Condizioni

Può essere concesso un visto, ai sensi del presente regolamento, solo se la persona interessata soddisfa le seguenti condizioni:

a)

sia designata da un'organizzazione responsabile e accreditata dal Comitato organizzatore dei Giochi olimpici e paraolimpici invernali del 2006 come partecipante alle Olimpiadi e/o Paraolimpiadi del 2006;

b)

sia in possesso di un documento di viaggio valido che consenta di attraversare le frontiere esterne, ai sensi dell'articolo 5 della convenzione di applicazione dell'accordo di Schengen, del 14 giugno 1985, firmata a Schengen il 19 giugno 1990 tra i governi degli Stati dell'Unione economica Benelux, della Repubblica federale di Germania e della Repubblica francese relativo alla soppressione graduale dei controlli alle frontiere comuni (9) (in seguito denominata la «convenzione di Schengen»);

c)

non sia segnalata ai fini della non ammissione;

d)

non sia considerata pericolosa per l'ordine pubblico, la sicurezza interna o le relazioni internazionali di un qualsivoglia Stato membro.

Articolo 4

Presentazione della domanda

1.   Nello stabilire l'elenco delle persone selezionate per partecipare ai Giochi olimpici e/o paraolimpici invernali del 2006, l'organizzazione responsabile può presentare, contestualmente alla domanda per il tesserino di accreditamento olimpico per le persone selezionate, una domanda collettiva di visto per le persone selezionate che devono essere in possesso di un visto a norma del regolamento (CE) n. 539/2001, fatti salvi i casi in cui tali persone siano titolari di permesso di soggiorno rilasciato da uno Stato Schengen.

2.   La domanda collettiva di visto per le persone interessate è trasmessa, insieme con le domande per il rilascio del tesserino di accreditamento olimpico, al Comitato organizzatore dei Giochi olimpici e paraolimpici invernali del 2006 secondo la procedura da questo stabilita.

3.   È presentata una sola domanda di visto per partecipante ai Giochi olimpici e/o paraolimpici invernali del 2006.

4.   Il Comitato organizzatore dei Giochi olimpici e paraolimpici invernali del 2006 trasmette il più rapidamente possibile ai servizi competenti per il rilascio dei visti le domande collettive di visti insieme alle copie delle domande per il rilascio agli interessati del tesserino di accreditamento olimpico sulle quali figurano i dati essenziali delle persone interessate: nome, cognome, sesso, cittadinanza, data, luogo e paese di nascita, numero e tipo di passaporto e relativa data di scadenza.

Articolo 5

Esame della domanda collettiva di visti e tipologia del visto rilasciato

1.   I servizi competenti rilasciano il visto in seguito a un esame diretto ad accertare se sussistono le condizioni di cui all'articolo 3.

2.   È rilasciato un visto di tipo uniforme per soggiorni di breve durata, con ingressi multipli, che autorizza un soggiorno di non più di novanta (90) giorni per la durata dei Giochi olimpici e/o paraolimpici invernali del 2006.

3.   Ove il membro della famiglia olimpica interessato non soddisfi le condizioni di cui all'articolo 3, lettere c) o d), i servizi competenti per il rilascio dei visti possono concedere un visto a validità territoriale limitata, a norma dell'articolo 16 della convenzione di Schengen.

Articolo 6

Forma del visto

1.   Il visto consta di due numeri apposti sul tesserino di accreditamento olimpico. Il primo è il numero del visto che, in caso di visto uniforme, si compone di sette (7) caratteri, sei (6) dei quali cifre, preceduti dalla lettera «C». In caso di visto a validità territoriale limitata, il numero si compone di otto (8) caratteri, sei (6) dei quali cifre, preceduti dalle lettere «IT». Il secondo numero è il numero del passaporto dell'interessato.

2.   I servizi competenti per il rilascio dei visti comunicano al Comitato organizzatore dei Giochi olimpici e paraolimpici invernali del 2006 i numeri dei visti per il rilascio dei tesserini di accreditamento.

Articolo 7

Gratuità del visto

I servizi competenti per il rilascio dei visti non riscuotono alcun diritto per il trattamento della domanda e il rilascio del visto.

Capo III

DISPOSIZIONI GENERALI E FINALI

Articolo 8

Revoca del visto

Se l'elenco delle persone designate per partecipare ai Giochi olimpici e/o paraolimpici invernali del 2006 è modificato prima dell'inizio dei Giochi, le organizzazioni responsabili informano, senza indugio, il Comitato organizzatore dei Giochi olimpici e paraolimpici invernali del 2006 affinché sia revocato il tesserino di accreditamento delle persone radiate. Il Comitato organizzatore ne da notifica ai servizi competenti per il rilascio dei visti comunicando loro i numeri dei visti interessati.

I servizi competenti per il rilascio dei visti revocano il visto delle persone radiate, ne informano immediatamente le autorità competenti per il controllo alle frontiere e queste trasmettono senza indugio l'informazione alle autorità competenti degli altri Stati membri.

Articolo 9

Controllo alle frontiere esterne

1.   I controlli di ingresso sui membri della famiglia olimpica cui siano stati rilasciati visti a norma del presente regolamento si limitano, allorché tali membri attraversano le frontiere esterne degli Stati membri, a controllare la conformità con le condizioni di cui all'articolo 3.

2.   Per tutta la durata dei Giochi olimpici e/o paraolimpici invernali:

a)

i timbri d'ingresso e di uscita sono apposti sulla prima pagina libera del passaporto dei membri della famiglia olimpica per i quali sono richiesti tali timbri, a norma del regolamento (CE) n. 2133/2004 del Consiglio, del 13 dicembre 2004, che stabilisce l'obbligo, per le autorità competenti degli Stati membri, di procedere all'apposizione sistematica di timbri sui documenti di viaggio dei cittadini di paesi terzi al momento dell'attraversamento delle frontiere esterne degli Stati membri (10) Al primo ingresso il numero del visto è indicato sulla stessa pagina;

b)

quando un membro della famiglia olimpica sia stato debitamente accreditato, si considerano soddisfatte le condizioni per l'ingresso di cui all'articolo 5, paragrafo 1, lettera c), della convenzione di Schengen.

3.   Il paragrafo 2 si applica ai membri della famiglia olimpica che sono cittadini di paesi terzi, indipendentemente dal fatto che siano soggetti all'obbligo del visto a norma del regolamento (CE) n. 539/2001.

Articolo 10

Relazione al Parlamento europeo e al Consiglio

Entro quattro mesi dalla chiusura dei Giochi paraolimpici invernali del 2006, l'Italia trasmette alla Commissione una relazione sui vari aspetti dell'attuazione del presente regolamento.

In base a tale relazione e alle informazioni eventualmente trasmesse da altri Stati membri entro lo stesso termine, la Commissione valuta il funzionamento della deroga per il rilascio dei visti per i membri della famiglia olimpica istituita dal presente regolamento e ne informa il Parlamento europeo e il Consiglio.

Articolo 11

Entrata in vigore

Il presente regolamento entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

Il presente regolamento è obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri conformemente al trattato che istituisce la Comunità europea.

Fatto a Bruxelles, il ...

Per il Parlamento europeo

Il presidente

Per il Consiglio

Il presidente


(1)  Parere del Parlamento europeo del 15 novembre 2005.

(2)  GU L 183 del 22.7.2003, pag. 1.

(3)  GU L 81 del 21.3.2001, pag. 1. Regolamento modificato da ultimo dal regolamento (CE) n. 851/2005 (GU L 141 del 4.6.2005, pag. 3).

(4)  GU L 176 del 10.7.1999, pag. 36.

(5)  GU L 176 del 10.7.1999, pag. 31.

(6)  GU L 131 del 1.6.2000, pag. 43.

(7)  GU L 64 del 7.3.2002, pag. 20.

(8)  GU L 370 del 17.12.2004, pag. 78.

(9)  GU L 239 del 22.9.2000, pag. 19. Convenzione modificata da ultimo dal regolamento (CE) n. 1160/2005 del Parlamento europeo e del Consiglio (GU L 191 del 22.7.2005, pag.18).

(10)  GU L 369 del 16.12.2004, pag. 5.

P6_TA(2005)0424

Sicurezza sociale ai lavoratori subordinati e ai loro familiari che si spostano all'interno della CE ***I

Risoluzione legislativa del Parlamento europeo sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica il regolamento (CEE) n. 1408/71 del Consiglio relativo all'applicazione dei regimi di sicurezza sociale ai lavoratori subordinati, ai lavoratori autonomi e ai loro familiari che si spostano all'interno della Comunità e il regolamento (CEE) n. 574/72 del Consiglio che stabilisce le modalità di applicazione del regolamento (CEE) n. 1408/71 (COM(2004)0830 — C6-0002/2005 — 2004/0284(COD))

(Procedura di codecisione: prima lettura)

Il Parlamento europeo,

vista la proposta della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio (COM(2004)0830) (1),

visti l'articolo 251, paragrafo 2, e gli articoli 42 e 308 del trattato CE, a norma dei quali la proposta gli è stata presentata dalla Commissione (C6-0002/2005),

visto l'articolo 51 del suo regolamento,

vista la relazione della commissione per l'occupazione e gli affari sociali (A6-0293/2005);

1.

approva la proposta della Commissione quale emendata;

2.

chiede alla Commissione di presentargli nuovamente la proposta qualora intenda modificarla sostanzialmente o sostituirla con un nuovo testo;

3.

incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione.


(1)  Non ancora pubblicata in Gazzetta ufficiale.

P6_TC1-COD(2004)0284

Posizione del Parlamento europeo definita in prima lettura il 15 novembre 2005 in vista dell'adozione del regolamento (CE) n. .../2006 del Parlamento europeo e del Consiglio che modifica il regolamento (CEE) n. 1408/71 del Consiglio relativo all'applicazione dei regimi di sicurezza sociale ai lavoratori subordinati, ai lavoratori autonomi e ai loro familiari che si spostano all'interno della Comunità e il regolamento (CEE) n. 574/72 del Consiglio che stabilisce le modalità di applicazione del regolamento (CEE) n. 1408/71

(Testo rilevante ai fini del SEE)

IL PARLAMENTO EUROPEO E IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA,

visto il trattato che istituisce la Comunità europea, in particolare gli articoli 42 e 308,

vista la proposta della Commissione,

visto il parere del Comitato economico e sociale europeo (1),

deliberando secondo la procedura di cui all'articolo 251 del trattato (2),

considerando quanto segue:

(1)

Con l'entrata in vigore del regolamento (CE) n. 631/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio (3), le procedure per ottenere l'accesso alle prestazioni in natura delle assicurazioni malattia durante un soggiorno temporaneo in un altro Stato membro sono state semplificate . È opportuno estendere le procedure semplificate alle disposizioni in materia di prestazioni per infortuni sul lavoro e malattie professionali di cui ai regolamenti (CEE) n. 1408/71  (4) e (CEE) n. 574/72  (5).

(2)

Al fine di tenere conto delle modifiche intervenute nella legislazione di determinati Stati membri, segnatamente dei nuovi Stati membri dopo la fine dei negoziati di adesione, è opportuno adeguare gli allegati del regolamento (CEE) n. 1408/71 .

(3)

È quindi opportuno modificare di conseguenza i regolamenti (CEE) n. 1408/71 e (CEE) n. 574/72.

(4)

Al fine di garantire la certezza del diritto e di tutelare le legittime aspettative delle persone interessate, è necessario disporre che determinate disposizioni recanti modifica dell'allegato III del regolamento (CEE) n. 1408/71 abbiano efficacia retroattivamente a partire dal 1o maggio 2004.

(5)

Il trattato non prevede competenze diverse da quelle di cui all'articolo 308 per adottare appropriate disposizioni in materia di sicurezza sociale delle persone diverse dai lavoratori subordinati,

HANNO ADOTTATO IL PRESENTE REGOLAMENTO:

Articolo 1

Gli allegati I, II, II bis, III, IV e VI del regolamento (CEE) n. 1408/71 sono modificati conformemente all'allegato del presente regolamento.

Articolo 2

Il regolamento (CEE) n. 574/72 è così modificato:

(1)

All'articolo 60, i paragrafi 5 e 6 sono soppressi.

(2)

L'articolo 62 è sostituito dal seguente:

«Articolo 62

Prestazioni in natura in caso di dimora in uno Stato membro diverso dallo Stato competente

1.   Per ricevere prestazioni in virtù dell'articolo 55, paragrafo 1, lettera a), punto i) del regolamento, un lavoratore subordinato o autonomo presenta al fornitore di cure un documento emesso dall'istituzione competente che certifica che ha diritto a dette prestazioni in natura. Tale documento è emesso conformemente all'articolo 2. Se l'interessato non è in grado di presentare il suddetto documento, deve rivolgersi all'istituzione del luogo in cui si è recato la quale chiede all'istituzione competente un attestato che certifichi che l'interessato ha diritto alle prestazioni in natura.

Un documento rilasciato dall'istituzione competente per il diritto alle prestazioni in virtù dell'articolo 55, paragrafo 1, lettera a), punto i) del regolamento, in ciascun dato caso individuale ha, nei riguardi del prestatore di assistenza, lo stesso effetto di un documento nazionale che attesta i diritti delle persone assicurate presso l'istituzione del luogo di soggiorno.

2.   L'articolo 60, paragrafo 9 del regolamento di applicazione si applica mutatis mutandis

(3)

All'articolo 63 il paragrafo 2 è sostituito dal seguente:

«2.   L'articolo 60, paragrafo 9 del regolamento di applicazione si applica mutatis mutandis

(4)

All'articolo 66, paragrafo 1 le parole «agli articoli 20 e 21» sono sostituite dalle parole «all'articolo 21».

(5)

All'articolo 93, paragrafo 1, i riferimenti agli articoli 22b e 34b sono soppressi.

Articolo 3

Il presente regolamento entra in vigore il giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

Il punto 5, lettera a), punti da (ii) a (ix) e il punto 5, lettera b) punti (ii) e (iv) dell'allegato si applicano a decorrere dal 1o maggio 2004.

Il presente regolamento è obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri.

Fatto a ..., il ...

Per il Parlamento europeo

Il Presidente

Per il Consiglio

Il Presidente


(1)  Parere espresso il 28 settembre 2005 (non ancora pubblicato nella Gazzetta ufficiale).

(2)  Posizione del Parlamento europeo del 15 novembre 2005.

(3)  GU L 100 del 6.4.2004, pag. 1.

(4)  GU L 149 del 5.7.1971, pag. 1 . Regolamento modificato da ultimo dal regolamento (CE) n. 631/2004 e abrogato a decorrere dalla data di entrata in vigore del regolamento di applicazione dal regolamento (CE) n. 883/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio (GU L 200 del 7.6.2004, pag. 1 ).

(5)  GU L 74 del 27.3.1972, pag. 1 . Regolamento modificato da ultimo dal regolamento (CE) n. 631/2004.

ALLEGATO

Gli allegati del regolamento (CEE) n. 1408/71 sono modificati come segue:

1.

All'allegato I, sezione II, la voce«V. SLOVACCHIA» è sostituita dalla seguente:

«V. SLOVACCHIA

Per determinare il diritto alle prestazioni in natura in conformità delle disposizioni del capitolo 1 del titolo III del regolamento, il termine «familiare» designerà il coniuge e/o i figli a carico nell'accezione della legge sugli assegni familiari»

2.

All'allegato II, sezione I, la voce«H. FRANCIA» è sostituita dalla seguente:

«H. FRANCIA

1.

I regimi complementari relativi a prestazioni per lavoratori autonomi nel settore artigianale, industriale o commerciale o delle libere professioni, i regimi complementari di assicurazione vecchiaia per lavoratori autonomi nel campo delle libere professioni, i regimi complementari di assicurazione invalidità o di assicurazione sulla vita per lavoratori autonomi, nonché i regimi complementari di assicurazione vecchiaia per medici e ausiliari medici convenzionati, di cui rispettivamente agli articoli L.615-20, L.644-1, L.644-2, L.645-1 e L.723-14 del codice di sicurezza sociale.

2.

I regimi complementari di assicurazione malattia e maternità per lavoratori autonomi nel settore agricolo, di cui all'articolo L.727-1 del codice rurale.»

3.

L'allegato II, sezione II è modificato come segue:

(a)

La voce«H. ESTONIA» è sostituita dalla seguente:

«E. ESTONIA

(a)

Assegno di nascita

(b)

Assegno di adozione»

(b)

La voce«L. LETTONIA» è sostituita dalla seguente:

«L. LETTONIA

(a)

Assegno di nascita

(b)

Assegno di adozione »

(c)

La voce«S. POLONIA» è sostituita dalla seguente:

«S. POLONIA

Assegno integrativo di nascita (legge del 28 novembre 2003 sulle prestazioni familiari)»

4.

L'allegato II bis è modificato come segue:

(a)

Alla voce«D. GERMANIA», la parola «nulla» è sostituita dal testo seguente:

«Prestazioni assicurative di base per persone in cerca di lavoro destinate a garantire il loro sostentamento, a meno che, in riferimento a tali prestazioni, non siano esaudite le condizioni di ammissibilità ad un supplemento temporaneo susseguente alla ricezione delle prestazioni di disoccupazione (articolo 24 par. 1 del Volume II del codice sociale)»

(b)

La voce«L. LETTONIA» è sostituita dalla seguente:

«L. LETTONIA

(a)

Prestazioni statali di sicurezza sociale (Legge sulle prestazioni sociali statali del 1o gennaio 2003)

(b)

Assegno per la compensazione delle spese di trasporto per le persone disabili a mobilità ridotta (Legge sulle prestazioni sociali statali del 1o gennaio 2003)»

(c)

La voce«S. POLONIA» è sostituita dalla seguente:

«S. POLONIA

Pensione sociale (Legge del 27 giugno 2003 sulla pensione sociale)»

(d)

La voce«V. SLOVACCHIA» è sostituita dalla seguente:

«V. SLOVACCHIA

Adeguamento delle pensioni che costituiscono l'unica fonte di reddito, riconosciuto anteriormente al 1o gennaio 2004 »

5.

L'allegato III è così modificato:

(a)

La parte A è così modificata:

(i)

Sono soppresse le seguenti voci:

Punti 1, 4, 10, 11, 12, 14, 15, 18, 20, 21, 25, 27, 28, 29, 30, 31, 32, 34, 35, 37, 38, 39, 41, 42, 43, 45, 46, 47, 49, 55, 56, 57, 59, 60, 63, 65, 66, 70, 76, 77, 78, 81, 91, 92, 93, 94, 95, 96, 97, 98, 99, 100, 101, 102, 103, 104, 105, 106, 107, 108, 109, 110, 115, 116, 117, 119, 120, 123, 125, 126, 133, 134, 135, 137, 138, 141, 143, 144, 150, 151, 152, 154, 155, 158, 160, 161, 166, 167, 168, 170, 171, 174, 176, 177, 181, 182, 183, 185, 186, 187, 189, 192, 196, 197, 198, 199, 200, 201, 202, 203, 204, 205, 206, 207, 208, 209, 210, 211, 212, 213, 214, 215, 216, 217, 218, 219, 220, 221, 222, 223, 224, 225, 226, 227, 228, 229, 230, 231, 232, 233, 234, 235, 236, 239, 241, 246, 247, 249, 250, 252, 253, 254, 255, 256, 257, 258, 259, 260, 261, 262, 263, 264, 266, 268, 269, 280, 281, 282, 283, 284, 285, 286, 287, 291, 292, 293, 294, 295, 296, 297.

(ii)

Le seguenti numerazioni sono così modificate:

alla voce BELGIO-GERMANIA da ’3’ a ’1’ ,

alla voce REPUBBLICA CECA-GERMANIA da ’26’ a ’ 2 ’,

alla voce REPUBBLICA CECA-CIPRO da ’33’ a ’ 3 ’,

alla voce REPUBBLICA CECA-LUSSEMBURGO da ’36’ a ’ 4 ’,

alla voce REPUBBLICA CECA-AUSTRIA da ’40’ a ’ 5 ’,

alla voce REPUBBLICA CECA-SLOVACCHIA da ’44’ a ’ 6 ’,

alla voce DANIMARCA-FINLANDIA da ’67’ a ’ 7 ’,

alla voce DANIMARCA-SVEZIA da ’68’ a ’ 8 ’,

alla voce GERMANIA-GRECIA da ’71’ a ’ 9 ’,

alla voce GERMANIA-SPAGNA da ’72’ a ’ 10 ’,

alla voce GERMANIA-FRANCIA da ’73’ a ’ 11 ’,

alla voce GERMANIA-LUSSEMBURGO da ’79’ a ’ 12 ’,

alla voce GERMANIA-UNGHERIA da ’80’ a ’13’ ,

alla voce GERMANIA-PAESI BASSI da ’82’ a ’ 14 ’,

alla voce GERMANIA-AUSTRIA da ’83’ a ’ 15 ’,

alla voce GERMANIA-POLONIA da ’84’ a ’ 16 ’,

alla voce GERMANIA-SLOVENIA da ’86’ a ’ 17 ’,

alla voce GERMANIA-SLOVACCHIA da ’87’ a ’ 18 ’,

alla voce GERMANIA-REGNO UNITO da ’90’ a ’ 19 ’,

alla voce SPAGNA-PORTOGALLO da ’142’ a ’ 20 ’,

alla voce IRELAND-REGNO UNITO da ’180’ a ’ 21 ’,

alla voce ITALIA-SLOVENIA da ’191’ a ’ 22 ’,

alla voce LUSSEMBURGO-SLOVACCHIA da ’242’ a ’ 23 ’,

alla voce UNGHERIA-AUSTRIA da ’248’ a ’ 24 ’,

alla voce UNGHERIA-SLOVENIA da ’251’ a ’ 25 ’,

alla voce PAESI BASSI-PORTOGALLO da ’267’ a ’ 26 ’,

alla voce AUSTRIA-POLONIA da ’273’ a ’ 27 ’,

alla voce AUSTRIA-SLOVENIA da ’275’ a ’ 28 ’,

alla voce AUSTRIA-SLOVACCHIA da ’276’ a ’ 29 ’,

alla voce PORTOGALLO-REGNO UNITO da ’290’ a ’ 30 ’ e

alla voce FINLANDIA-SVEZIA da ’298’ a ’ 31 ’.

(iii)

Alla voce«2. REPUBBLICA CECA-GERMANIA», la dicitura «nessuna convenzione» è sostituita dal testo seguente:

«Articolo 39, paragrafo 1, lettere b) e c) della convenzione sulla sicurezza sociale del 27 luglio 2001;

Punto 14 del protocollo finale della convenzione sulla sicurezza sociale del 27 luglio 2001;»

(iv)

Alla voce«3. REPUBBLICA CECA-CIPRO», la parola «nessuno» è sostituita dal testo seguente:

Articolo 32, paragrafo 4 della convenzione sulla sicurezza sociale del 19 gennaio 1999

(v)

Alla voce«4. REPUBBLICA CECA-LUSSEMBURGO», la parola «nessuno» è sostituita dal testo seguente:

Articolo 52, punto 8 della convenzione del 17 novembre 2000

(vi)

La voce«6. REPUBBLICA CECA-SLOVACCHIA» è sostituita dalla seguente:

«REPUBBLICA CECA-SLOVACCHIA

Articoli 12, 20 e 33 della convenzione sulla sicurezza sociale del 29 ottobre 1992»

(vii)

Alla voce«18. GERMANIA-SLOVACCHIA», la dicitura «nessuna convenzione» è sostituita dal testo seguente:

«Articolo 29, paragrafo 1, punti 2 e 3 della convenzione del 12 settembre 2002

Punto 9 del protocollo finale relativo alla convenzione del 12 settembre 2002»

(viii)

Alla voce«23. LUSSEMBURGO-SLOVACCHIA» la dicitura «nessuna convenzione» è sostituita dal testo seguente:

Articolo 50, paragrafo 5 del trattato sulla sicurezza sociale del 23 maggio 2002

(ix)

Alla voce«29. AUSTRIA-SLOVACCHIA», la dicitura «nessuna convenzione» è sostituita dalla seguente:

Articolo 34, paragrafo 3 dell'accordo del 21 dicembre 2001 sulla sicurezza sociale

(b)

La parte B è modificata come segue:

(i)

Sono soppresse le seguenti voci:

Punti 1, 4, 10, 11, 12, 14, 15, 18, 20, 21, 25, 26, 27, 28, 29, 30, 31, 32, 34, 35, 36, 37, 38, 39 , 41, 42, 43, 44, 45, 46, 47, 49, 55, 56, 57, 59, 60, 63, 65, 66, 70, 76, 77, 78, 81, 84, 87, 91, 92, 93, 94, 95, 96, 97, 98, 99, 100, 101, 102, 103, 104, 105, 106, 107, 108, 109, 110, 115, 116, 117, 119, 120, 123, 125, 126, 133, 134, 135, 137, 138, 141, 143, 144, 150, 151, 152, 154, 155, 158, 160, 161, 166, 167, 168, 170, 171, 174, 176, 177, 181, 182, 183, 185, 186, 189, 192, 196, 197, 198, 199, 200, 201, 202, 203, 204, 205, 206, 207, 208, 209, 210, 211, 212, 213, 214, 215, 216, 217, 218, 219, 220, 221, 222, 223, 224, 225, 226, 227, 228, 229, 230, 231, 232, 233, 234, 235, 236, 239, 241, 242, 246, 247, 249, 250, 252, 253, 254, 255, 256, 257, 258, 259, 260, 261, 262, 263, 264, 266, 268, 269, 280, 281, 282, 283, 284, 285, 286, 287, 291, 292, 293, 294, 295, 296, 297.

(ii)

Le seguenti numerazioni sono così modificate:

alla voce REPUBBLICA CECA-CIPRO da ’33’ a ’1’,

alla voce REPUBBLICA CECA-AUSTRIA da ’40’ a ’2’,

alla voce GERMANIA-UNGHERIA da ’80’ a ’3’,

alla voce GERMANIA-SLOVENIA da ’86’ a ’4’,

alla voce ITALIA-SLOVENIA da ’191’ a ’5’,

alla voce UNGHERIA-AUSTRIA da ’248’ a ’6’,

alla voce UNGHERIA-SLOVENIA da ’251’ a ’7’,

alla voce AUSTRIA-POLONIA da ’273’ a ’8’,

alla voce AUSTRIA-SLOVENIA da ’275’ a ’9’ e

alla voce AUSTRIA-SLOVACCHIA da ’276’ a ’10’.

(iii)

Alla voce«1. REPUBBLICA CECA-CIPRO», la parola «nessuno» è sostituita dal testo seguente:

Articolo 32, paragrafo 4 della convenzione sulla sicurezza sociale del 19 gennaio 1999

(iv)

Alla voce«10. AUSTRIA-SLOVACCHIA», la dicitura «Nessuna convenzione» è sostituita dal testo seguente:

Articolo 34, paragrafo 3 dell'accordo del 21 dicembre 2001 sulla sicurezza sociale

6.

L'allegato IV è così modificato:

(a)

La parte A è modificata come segue:

(i)

Alla voce«B. REPUBBLICA CECA», la parola «nessuno» è sostituita dal testo seguente:

Pensione di invalidità totale per persone la cui invalidità totale è insorta prima del diciottesimo anno d'età e prive di assicurazione per il periodo richiesto (Sezione 42 della legge sulle assicurazioni pensionistiche n. 155/1995 racc.)

(ii)

Alla voce «X. SVEZIA», la parola «nulla» è sostituita dal seguente testo:

« La legislazione sulle prestazioni per l'incapacità di lavoro di lunga durata collegate con il reddito (capo 8 della Legge 1962: 381 sull'assicurazione generalizzata, come modificata) »

(b)

La parte C è modificata come segue:

(i)

La voce«B. REPUBBLICA CECA» è sostituita dalla seguente:

«B. REPUBBLICA CECA

Pensioni di invalidità (totale e parziale) e di reversibilità (ai superstiti: vedove, vedovi, orfani) purché non derivino dalla pensione di vecchiaia cui il deceduto sarebbe autorizzato al momento del suo decesso.»

(ii)

Alla voce«E. ESTONIA», la parola «nessuna» è sostituita dal testo seguente:

«Tutte le domande di pensione di invalidità, vecchiaia e superstiti per le quali:

sono stati compiuti periodi di assicurazione in Estonia fino al 31 dicembre 1998;

i contributi sociali individuali del richiedente, versati in applicazione della legislazione estone, corrispondono almeno ai contributi sociali medi per l'anno di assicurazione di riferimento.»

(c)

Nella parte D, il punto 2, lettera g) è sostituito dal seguente:

«(g)

Pensione slovacca di invalidità e pensione di reversibilità da essa derivante;»

7.

L'allegato VI «Q. THE NETHERLANDS» è così modificato:

a)

il punto 4, lettera b) è sostituito dal testo seguente:

«(b)

Se l'interessato, in applicazione di quanto stabilito alla lettera a), ha diritto ad un sussidio di invalidità dei Paesi Bassi, l'importo di tale sussidio è stabilito in conformità dell'articolo 46, paragrafo 2 del regolamento:

i)

nel rispetto delle disposizioni e delle condizioni della WAO se l'interessato, prima dell'invalidità, ha svolto attività lavorativa come lavoratore dipendente ai sensi dell'articolo 1, lettera a) del regolamento;

ii)

nel rispetto delle disposizioni e delle condizioni della legge sull'assicurazione di invalidità per lavoratori autonomi (WAZ) se l'interessato, prima dell'invalidità, ha svolto attività lavorativa in condizioni diverse da quelle del lavoratore dipendente ai sensi dell'articolo 1, lettera a) del regolamento.»

b)

il punto 7 è sostituito dal seguente:

«7.

Ai fini dell'applicazione del titolo II del regolamento si ritiene che la persona considerata lavoratore subordinato ai sensi della legge 1964 sull'imposizione salariale, e di conseguenza assicurata tramite il sistema di sicurezza sociale, svolga lavoro subordinato

P6_TA(2005)0425

Anguilla europea

Risoluzione del Parlamento europeo sullo sviluppo di un piano d'azione comunitario per il recupero degli stock di anguilla europea (2005/2032(INI))

Il Parlamento europeo,

vista la comunicazione della Commissione al Consiglio e al Parlamento europeo intitolata «Verso un piano d'azione comunitario per la gestione degli stock di anguilla europea» (COM(2003)0573),

visto l'articolo 45 del suo regolamento,

vista la relazione della commissione per la pesca (A6-0284/2005);

1.

invita la Commissione a chiedere senza indugio agli Stati membri di elaborare piani di gestione nazionali che comportino i seguenti aspetti:

a)

misure tecniche che, in presenza di ostacoli nei corsi d'acqua, consentano di ottimizzare la migrazione dell'anguilla, vale a dire la colonizzazione verso monte e la discesa verso il mare,

b)

inventario, monitoraggio ed eventualmente restrizioni, qualora siano giustificate da dati storici e scientifici, dello sforzo di pesca dei pescatori professionisti e sportivi tramite divieti di pesca temporanei e/o limitazioni della capacità di pesca, nel rispetto delle differenze nazionali nei metodi di pesca e di un'autoregolamentazione credibile,

c)

aumento del volume di ripopolamento con cieche e anguille di allevamento ingrassate nelle zone gestite nelle acque interne europee;

d)

garanzia che l'allevamento di anguille non sia così estensivo da turbare la vitalità degli stock di anguille selvatiche, privandoli delle cieche che determinano il ripopolamento naturale degli stock, o tralasciando di assicurare la fuoriuscita delle anguille argentate mature per la riproduzione naturale;

e)

misure di gestione delle popolazioni di cormorani per ridurre la mortalità delle anguille;

2.

chiede alla Commissione di lanciare uno studio ulteriore sulle ripercussioni dei cambiamenti climatici sul calo degli stock di anguille;

3.

chiede alla Commissione di esaminare in maniera più approfondita gli eventuali ostacoli che negli oceani frenano la migrazione naturale delle anguille verso il mare dei Sargassi;

4.

prende atto delle relazioni scientifiche del Consiglio internazionale per l'esplorazione del mare in materia;

5.

invita la Commissione a svolgere delle ricerche sulla salute dell'anguilla e le ripercussioni che parametri esterni come bifenile policlorurato e epizoozie possono avere sulla riuscita della migrazione e della cova;

6.

esorta la Commissione a effettuare studi sulla distribuzione biogeografica delle popolazioni di anguilla di tale specie;

7.

esorta la Commissione a effettuare studi sull'inquinamento come fattore di valutazione di eventuali cause di mortalità presso le popolazioni di anguilla nei corsi d'acqua dolce;

8.

chiede alla Commissione di esaminare le possibilità di sostenere il processo di cambiamento, in particolare tramite l'accesso al Fondo europeo della pesca;

9.

invita la Commissione ad adattare la politica delle catture e dell'esportazione di anguilla in maniera tale che sia disponibile un volume sufficiente di cieche per la migrazione naturale e, a un prezzo ragionevole, per il ripopolamento nell'habitat naturale dell'anguilla in linea con una gestione sostenibile della pesca in Europa;

10.

invita la Commissione a proporre misure che consentano un inquadramento della pesca e della commercializzazione nonché il monitoraggio, tramite un sistema di documentazione delle catture, delle quantità di cieche immesse sul mercato, al fine di migliorare la lotta contro la pesca illegale, responsabile di una forte riduzione degli stock di anguilla giovane e adulta;

11.

invita la Commissione a presentare proposte volte ad attenuare le ripercussioni socioeconomiche di una restrizione delle catture e dell'esportazione di cieche;

12.

chiede alla Commissione di inserire senza indugio nel bilancio della pesca una linea specifica destinata al cofinanziamento della ristrutturazione della pesca interna in Europa e ad attenuare le ripercussioni di un cambiamento di politica nei confronti degli stock di cieche;

13.

chiede alla Commissione, una volta attuato il piano d'azione, di informare annualmente il Parlamento europeo e il Consiglio sui progressi compiuti e i risultati ottenuti da ciascuno Stato membro;

14.

incarica il suo Presidente di trasmettere la presente risoluzione al Consiglio e alla Commissione.

P6_TA(2005)0426

Eventuale inosservanza del protocollo sui privilegi e le immunità delle Comunità europee da parte di uno Stato membro

Risoluzione del Parlamento europeo sull'eventuale inosservanza del protocollo sui privilegi e le immunità delle Comunità europee da parte di uno Stato membro (2005/2187(INI))

Il Parlamento europeo,

visti l'articolo 10 del protocollo sui privilegi e le immunità delle Comunità europee, dell'8 aprile 1965, e l'articolo 6, paragrafo 2, dell'Atto relativo all'elezione dei rappresentanti nel Parlamento europeo a suffragio universale diretto, del 20 settembre 1976,

viste le sentenze della Corte di giustizia delle Comunità europee del 12 maggio 1964 e del 10 luglio 1986 (1),

viste le domande presentate da Jean-Charles Marchiani per difendere la propria immunità dinanzi alla giurisdizione francese,

vista la sua decisione del 5 luglio 2005 (2) in cui ha deciso di difendere l'immunità di Jean-Charles Marchiani,

visto l'articolo 121, paragrafo 2, del suo regolamento,

vista la relazione della commissione giuridica (A6-0316/2005),

A.

considerando che la Corte di cassazione francese, sostenendo nella sua sentenza n. 1784 del 16 marzo 2005 che nessun testo giuridico o convenzionale né alcun principio costituzionale le permettevano di concludere che l'articolo 100-7, comma 1, del codice di procedura penale francese sia applicabile ai deputati al Parlamento europeo, non ha applicato l'articolo 10 del protocollo summenzionato, negando così ad un parlamentare europeo, cittadino francese, il beneficio dell'articolo 100-7, comma 1, del codice di procedura penale francese, riconosciuto invece ai deputati nazionali,

B.

considerando che nella succitata decisione del 5 luglio 2005 il Parlamento europeo ha chiesto che detta sentenza del 16 marzo 2005 fosse annullata o revocata e, comunque, che cessasse ogni effetto di fatto o di diritto della stessa,

C.

considerando che, in seguito alle comunicazioni del Parlamento europeo per richiamare l'attenzione sulla sua decisione del 5 luglio 2005, il ministro della Giustizia della Repubblica francese ha dichiarato che la sentenza della Corte di cassazione aveva acquisito efficacia di sentenza definitiva e che nessuna via di ricorso giuridico permetteva che essa fosse annullata o revocata come sollecitato in detta risoluzione,

D.

considerando che il protocollo sui privilegi e le immunità delle Comunità europee è parte del diritto comunitario primario,

E.

considerando che, rifiutando di applicare l'articolo 100-7, comma 1, del codice di procedura penale francese a un deputato del Parlamento europeo, cittadino francese, la giurisdizione competente francese ha violato il diritto comunitario primario,

F.

considerando che dalla giurisprudenza della Corte di giustizia risulta che la responsabilità dello Stato membro può essere ritenuta sussistente in seguito a una decisione di una sua giurisdizione nazionale (3),

G.

considerando che spetta alla Commissione, in quanto custode dei trattati, avviare la procedura di cui all'articolo 226 del trattato CE;

1.

decide di chiedere alla Commissione di avviare contro la Repubblica francese la procedura di cui all'articolo 226 del trattato CE per violazione del diritto comunitario primario;

2.

incarica il suo Presidente di trasmettere senza indugio la presente risoluzione alla Commissione e alle autorità competenti della Repubblica francese.


(1)  Causa 101/63, Wagner/Fohrmann e Krier, Raccolta 1964, pag. 383, e Causa 149/85, Wybot/Faure e altri, Raccolta 1986, pag. 2391.

(2)  Testi approvati, P6_TA(2005)0269.

(3)  Causa C-224/01 Köbler, Raccolta 2003, pag. I-10239.

P6_TA(2005)0427

Dimensione sociale della globalizzazione

Risoluzione del Parlamento europeo sulla dimensione sociale della globalizzazione (2005/2061(INI))

Il Parlamento europeo,

vista la comunicazione della Commissione intitolata «La dimensione sociale della globalizzazione — il contributo della politica dell'UE perché tutti possano beneficiare dei vantaggi» (COM(2004)0383),

vista la relazione del 24 febbraio 2004 della Commissione mondiale sulla dimensione sociale della globalizzazione intitolata (CMDSG) «Una globalizzazione giusta: creare opportunità per tutti»,

visto l'articolo 45 del suo regolamento,

visti la relazione della commissione per l'occupazione e gli affari sociali e i pareri della commissione per gli affari esteri e della commissione per lo sviluppo (A6-0308/2005),

A.

considerando che malgrado i numerosi aspetti positivi della globalizzazione e il fatto che l'economia globale, basata sul progresso delle conoscenze scientifiche, abbia dimostrato una grande capacità produttiva, il processo di globalizzazione è in procinto di generare notevoli squilibri economici e sociali, sia all'interno dei paesi che tra di essi, la qual cosa suscita vive preoccupazioni sociali in considerazione degli elevati indici di disoccupazione e di povertà che affliggono vasti ceti sociali a livello mondiale,

B.

considerando che la globalizzazione fa crescere il divario tra ricchi e poveri e considerando che è necessario investire fortemente a favore delle persone di tutte le fasce sociali e le età per contrastare le sue conseguenze negative,

C.

considerando che l'economia è sempre più globalizzata e politicizzata e che le istituzioni di regolamentazione restano per buona parte nazionali o regionali; considerando che nessuna delle istituzioni esistenti è in grado di garantire un monitoraggio democratico dei mercati globali e di porre rimedio alle ineguaglianze fondamentali tra paesi;

1.

accoglie con soddisfazione la comunicazione della Commissione, che permette di avviare un dibattito iniziale sulla relazione della CMDSG ai fini della definizione della politica dell'UE a tale riguardo ma al contempo auspica che la Commissione presenti proposte più concrete concernenti le politiche esterne ed interne dell'UE in questo campo;

2.

concorda con la CMDSG sul fatto che la globalizzazione deve essere un processo con una forte dimensione sociale basata su valori universalmente condivisi, come il rispetto dei diritti umani e la dignità individuale, e deve essere giusta, inclusiva e democratica, dare opportunità e benefici tangibili a tutti i paesi e i popoli e inserirsi negli Obiettivi di sviluppo del Millennio;

3.

ritiene che l'UE possa fornire un contributo significativo a questo processo mediante le sue politiche interne ed esterne, attraverso la promozione del suo modello sociale a livello internazionale e incoraggiando la cooperazione mondiale sulla base del rispetto reciproco, il dialogo costruttivo e il riconoscimento del nostro destino comune;

4.

prende atto del fatto che la relazione della CMDSG constata che vantaggi e svantaggi della globalizzazione sono ripartiti in modo disuguale fra gli Stati e al loro interno; solo in Asia la situazione di tale ripartizione è migliorata rispetto agli anni '90;

5.

ritiene che la globalizzazione non debba implicare soltanto la possibilità per l'UE di incrementarne le vendite al di fuori dell'Europa ma anche che i paesi del terzo mondo, in particolare, possano vendere di più all'UE, allo scopo di rafforzare i loro livelli di crescita, occupazione e inclusione sociale; ravvisa la necessità di una riforma della politica agricola comune se si vuole effettivamente attuare tale aspetto della globalizzazione e garantire la riuscita della campagna «Make Poverty History» (abolire la povertà);

6.

raccomanda al Consiglio e alla Commissione di far sì che la politica commerciale, agricola ed estera comune sia coerente con la politica di sviluppo, quale stipulata all'articolo 178 del trattato, e con gli Obiettivi di sviluppo del Millennio;

7.

ritiene che l'Unione europea dovrebbe prendere misure concrete per combattere la povertà adottando una politica molto più convincente in materia di agricoltura e commercio, combinata con una remissione del debito e la fornitura di aiuti;

8.

sottolinea che vi è una stretta interrelazione fra povertà e degrado ambientale: i problemi dell'ambiente, come la riduzione della diversità biologica o il cambiamento climatico, colpiscono spesso in modo particolare gli strati più poveri della popolazione, aggravandone la condizione di povertà, e la povertà porta a un maggiore degrado ambientale quando non vi sono alternative allo sfruttamento selvaggio delle risorse naturali; in questo senso la dimensione sociale della globalizzazione va considerata in connessione con la dimensione ecologica;

9.

approva la relazione sulla revisione di medio periodo della strategia di Lisbona e sottolinea che la strategia riveduta potrebbe essere un utile strumento per affrontare buona parte delle sfide della globalizzazione; ribadisce l'appoggio alla strategia di Lisbona, che pone in evidenza l'interdipendenza della dimensione economica, sociale e ambientale; considera che la creazione di posti di lavoro migliori e più numerosi sia una premessa decisiva se si vuole che il mondo si sviluppi nella direzione della giustizia sociale; indica che alcuni aspetti delle buone pratiche negli Stati membri possono servire da modello per altre parti del mondo; rileva tuttavia che ciò può avvenire soltanto se gli Stati membri attueranno le necessarie riforme strutturali attraverso un rafforzamento e un adattamento reciproco del loro sviluppo economico, dell'occupazione e della politica sociale; sottolinea la necessità di un'efficiente attività di governo per realizzare queste riforme e invita gli Stati membri e i loro governi ad assumersi le responsabilità del successo della Strategia di Lisbona riveduta; sottolinea inoltre l'importanza della cooperazione tra gli Stati membri per incrementare gli investimenti nelle risorse umane, nella ricerca e nell'innovazione; ritiene che gli obiettivi della strategia di Lisbona sono obiettivi di minima che gli Stati membri debbono impegnarsi a rispettare;

10.

plaude al riconoscimento da parte della Commissione del fatto che, per mantenere la competitività nell'UE, si impongono ingenti investimenti nelle risorse umane a favore di persone di tutte le età onde garantire il benessere sociale per tutti; si attende pertanto misure e proposte concrete per realizzare tali investimenti e chiede all'UE di concentrarsi sul miglioramento delle sviluppo delle qualifiche a tutti i livelli, in particolare tra i lavoratori non qualificati, onde consentire ai lavoratori di approfittare delle opportunità offerte dalla globalizzazione, e di sostenere le imprese che si assumono la responsabilità della formazione professionale dei loro lavoratori;

11.

invita il Consiglio e la Commissione a promuovere un'agenda di politica sociale che preveda i seguenti obiettivi:

lo sviluppo di una società inclusiva e coesiva, il che presuppone misure a favore dell'occupazione stabile e il rispetto dei diritti dei lavoratori,

la promozione di una società basata sull'uguaglianza di genere e sulla lotta contro tutte le forme di discriminazione,

una politica sociale che tenga presenti tutti i gruppi,

una democrazia partecipativa quale componente delle varie politiche sociali e occupazionali;

12.

sottolinea che i governi non possono da soli pervenire a una regolamentazione del mercato del lavoro e a sistemi di sicurezza sociale efficaci, e che è necessario includere le parti sociali che hanno il diritto di partecipare al processo decisionale sia a livello nazionale che europeo; ritiene indispensabile rafforzare ulteriormente le possibilità e le capacità delle organizzazioni dei datori di lavoro e dei sindacati di avviare un dialogo sociale costruttivo, elemento essenziale per poter gestire e affrontare le potenziali conseguenze sociali negative della ristrutturazione ed anche condizione indispensabile se si desidera che l'UE possa prevedere le conseguenze negative e le opportunità positive della mondializzazione;

13.

sottolinea l'importanza del rispetto della dichiarazione universale dei diritti dell'uomo, l'interdipendenza e l'indivisibilità di tutti i diritti umani — compresi i diritti economici, sociali e ambientali — e l'importanza delle norme fondamentali del lavoro dell'OIL concernenti l'eliminazione della discriminazione sul luogo di lavoro, l'eliminazione del lavoro forzato e obbligatorio, la libertà di associazione, il diritto di contrattazione collettiva e l'abolizione del lavoro infantile; sostiene che per il momento i principi stabiliti nella Dichiarazione universale né le norme dell'OIL non sono fatti rispettare adeguatamente;

14.

rileva che, secondo la CMDSG, per quanto riguarda le norme fondamentali del lavoro la pratica concreta spesso non tiene conto delle decisioni e delle pratiche politiche; invita il Consiglio, la Commissione e gli Stati membri a fare tutto il possibile per promuovere le norme fondamentali del lavoro sia per quanto riguarda le politiche interne che quelle esterne e assicurare che nessun aspetto delle loro politiche interne ed esterne impedisca il rispetto di queste norme; rileva l'opportunità di cui dispone l'UE di promuovere tali norme mediante accordi regionali e bilaterali, la cooperazione allo sviluppo ed esterna, le politiche commerciali che permettano l'accesso ai mercati per i paesi in via di sviluppo, la promozione di iniziative private per lo sviluppo sociale e la promozione del buon governo a livello globale;

15.

chiede che i diritti sociali e il dialogo sociale, il rispetto dei diritti dell'uomo, il primato del diritto, la protezione dei diritti dei bambini e soprattutto del loro diritto all'istruzione trovino maggiore spazio nei vari programmi esterni dell'UE, in modo da concedere priorità alla democratizzazione e all'instaurazione dello Stato di diritto nei paesi in via di sviluppo, elementi in mancanza dei quali non è possibile alcuno sviluppo sostenibile;

16.

chiede che la Commissione garantisca, mediante accordi bilaterali, quanto meno il rispetto delle norme dell'OIL, onde assicurare condizioni di lavoro umane ed evitare lo sfruttamento di donne e bambini in determinati paesi;

17.

approva la proposta della Commissione che le relazioni bilaterali potrebbero prevedere incentivi positivi per i prodotti che rispettano taluni standard sociali; approva la proposta della Commissione concernente «osservatori comuni bilaterali» per discutere e controllare la dimensione sociale della globalizzazione nell'ambito degli accordi bilaterali; ritiene inoltre che l'Unione dovrebbe utilizzare le sue relazioni bilaterali per promuovere le raccomandazioni della CMDSG in modo che i posti di lavoro che vengono spostati all'estero o delocalizzati al di fuori dell'UE non divengano tipici casi di sfruttamento («sweat shops») nel terzo mondo, ma che invece vengano creati posti di lavoro di alta qualità che contribuiscano a migliorare la vita dei lavoratori e delle loro famiglie nei paesi interessati;

18.

invita la Commissione, in tale contesto, a procedere a una revisione di tutti i suoi accordi bilaterali esistenti, in particolare degli accordi di partenariato economico e degli accordi di partenariato per la pesca, onde assicurare che siano pienamente in armonia con gli obiettivi di sviluppo del millennio e con il principio dello sviluppo sostenibile;

19.

approva la proposta della Commissione che la Commissione, il Consiglio e gli Stati membri facciano il possibile affinché l'OIL ottenga lo status di osservatore presso l'OMC allo scopo di migliorare la qualità del dialogo interistituzionale; fa osservare che nella sua risoluzione del 4 luglio 2002 su lavoro, governance sociale e globalizzazione (1) il Parlamento ha precedentemente invitato le istituzioni e gli Stati membri a cercare di raggiungere questo obiettivo e li invita adesso a compiere progressi in questo campo; raccomanda inoltre alla Commissione, al Consiglio e agli Stati membri di adoperarsi affinché le norme dell'OIL siano rese vincolanti per i membri dell'OMC;

20.

ritiene che posti di lavori decorosi, in linea con l'Agenda per i lavori decorosi dell'OIL, dovrebbero rappresentare un aspetto prioritario sia sul piano nazionale, sia su quello dell'UE, nonché a livello globale; sottolinea che garantire un lavoro dignitoso — assicurando diritti sindacali, protezione sociale e uguaglianza fra uomini e donne — è indispensabile per eradicare effettivamente la povertà; sottolinea tuttavia che tale obiettivo è assente dalla politica estera dell'Unione europea e dalle sue politiche in materia di commercio internazionale nonché finanziarie e monetarie;

21.

osserva che il mandato negoziale del 1999 per la conferenza dei ministri dell'OMC di Seattle prevedeva che l'Unione europea organizzasse una conferenza ministeriale sui temi del commercio, dell'occupazione e delle norme fondamentali del lavoro; rileva che in quell'occasione l'Unione si era impegnata a organizzare la suddetta conferenza entro il 2001; invita ora la Commissione ad ovviare a tale omissione entro giugno 2006; ritiene che, in vista di tale conferenza, andrebbe instaurato un dialogo in particolare con gli Stati membri in via di sviluppo dell'OMC sulla relazione tra commercio, occupazione e norme minime del lavoro;

22.

è convinto che l'UE, come attore globale, dovrebbe essere fra i primi promotori del programma «un lavoro e una pensione dignitosi per tutti»; sottolinea che alcuni livelli minimi di diritti sindacali e di protezione sociale devono essere accettati e riconosciuti quale base socio-economica per il benessere duraturo di qualunque paese al mondo, e che, idealmente, posti di lavoro, occupazione e «lavoro dignitoso» dovrebbero essere gli aspetti centrali del nono obiettivo di sviluppo del millennio da adottare quanto prima;

23.

concorda con la CMDSG che gli obiettivi di sviluppo del millennio sono un primo passo per stabilire una base socioeconomica per l'economia globale; è d'accordo con la Commissione che la coerenza della politica UE in questo campo deve essere rafforzata; auspica che la Commissione presenti proposte concrete per realizzare questo obiettivo; sottolinea l'inutilità di indebolire il patrimonio normativo comunitario in ambito sociale per mantenere la competitività a livello globale, ravvisando piuttosto la necessità di migliorare la produttività e l'istruzione allo scopo di garantire un elevato livello retributivo nell'UE;

24.

richiama l'attenzione sul fatto che il livello regionale è un buon livello per migliorare i modelli sociali e far fronte alle sfide della globalizzazione; indica che la solidarietà esistente tra gli Stati membri e le relazioni potenziate tra l'UE e i paesi vicini grazie alla «politica europea di vicinato» possono servire da esempio per altre parti del mondo; ritiene che il partenariato UE deve contenere un pilastro che comprenda tra l'altro anche i diritti sindacali;

25.

si attende che la Commissione utilizzi i fondi comunitari per ovviare ai risultati negativi e aprire nuove prospettive per le regioni e i settori industriali più sensibili e per i gruppi di lavoratori più deboli; si attende inoltre che la Commissione adotti provvedimenti adeguati per impedire alle società di trasferirsi al solo scopo di ottenere finanziamenti strutturali o di altra natura e chiede una revisione sistematica per accertare se gli obiettivi a lungo termine quanto alla ripartizione di tali finanziamenti vengono raggiunti;

26.

sottolinea che il modello economico attuale è strettamente legato al petrolio e che una simile dipendenza può avere un'influenza nefasta non solo sull'evoluzione dei prezzi causata da una carenza di materiali energetici, ma anche e soprattutto sui conflitti e l'instabilità politica dei paesi produttori del sud, il cui impatto sociale è estremamente forte;

27.

sottolinea l'importanza che il commercio equo riveste ai fini dell'eliminazione della povertà nelle zone rurali e sollecita la Commissione a dare un seguito concreto agli impegni che ha preso in vista di un maggiore sostegno tecnico e finanziario a favore dei produttori che praticano il commercio equo e dei loro distributori negli Stati membri dell'Unione europea;

28.

sottolinea che i paesi in via di sviluppo e i paesi meno sviluppati debbono continuare a beneficiare di un trattamento asimmetrico nell'ambito dell'OMC, onde tener conto della loro posizione relativamente debole nel sistema mondiale di scambi commerciali;

29.

sottolinea che la dimensione sociale della globalizzazione implica una riforma del regime OMC; sottolinea inoltre la necessità di valutare gli accordi conclusi in ambito OMC alla luce del loro impatto economico, sociale e ambientale e che occorre sostituire i «test di necessità» nell'ambito degli Accordi sulle barriere tecniche al commercio e di altro tipo con dei «test di sostenibilità»;

30.

sottolinea la necessità di istituire un adeguato controllo democratico dell'OMC, che comporti un effettivo controllo legislativo da parte di rappresentanti eletti o di parlamenti;

31.

sottolinea l'importanza della coerenza degli indirizzi e condivide il parere della Commissione che l'UE dovrebbe cercare di parlare in modo più coerente nell'ambito delle Nazioni Unite, dell'OIL, di Bretton Woods e delle altre istituzioni internazionali; invita inoltre la Commissione a fare il possibile affinché anche altri Stati membri dell'OIL diano prova della necessaria coerenza politica in altre organizzazioni internazionali, in particolare l'OMC; ritiene che le norme minime sindacali universalmente riconosciute devono assumere carattere prioritario presso tali istituzioni; ritiene che l'influenza dell'UE per la promozione di un modello di sviluppo che tenga pienamente conto della dimensione sociale, e in particolare dei diritti sindacali, verrebbe aumentata da una presenza unificata presso le istituzioni di governance multilaterale;

32.

sottolinea che, per sostenere il progresso sociale nel terzo mondo, sia indispensabile il rafforzamento delle Nazioni Unite; esorta pertanto gli Stati membri a sostenere i lavori in corso per la riforma dell'ONU; mette in rilievo il fatto che un nuovo e rafforzato Consiglio economico e sociale dell'ONU (ECOSOC) — idealmente ricostituito come «Consiglio per lo sviluppo umano» dotato del potere di coordinare l'attività dell'FMI, della Banca mondiale, dell'OMC e dell'OIL, nonché del Programma di sviluppo dell'ONU (UNDP) e del Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente (UNEP) — è necessario per garantire la coerenza politica necessaria alla realizzazione degli OSM e, più in generale, per assicurare che la globalizzazione funga da leva per il progresso sociale;

33.

è d'accordo con la CMDSG che la supervisione da parte del Parlamento del sistema multilaterale dovrebbe essere progressivamente ampliata; approva la proposta concernente un gruppo parlamentare destinato ad occuparsi della coerenza tra politiche economiche, sociali e ambientali globali che dovrebbe sviluppare un sistema di controllo integrato delle principali organizzazioni internazionali; ritiene che questa sia un'opportunità affinché il Parlamento europeo possa essere coinvolto nel gruppo parlamentare e possa contribuire alla massimizzazione dei benefici della globalizzazione per tutti i gruppi sociali;

34.

è d'accordo con la Commissione sul fatto che il settore privato e le iniziative private, la costituzione e la mobilitazione di gruppi di interesse comuni e misure globali adottate da diversi organismi sociali (ad esempio le ONG), possono dare un importante contributo per la promozione di una buona azione di governo in materia sociale; approva il sostegno della Commissione agli orientamenti OCSE per le imprese multinazionali che stabiliscono parametri per una condotta responsabile delle imprese; sostiene la proposta della Commissione di migliorare l'esecuzione degli orientamenti inserendo riferimenti negli accordi bilaterali; concorda con la Commissione che l'esecuzione degli orientamenti deve essere più rigorosa e coerente; invita la Commissione a continuare ad aumentare la consapevolezza delle buone pratiche, degli strumenti esistenti e di strumenti come gli orientamenti OCSE;

35.

ritiene che le piccole e medie imprese non possano essere escluse da una partecipazione attiva all'economia globalizzata e chiede quindi alla Commissione di prevedere incentivi per la creazione di reti che colleghino le imprese di questo tipo; chiede inoltre una revisione dello statuto della società europea e della società cooperativa europea affinché anche dette imprese possano diventare attori a pieno titolo nell'economia globalizzata;

36.

rileva che la CMDSG raccomanda all'OIL di convocare un Foro globale multilaterale sulla responsabilità sociale delle imprese (RSI); rileva che la CMDSG riconosce lo scetticismo esistente sull'impatto reale dei progetti RSI; propone che la Commissione inizi ulteriori attività per aumentare la consapevolezza per promuovere le motivazioni economiche alla base dell'RSI;

37.

ritiene che le responsabilità sociali e ambientali delle multinazionali debbano essere chiaramente stabilite e che l'azione dell'UE in questo settore debba essere rafforzata; è del parere che sia più che tempo di dare un seguito concreto all'attività del Forum multilaterale europeo sulla responsabilità sociale delle imprese e invita la Commissione a pubblicare la sua comunicazione al riguardo;

38.

sostiene gli sforzi compiuti dalla Commissione per sensibilizzare le imprese multinazionali sulla loro responsabilità sociale che hanno finora avuto effetti limitati;

39.

invita la Commissione a formulare proposte sull'etichettatura sociale, basate su criteri quali il rispetto dei diritti umani e sindacali, l'ambiente di lavoro, la formazione e lo sviluppo dei dipendenti, la parità di trattamento e la presa in considerazione sociale ed etica dei lavoratori e cittadini che vivono nella comunità circostante;

40.

rileva che le politiche nazionali in materia di immigrazione sono concepite sempre più per rispondere alle necessità del mercato del lavoro nazionale; insiste sulla necessità che le politiche in materia di immigrazione siano fondate sulla Convenzione internazionale relativa alla protezione dei diritti dei lavoratori migranti e dei membri delle loro famiglie;

41.

sottolinea la necessità di formulare politiche in materia di immigrazione che siano basate su tale Convenzione che, da un lato, tengano conto delle necessità del mercato del lavoro e, dall'altro, garantiscano una sufficiente tutela dei diritti dei lavoratori immigrati e delle loro famiglie;

42.

richiama l'attenzione sul fatto che il tema delle migrazioni rappresenta, nel quadro della discussione sulla globalizzazione, una questione importante quanto delicata, che potrà essere risolta solo quando gli Stati membri avranno raggiunto un accordo su una procedura comune di riconoscimento e integrazione;

43.

sottolinea la necessità di assicurare che la popolazione sia informata meglio in merito ai vantaggi e alle sfide della globalizzazione e sottolinea l'importanza degli istituti di istruzione e dei mass media a tale riguardo;

44.

raccomanda vivamente al Consiglio e alla Commissione di dedicare le risorse e i finanziamenti necessari alla promozione del suddetto processo;

45.

incarica il suo Presidente di trasmettere la presente risoluzione al Consiglio, alla Commissione e ai governi e ai parlamenti degli Stati membri, dei paesi in via di adesione e dei paesi candidati.


(1)  GU C 271 E del 12.11.2003, pag. 598.


Mercoledì 16 novembre 2005

18.11.2006   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

CE 280/71


PROCESSO VERBALE

(2006/C 280 E/03)

SVOLGIMENTO DELLA SEDUTA

PRESIDENZA: Gérard ONESTA

Vicepresidente

1.   Apertura della seduta

La seduta è aperta alle 09.00.

Interviene Véronique De Keyser in merito a un incidente di cui è stata vittima ieri assieme a Ana Maria Gomes nell'ambito dell'esposizione contro l'aborto (Il Presidente risponde che informerà dell'accaduto l'Ufficio di presidenza).

2.   Presentazione di documenti

Le seguenti relazioni sono state presentate dalle commissioni parlamentari:

Relazione sulla proposta di decisione del Parlamento europeo e del Consiglio sulla mobilizzazione del Fondo di solidarietà dell'Unione europea in conformità del punto 3 dell'accordo interistituzionale, del 7 novembre 2002, tra il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione sul finanziamento del Fondo di solidarietà dell'Unione europea che integra l'accordo interistituzionale, del 6 maggio 1999, sulla disciplina di bilancio e il miglioramento della procedura di bilancio (COM(2005)0401 — C6-0277/2005 — 2005/2171(ACI)) — Commissione per i bilanci.

Relatore: Böge Reimer (A6-0320/2005).

Relazione sul progetto di bilancio rettificativo n. 7/2005 dell'Unione europea per l'esercizio 2005 (Tempesta in Europa settentrionale) (13489/2005 — C6-0358/2005 — 2005/2172(BUD)) — Commissione per i bilanci.

Relatore: Garriga Polledo Salvador (A6-0321/2005).

3.   Situazione in Iraq dopo il referendum sulla Costituzione (discussione)

Dichiarazioni del Consiglio e della Commissione: Situazione in Iraq dopo il referendum sulla Costituzione

Lord Bach (Presidente in carica del Consiglio) e Benita Ferrero-Waldner (membro della Commissione) fanno le dichiarazioni.

Intervengono Giorgos Dimitrakopoulos, a nome del gruppo PPE-DE, Véronique De Keyser, a nome del gruppo PSE, Graham Watson, a nome del gruppo ALDE, Angelika Beer, a nome del gruppo Verts/ALE, Erik Meijer, a nome del gruppo GUE/NGL, Bastiaan Belder, a nome del gruppo IND/DEM, Alessandro Battilocchio, non iscritto, Antonio Tajani, Lilli Gruber, James Hugh Allister, Béatrice Patrie, Józef Pinior, Panagiotis Beglitis, Lord Bach e Benita Ferrero-Waldner.

La discussione è chiusa.

(La seduta, sospesa alle 10.00 in attesa dell'arrivo di Margaret Beckett (Presidente in carica del Consiglio), è ripresa alle 10.10)

PRESIDENZA: Dagmar ROTH-BEHRENDT

Vicepresidente

4.   Cambiamenti climatici — Vincere il cambiamento climatico planetario (discussione)

Dichiarazioni del Consiglio e della Commissione: In seguito ai danni causati dai recenti uragani e alla luce dei risultati dei vertici tra l'Unione europea, la Cina e l'India

Relazione su «Vincere il cambiamento climatico planetario» [2005/2049(INI)] — Commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare.

Relatore: Anders Wijkman (A6-0312/2005)

Margaret Beckett (Presidente in carica del Consiglio) e Stavros Dimas (membro della Commissione) fanno le dichiarazioni.

Anders Wijkman illustra la sua relazione.

Intervengono Paul Verges (relatore per parere della commissione DEVE), Cristina Gutiérrez-Cortines, a nome del gruppo PPE-DE, Gyula Hegyi, a nome del gruppo PSE, Caroline Lucas, a nome del gruppo Verts/ALE, Kartika Tamara Liotard, a nome del gruppo GUE/NGL, Johannes Blokland, a nome del gruppo IND/DEM, e Liam Aylward, a nome del gruppo UEN.

PRESIDENZA: Janusz ONYSZKIEWICZ

Vicepresidente

Intervengono Irena Belohorská, Peter Liese, Dorette Corbey, Alyn Smith, Roberto Musacchio, Urszula Krupa, Bruno Gollnisch, Avril Doyle, Anne Ferreira, Lena Ek, Bairbre de Brún, Georgios Karatzaferis, Françoise Grossetête, Marie-Noëlle Lienemann, Gunnar Hökmark, Justas Vincas Paleckis, Bogusław Sonik, Edite Estrela e Richard Seeber, Rebecca Harms (relatore per parere della commissione ITRE), Margaret Beckett e Stavros Dimas.

La discussione è chiusa.

Votazione: punto 5.6 del PV del 16.11.2005.

(La seduta, sospesa alle 11.55 in attesa del turno di votazioni, è ripresa alle 12.05)

PRESIDENZA: Antonios TRAKATELLIS

Vicepresidente

5.   Turno di votazioni

I risultati dettagliati delle votazioni (emendamenti, votazioni distinte, votazioni per parti separate, ecc.) figurano nell'allegato I, unito al processo verbale.

Intervengono:

Hannes Swoboda, sull'organizzazione dei lavori;

Philip Bushill-Matthews, sullo svolgimento del tempo delle interrogazioni;

Edith Mastenbroek, sulla libertà d'informazione in Tunisia e il vertice mondiale sulla società dell'informazione, organizzato dall'ONU a Tunisi dal 16 al 18.11.2005.

5.1.   Informazione dei passeggeri sull'identità del vettore aereo effettivo ***I (votazione)

Relazione sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio concernente le informazioni ai passeggeri del trasporto aereo sull'identità del vettore effettivo e la comunicazione delle informazioni di sicurezza da parte degli Stati membri [COM(2005)0048 — C6-0046/2005 — 2005/0008(COD)] — Commissione per i trasporti e il turismo.

Relatore: Christine De Veyrac (A6-0310/2005)

(Richiesta la maggioranza semplice)

(Risultati della votazione: allegato I, punto 1)

PROPOSTA DELLA COMMISSIONE

Approvazione con emendamenti (P6_TA(2005)0428)

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA

Approvazione (P6_TA(2005)0428)

5.2.   Centrale nucleare di Bohunice V1 in Slovacchia * (votazione)

Relazione sulla proposta di regolamento del Consiglio relativo all'applicazione del protocollo n. 9 allegato all'Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca all'Unione europea, concernente la centrale nucleare di Bohunice V1 in Slovacchia [COM(2004)0624 — C6-0205/2004 — 2004/0221(CNS)] — Commissione per l'industria, la ricerca e l'energia.

Relatore: Rebecca Harms (A6-0282/2005)

(Richiesta la maggioranza semplice)

(Risultati della votazione: allegato I, punto 2)

PROPOSTA DELLA COMMISSIONE

Approvazione con emendamenti (P6_TA(2005)0429)

PROGETTO DI RISOLUZIONE LEGISLATIVA

Approvazione (P6_TA(2005)0429)

Interventi sulla votazione:

Herbert Bösch, sulla votazione sull'emendamento 12;

Rebecca Harms (relatore) ha comunicato l'intenzione di ritirare la propria firma dalla relazione e ha invitato i deputati a esprimere un voto contrario.

5.3.   Dimensione settentrionale (votazione)

Proposte di risoluzione B6-0584/2005, B6-0586/2005, B6-0587/2005, B6-0588/2005, B6-0589/2005 e B6-0590/2005

(Richiesta la maggioranza semplice)

(Risultati della votazione: allegato I, punto 3)

PROPOSTA DI RISOLUZIONE RC-B6-0584/2005

(in sostituzione delle B6-0584/2005, B6-0586/2005, B6-0587/2005, B6-0588/2005, B6-0589/2005 e B6-0590/2005):

presentata da:

Alexander Stubb, a nome del gruppo PPE-DE,

Riitta Myller, a nome del gruppo PSE,

Diana Wallis e Paavo Väyrynen, a nome del gruppo ALDE,

Satu Hassi, Tatjana Ždanoka e Carl Schlyter, a nome del gruppo Verts/ALE,

Esko Seppänen, a nome del gruppo GUE/NGL,

Ģirts Valdis Kristovskis, Konrad Szymański, Inese Vaidere, Gintaras Didžiokas e Rolandas Pavilionis, a nome del gruppo UEN

Approvazione (P6_TA(2005)0430)

Interventi sulla votazione:

Henrik Lax ha presentato un emendamento orale al considerando H, che è stato accolto.

5.4.   Passaggio al digitale (votazione)

Proposta di risoluzione B6-0583/2005

(Richiesta la maggioranza semplice)

(Risultati della votazione: allegato I, punto 4)

PROPOSTA DI RISOLUZIONE

Approvazione (P6_TA(2005)0431)

5.5.   Utilizzo di risorse finanziarie destinate alle operazioni di disattivazione delle centrali nucleari di potenza (votazione)

Relazione sull'utilizzo di risorse finanziarie destinate alle operazioni di disattivazione delle centrali nucleari di potenza [2005/2027(INI)] — Commissione per l'industria, la ricerca e l'energia.

Relatore: Rebecca Harms (A6-0279/2005)

(Richiesta la maggioranza semplice)

(Risultati della votazione: allegato I, punto 5)

PROPOSTA DI RISOLUZIONE

Approvazione (P6_TA(2005)0432)

5.6.   Vincere il cambiamento climatico planetario (votazione)

Relazione su «Vincere il cambiamento climatico planetario» [2005/2049(INI)] — Commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare.

Relatore: Anders Wijkman (A6-0312/2005)

(Richiesta la maggioranza semplice)

(Risultati della votazione: allegato I, punto 6)

PROPOSTA DI RISOLUZIONE

Approvazione (P6_TA(2005)0433)

Interventi sulla votazione:

Anders Wijkman (relatore) ha presentato un emendamento orale al paragrafo 24, che è stato accolto;

Bernd Posselt ha segnalato una divergenza tra la versione tedesca e la versione inglese del paragrafo 41.

6.   Dichiarazioni di voto

Dichiarazioni di voto scritte:

Le dichiarazioni di voto scritte, ai sensi dell'articolo 163, paragrafo 3, del regolamento, figurano nel resoconto integrale delle discussioni della presente seduta.

Dichiarazioni di voto orali:

Relazione Rebecca Harms — A6-0282/2005

Milan Gaľa, Árpád Duka-Zólyomi e Andreas Mölzer

Relazione Anders Wijkman — A6-0312/2005

Richard Seeber e Luca Romagnoli

7.   Correzioni di voto

Le correzioni di voto figurano sul sito «Séance en direct», «Résultats des votes (appels nominaux)/Results of votes (Roll-call votes)» e nella versione stampata dell'allegato 2 «Risultati delle votazioni per appello nominale».

La versione elettronica su Europarl sarà aggiornata regolarmente per un periodo massimo di due settimane a decorrere dal giorno della votazione.

Dopo detto termine, l'elenco delle correzioni di voto sarà chiuso per la successiva traduzione e pubblicazione nella Gazzetta ufficiale.

(La seduta, sospesa alle 12.45, è ripresa alle 15.05)

PRESIDENZA: Josep BORRELL FONTELLES

Presidente

8.   Approvazione del processo verbale della seduta precedente

Jan Marinus Wiersma ha firmato l'elenco di presenza ma il suo nome non vi figura.

Il processo verbale della seduta precedente è approvato.

*

* *

Interviene Bernd Posselt sulle esposizioni allestite presso i locali del Parlamento.

9.   Composizione dei gruppi politici

Giovanni Procacci è diventato membro del gruppo ALDE.

10.   Riunione del Consiglio europeo informale (discussione)

Relazione del Consiglio europeo e dichiarazione della Commissione: Riunione del Consiglio europeo informale

Jack Straw (Presidente in carica del Consiglio) illustra la relazione del Consiglio europeo.

José Manuel Barroso (Presidente della Commissione) fa la dichiarazione.

Intervengono Hans-Gert Poettering, a nome del gruppo PPE-DE, Robert Goebbels, a nome del gruppo PSE, Karin Riis-Jørgensen, a nome del gruppo ALDE, Pierre Jonckheer, a nome del gruppo Verts/ALE, Kyriacos Triantaphyllides, a nome del gruppo GUE/NGL, Michael Henry Nattrass, a nome del gruppo IND/DEM, Roberta Angelilli, a nome del gruppo UEN, James Hugh Allister, non iscritto, Timothy Kirkhope, Gary Titley, Marielle De Sarnez, Elisabeth Schroedter, Ilda Figueiredo, Mario Borghezio, Armando Dionisi, Bernard Poignant, Jack Straw e Lapo Pistelli.

PRESIDENZA: Pierre MOSCOVICI

Vicepresidente

Intervengono Ian Hudghton, Jana Bobošíková, Margie Sudre, Christopher Beazley sulla ripartizione del tempo di parola, Nicola Zingaretti, Chris Davies, Othmar Karas, Csaba Sándor Tabajdi, Bogusław Sonik, Libor Rouček, Geoffrey Van Orden e Ana Maria Gomes, Douglas Alexander (Presidente in carica del Consiglio) e José Manuel Barroso.

La discussione è chiusa.

11.   Recenti dichiarazioni di Mahmoud Ahmadinejad, Presidente dell'Iran (discussione)

Dichiarazioni del Consiglio e della Commissione: Recenti dichiarazioni di Mahmoud Ahmadinejad, Presidente dell'Iran

Douglas Alexander (Presidente in carica del Consiglio) e Benita Ferrero-Waldner (membro della Commissione) fanno le dichiarazioni.

PRESIDENZA: Manuel António dos SANTOS

Vicepresidente

Intervengono Hans-Gert Poettering, a nome del gruppo PPE-DE, Pasqualina Napoletano, a nome del gruppo PSE, Annemie Neyts-Uyttebroeck, a nome del gruppo ALDE, Angelika Beer, a nome del gruppo Verts/ALE, Eva-Britt Svensson, a nome del gruppo GUE/NGL, Gerard Batten, a nome del gruppo IND/DEM, Cristiana Muscardini, a nome del gruppo UEN, e Douglas Alexander.

Proposte di risoluzione presentate ai sensi dell'articolo 103, paragrafo 2, del regolamento, per concludere la discussione:

Annemie Neyts-Uyttebroeck, Alexander Lambsdorff, István Szent-Iványi, Jelko Kacin, Elizabeth Lynne, Frédérique Ries, Sophia in 't Veld, Margarita Starkevičiūtė, Philippe Morillon e Janusz Onyszkiewicz, a nome del gruppo ALDE, sull'Iran (B6-0585/2005);

André Brie, Vittorio Agnoletto e Eva-Britt Svensson, a nome del gruppo GUE/NGL, sull'Iran (B6-0608/2005);

Pasqualina Napoletano, a nome del gruppo PSE, sulle recenti dichiarazioni del Presidente iraniano (B6-0609/2005);

Cristiana Muscardini, Mogens N.J. Camre e Ģirts Valdis Kristovskis, a nome del gruppo UEN, sulle recenti dichiarazioni del presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad (B6-0610/2005);

Angelika Beer, Monica Frassoni, Joost Lagendijk e Raül Romeva i Rueda, a nome del gruppo Verts/ALE, sull'Iran (B6-0611/2005);

Hans-Gert Poettering, Charles Tannock, Michael Gahler e Elmar Brok, a nome del gruppo PPE-DE, sulle recenti dichiarazioni di Mahmoud Ahmadinejad, Presidente dell'Iran (B6-0612/2005).

La discussione è chiusa.

Votazione: punto 4.9 del PV del 17.11.2005.

12.   Tempo delle interrogazioni (interrogazioni al Consiglio)

Il Parlamento esamina una serie di interrogazioni al Consiglio (B6-0339/2005).

Interrogazione 1 (Marie Panayotopoulos-Cassiotou): Previsioni in materia di ristrutturazioni.

Douglas Alexander (Presidente in carica del Consiglio) risponde all'interrogazione e a una domanda complementare di Marie Panayotopoulos-Cassiotou.

Interrogazione 2 (Manuel Medina Ortega): Imposizione fiscale sul traffico aereo civile.

Douglas Alexander risponde all'interrogazione e alle domande complementari di Manuel Medina Ortega, Joseph Muscat e Philip Bradbourn.

Interrogazione 3 (Sarah Ludford): Convenzione del Consiglio europeo sul traffico di esseri umani.

Douglas Alexander risponde all'interrogazione e alle domande complementari di Sarah Ludford e Elizabeth Lynne.

Interrogazione 4 (John Purvis): Accise su tabacco e alcool.

Douglas Alexander risponde all'interrogazione e alle domande complementari di John Purvis e David Martin.

Interrogazione 5 (Elspeth Attwooll): Mogli senza frontiere.

Douglas Alexander risponde all'interrogazione e alle domande complementari di Elspeth Attwooll e Sarah Ludford.

Interrogazione 6 (Frank Vanhecke): Censura su Internet in Cina.

Douglas Alexander risponde all'interrogazione e a una domanda complementare di Frank Vanhecke.

Interrogazione 7 (Richard James Ashworth): Relazione annuale della Corte dei conti.

Douglas Alexander risponde all'interrogazione e alle domande complementari di Philip Bushill-Matthews (sostituto dell'autore), David Martin e Christopher Beazley.

Interrogazione 8 (Richard Corbett): Comitatologia.

Douglas Alexander risponde all'interrogazione e a una domanda complementare di Richard Corbett.

Interrogazione 9 (Sajjad Karim): Affermazioni incoerenti del ministro Straw riguardo all'equilibrio tra sicurezza e diritti umani.

Douglas Alexander risponde all'interrogazione e a una domanda complementare di Sajjad Karim.

Interrogazione 10 (Hélène Goudin): Bilanci della difesa degli Stati membri dell'UE.

Douglas Alexander risponde all'interrogazione.

Interrogazione 11 (Dimitrios Papadimoulis): Conseguimento del consenso sulle prospettive finanziarie 2007-2013.

Douglas Alexander risponde all'interrogazione e alle domande complementari di Dimitrios Papadimoulis e Esko Seppänen.

Interrogazione 12 (Nils Lundgren): Certezza del diritto nell'UE.

Douglas Alexander risponde all'interrogazione.

Interrogazione 13 (Chris Davies): Trasparenza e apertura.

Interrogazione 14 (Timothy Kirkhope): Trasparenza del Consiglio.

Douglas Alexander risponde alle interrogazioni e alle domande complementari di Chris Davies, James Hugh Allister, Richard Corbett e Timothy Kirkhope.

Interrogazione 15 (Jonas Sjöstedt): Accordo di pesca con il Marocco e sostegno del Consiglio alle Nazioni Unite.

Douglas Alexander risponde all'interrogazione e alle domande complementari di Jonas Sjöstedt e Bernd Posselt.

Le interrogazioni da 16 a 36 riceveranno una risposta scritta.

Il tempo delle interrogazioni riservato al Consiglio è chiuso.

13.   Dichiarazione della Presidenza

Il Presidente fa una dichiarazione sulle violazioni dei diritti dell'uomo in Tunisia in occasione del vertice mondiale delle Nazioni Unite sulla società dell'informazione.

(La seduta, sospesa alle 19.15, è ripresa alle 21.00)

PRESIDENZA: Miroslav OUZKÝ

Vicepresidente

14.   Metodi di cattura non crudeli per alcune specie animali ***I (discussione)

Relazione sulla proposta di direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio che introduce norme relative a metodi di cattura non crudeli per alcune specie animali [COM(2004)0532 — C6-0100/2004 — 2004/0183(COD)] — Commissione per l'ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare.

Relatore: Karin Scheele (A6-0304/2005)

Interviene Stavros Dimas (membro della Commissione).

Karin Scheele illustra la sua relazione.

Intervengono Horst Schnellhardt, a nome del gruppo PPE-DE, Dorette Corbey, a nome del gruppo PSE, Jules Maaten, a nome del gruppo ALDE, Marie Anne Isler Béguin, a nome del gruppo Verts/ALE, Jonas Sjöstedt, a nome del gruppo GUE/NGL, Johannes Blokland, a nome del gruppo IND/DEM, Jean-Claude Martinez, non iscritto, Richard Seeber, Linda McAvan, Mojca Drčar Murko, Jillian Evans, Hélène Goudin, Christofer Fjellner, Robert Evans, Margrete Auken, Piia-Noora Kauppi, Hans-Peter Mayer e Stavros Dimas.

La discussione è chiusa.

Votazione: punto 4.3 del PV del 17.11.2005.

15.   Esportazioni di armi — Non proliferazione delle armi di distruzione di massa — Libro verde sugli appalti pubblici della difesa (discussione)

Relazione sulla sesta relazione annuale del Consiglio conformemente al punto 8 del disposto del codice di condotta dell'UE sulle esportazioni di armi [2005/2013(INI)] — Commissione per gli affari esteri.

Relatore: Raül Romeva i Rueda (A6-0292/2005)

Relazione sulla non proliferazione delle armi di distruzione di massa: un ruolo per il Parlamento europeo [2005/2139(INI)] — Commissione per gli affari esteri.

Relatore: Ģirts Valdis Kristovskis (A6-0297/2005)

Relazione sul Libro verde «Gli appalti pubblici della difesa» [2005/2030(INI)] — Commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori.

Relatore: Joachim Wuermeling (A6-0288/2005)

Raül Romeva i Rueda illustra la sua relazione (A6-0292/2005).

Ģirts Valdis Kristovskis illustra la sua relazione (A6-0297/2005).

Joachim Wuermeling illustra la sua relazione (A6-0288/2005).

Interviene Benita Ferrero-Waldner (membro della Commissione).

Intervengono Gunnar Hökmark (relatore per parere della commissione ITRE), Ģirts Valdis Kristovskis (relatore per parere della commissione DEVE), Jas Gawronski, a nome del gruppo PPE-DE, Jan Marinus Wiersma, a nome del gruppo PSE, Alexander Lambsdorff, a nome del gruppo ALDE, Raül Romeva i Rueda, a nome del gruppo Verts/ALE, Tobias Pflüger, a nome del gruppo GUE/NGL, Gerard Batten, a nome del gruppo IND/DEM, il quale conclude il proprio intervento lanciando un insulto all'Assemblea, Marios Matsakis, il quale si dichiara profondamente offeso dalle affermazioni fatte da Gerard Batten e chiede al Presidente di agire di conseguenza (Il Presidente risponde che deferirà la questione all'Ufficio di presidenza), Ryszard Czarnecki, non iscritto, Gitte Seeberg, Ana Maria Gomes, Marios Matsakis, Eva-Britt Svensson, Andreas Mölzer, Karl von Wogau, Manuel Medina Ortega, in primo luogo sull'intervento di Gerard Batten, Luca Romagnoli, Elmar Brok, Richard Howitt, Geoffrey Van Orden, Helmut Kuhne, in primo luogo sull'intervento di Gerard Batten, Othmar Karas, Joel Hasse Ferreira, Zuzana Roithová, Proinsias De Rossa, in primo luogo sull'intervento di Gerard Batten, Andreas Schwab, Simon Coveney, Ģirts Valdis Kristovskis (relatore), per fare alcune precisazioni, e Benita Ferrero-Waldner.

La discussione è chiusa.

Votazione: punto 4.4 del PV del 17.11.2005.

16.   Ordine del giorno della prossima seduta

L'ordine del giorno della seduta di domani è fissato (documento «Ordine del giorno» PE 364.133/OJJE).

17.   Chiusura della seduta

La seduta è tolta alle 23.45.

Julian Priestley

Segretario generale

Gérard Onesta

Vicepresidente


ELENCO DEI PRESENTI

Hanno firmato:

Adamou, Albertini, Allister, Alvaro, Andersson, Andrejevs, Andria, Andrikienė, Angelilli, Antoniozzi, Arif, Arnaoutakis, Assis, Atkins, Attard-Montalto, Attwooll, Aubert, Audy, Auken, Ayala Sender, Aylward, Ayuso González, Bachelot-Narquin, Baco, Batten, Battilocchio, Batzeli, Bauer, Beaupuy, Beazley, Becsey, Beer, Beglitis, Belder, Belet, Belohorská, Bennahmias, Beňová, Berend, Berès, van den Berg, Berger, Berlato, Berlinguer, Berman, Bersani, Bertinotti, Bielan, Birutis, Blokland, Bloom, Bobošíková, Böge, Bösch, Bonde, Bonino, Bono, Bonsignore, Booth, Borghezio, Borrell Fontelles, Bourlanges, Bourzai, Bowis, Bowles, Bozkurt, Bradbourn, Braghetto, Brejc, Brepoels, Breyer, Březina, Brie, Brok, Brunetta, Budreikaitė, van Buitenen, Buitenweg, Bullmann, Bushill-Matthews, Busk, Busuttil, Buzek, Calabuig Rull, Callanan, Camre, Capoulas Santos, Carlotti, Carlshamre, Carnero González, Carollo, Casa, Casaca, Cashman, Caspary, Castex, Castiglione, del Castillo Vera, Catania, Cavada, Cederschiöld, Cercas, Cesa, Chatzimarkakis, Chichester, Chiesa, Chmielewski, Christensen, Chruszcz, Cirino Pomicino, Claeys, Clark, Cocilovo, Coelho, Cohn-Bendit, Corbett, Corbey, Cornillet, Correia, Cottigny, Coûteaux, Coveney, Cramer, Crowley, Marek Aleksander Czarnecki, Ryszard Czarnecki, D'Alema, Daul, Davies, de Brún, Degutis, Dehaene, De Keyser, Demetriou, De Michelis, Deprez, De Rossa, De Sarnez, Descamps, Désir, Deß, Deva, De Veyrac, De Vits, Díaz de Mera García Consuegra, Didžiokas, Díez González, Dillen, Dimitrakopoulos, Dionisi, Di Pietro, Dobolyi, Dombrovskis, Doorn, Douay, Doyle, Drčar Murko, Duchoň, Dührkop Dührkop, Duff, Duka-Zólyomi, Duquesne, Ebner, Ehler, Ek, El Khadraoui, Elles, Esteves, Estrela, Ettl, Eurlings, Jillian Evans, Jonathan Evans, Robert Evans, Fajmon, Falbr, Farage, Fatuzzo, Fava, Fazakas, Ferber, Fernandes, Fernández Martín, Anne Ferreira, Elisa Ferreira, Flasarová, Florenz, Foglietta, Fontaine, Ford, Fourtou, Fraga Estévez, Frassoni, Freitas, Friedrich, Fruteau, Gahler, Gál, Gaľa, Galeote Quecedo, García-Margallo y Marfil, García Pérez, Gargani, Garriga Polledo, Gaubert, Gauzès, Gawronski, Gebhardt, Gentvilas, Geremek, Geringer de Oedenberg, Gewalt, Gierek, Giertych, Gill, Gklavakis, Glante, Glattfelder, Goebbels, Goepel, Golik, Gollnisch, Gomes, Gomolka, Goudin, Grabowska, Grabowski, Graça Moura, Graefe zu Baringdorf, Gräßle, Grech, Griesbeck, Gröner, de Groen-Kouwenhoven, Groote, Grossetête, Gruber, Guardans Cambó, Guellec, Guerreiro, Guidoni, Gutiérrez-Cortines, Guy-Quint, Gyürk, Hänsch, Hall, Hammerstein Mintz, Handzlik, Hannan, Harangozó, Harkin, Harms, Hasse Ferreira, Hassi, Hatzidakis, Haug, Hazan, Heaton-Harris, Hedh, Hedkvist Petersen, Hegyi, Helmer, Henin, Hennicot-Schoepges, Hennis-Plasschaert, Herczog, Herranz García, Herrero-Tejedor, Hieronymi, Higgins, Hökmark, Honeyball, Hoppenstedt, Horáček, Howitt, Hudacký, Hudghton, Hughes, Hutchinson, Hybášková, Ibrisagic, Ilves, in 't Veld, Isler Béguin, Itälä, Iturgaiz Angulo, Jackson, Jäätteenmäki, Jałowiecki, Janowski, Járóka, Jarzembowski, Jeggle, Jensen, Joan i Marí, Jørgensen, Jonckheer, Jordan Cizelj, Juknevičienė, Kacin, Kaczmarek, Kallenbach, Kamall, Kamiński, Karas, Karatzaferis, Karim, Kasoulides, Kaufmann, Kauppi, Tunne Kelam, Kindermann, Kinnock, Kirkhope, Klaß, Klich, Klinz, Knapman, Koch, Koch-Mehrin, Kohlíček, Konrad, Korhola, Kósáné Kovács, Koterec, Kozlík, Krahmer, Krasts, Kratsa-Tsagaropoulou, Krehl, Kreissl-Dörfler, Kristensen, Kristovskis, Krupa, Kuc, Kudrycka, Kuhne, Kułakowski, Kušķis, Kusstatscher, Kuźmiuk, Lagendijk, Laignel, Lamassoure, Lambert, Lambrinidis, Lambsdorff, Landsbergis, Lang, Langen, Langendries, Laperrouze, La Russa, Lauk, Lavarra, Lax, Lechner, Lehideux, Lehne, Lehtinen, Leichtfried, Leinen, Jean-Marie Le Pen, Marine Le Pen, Le Rachinel, Lévai, Lewandowski, Liberadzki, Libicki, Lichtenberger, Lienemann, Liese, Liotard, Lipietz, Lombardo, López-Istúriz White, Lucas, Ludford, Lulling, Lundgren, Lynne, Maat, Maaten, McAvan, McCarthy, McDonald, McGuinness, McMillan-Scott, Madeira, Malmström, Maňka, Erika Mann, Thomas Mann, Manolakou, Markov, Marques, Martens, David Martin, Hans-Peter Martin, Martinez, Martínez Martínez, Masiel, Masip Hidalgo, Maštálka, Mastenbroek, Mathieu, Mato Adrover, Matsakis, Matsis, Mauro, Mavrommatis, Mayer, Mayor Oreja, Medina Ortega, Meijer, Méndez de Vigo, Meyer Pleite, Miguélez Ramos, Mikko, Mikolášik, Millán Mon, Mitchell, Mölzer, Montoro Romero, Moraes, Moreno Sánchez, Morgan, Morgantini, Moscovici, Mote, Mulder, Musacchio, Muscardini, Muscat, Musotto, Mussolini, Myller, Napoletano, Nassauer, Nattrass, Navarro, Newton Dunn, Annemie Neyts-Uyttebroeck, Nicholson, Niebler, van Nistelrooij, Novak, Özdemir, Olajos, Olbrycht, Ó Neachtain, Onesta, Onyszkiewicz, Oomen-Ruijten, Ortuondo Larrea, Őry, Ouzký, Oviir, Paasilinna, Pack, Pafilis, Pahor, Paleckis, Panayotopoulos-Cassiotou, Pannella, Panzeri, Papadimoulis, Papastamkos, Parish, Patrie, Pavilionis, Pęk, Pflüger, Piecyk, Pieper, Pīks, Pinior, Piotrowski, Pirilli, Piskorski, Pistelli, Pittella, Pleguezuelos Aguilar, Pleštinská, Podestà, Podkański, Poettering, Poignant, Polfer, Portas, Posdorf, Posselt, Prets, Procacci, Prodi, Purvis, Queiró, Rack, Radwan, Ransdorf, Rapkay, Rasmussen, Remek, Resetarits, Reul, Reynaud, Ribeiro e Castro, Riera Madurell, Ries, Riis-Jørgensen, Rivera, Rizzo, Rocard, Rogalski, Roithová, Romagnoli, Romeva i Rueda, Rosati, Roszkowski, Roth-Behrendt, Rothe, Rouček, Roure, Rudi Ubeda, Rübig, Rühle, Rutowicz, Ryan, Sacconi, Saïfi, Sakalas, Salinas García, Salvini, Samaras, Samuelsen, Sánchez Presedo, dos Santos, Sartori, Saryusz-Wolski, Savary, Savi, Sbarbati, Schapira, Scheele, Schenardi, Schierhuber, Schlyter, Schmidt, Schnellhardt, Schöpflin, Schröder, Schroedter, Schuth, Schwab, Seeber, Seeberg, Segelström, Seppänen, Siekierski, Sifunakis, Sinnott, Siwiec, Sjöstedt, Skinner, Škottová, Smith, Sommer, Sonik, Sornosa Martínez, Sousa Pinto, Spautz, Speroni, Staes, Staniszewska, Starkevičiūtė, Šťastný, Stenzel, Sterckx, Stevenson, Stihler, Stockmann, Strejček, Strož, Stubb, Sturdy, Sudre, Sumberg, Surján, Svensson, Swoboda, Szájer, Szejna, Szent-Iványi, Szymański, Tabajdi, Tajani, Takkula, Tannock, Tarabella, Tarand, Tatarella, Thomsen, Thyssen, Titford, Titley, Toia, Tomczak, Toubon, Toussas, Trakatellis, Triantaphyllides, Trüpel, Turmes, Tzampazi, Uca, Ulmer, Väyrynen, Vaidere, Vakalis, Valenciano Martínez-Orozco, Vanhecke, Van Lancker, Van Orden, Varela Suanzes-Carpegna, Varvitsiotis, Vatanen, Vaugrenard, Ventre, Verges, Vergnaud, Vernola, Vidal-Quadras Roca, de Villiers, Vincenzi, Virrankoski, Vlasák, Vlasto, Voggenhuber, Wagenknecht, Walter, Watson, Henri Weber, Manfred Weber, Weiler, Weisgerber, Westlund, Whitehead, Whittaker, Wieland, Wiersma, Wijkman, Wise, von Wogau, Wohlin, Bernard Piotr Wojciechowski, Janusz Wojciechowski, Wortmann-Kool, Wuermeling, Wurtz, Wynn, Xenogiannakopoulou, Yañez-Barnuevo García, Záborská, Zahradil, Zaleski, Zapałowski, Zappalà, Zatloukal, Ždanoka, Železný, Zieleniec, Zīle, Zimmer, Zingaretti, Zvěřina, Zwiefka

Osservatori

Abadjiev Dimitar, Arabadjiev Alexander, Athanasiu Alexandru, Bărbuleţiu Tiberiu, Becşenescu Dumitru, Bliznashki Georgi, Buruiană Aprodu Daniela, Ciornei Silvia, Cioroianu Adrian Mihai, Corlăţean Titus, Coşea Dumitru Gheorghe Mircea, Creţu Gabriela, Dîncu Vasile, Duca Viorel Senior, Dumitrescu Cristian, Ganţ Ovidiu Victor, Hogea Vlad Gabriel, Husmenova Filiz, Ilchev Stanimir, Ivanova Iglika, Kelemen Atilla Béla Ladislau, Kirilov Evgeni, Kónya-Hamar Sándor, Marinescu Marian-Jean, Mihăescu Eugen, Morţun Alexandru Ioan, Nicolae Şerban, Paparizov Atanas Atanassov, Parvanova Antonyia, Paşcu Ioan Mircea, Petre Maria, Podgorean Radu, Popa Nicolae Vlad, Popeangă Petre, Sârbu Daciana Octavia, Severin Adrian, Silaghi Ovidiu Ioan, Sofianski Stefan, Stoyanov Dimitar, Szabó Károly Ferenc, Tîrle Radu, Zgonea Valeriu Ştefan


ALLEGATO I

RISULTATI DELLE VOTAZIONI

Significato delle abbreviazioni e dei simboli utilizzati

+

approvato

-

respinto

decaduto

R

ritirato

AN (..., ..., ...)

votazione per appello nominale (favorevoli, contrari, astenuti)

VE (..., ..., ...)

votazione elettronica (favorevoli, contrari, astenuti)

vs

votazioni per parti separate

vd

votazione distinta

em

emendamento

EC

emendamento di compromesso

PC

parte corrispondente

S

emendamento di soppressione

=

emendamenti identici

§

paragrafo

art

articolo

cons

considerando

PR

proposta di risoluzione

PRC

proposta di risoluzione comune

SEC

votazione a scrutinio segreto

1.   Informazione dei passeggeri sull'identità del vettore aereo effettivo ***I

Relazione: Christine DE VEYRAC (A6-0310/2005)

Oggetto

Em. n.

Autore

AN, ecc.

Votazione

Votazioni per AN/VE — osservazioni

Blocco n. 1 — emendamenti di compromesso

55-82

84-117

PPE-DE, PSE, ALDE, Verts/ALE e GUE/NGL

 

+

 

Blocco n. 1 — emendamenti di compromesso — votazioni distinte

83

PPE-DE, PSE, ALDE, Verts/ALE e GUE/NGL

vs

 

 

1

+

 

2

+

 

Blocco n. 2 — emendamenti della commissione competente

1-16

18-54

commissione

 

 

votazione: proposta modificata

 

+

 

votazione: risoluzione legislativa

AN

+

577, 16, 31

L'emendamento 17 non concerne tutte le versioni linguistiche e non è stato pertanto posto in votazione (vedi articolo 151, paragrafo 1, lettera d) del regolamento).

Richieste di votazione per parti separate

PPE-DE

em. 83

prima parte: § 1

seconda parte: §§ 2 e 3

Richieste di votazione per appello nominale

PPE-DE: votazione finale

2.   Centrale nucleare di Bohunice V1 in Slovacchia *

Relazione: Rebecca HARMS (A6-0282/2005)

Oggetto

Em. n.

Autore

AN, ecc.

Votazione

Votazioni per AN/VE — osservazioni

Emendamenti della commissione competente — votazione in blocco

4

6

9

15

commissione

 

+

 

Emendamenti della commissione competente — votazioni distinte

2

commissione

vd

+

 

3

commissione

vd

+

 

5

commissione

AN

+

441, 184, 22

7

commissione

vs

 

 

1

+

 

2

+

 

8

commissione

vd

+

 

10

commissione

vs

 

 

1

+

 

2

+

 

11

commissione

vd

+

 

13

commissione

vd

+

 

14

commissione

vd

+

 

art. 3, § 1

18

PPE-DE

 

R

 

12

commissione

AN

+

436, 190, 25

dopo cons. 3

17

PPE-DE

 

R

 

1

commissione

 

+

 

dopo cons. 5

16

PSE

 

+

 

votazione: proposta modificata

VE

+

377, 222, 59

votazione: risoluzione legislativa

 

+

 

Richieste di votazione distinta

ALDE: emm. 5, 12

Verts/ALE: emm. 2, 3, 8, 11, 13 e 14

Richieste di votazione per appello nominale

Verts/ALE: emm. 5 e 12

Richieste di votazione per parti separate

Verts/ALE

em. 7

prima parte:«Le risorse di bilancio ... dell'Unione europea»

seconda parte:«Tali risorse ... approvvigionamento di elettricità»

em. 10

prima parte: insieme del testo senza i termini «a costituire nuove capacità di produzione e»

seconda parte: tali termini

Varie

Il gruppo PPE-DE ha ritirato i suoi emendamenti 17 e 18.

3.   Dimensione settentrionale

Proposte di risoluzione: B6-0584/2005, 0586/2005, 0587/2005, 0588/2005, 0589/2005 e 0590/2005

Oggetto

Em. n.

Autore

AN, ecc.

Votazione

Votazioni per AN/VE — osservazioni

Proposta di risoluzione comune RC-B6-0584/2005

(PPE-DE, PSE, ALDE, Verts/ALE, GUE/NGL e UEN)

dopo § 7

1

UEN

 

+

 

cons. H

§

testo originale

 

+

modificato oralmente

votazione: risoluzione (insieme del testo)

AN

+

634, 17, 18

Proposte di risoluzione dei gruppi politici

B6-0584/2005

 

ALDE

 

 

B6-0586/2005

 

PPE-DE

 

 

B6-0587/2005

 

Verts/ALE

 

 

B6-0588/2005

 

GUE/NGL

 

 

B6-0589/2005

 

PSE

 

 

B6-0590/2005

 

UEN

 

 

Richieste di votazione per appello nominale

PPE-DE: votazione finale

Varie

Henrik Lax ha presentato un emendamento orale al considerando H:

H.

sottolineando il valore e l'impatto della politica ambientale della Dimensione settentrionale in tutta la regione, come l'impianto per il trattamento dell'acqua di San Pietroburgo, sottolineando tuttavia l'ulteriore necessità di potenziare la cooperazione tra gli Stati membri UE, per ridurre in particolare l'eutrofizzazione, e tra l'UE e la Russia, per ridurre il rischio di incidenti in cui sono coinvolte petroliere e i rischi connessi con lo sfruttamento di giacimenti petroliferi, per migliorare la sicurezza nucleare e la gestione delle scorie nucleari; sottolineando che il Mar Baltico è già molto inquinato ed essendo quasi completamente interno rispetto all'UE è particolarmente esposto,

4.   Passaggio al digitale

Proposta di risoluzione: B6-0583/2005

Oggetto

Em. n.

Autore

AN, ecc.

Votazione

Votazioni per AN/VE — osservazioni

Proposta di risoluzione (B6-0583/2005) della commissione ITRE

votazione: risoluzione (insieme del testo)

 

+

 

5.   Utilizzo delle risorse finanziarie destinate alle operazioni di disattivazione delle centrali nucleari di potenza *

Relazione: Rebecca HARMS (A6-0279/2005)

Oggetto

Em. n.

Autore

AN, ecc.

Votazione

Votazioni per AN/VE — osservazioni

dopo § 4

1

Verts/ALE

 

+

 

2

Verts/ALE

vs

 

 

1

+

 

2/VE

+

375, 253, 23

§ 5

5

PPE-DE

 

-

 

3

Verts/ALE

vs

 

 

1

+

 

2/VE

+

336, 305, 19

§ 6

6

PPE-DE

 

-

 

§ 9

7

PPE-DE

VE

-

316, 344, 5

§ 16

4S

Verts/ALE

VE

-

172, 478, 9

votazione: risoluzione (insieme del testo)

 

+

 

L'emendamento 8 è stato soppresso.

Richieste di votazione per parti separate

PPE-DE

em. 2

prima parte: insieme del testo tranne i termini «e di iniziative legislative»

seconda parte: tali termini

em. 3

prima parte: insieme del testo senza i termini «e di evitare qualsiasi ricorso agli aiuti di Stato»

seconda parte: tali termini

6.   Vincere il cambiamento climatico planetario *

Relazione: Anders WIJKMAN (A6-0312/2005)

Oggetto

Em. n.

Autore

AN, ecc.

Votazione

Votazioni per AN/VE — osservazioni

§ 1, trattino 2

14/riv.

PPE-DE

 

+

 

dopo § 1

6

Verts/ALE

vs

 

 

1

+

 

2

-

 

dopo § 4

7

Verts/ALE

VE

+

339, 302, 12

§ 5

3

REUL e altri

 

-

 

§

testo originale

vd

+

 

§ 6

4

REUL e altri

 

-

 

§

testo originale

vd

+

 

dopo § 7

13

GUE/NGL

 

+

 

§ 8

1

VIDAL-QUADRAS e altri

VE

+

453, 204, 12

§

testo originale

 

 

§ 11

§

testo originale

vs

 

 

1

+

 

2

+

 

3

+

 

§ 13

2

PSE

 

-

 

dopo § 16

18

ALDE

 

+

 

§ 18

§

testo originale

vs

 

 

1

+

 

2

+

 

§ 21

5S

REUL e altri

VE

-

306, 340, 15

§

testo originale

vs

 

 

1/VE

+

349, 304, 7

2

+

 

§ 24

§

testo originale

 

+

modificato oralmente

dopo § 27

15

PPE-DE

vs

 

 

1

+

 

2

+

 

16

PPE-DE

 

+

 

§ 28

17

PPE-DE

vs

 

 

1

+

 

2

+

 

§ 41

§

testo originale

vs

 

 

1

+

 

2

+

 

dopo cons. C

9

GUE/NGL

 

-

 

10

GUE/NGL

 

-

 

dopo cons. E

8

GUE/NGL

vs

 

 

1

-

 

2

 

dopo cons. I

11

GUE/NGL

 

-

 

12

GUE/NGL

 

+

 

votazione: risoluzione (insieme del testo)

AN

+

450, 66, 143

Richieste di votazione per parti separate

IND/DEM

§ 18

prima parte: insieme del testo senza i termini «limiti di velocità validi in tutta l'UE»

seconda parte: tali termini

§ 21

prima parte:«appoggia l'instaurazione ... riduzione dell'inquinamento»

seconda parte:«invita la Commissione ... non oltre il 2009»

em. 17

prima parte:«ritiene che il rapido sviluppo ... concernente la biomassa»

seconda parte:«e chiede alla Commissione ... giuridicamente vincolanti»

Verts/ALE

em. 6

prima parte: insieme del testo tranne i termini «formalmente su un mandato e»

seconda parte: tali termini

em. 8

prima parte: insieme del testo senza i termini «da una parte, costituisce ... ma, dall'altra,»

seconda parte: tali termini

em. 15

prima parte:«sottolinea che ... che usano energia rinnovabile»

seconda parte:«ritiene in proposito ... per accedere al mercato»

PPE-DE

§ 11

prima parte: insieme del testo senza i termini «non da ultimo, da incentivi perversi quali i sussidi a favore dei combustibili fossili» e «a proporre una normativa volta ad abolire tutti i sussidi di questo genere e (...) invece»

seconda parte:«non da ultimo, da incentivi perversi quali i sussidi a favore dei combustibili fossili»

terza parte:«a proporre una normativa volta ad abolire tutti i sussidi di questo genere e (...) invece»

§ 41

prima parte: insieme del testo senza i termini «un riesame della doppia sede di lavoro del PE»

seconda parte: questi termini

Richieste di votazione per appello nominale

Verts/ALE: votazione finale

Richieste di votazione distinta

PPE-DE: §§ 5, 6

Varie

Anders Wijkman (PPE-DE) ha presentato un emendamento orale al paragrafo 24:

24.

chiede che, per dimostrare un chiaro ruolo guida dell'UE in vista dei negoziati del 2012, la Commissione avanzi specifiche proposte legislative — nel quadro del suo riesame dell'ECCP — volte ad estendere il campo di applicazione della direttiva sull'edilizia e ad aggiornare la direttiva sui biocarburanti allo scopo di inserirvi la tecnologia più recente dei biocarburanti flessibili (come l'MTHF, il levulinato di etile, ecc.), di introdurre norme comuni obbligatorie in tutta l'UE per questi nuovi carburanti, di creare incentivi a favore dei parchi di autoveicoli vincolati che utilizzano biocarburanti e di introdurre rapporti minimi di miscelazione, prendendo in esame l'efficacia, dal punto di vista ambientale, di richiedere l'uso, per una percentuale del 10 %, di biocarburanti come combustibili nel settore dei trasporti;


ALLEGATO II

RISULTATO DELLE VOTAZIONI PER APPELLO NOMINALE

1.   Relazione De Veyrac A6-0310/2005

Favorevoli: 577

ALDE: Andrejevs, Andria, Attwooll, Beaupuy, Birutis, Bourlanges, Bowles, Budreikaitė, Busk, Carlshamre, Cavada, Chatzimarkakis, Chiesa, Cocilovo, Cornillet, Davies, Degutis, Deprez, De Sarnez, Drčar Murko, Duff, Duquesne, Ek, Fourtou, Gentvilas, Geremek, Griesbeck, Guardans Cambó, Hall, Harkin, Hennis-Plasschaert, in 't Veld, Jäätteenmäki, Jensen, Juknevičienė, Karim, Klinz, Koch-Mehrin, Krahmer, Kułakowski, Laperrouze, Lax, Lehideux, Ludford, Lynne, Maaten, Malmström, Manders, Matsakis, Mulder, Newton Dunn, Neyts-Uyttebroeck, Onyszkiewicz, Ortuondo Larrea, Oviir, Pannella, Procacci, Prodi, Resetarits, Ries, Riis-Jørgensen, Savi, Schuth, Staniszewska, Starkevičiūtė, Sterckx, Szent-Iványi, Takkula, Toia, Väyrynen, Virrankoski, Wallis

GUE/NGL: Adamou, Bertinotti, Brie, Catania, de Brún, Figueiredo, Flasarová, Guerreiro, Henin, Kaufmann, Kohlíček, Liotard, McDonald, Markov, Maštálka, Meijer, Meyer Pleite, Musacchio, Papadimoulis, Pflüger, Portas, Ransdorf, Remek, Rizzo, Seppänen, Sjöstedt, Strož, Svensson, Triantaphyllides, Uca, Verges, Wagenknecht, Wurtz, Zimmer

IND/DEM: Belder, Blokland, Bonde, Borghezio, Chruszcz, Coûteaux, Giertych, Karatzaferis, Krupa, Pęk, Piotrowski, Rogalski, Salvini, Sinnott, Speroni, Tomczak, de Villiers, Wojciechowski Bernard, Železný

NI: Baco, Battilocchio, Belohorská, Bobošíková, Claeys, Czarnecki Marek Aleksander, Czarnecki Ryszard, De Michelis, Dillen, Gollnisch, Kozlík, Lang, Le Pen Jean-Marie, Le Pen Marine, Le Rachinel, Martin Hans-Peter, Martinez, Masiel, Mölzer, Mussolini, Rivera, Romagnoli, Rutowicz, Schenardi, Vanhecke

PPE-DE: Albertini, Antoniozzi, Audy, Ayuso González, Bachelot-Narquin, Barsi-Pataky, Bauer, Becsey, Belet, Berend, Böge, Bonsignore, Brejc, Brepoels, Březina, Brok, Brunetta, Busuttil, Buzek, Carollo, Casa, Castiglione, del Castillo Vera, Cederschiöld, Cesa, Chmielewski, Coelho, Coveney, Daul, Dehaene, Demetriou, Descamps, Deß, De Veyrac, Díaz de Mera García Consuegra, Dimitrakopoulos, Dionisi, Dombrovskis, Doorn, Doyle, Duka-Zólyomi, Ehler, Esteves, Eurlings, Fatuzzo, Ferber, Fernández Martín, Fjellner, Florenz, Fontaine, Fraga Estévez, Freitas, Friedrich, Gahler, Gál, Gaľa, Galeote Quecedo, García-Margallo y Marfil, Garriga Polledo, Gaubert, Gauzès, Gawronski, Gewalt, Gklavakis, Glattfelder, Goepel, Gomolka, Graça Moura, Gräßle, Grossetête, Guellec, Gutiérrez-Cortines, Gyürk, Handzlik, Hatzidakis, Hennicot-Schoepges, Herranz García, Herrero-Tejedor, Higgins, Hökmark, Hoppenstedt, Hudacký, Ibrisagic, Itälä, Iturgaiz Angulo, Jałowiecki, Járóka, Jarzembowski, Jeggle, Jordan Cizelj, Kaczmarek, Karas, Kasoulides, Kauppi, Kelam, Klaß, Klich, Koch, Konrad, Korhola, Kratsa-Tsagaropoulou, Kudrycka, Kušķis, Kuźmiuk, Lamassoure, Landsbergis, Langen, Langendries, Lauk, Lechner, Lewandowski, Liese, Lombardo, López-Istúriz White, Lulling, Maat, McGuinness, Mann Thomas, Marques, Martens, Mathieu, Mato Adrover, Matsis, Mauro, Mavrommatis, Mayer, Mayor Oreja, Mikolášik, Millán Mon, Mitchell, Montoro Romero, Musotto, Nassauer, van Nistelrooij, Novak, Olajos, Olbrycht, Oomen-Ruijten, Őry, Pack, Panayotopoulos-Cassiotou, Papastamkos, Pieper, Pīks, Piskorski, Pleštinská, Podestà, Podkański, Poettering, Pomés Ruiz, Posdorf, Posselt, Rack, Radwan, Reul, Ribeiro e Castro, Roithová, Rudi Ubeda, Rübig, Saïfi, Salafranca Sánchez-Neyra, Samaras, Sartori, Saryusz-Wolski, Schierhuber, Schmitt, Schnellhardt, Schöpflin, Schröder, Seeber, Seeberg, Siekierski, Sommer, Sonik, Spautz, Šťastný, Stenzel, Stubb, Sudre, Surján, Szájer, Tajani, Thyssen, Toubon, Trakatellis, Ulmer, Vakalis, Varela Suanzes-Carpegna, Varvitsiotis, Vatanen, Ventre, Vernola, Vlasák, Vlasto, Weisgerber, Wieland, von Wogau, Wortmann-Kool, Wuermeling, Záborská, Zaleski, Zappalà, Zatloukal, Zieleniec, Zvěřina, Zwiefka

PSE: Andersson, Arif, Arnaoutakis, Assis, Attard-Montalto, Ayala Sender, Batzeli, Beglitis, Beňová, van den Berg, Berger, Berlinguer, Bösch, Bono, Bourzai, Bozkurt, Bullmann, Calabuig Rull, Capoulas Santos, Carlotti, Carnero González, Casaca, Cashman, Cercas, Christensen, Corbett, Corbey, Correia, Cottigny, D'Alema, De Keyser, De Rossa, Désir, De Vits, Dobolyi, Douay, El Khadraoui, Estrela, Ettl, Evans Robert, Falbr, Fava, Fazakas, Fernandes, Ferreira Elisa, Ford, Fruteau, García Pérez, Geringer de Oedenberg, Gierek, Gill, Glante, Goebbels, Gomes, Grabowska, Grech, Gröner, Groote, Guy-Quint, Hänsch, Hasse Ferreira, Haug, Hazan, Hedh, Hedkvist Petersen, Hegyi, Herczog, Honeyball, Howitt, Hughes, Hutchinson, Ilves, Jørgensen, Kindermann, Kinnock, Kósáné Kovács, Koterec, Krehl, Kreissl-Dörfler, Kristensen, Kuc, Kuhne, Laignel, Lambrinidis, Lavarra, Lehtinen, Leichtfried, Liberadzki, Lienemann, McAvan, McCarthy, Madeira, Maňka, Mann Erika, Martin David, Martínez Martínez, Masip Hidalgo, Mastenbroek, Medina Ortega, Miguélez Ramos, Mikko, Moraes, Moreno Sánchez, Morgan, Moscovici, Muscat, Myller, Napoletano, Navarro, Obiols i Germà, Paasilinna, Pahor, Paleckis, Panzeri, Patrie, Piecyk, Pinior, Pittella, Pleguezuelos Aguilar, Poignant, Prets, Rapkay, Reynaud, Riera Madurell, Rocard, Rosati, Roth-Behrendt, Rothe, Rouček, Roure, Sacconi, Sakalas, Salinas García, Sánchez Presedo, dos Santos, Savary, Schapira, Segelström, Sifunakis, Siwiec, Skinner, Sornosa Martínez, Sousa Pinto, Stihler, Stockmann, Swoboda, Szejna, Tabajdi, Tarabella, Tarand, Thomsen, Titley, Valenciano Martínez-Orozco, Van Lancker, Vaugrenard, Vergnaud, Vincenzi, Weber Henri, Weiler, Westlund, Whitehead, Wiersma, Wynn, Xenogiannakopoulou, Yañez-Barnuevo García, Zingaretti

UEN: Aylward, Bielan, Camre, Didžiokas, Foglietta, Janowski, Kamiński, Krasts, Kristovskis, La Russa, Libicki, Muscardini, Ó Neachtain, Pavilionis, Pirilli, Roszkowski, Ryan, Szymański, Tatarella, Vaidere

Verts/ALE: Aubert, Auken, Beer, Bennahmias, Breyer, van Buitenen, Buitenweg, Cohn-Bendit, Cramer, Evans Jillian, Frassoni, Harms, Hassi, Horáček, Hudghton, Isler Béguin, Joan i Marí, Kallenbach, Kusstatscher, Lagendijk, Lambert, Lichtenberger, Lipietz, Lucas, Özdemir, Romeva i Rueda, Rühle, Schlyter, Schmidt, Schroedter, Smith, Staes, Trüpel, Voggenhuber, Ždanoka

Contrari: 16

IND/DEM: Batten, Bloom, Booth, Clark, Farage, Goudin, Knapman, Lundgren, Nattrass, Titford, Whittaker, Wise, Wohlin

NI: Mote

PPE-DE: Purvis

Verts/ALE: Hammerstein Mintz

Astensioni: 31

GUE/NGL: Guidoni

NI: Allister, Helmer

PPE-DE: Atkins, Bowis, Bradbourn, Bushill-Matthews, Callanan, Chichester, Deva, Duchoň, Elles, Evans Jonathan, Fajmon, Hannan, Heaton-Harris, Jackson, Kamall, Kirkhope, McMillan-Scott, Nicholson, Ouzký, Parish, Škottová, Stevenson, Strejček, Sturdy, Sumberg, Tannock, Van Orden, Zahradil

Correzioni di voto

Favorevoli: Gérard Onesta

2.   Relazione Harms A6-0282/2005

Favorevoli: 441

ALDE: Beaupuy, Birutis, Bourlanges, Budreikaitė, Cavada, Chatzimarkakis, Cornillet, Degutis, Deprez, De Sarnez, Fourtou, Gentvilas, Griesbeck, Juknevičienė, Klinz, Koch-Mehrin, Krahmer, Laperrouze, Lehideux, Manders, Mulder, Procacci, Ries, Schuth

GUE/NGL: Figueiredo, Flasarová, Guerreiro, Kohlíček, Maštálka, Ransdorf, Remek, Strož

IND/DEM: Belder, Blokland, Bonde, Chruszcz, Giertych, Grabowski, Krupa, Pęk, Piotrowski, Rogalski, Tomczak, Wojciechowski Bernard, Železný

NI: Allister, Baco, Battilocchio, Belohorská, Bobošíková, Czarnecki Marek Aleksander, Czarnecki Ryszard, De Michelis, Dillen, Gollnisch, Helmer, Kozlík, Lang, Le Pen Jean-Marie, Le Pen Marine, Le Rachinel, Martinez, Masiel, Mussolini, Rivera, Romagnoli, Rutowicz, Schenardi, Vanhecke

PPE-DE: Albertini, Andrikienė, Antoniozzi, Atkins, Audy, Ayuso González, Bachelot-Narquin, Barsi-Pataky, Bauer, Beazley, Becsey, Bonsignore, Bowis, Bradbourn, Brejc, Brepoels, Březina, Brok, Brunetta, Bushill-Matthews, Busuttil, Buzek, Callanan, Carollo, Casa, Castiglione, del Castillo Vera, Cederschiöld, Cesa, Chichester, Chmielewski, Coveney, Daul, Dehaene, Demetriou, Descamps, Deß, Deva, De Veyrac, Díaz de Mera García Consuegra, Dimitrakopoulos, Dionisi, Dombrovskis, Doorn, Doyle, Duchoň, Duka-Zólyomi, Ebner, Ehler, Elles, Esteves, Eurlings, Evans Jonathan, Fajmon, Fatuzzo, Ferber, Fernández Martín, Fjellner, Florenz, Fontaine, Fraga Estévez, Freitas, Friedrich, Gahler, Gál, Gaľa, Galeote Quecedo, García-Margallo y Marfil, Garriga Polledo, Gaubert, Gauzès, Gawronski, Gewalt, Glattfelder, Goepel, Gomolka, Graça Moura, Gräßle, Grossetête, Guellec, Gutiérrez-Cortines, Gyürk, Handzlik, Hannan, Heaton-Harris, Hennicot-Schoepges, Herranz García, Herrero-Tejedor, Hieronymi, Higgins, Hökmark, Hoppenstedt, Hudacký, Ibrisagic, Itälä, Iturgaiz Angulo, Jackson, Jałowiecki, Járóka, Jarzembowski, Jeggle, Jordan Cizelj, Kaczmarek, Kamall, Kasoulides, Kauppi, Kelam, Kirkhope, Klaß, Klich, Koch, Konrad, Korhola, Kudrycka, Kušķis, Kuźmiuk, Landsbergis, Langen, Langendries, Lauk, Lechner, Lehne, Lewandowski, Liese, Lombardo, López-Istúriz White, Lulling, Maat, McGuinness, McMillan-Scott, Mann Thomas, Marques, Martens, Mathieu, Mato Adrover, Matsis, Mauro, Mayer, Mayor Oreja, Mikolášik, Millán Mon, Mitchell, Montoro Romero, Musotto, Nassauer, Nicholson, Niebler, van Nistelrooij, Novak, Olajos, Olbrycht, Oomen-Ruijten, Őry, Ouzký, Pack, Panayotopoulos-Cassiotou, Papastamkos, Parish, Pieper, Pīks, Piskorski, Pleštinská, Podestà, Podkański, Poettering, Pomés Ruiz, Posdorf, Posselt, Purvis, Queiró, Radwan, Reul, Ribeiro e Castro, Roithová, Rudi Ubeda, Salafranca Sánchez-Neyra, Sartori, Saryusz-Wolski, Schmitt, Schnellhardt, Schöpflin, Schröder, Siekierski, Škottová, Sommer, Sonik, Spautz, Šťastný, Stenzel, Stevenson, Strejček, Sturdy, Sudre, Sumberg, Surján, Szájer, Tajani, Tannock, Thyssen, Toubon, Trakatellis, Ulmer, Vakalis, Van Orden, Varela Suanzes-Carpegna, Vatanen, Ventre, Vernola, Vidal-Quadras Roca, Vlasák, Vlasto, Weber Manfred, Wieland, von Wogau, Wortmann-Kool, Záborská, Zahradil, Zaleski, Zappalà, Zatloukal, Zieleniec, Zvěřina, Zwiefka

PSE: Arif, Arnaoutakis, Assis, Attard-Montalto, Ayala Sender, Batzeli, Beglitis, Beňová, Berger, Berlinguer, Berman, Bourzai, Bozkurt, Calabuig Rull, Carlotti, Carnero González, Casaca, Cashman, Castex, Cercas, Corbett, Corbey, Correia, Cottigny, D'Alema, De Keyser, De Rossa, Désir, De Vits, Dobolyi, Douay, El Khadraoui, Estrela, Evans Robert, Falbr, Fava, Fazakas, Fernandes, Ferreira Anne, Ferreira Elisa, Ford, Fruteau, García Pérez, Gebhardt, Geringer de Oedenberg, Gierek, Gill, Glante, Goebbels, Golik, Gomes, Grabowska, Grech, Gröner, Groote, Hänsch, Harangozó, Hasse Ferreira, Hegyi, Herczog, Honeyball, Howitt, Hughes, Hutchinson, Ilves, Kindermann, Kinnock, Kósáné Kovács, Koterec, Kuc, Laignel, Lambrinidis, Lavarra, Lehtinen, Leinen, Liberadzki, McAvan, McCarthy, Madeira, Maňka, Martin David, Martínez Martínez, Masip Hidalgo, Mastenbroek, Medina Ortega, Miguélez Ramos, Mikko, Moraes, Moreno Sánchez, Morgan, Moscovici, Muscat, Myller, Napoletano, Navarro, Obiols i Germà, Paasilinna, Pahor, Paleckis, Panzeri, Patrie, Piecyk, Pinior, Pittella, Pleguezuelos Aguilar, Poignant, Rapkay, Riera Madurell, Rocard, Rosati, Roth-Behrendt, Rouček, Roure, Sacconi, Sakalas, Salinas García, Sánchez Presedo, dos Santos, Savary, Schapira, Sifunakis, Siwiec, Skinner, Sornosa Martínez, Sousa Pinto, Stihler, Stockmann, Swoboda, Szejna, Tabajdi, Tarabella, Titley, Valenciano Martínez-Orozco, Van Lancker, Vaugrenard, Vergnaud, Vincenzi, Weber Henri, Whitehead, Wiersma, Wynn, Xenogiannakopoulou, Yañez-Barnuevo García, Zingaretti

UEN: Camre, Didžiokas, Foglietta, Libicki, Pavilionis

Contrari: 184

ALDE: Andrejevs, Andria, Attwooll, Bowles, Busk, Carlshamre, Chiesa, Cocilovo, Davies, Di Pietro, Drčar Murko, Duff, Duquesne, Ek, Geremek, Guardans Cambó, Hall, Harkin, Hennis-Plasschaert, in 't Veld, Jäätteenmäki, Jensen, Kacin, Karim, Kułakowski, Lambsdorff, Lax, Ludford, Lynne, Maaten, Malmström, Matsakis, Newton Dunn, Neyts-Uyttebroeck, Onyszkiewicz, Ortuondo Larrea, Oviir, Pannella, Prodi, Resetarits, Riis-Jørgensen, Samuelsen, Savi, Staniszewska, Sterckx, Szent-Iványi, Takkula, Toia, Väyrynen, Virrankoski, Wallis, Watson

GUE/NGL: Adamou, Bertinotti, Brie, Catania, de Brún, Guidoni, Henin, Kaufmann, Liotard, McDonald, Meijer, Meyer Pleite, Morgantini, Musacchio, Papadimoulis, Pflüger, Portas, Rizzo, Seppänen, Sjöstedt, Svensson, Triantaphyllides, Uca, Verges, Wagenknecht, Wurtz

IND/DEM: Batten, Bloom, Booth, Borghezio, Clark, Coûteaux, Farage, Goudin, Knapman, Lundgren, Nattrass, Salvini, Sinnott, Speroni, Titford, de Villiers, Whittaker, Wise, Wohlin

NI: Martin Hans-Peter

PPE-DE: Belet, Berend, Böge, Coelho, Gklavakis, Hatzidakis, Karas, Kratsa-Tsagaropoulou, Lamassoure, Mavrommatis, Rack, Rübig, Saïfi, Samaras, Schierhuber, Seeber, Seeberg, Varvitsiotis, Wuermeling

PSE: Andersson, van den Berg, Bösch, Bono, Christensen, Ettl, Guy-Quint, Haug, Hazan, Hedh, Hedkvist Petersen, Jørgensen, Krehl, Kreissl-Dörfler, Kristensen, Kuhne, Leichtfried, Lienemann, Prets, Rasmussen, Reynaud, Rothe, Scheele, Segelström, Thomsen, Weiler, Westlund

Verts/ALE: Aubert, Auken, Beer, Bennahmias, Breyer, van Buitenen, Buitenweg, Cohn-Bendit, Cramer, Evans Jillian, Frassoni, de Groen-Kouwenhoven, Hammerstein Mintz, Harms, Hassi, Horáček, Hudghton, Isler Béguin, Joan i Marí, Jonckheer, Kallenbach, Kusstatscher, Lagendijk, Lambert, Lichtenberger, Lipietz, Lucas, Özdemir, Onesta, Romeva i Rueda, Rühle, Schlyter, Schmidt, Schroedter, Smith, Staes, Trüpel, Turmes, Voggenhuber, Ždanoka

Astensioni: 22

ALDE: Starkevičiūtė

GUE/NGL: Markov

IND/DEM: Karatzaferis

NI: Mote

PPE-DE: Stubb

PSE: Bullmann, Mann Erika

UEN: Aylward, Bielan, Janowski, Kamiński, Krasts, Kristovskis, La Russa, Muscardini, Ó Neachtain, Pirilli, Roszkowski, Ryan, Szymański, Tatarella, Vaidere

Correzioni di voto

Contrari: Ursula Stenzel, Ville Itälä

3.   Relazione Harms A6-0282/2005

Favorevoli: 436

ALDE: Beaupuy, Birutis, Bourlanges, Budreikaitė, Cavada, Chatzimarkakis, Chiesa, Cornillet, Degutis, Deprez, De Sarnez, Fourtou, Gentvilas, Griesbeck, Jäätteenmäki, Juknevičienė, Klinz, Koch-Mehrin, Krahmer, Lambsdorff, Laperrouze, Lehideux, Manders, Mulder, Ries, Schuth, Starkevičiūtė

GUE/NGL: Adamou, Figueiredo, Flasarová, Guerreiro, Kohlíček, Maštálka, Ransdorf, Remek, Strož

IND/DEM: Belder, Blokland, Bonde, Chruszcz, Giertych, Krupa, Pęk, Piotrowski, Wojciechowski Bernard, Železný

NI: Allister, Baco, Battilocchio, Belohorská, Bobošíková, Claeys, Czarnecki Marek Aleksander, Czarnecki Ryszard, De Michelis, Dillen, Gollnisch, Helmer, Kozlík, Lang, Le Pen Jean-Marie, Le Pen Marine, Le Rachinel, Martinez, Masiel, Mölzer, Mussolini, Rivera, Romagnoli, Rutowicz, Schenardi, Vanhecke

PPE-DE: Albertini, Andrikienė, Antoniozzi, Atkins, Audy, Ayuso González, Bachelot-Narquin, Barsi-Pataky, Bauer, Beazley, Becsey, Bowis, Bradbourn, Braghetto, Brejc, Brepoels, Březina, Brok, Brunetta, Bushill-Matthews, Busuttil, Buzek, Callanan, Carollo, Casa, Castiglione, del Castillo Vera, Cederschiöld, Cesa, Chichester, Chmielewski, Cirino Pomicino, Coveney, Daul, Dehaene, Demetriou, Descamps, Deva, De Veyrac, Díaz de Mera García Consuegra, Dimitrakopoulos, Dionisi, Dombrovskis, Doorn, Doyle, Duchoň, Duka-Zólyomi, Ebner, Ehler, Elles, Esteves, Eurlings, Evans Jonathan, Fajmon, Fatuzzo, Ferber, Fernández Martín, Fjellner, Florenz, Fontaine, Fraga Estévez, Freitas, Friedrich, Gahler, Gál, Gaľa, Galeote Quecedo, García-Margallo y Marfil, Gargani, Garriga Polledo, Gaubert, Gauzès, Gawronski, Gewalt, Glattfelder, Graça Moura, Grossetête, Guellec, Gutiérrez-Cortines, Gyürk, Handzlik, Hannan, Heaton-Harris, Hennicot-Schoepges, Herranz García, Herrero-Tejedor, Hieronymi, Higgins, Hökmark, Hoppenstedt, Hudacký, Hybášková, Ibrisagic, Iturgaiz Angulo, Jackson, Jałowiecki, Járóka, Jeggle, Jordan Cizelj, Kaczmarek, Kamall, Kasoulides, Kauppi, Kelam, Kirkhope, Klaß, Klich, Koch, Konrad, Korhola, Kudrycka, Kušķis, Kuźmiuk, Landsbergis, Langendries, Lehne, Lewandowski, Lombardo, López-Istúriz White, Lulling, Maat, McGuinness, McMillan-Scott, Mann Thomas, Marques, Martens, Mathieu, Mato Adrover, Mauro, Mayer, Mayor Oreja, Mikolášik, Millán Mon, Mitchell, Montoro Romero, Musotto, Nassauer, Nicholson, Niebler, van Nistelrooij, Novak, Olajos, Olbrycht, Oomen-Ruijten, Őry, Ouzký, Pack, Panayotopoulos-Cassiotou, Papastamkos, Parish, Pieper, Pīks, Piskorski, Pleštinská, Podestà, Podkański, Poettering, Pomés Ruiz, Posdorf, Purvis, Queiró, Radwan, Ribeiro e Castro, Roithová, Salafranca Sánchez-Neyra, Sartori, Saryusz-Wolski, Schmitt, Schnellhardt, Schöpflin, Schröder, Siekierski, Škottová, Sommer, Sonik, Spautz, Šťastný, Stenzel, Stevenson, Strejček, Stubb, Sturdy, Sudre, Sumberg, Surján, Szájer, Tajani, Tannock, Toubon, Trakatellis, Ulmer, Vakalis, Van Orden, Varela Suanzes-Carpegna, Vatanen, Ventre, Vernola, Vidal-Quadras Roca, Vlasák, Vlasto, Weber Manfred, Weisgerber, Wieland, Wijkman, von Wogau, Wortmann-Kool, Záborská, Zahradil, Zaleski, Zappalà, Zatloukal, Zieleniec, Zvěřina, Zwiefka

PSE: Arif, Arnaoutakis, Assis, Attard-Montalto, Batzeli, Beglitis, Beňová, Berger, Berlinguer, Berman, Bono, Bozkurt, Calabuig Rull, Capoulas Santos, Carlotti, Carnero González, Casaca, Cashman, Castex, Cercas, Corbett, Corbey, Correia, Cottigny, D'Alema, De Keyser, De Rossa, Désir, De Vits, Dobolyi, El Khadraoui, Estrela, Evans Robert, Falbr, Fava, Fazakas, Fernandes, Ferreira Anne, Ferreira Elisa, Ford, Fruteau, García Pérez, Gebhardt, Geringer de Oedenberg, Gierek, Gill, Glante, Goebbels, Golik, Gomes, Grabowska, Gröner, Groote, Hänsch, Hazan, Hegyi, Herczog, Honeyball, Howitt, Hughes, Hutchinson, Ilves, Kindermann, Kinnock, Kósáné Kovács, Koterec, Kuc, Laignel, Lambrinidis, Lavarra, Lehtinen, Leinen, Liberadzki, Lienemann, McAvan, McCarthy, Madeira, Maňka, Mann Erika, Martin David, Martínez Martínez, Masip Hidalgo, Mastenbroek, Medina Ortega, Miguélez Ramos, Mikko, Moraes, Moreno Sánchez, Morgan, Moscovici, Muscat, Myller, Napoletano, Navarro, Paasilinna, Pahor, Paleckis, Panzeri, Patrie, Piecyk, Pinior, Pittella, Pleguezuelos Aguilar, Poignant, Rapkay, Riera Madurell, Rocard, Rosati, Roth-Behrendt, Rouček, Roure, Sacconi, Sakalas, Salinas García, Sánchez Presedo, dos Santos, Savary, Schapira, Scheele, Sifunakis, Siwiec, Skinner, Sornosa Martínez, Sousa Pinto, Stihler, Stockmann, Swoboda, Szejna, Tabajdi, Tarabella, Tarand, Thomsen, Titley, Tzampazi, Valenciano Martínez-Orozco, Van Lancker, Vaugrenard, Vergnaud, Vincenzi, Weber Henri, Whitehead, Wiersma, Wynn, Xenogiannakopoulou, Yañez-Barnuevo García, Zingaretti

UEN: Camre, Didžiokas, Foglietta, Pavilionis

Contrari: 190

ALDE: Andrejevs, Andria, Attwooll, Bowles, Busk, Carlshamre, Cocilovo, Davies, Di Pietro, Drčar Murko, Duff, Duquesne, Ek, Geremek, Guardans Cambó, Hall, Harkin, Hennis-Plasschaert, in 't Veld, Jensen, Kacin, Karim, Kułakowski, Lax, Ludford, Lynne, Maaten, Malmström, Matsakis, Newton Dunn, Neyts-Uyttebroeck, Onyszkiewicz, Ortuondo Larrea, Oviir, Pannella, Procacci, Prodi, Resetarits, Riis-Jørgensen, Samuelsen, Savi, Staniszewska, Sterckx, Szent-Iványi, Takkula, Väyrynen, Virrankoski, Wallis, Watson

GUE/NGL: Bertinotti, Brie, Catania, de Brún, Guidoni, Henin, Kaufmann, Liotard, McDonald, Meijer, Meyer Pleite, Morgantini, Musacchio, Papadimoulis, Pflüger, Portas, Seppänen, Sjöstedt, Svensson, Triantaphyllides, Verges, Wagenknecht, Wurtz, Zimmer

IND/DEM: Batten, Bloom, Booth, Clark, Coûteaux, Farage, Goudin, Grabowski, Knapman, Lundgren, Nattrass, Rogalski, Salvini, Sinnott, Titford, Tomczak, de Villiers, Whittaker, Wise, Wohlin

NI: Martin Hans-Peter

PPE-DE: Belet, Berend, Böge, Bonsignore, Coelho, Deß, Gklavakis, Goepel, Gomolka, Gräßle, Hatzidakis, Itälä, Jarzembowski, Karas, Kratsa-Tsagaropoulou, Lamassoure, Langen, Lauk, Lechner, Liese, Matsis, Mavrommatis, Posselt, Rack, Reul, Rudi Ubeda, Rübig, Saïfi, Samaras, Schierhuber, Seeber, Seeberg, Thyssen, Varvitsiotis

PSE: Andersson, van den Berg, Bösch, Christensen, Ettl, Guy-Quint, Haug, Hedh, Hedkvist Petersen, Jørgensen, Krehl, Kreissl-Dörfler, Kristensen, Kuhne, Obiols i Germà, Prets, Rasmussen, Reynaud, Rothe, Segelström, Weiler, Westlund

Verts/ALE: Aubert, Auken, Beer, Bennahmias, Breyer, van Buitenen, Buitenweg, Cohn-Bendit, Cramer, Evans Jillian, Frassoni, de Groen-Kouwenhoven, Hammerstein Mintz, Harms, Hassi, Horáček, Hudghton, Isler Béguin, Joan i Marí, Jonckheer, Kallenbach, Kusstatscher, Lagendijk, Lambert, Lichtenberger, Lipietz, Lucas, Özdemir, Onesta, Romeva i Rueda, Rühle, Schlyter, Schmidt, Schroedter, Smith, Staes, Trüpel, Turmes, Voggenhuber, Ždanoka

Astensioni: 25

ALDE: Toia

GUE/NGL: Markov

IND/DEM: Borghezio, Karatzaferis, Speroni

NI: Mote

PSE: Bullmann, Leichtfried

UEN: Aylward, Berlato, Bielan, Janowski, Kamiński, Krasts, Kristovskis, La Russa, Libicki, Muscardini, Ó Neachtain, Pirilli, Roszkowski, Ryan, Szymański, Tatarella, Vaidere

Correzioni di voto

Favorevoli: Inés Ayala Sender

Contrari: Ursula Stenzel, Britta Thomsen

4.   Risoluzione comune B6-0584/2005 — Dimensione settentrionale

Favorevoli: 634

ALDE: Alvaro, Andrejevs, Andria, Attwooll, Beaupuy, Birutis, Bourlanges, Bowles, Budreikaitė, Busk, Carlshamre, Cavada, Chatzimarkakis, Chiesa, Cocilovo, Davies, Degutis, Deprez, De Sarnez, Di Pietro, Drčar Murko, Duff, Duquesne, Ek, Fourtou, Gentvilas, Geremek, Griesbeck, Guardans Cambó, Hall, Harkin, Hennis-Plasschaert, in 't Veld, Jäätteenmäki, Jensen, Juknevičienė, Kacin, Karim, Klinz, Koch-Mehrin, Krahmer, Kułakowski, Lambsdorff, Laperrouze, Lax, Lehideux, Ludford, Lynne, Maaten, Malmström, Manders, Matsakis, Mulder, Newton Dunn, Neyts-Uyttebroeck, Onyszkiewicz, Ortuondo Larrea, Oviir, Pannella, Pistelli, Procacci, Prodi, Resetarits, Ries, Riis-Jørgensen, Samuelsen, Savi, Sbarbati, Schuth, Staniszewska, Starkevičiūtė, Sterckx, Szent-Iványi, Takkula, Toia, Väyrynen, Virrankoski, Wallis, Watson

GUE/NGL: Adamou, Bertinotti, Brie, Catania, de Brún, Figueiredo, Flasarová, Guerreiro, Guidoni, Henin, Kaufmann, Kohlíček, Liotard, McDonald, Markov, Maštálka, Meijer, Meyer Pleite, Morgantini, Musacchio, Papadimoulis, Pflüger, Portas, Ransdorf, Remek, Rizzo, Seppänen, Sjöstedt, Strož, Svensson, Triantaphyllides, Uca, Verges, Wagenknecht, Wurtz, Zimmer

IND/DEM: Belder, Blokland, Bonde, Borghezio, Chruszcz, Giertych, Goudin, Karatzaferis, Lundgren, Salvini, Sinnott, Speroni, Wohlin, Wojciechowski Bernard, Zapałowski

NI: Battilocchio, Belohorská, Bobošíková, Claeys, Czarnecki Marek Aleksander, Czarnecki Ryszard, De Michelis, Dillen, Helmer, Martin Hans-Peter, Masiel, Mölzer, Mussolini, Rivera, Romagnoli, Rutowicz, Vanhecke

PPE-DE: Albertini, Andrikienė, Antoniozzi, Atkins, Audy, Ayuso González, Bachelot-Narquin, Barsi-Pataky, Bauer, Beazley, Becsey, Belet, Berend, Böge, Bonsignore, Bowis, Bradbourn, Braghetto, Brejc, Brepoels, Březina, Brok, Brunetta, Bushill-Matthews, Busuttil, Buzek, Callanan, Carollo, Casa, Castiglione, del Castillo Vera, Cederschiöld, Cesa, Chichester, Chmielewski, Cirino Pomicino, Coelho, Coveney, Daul, Dehaene, Demetriou, Descamps, Deß, Deva, De Veyrac, Díaz de Mera García Consuegra, Dimitrakopoulos, Dionisi, Dombrovskis, Doorn, Doyle, Duchoň, Duka-Zólyomi, Ebner, Ehler, Elles, Esteves, Eurlings, Evans Jonathan, Fajmon, Fatuzzo, Ferber, Fernández Martín, Fjellner, Florenz, Fontaine, Fraga Estévez, Freitas, Friedrich, Gahler, Gál, Gaľa, Galeote Quecedo, García-Margallo y Marfil, Gargani, Garriga Polledo, Gaubert, Gauzès, Gawronski, Gewalt, Gklavakis, Glattfelder, Gomolka, Graça Moura, Gräßle, Grossetête, Guellec, Gutiérrez-Cortines, Gyürk, Handzlik, Hannan, Hatzidakis, Heaton-Harris, Hennicot-Schoepges, Herranz García, Herrero-Tejedor, Hieronymi, Higgins, Hökmark, Hoppenstedt, Hudacký, Hybášková, Ibrisagic, Itälä, Iturgaiz Angulo, Jackson, Jałowiecki, Járóka, Jarzembowski, Jeggle, Jordan Cizelj, Kaczmarek, Kamall, Karas, Kasoulides, Kauppi, Kelam, Kirkhope, Klaß, Klich, Koch, Konrad, Korhola, Kratsa-Tsagaropoulou, Kudrycka, Kušķis, Kuźmiuk, Lamassoure, Langen, Langendries, Lauk, Lechner, Lehne, Lewandowski, Liese, Lombardo, López-Istúriz White, Lulling, Maat, McGuinness, McMillan-Scott, Mann Thomas, Marques, Martens, Mathieu, Mato Adrover, Matsis, Mauro, Mavrommatis, Mayer, Mayor Oreja, Mikolášik, Millán Mon, Mitchell, Montoro Romero, Musotto, Nassauer, Nicholson, Niebler, van Nistelrooij, Novak, Olajos, Olbrycht, Oomen-Ruijten, Őry, Ouzký, Pack, Panayotopoulos-Cassiotou, Papastamkos, Parish, Pīks, Piskorski, Pleštinská, Podestà, Podkański, Poettering, Pomés Ruiz, Posdorf, Posselt, Purvis, Queiró, Rack, Radwan, Reul, Ribeiro e Castro, Roithová, Rudi Ubeda, Rübig, Saïfi, Salafranca Sánchez-Neyra, Samaras, Sartori, Saryusz-Wolski, Schierhuber, Schmitt, Schnellhardt, Schöpflin, Schröder, Schwab, Seeber, Seeberg, Siekierski, Škottová, Sommer, Sonik, Spautz, Šťastný, Stenzel, Stevenson, Strejček, Stubb, Sturdy, Sudre, Sumberg, Surján, Szájer, Tajani, Tannock, Thyssen, Toubon, Trakatellis, Ulmer, Vakalis, Van Orden, Varela Suanzes-Carpegna, Varvitsiotis, Vatanen, Ventre, Vernola, Vidal-Quadras Roca, Vlasák, Vlasto, Weber Manfred, Weisgerber, Wieland, Wijkman, von Wogau, Wojciechowski Janusz, Wortmann-Kool, Wuermeling, Záborská, Zahradil, Zaleski, Zappalà, Zatloukal, Zieleniec, Zvěřina, Zwiefka

PSE: Andersson, Arif, Arnaoutakis, Assis, Attard-Montalto, Ayala Sender, Batzeli, Beglitis, Beňová, van den Berg, Berger, Berlinguer, Berman, Bersani, Bösch, Bono, Bourzai, Bozkurt, Bullmann, Calabuig Rull, Capoulas Santos, Carlotti, Carnero González, Casaca, Cashman, Cercas, Christensen, Corbett, Corbey, Correia, Cottigny, D'Alema, De Keyser, De Rossa, Désir, De Vits, Dobolyi, Douay, El Khadraoui, Estrela, Ettl, Evans Robert, Falbr, Fava, Fazakas, Fernandes, Ferreira Anne, Ferreira Elisa, Ford, Fruteau, García Pérez, Gebhardt, Geringer de Oedenberg, Gierek, Gill, Glante, Goebbels, Golik, Gomes, Grabowska, Grech, Gröner, Groote, Gruber, Guy-Quint, Hänsch, Harangozó, Hasse Ferreira, Haug, Hazan, Hedh, Hedkvist Petersen, Hegyi, Herczog, Honeyball, Howitt, Hughes, Hutchinson, Ilves, Jørgensen, Kindermann, Kinnock, Kósáné Kovács, Koterec, Krehl, Kreissl-Dörfler, Kristensen, Kuc, Kuhne, Laignel, Lambrinidis, Lavarra, Lehtinen, Leichtfried, Leinen, Liberadzki, Lienemann, McAvan, McCarthy, Madeira, Maňka, Mann Erika, Martin David, Martínez Martínez, Masip Hidalgo, Mastenbroek, Medina Ortega, Miguélez Ramos, Mikko, Moraes, Moreno Sánchez, Morgan, Moscovici, Muscat, Myller, Napoletano, Navarro, Obiols i Germà, Paasilinna, Pahor, Paleckis, Panzeri, Patrie, Piecyk, Pinior, Pittella, Pleguezuelos Aguilar, Poignant, Prets, Rapkay, Rasmussen, Reynaud, Riera Madurell, Rocard, Rosati, Roth-Behrendt, Rothe, Rouček, Roure, Sacconi, Sakalas, Salinas García, Sánchez Presedo, dos Santos, Savary, Schapira, Scheele, Segelström, Sifunakis, Siwiec, Skinner, Sornosa Martínez, Sousa Pinto, Stihler, Stockmann, Swoboda, Szejna, Tabajdi, Tarabella, Tarand, Thomsen, Titley, Tzampazi, Valenciano Martínez-Orozco, Van Lancker, Vaugrenard, Vergnaud, Vincenzi, Weber Henri, Weiler, Westlund, Whitehead, Wiersma, Wynn, Xenogiannakopoulou, Yañez-Barnuevo García, Zingaretti

UEN: Angelilli, Aylward, Berlato, Bielan, Camre, Didžiokas, Foglietta, Janowski, Kamiński, Krasts, Kristovskis, La Russa, Libicki, Muscardini, Ó Neachtain, Pavilionis, Pirilli, Roszkowski, Ryan, Szymański, Tatarella, Vaidere, Zīle

Verts/ALE: Aubert, Auken, Beer, Bennahmias, Breyer, Buitenweg, Cohn-Bendit, Cramer, Evans Jillian, Flautre, Frassoni, de Groen-Kouwenhoven, Hammerstein Mintz, Harms, Hassi, Horáček, Hudghton, Isler Béguin, Joan i Marí, Jonckheer, Kallenbach, Kusstatscher, Lagendijk, Lambert, Lichtenberger, Lipietz, Lucas, Özdemir, Onesta, Romeva i Rueda, Rühle, Schlyter, Schmidt, Schroedter, Smith, Staes, Trüpel, Turmes, Voggenhuber

Contrari: 17

IND/DEM: Batten, Bloom, Booth, Clark, Farage, Grabowski, Knapman, Krupa, Nattrass, Pęk, Piotrowski, Rogalski, Titford, Tomczak, Whittaker, Wise

NI: Mote

Astensioni: 18

IND/DEM: Coûteaux, de Villiers, Železný

NI: Allister, Baco, Gollnisch, Kozlík, Lang, Le Pen Jean-Marie, Le Pen Marine, Le Rachinel, Martinez, Schenardi

PPE-DE: Goepel, Landsbergis, Pieper

Verts/ALE: van Buitenen, Ždanoka

5.   Relazione Wijkman A6-0312/2005

Favorevoli: 450

ALDE: Alvaro, Andrejevs, Andria, Attwooll, Beaupuy, Birutis, Bonino, Bourlanges, Bowles, Budreikaitė, Busk, Carlshamre, Cavada, Chatzimarkakis, Chiesa, Cocilovo, Davies, Degutis, Deprez, De Sarnez, Di Pietro, Drčar Murko, Duff, Duquesne, Ek, Fourtou, Gentvilas, Geremek, Griesbeck, Guardans Cambó, Hall, Harkin, Hennis-Plasschaert, in 't Veld, Jäätteenmäki, Jensen, Juknevičienė, Kacin, Karim, Klinz, Koch-Mehrin, Krahmer, Kułakowski, Lambsdorff, Laperrouze, Lax, Lehideux, Ludford, Maaten, Malmström, Manders, Matsakis, Mulder, Newton Dunn, Neyts-Uyttebroeck, Onyszkiewicz, Ortuondo Larrea, Oviir, Pannella, Pistelli, Polfer, Procacci, Prodi, Resetarits, Ries, Riis-Jørgensen, Samuelsen, Savi, Sbarbati, Schuth, Staniszewska, Starkevičiūtė, Sterckx, Szent-Iványi, Takkula, Toia, Väyrynen, Virrankoski, Wallis, Watson

GUE/NGL: Henin, Kohlíček, Meijer, Ransdorf, Remek, Strož, Verges, Wurtz

IND/DEM: Belder, Blokland, Bonde, Borghezio, Coûteaux, Karatzaferis, Salvini, Sinnott, de Villiers

NI: Baco, Battilocchio, Belohorská, Czarnecki Marek Aleksander, Czarnecki Ryszard, Kozlík, Masiel, Rivera, Rutowicz

PPE-DE: Albertini, Andrikienė, Antoniozzi, Ayuso González, Barsi-Pataky, Bauer, Beazley, Becsey, Belet, Braghetto, Brepoels, Březina, Brunetta, Busuttil, Buzek, Carollo, Casa, Castiglione, del Castillo Vera, Cederschiöld, Cesa, Chmielewski, Cirino Pomicino, Coelho, Demetriou, Díaz de Mera García Consuegra, Dimitrakopoulos, Dionisi, Dombrovskis, Doyle, Duka-Zólyomi, Ebner, Esteves, Fatuzzo, Fernández Martín, Fjellner, Florenz, Fraga Estévez, Freitas, Gahler, Gál, Gaľa, Galeote Quecedo, García-Margallo y Marfil, Gargani, Garriga Polledo, Gaubert, Gauzès, Gawronski, Gewalt, Gklavakis, Glattfelder, Goepel, Graça Moura, Gutiérrez-Cortines, Gyürk, Handzlik, Hatzidakis, Hennicot-Schoepges, Herranz García, Herrero-Tejedor, Hieronymi, Higgins, Hökmark, Hudacký, Ibrisagic, Itälä, Jałowiecki, Járóka, Jordan Cizelj, Kaczmarek, Kauppi, Kelam, Klaß, Klich, Kratsa-Tsagaropoulou, Kudrycka, Kušķis, Kuźmiuk, Landsbergis, Langendries, Lewandowski, Liese, Lombardo, López-Istúriz White, McGuinness, Mann Thomas, Marques, Mato Adrover, Matsis, Mauro, Mavrommatis, Mayer, Mayor Oreja, Mikolášik, Millán Mon, Mitchell, Montoro Romero, Musotto, Novak, Olajos, Olbrycht, Őry, Panayotopoulos-Cassiotou, Papastamkos, Pīks, Piskorski, Pleštinská, Podestà, Poettering, Pomés Ruiz, Posdorf, Queiró, Ribeiro e Castro, Roithová, Rudi Ubeda, Salafranca Sánchez-Neyra, Samaras, Sartori, Saryusz-Wolski, Schmitt, Schöpflin, Schröder, Schwab, Seeberg, Siekierski, Spautz, Šťastný, Stubb, Surján, Szájer, Tajani, Thyssen, Toubon, Trakatellis, Vakalis, Varela Suanzes-Carpegna, Varvitsiotis, Vatanen, Ventre, Vernola, Vidal-Quadras Roca, Weisgerber, Wieland, Wijkman, Wojciechowski Janusz, Wuermeling, Zaleski, Zappalà, Zatloukal, Zieleniec, Zwiefka

PSE: Andersson, Arif, Arnaoutakis, Assis, Attard-Montalto, Ayala Sender, Batzeli, Beglitis, Beňová, van den Berg, Berger, Berlinguer, Berman, Bösch, Bono, Bourzai, Bozkurt, Bullmann, Calabuig Rull, Capoulas Santos, Carlotti, Carnero González, Casaca, Cashman, Castex, Cercas, Christensen, Corbett, Corbey, Correia, Cottigny, D'Alema, De Keyser, De Rossa, Désir, De Vits, Dobolyi, Douay, El Khadraoui, Estrela, Ettl, Evans Robert, Falbr, Fava, Fazakas, Fernandes, Ferreira Anne, Ford, Fruteau, García Pérez, Gebhardt, Geringer de Oedenberg, Gierek, Gill, Glante, Goebbels, Golik, Gomes, Grabowska, Grech, Gröner, Groote, Gruber, Guy-Quint, Hänsch, Harangozó, Hasse Ferreira, Haug, Hazan, Hedh, Hedkvist Petersen, Hegyi, Herczog, Honeyball, Howitt, Hughes, Hutchinson, Ilves, Jørgensen, Kindermann, Kinnock, Kósáné Kovács, Koterec, Krehl, Kreissl-Dörfler, Kuc, Kuhne, Laignel, Lambrinidis, Lavarra, Lehtinen, Leichtfried, Leinen, Liberadzki, Lienemann, McAvan, McCarthy, Madeira, Maňka, Mann Erika, Martin David, Martínez Martínez, Masip Hidalgo, Medina Ortega, Miguélez Ramos, Mikko, Moraes, Moreno Sánchez, Morgan, Moscovici, Muscat, Myller, Napoletano, Navarro, Obiols i Germà, Paasilinna, Pahor, Paleckis, Panzeri, Patrie, Piecyk, Pinior, Pittella, Pleguezuelos Aguilar, Poignant, Prets, Rapkay, Rasmussen, Reynaud, Riera Madurell, Rocard, Rosati, Roth-Behrendt, Rouček, Roure, Sacconi, Sakalas, Salinas García, Sánchez Presedo, dos Santos, Schapira, Scheele, Segelström, Sifunakis, Siwiec, Skinner, Sornosa Martínez, Sousa Pinto, Stihler, Stockmann, Swoboda, Szejna, Tabajdi, Tarabella, Tarand, Thomsen, Titley, Tzampazi, Valenciano Martínez-Orozco, Van Lancker, Vaugrenard, Vergnaud, Vincenzi, Weber Henri, Weiler, Westlund, Whitehead, Wiersma, Wynn, Xenogiannakopoulou, Yañez-Barnuevo García, Zingaretti

UEN: Angelilli, Aylward, Berlato, Bielan, Crowley, Didžiokas, Foglietta, Janowski, Krasts, Kristovskis, La Russa, Muscardini, Ó Neachtain, Pavilionis, Pirilli, Ryan, Tatarella, Vaidere, Zīle

Verts/ALE: Smith

Contrari: 66

GUE/NGL: Pflüger

IND/DEM: Batten, Bloom, Booth, Chruszcz, Clark, Farage, Giertych, Goudin, Grabowski, Knapman, Krupa, Lundgren, Nattrass, Pęk, Piotrowski, Rogalski, Titford, Tomczak, Whittaker, Wise, Wohlin, Wojciechowski Bernard, Zapałowski

NI: Allister, Helmer, Mote, Mussolini, Romagnoli

PPE-DE: Berend, Böge, Deß, Ehler, Fajmon, Gomolka, Gräßle, Hoppenstedt, Jarzembowski, Karas, Koch, Konrad, Korhola, Langen, Lauk, Lechner, Lulling, Ouzký, Pieper, Posselt, Rack, Reul, Rübig, Schierhuber, Schnellhardt, Seeber, Škottová, Sommer, Stenzel, Strejček, Ulmer, Zahradil

UEN: Kamiński, Libicki, Roszkowski, Szymański

Verts/ALE: Voggenhuber

Astensioni: 143

ALDE: Lynne

GUE/NGL: Adamou, Bertinotti, Brie, Catania, de Brún, Figueiredo, Flasarová, Guerreiro, Guidoni, Kaufmann, Liotard, McDonald, Maštálka, Meyer Pleite, Morgantini, Musacchio, Papadimoulis, Portas, Seppänen, Sjöstedt, Svensson, Triantaphyllides, Uca, Wagenknecht, Zimmer

IND/DEM: Železný

NI: Bobošíková, Claeys, Dillen, Gollnisch, Le Pen Jean-Marie, Le Pen Marine, Le Rachinel, Martin Hans-Peter, Martinez, Mölzer, Schenardi, Vanhecke

PPE-DE: Atkins, Audy, Bachelot-Narquin, Bonsignore, Bowis, Bradbourn, Brejc, Bushill-Matthews, Callanan, Chichester, Coveney, Daul, Descamps, Deva, De Veyrac, Doorn, Duchoň, Elles, Eurlings, Evans Jonathan, Ferber, Fontaine, Friedrich, Grossetête, Guellec, Hannan, Heaton-Harris, Jackson, Jeggle, Kamall, Kasoulides, Kirkhope, Lamassoure, Lehne, Maat, McMillan-Scott, Martens, Mathieu, Nassauer, Nicholson, Niebler, van Nistelrooij, Oomen-Ruijten, Pack, Parish, Podkański, Purvis, Radwan, Saïfi, Sonik, Stevenson, Sturdy, Sudre, Sumberg, Tannock, Van Orden, Vlasák, Vlasto, Weber Manfred, von Wogau, Wortmann-Kool, Záborská, Zvěřina

PSE: Rothe

UEN: Camre

Verts/ALE: Aubert, Auken, Beer, Bennahmias, Breyer, van Buitenen, Buitenweg, Cohn-Bendit, Cramer, Evans Jillian, Flautre, Frassoni, de Groen-Kouwenhoven, Hammerstein Mintz, Harms, Hassi, Horáček, Hudghton, Isler Béguin, Joan i Marí, Jonckheer, Kallenbach, Kusstatscher, Lagendijk, Lambert, Lichtenberger, Lipietz, Lucas, Özdemir, Onesta, Romeva i Rueda, Rühle, Schlyter, Schmidt, Schroedter, Staes, Trüpel, Turmes, Ždanoka

Correzioni di voto

Favorevoli: Elisabeth Schroedter, Bart Staes, Heide Rühle, Caroline Lucas, Margrete Auken, Eva Lichtenberger, Johannes Voggenhuber, Satu Hassi, Hans-Peter Martin, Alain Lipietz, Cem Özdemir, Kathalijne Maria Buitenweg, Elly de Groen-Kouwenhoven, Claude Turmes, Gisela Kallenbach, Jean Lambert, Raül Romeva i Rueda, Hiltrud Breyer, Pierre Jonckheer, Michael Cramer, Rebecca Harms, Sepp Kusstatscher, Friedrich-Wilhelm Graefe zu Baringdorf, Mechtild Rothe

Contrari: Antonio Masip Hidalgo

Astensioni: Jacques Toubon, Cristina Gutiérrez-Cortines


TESTI APPROVATI

 

P6_TA(2005)0428

Informazioni ai passeggeri del trasporto aereo ***I

Risoluzione legislativa del Parlamento europeo sulla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio concernente le informazioni ai passeggeri del trasporto aereo sull'identità del vettore effettivo e la comunicazione delle informazioni di sicurezza da parte degli Stati membri (COM(2005)0048 — C6-0046/2005 — 2005/0008(COD))

(Procedura di codecisione: prima lettura)

Il Parlamento europeo,

vista la proposta della Commissione al Parlamento europeo e al Consiglio (COM(2005)0048) (1),

visti l'articolo 251, paragrafo 2 e l'articolo 80, paragrafo 2 del trattato CE, a norma dei quali la proposta gli è stata presentata dalla Commissione (C6-0046/2005),

visto l'articolo 51 del suo regolamento,

vista la relazione della commissione per i trasporti e il turismo (A6-0310/2005),

1.

approva la proposta della Commissione quale emendata;

2.

chiede alla Commissione di presentargli nuovamente la proposta qualora intenda modificarla sostanzialmente o sostituirla con un nuovo testo;

3.

incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione.


(1)  Non ancora pubblicata in Gazzetta ufficiale.

P6_TC1-COD(2005)0008

Posizione del Parlamento europeo definita in prima lettura il 16 novembre 2005 in vista dell'adozione del regolamento (CE) n. .../2005 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo all'istituzione di un elenco comunitario di vettori aerei soggetti a un divieto operativo all'interno della Comunità e alle informazioni da fornire ai passeggeri del trasporto aereo sull'identità del vettore aereo effettivo e che abroga l'articolo 9 della direttiva 2004/36/CE

(Testo rilevante ai fini del SEE)

IL PARLAMENTO EUROPEO E IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA,

visto il trattato che istituisce la Comunità europea, in particolare l'articolo 80, paragrafo 2,

vista la proposta della Commissione,

visto il parere del Comitato economico e sociale europeo (1),

previa consultazione del Comitato delle regioni,

deliberando secondo la procedura di cui all'articolo 251 del trattato (2),

considerando quanto segue:

(1)

L'intervento della Comunità nel settore del trasporto aereo dovrebbe mirare, in via prioritaria, a garantire ai passeggeri un elevato livello di protezione contro i rischi per la sicurezza. Inoltre, occorre tenere in debita considerazione le esigenze in materia di protezione dei consumatori in generale.

(2)

È opportuno portare a conoscenza dei passeggeri un elenco comunitario dei vettori aerei che non soddisfano i pertinenti requisiti in materia di sicurezza, al fine di assicurare la massima trasparenza. Tale elenco dovrebbe essere basato su criteri comuni elaborati a livello comunitario.

(3)

I vettori aerei che figurano sull'elenco comunitario dovrebbero essere oggetto di un divieto operativo. I divieti operativi figuranti nell'elenco comunitario dovrebbero essere applicati sul territorio degli Stati membri cui si applica il trattato.

(4)

I vettori aerei che non godono di diritti di traffico in uno o più Stati membri possono nondimeno volare da e verso la Comunità se i loro aeromobili, con o senza equipaggio, sono noleggiati da compagnie che godono di tali diritti. È opportuno prevedere una disposizione in base alla quale un divieto operativo figurante sull'elenco comunitario si applichi anche a tali vettori aerei, poiché essi potrebbero altrimenti operare nella Comunità pur non rispettando le pertinenti norme sulla sicurezza.

(5)

Ad un vettore aereo oggetto di un divieto operativo potrebbe essere consentito di esercitare diritti di traffico se prende in leasing un velivolo con equipaggio (wet lease) presso un vettore che non è oggetto di un divieto operativo, purché siano rispettate le pertinenti norme sulla sicurezza.

(6)

La procedura di aggiornamento dell'elenco comunitario dovrebbe consentire l'adozione rapida delle decisioni per poter fornire ai passeggeri del trasporto aereo informazioni adeguate e aggiornate in materia di sicurezza e garantire che i vettori aerei che hanno posto rimedio alle carenze in termini di sicurezza siano cancellati dall'elenco appena possibile. Le procedure dovrebbero, nel contempo, rispettare il diritto del vettore aereo a difendersi, fatti salvi gli accordi e le convenzioni internazionali dei quali gli Stati membri o la Comunità sono parti, in particolare la Convenzione di Chicago del 1944 sull'aviazione civile internazionale. Le misure di attuazione in materia di procedure, che saranno adottate dalla Commissione, dovrebbero considerare specificatamente tali requisiti.

(7)

Quando ad un vettore aereo è stato imposto un divieto operativo, si dovrebbero prevedere delle misure al fine di aiutare il vettore in questione a rimediare alle carenze che hanno dato luogo all'imposizione di tale divieto.

(8)

In casi eccezionali, dovrebbe essere consentito agli Stati membri di adottare misure unilaterali. In caso d'urgenza e se posti di fronte a problemi di sicurezza imprevisti, gli Stati membri dovrebbero avere la possibilità di imporre immediatamente un divieto operativo per il proprio territorio. Inoltre, qualora la Commissione abbia deciso di non inserire un vettore aereo nell'elenco comunitario, gli Stati membri dovrebbero poter imporre o mantenere un divieto operativo in relazione ad un problema di sicurezza che non esiste negli altri Stati membri. Gli Stati membri dovrebbero avvalersi in modo restrittivo di tali possibilità, tenendo conto degli interessi comunitari e in vista della presentazione di un approccio comune in materia di sicurezza aerea, fermi restando l'articolo 8 del regolamento (CEE) n. 3922/91 del Consiglio del 16 dicembre 1991, concernente l'armonizzazione di regole tecniche e di procedure amministrative nel settore dell'aviazione civile (3), e l'articolo 10 del regolamento (CE) n. 1592/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 luglio 2002, recante regole comuni nel settore dell'aviazione civile e che istituisce un'Agenzia europea per la sicurezza aerea (4).

(9)

Occorre assicurare una pubblicità efficace alle informazioni relative alla sicurezza dei vettori aerei, ad esempio ricorrendo a Internet.

(10)

Per fare in modo che le compagnie aeree e i passeggeri possano trarre i massimi benefici dalla concorrenza nel trasporto aereo, è importante che i consumatori ricevano le informazioni necessarie per compiere scelte consapevoli.

(11)

L'identità del vettore o dei vettori aerei che forniscono effettivamente il servizio è un elemento essenziale dell'informazione. Tuttavia, i consumatori che concludono un contratto di trasporto, che potrebbe comprendere un volo sia di andata che di ritorno, non sono sempre informati sull'identità del vettore o dei vettori aerei effettivi del volo o dei voli in questione.

(12)

La direttiva 90/314/CEE del Consiglio, del 13 giugno 1990, concernente i viaggi, le vacanze e i circuiti «tutto compreso» (5) stabilisce che determinate informazioni devono essere messe a disposizione dei consumatori, ma che tali informazioni non includono l'identità del vettore aereo effettivo del volo.

(13)

Il regolamento (CEE) n. 2299/89 del Consiglio, del 24 luglio 1989, relativo ad un codice di comportamento in materia di sistemi telematici di prenotazione (CRS) (6), riconosce ai consumatori che prenotano un volo tramite un sistema telematico di prenotazione il diritto di essere informati circa l'identità del vettore aereo effettivo. Tuttavia, anche nel trasporto aereo di linea esistono alcune prassi, tra le quali il cosiddetto «wet lease» (leasing dell'apparecchio con equipaggio) o la condivisione di codici per i posti prenotati senza un CRS, in cui il vettore aereo che ha venduto il biglietto a proprio nome in realtà non effettua il volo in questione. Attualmente ai passeggeri non è formalmente riconosciuto per legge il diritto di essere informati circa l'identità del vettore aereo effettivo del servizio.

(14)

Le menzionate prassi aumentano la flessibilità e permettono di fornire servizi migliori ai passeggeri. Inoltre, è indispensabile apportare, in particolare per motivi tecnici, modifiche dell'ultimo minuto che contribuiscono alla sicurezza del trasporto aereo. Tuttavia, questa flessibilità dovrebbe trovare riscontro nella verifica del fatto che le compagnie effettivamente operative per i voli rispondano ai requisiti di sicurezza e nella trasparenza nei confronti dei consumatori, al fine di garantire loro il diritto di fare una scelta informata. Si dovrebbe mirare a raggiungere un giusto equilibrio tra la vitalità commerciale dei vettori aerei e l'accesso dei passeggeri all'informazione.

(15)

I vettori aerei dovrebbero perseguire una politica di trasparenza nei confronti dei passeggeri per quanto riguarda le informazioni connesse alla sicurezza. La pubblicazione di tali informazioni contribuirebbe alla conoscenza da parte dei passeggeri del livello di affidabilità dei vettori aerei.

(16)

I vettori aerei sono tenuti a riferire alle autorità nazionali di sicurezza aerea in merito a carenze di sicurezza nonché a rimediare senza indugio a tali carenze. Il personale di bordo e di terra è tenuto ad intervenire in modo adeguato qualora riscontri carenze a livello di sicurezza. Sarebbe contrario agli interessi della sicurezza aerea se il personale venisse penalizzato per ciò, come si evince dall'articolo 8, paragrafo 4, della direttiva 2003/42/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 13 giugno 2003, relativa alla segnalazione di taluni eventi nel settore dell'aviazione civile (7).

(17)

Oltre alle situazioni disciplinate dal regolamento (CE) n. 261/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio dell'11 febbraio 2004 che istituisce regole comuni in materia di compensazione e assistenza ai passeggeri in caso di negato imbarco, di cancellazione del volo o di ritardo prolungato (8), ai passeggeri dovrebbe essere concesso il diritto di venir rimborsati o reinstradati in determinate altre situazioni che rientrano nell'ambito di applicazione del presente regolamento, qualora esista un collegamento abbastanza vicino con la Comunità.

(18)

Oltre alle norme fissate dal presente regolamento, le implicazioni connesse ai cambi di identità del vettore effettivo per l'espletamento del contratto di trasporto dovrebbero essere disciplinate dalle leggi degli Stati membri applicabili ai contratti e dalla pertinente normativa comunitaria, in particolare dalla direttiva 90/314/CEE e dalla direttiva 93/13/CEE del Consiglio del 5 aprile 1993 sulle clausole abusive nei contratti stipulati con i consumatori (9).

(19)

Il presente regolamento fa parte di un processo legislativo che persegue un'impostazione efficiente e coerente ai fini del miglioramento della sicurezza aerea nella Comunità. In tale processo l'Agenzia europea per la sicurezza aerea svolge un ruolo importante che, nel quadro del presente regolamento, potrebbe essere ulteriormente ampliato con un'estensione delle competenze della medesima, ad esempio in relazione agli aeromobili di paesi terzi. Sarebbe inoltre opportuno prestare particolare attenzione a misure volte a migliorare ulteriormente la qualità e la quantità delle ispezioni di sicurezza degli aeromobili, nonché ad armonizzarle.

(20)

Quando esiste un rischio per la sicurezza che non è stato adeguatamente risolto dallo Stato membro o dagli Stati membri interessati, la Commissione dovrebbe poter adottare misure immediate su base provvisoria. In questo caso, il comitato che assiste la Commissione nel suo lavoro ai sensi del presente regolamento dovrebbe agire conformemente alla procedura consultiva prevista all'articolo 3 della decisione 1999/468/CE del Consiglio del 28 giugno 1999, recante modalità per l'esercizio delle competenze di esecuzione conferite alla Commissione (10).

(21)

In tutti gli altri casi, il comitato che assiste la Commissione nel suo lavoro ai sensi del presente regolamento dovrebbe agire conformemente alla procedura regolamentare prevista all'articolo 5 della decisione 1999/468/CE.

(22)

Poiché la relazione esistente tra il presente regolamento e l'articolo 9 della direttiva 2004/36/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 21 aprile 2004 sulla sicurezza degli aeromobili di paesi terzi che utilizzano aeroporti comunitari (11) risulterebbe altrimenti poco chiara, l'articolo succitato dovrebbe essere abrogato ai fini della certezza del diritto.

(23)

Gli Stati membri dovrebbero stabilire norme sulle sanzioni applicabili in caso di violazione delle disposizioni del capo III del presente regolamento, e garantirne l'applicazione. Tali sanzioni, che possono essere di natura civile o amministrativa, dovrebbero essere efficaci, proporzionate e dissuasive.

(24)

La Commissione dovrebbe analizzare l'applicazione del presente regolamento e, trascorso un periodo sufficientemente lungo, presentare una relazione sull'efficacia delle disposizioni adottate.

(25)

Qualunque competente autorità dell'aviazione civile nella Comunità può decidere che i vettori aerei, compresi quelli non operanti nel territorio degli Stati membri cui si applica il trattato, possono presentare alla medesima autorità la richiesta di sottoporre il vettore aereo in questione ad ispezioni sistematiche al fine di accertare la sua capacità di rispettare le pertinenti norme di sicurezza.

(26)

Il presente regolamento non dovrebbe impedire agli Stati membri di introdurre un sistema di etichettatura di qualità per i vettori aerei a livello nazionale, basato su criteri che possono comprendere considerazioni diverse dai requisiti minimi di sicurezza, conformemente al diritto comunitario.

(27)

Il Regno di Spagna e il Regno Unito, in una dichiarazione comune concordata il 2 dicembre 1987 a Londra, dai ministri degli Affari esteri dei due paesi, hanno stipulato degli accordi in vista di una maggiore cooperazione sull'uso dell'aeroporto di Gibilterra, i quali a tutt'oggi non sono ancora operativi.

HANNO ADOTTATO IL PRESENTE REGOLAMENTO:

CAPO I

Disposizioni generali

Articolo 1

Oggetto

1.   Il presente regolamento stabilisce le norme:

a)

sulla definizione e pubblicazione di un elenco comunitario, basato su criteri comuni, dei vettori aerei che per motivi di sicurezza sono soggetti a un divieto operativo nella Comunità, e

b)

sulle informazioni destinate ai passeggeri aerei circa l'identità del vettore aereo effettivo dei voli da essi utilizzati.

2.   L'applicazione del presente regolamento all'aeroporto di Gibilterra lascia impregiudicate le posizioni giuridiche rispettive del Regno di Spagna e del Regno Unito per quanto riguarda la controversia relativa alla sovranità sul territorio in cui è situato tale aeroporto.

3.   L'applicazione del presente regolamento all'aeroporto di Gibilterra resta sospesa fino al momento in cui sarà attuata l'intesa contenuta nella dichiarazione comune dei ministri degli Esteri del Regno di Spagna e del Regno Unito del 2 dicembre 1987. I governi del Regno di Spagna e del Regno Unito informeranno il Consiglio in merito a tale data di messa in applicazione.

Articolo 2

Definizioni

Ai fini del presente regolamento si intende per:

a)

«vettore aereo», un'impresa di trasporto aereo titolare di una valida licenza di esercizio o di un'autorizzazione equivalente;

b)

«contratto di trasporto», un contratto di trasporto aereo o comprendente servizi di trasporto aereo, incluso il trasporto composto di due o più voli effettuati dallo stesso o da diversi vettori aerei;

c)

«contraente di trasporto aereo», il vettore che conclude un contratto di trasporto con un passeggero o, se il contratto comprende un servizio tutto compreso, il tour operator. Ogni venditore di biglietti è anch'esso considerato come contraente di trasporto aereo;

d)

«venditore di biglietti», un venditore di biglietti aerei, diverso da un vettore aereo o da un tour operator, che funge da intermediario per la conclusione di un contratto di trasporto con un passeggero per un volo semplice o per un volo nel quadro di un servizio «tutto compreso»;

e)

«vettore effettivo», il vettore aereo che effettua o intende effettuare un volo in base a un contratto di trasporto con un passeggero ovvero per conto di un'altra persona fisica o giuridica che abbia concluso un contratto di trasporto con tale passeggero;

f)

«licenza di esercizio o permesso tecnico», atto legislativo o amministrativo con cui uno Stato membro autorizza un vettore ad effettuare servizi di trasporto aereo nei propri aeroporti o nel proprio spazio aereo o ad esercitare diritti di traffico;

g)

«divieto operativo», il rifiuto, la sospensione, la revoca o la restrizione della licenza di esercizio o del permesso tecnico di un vettore aereo motivati da ragioni di sicurezza, o ogni altra equivalente misura di sicurezza nei confronti di un vettore aereo non avente diritti di traffico nella Comunità, ma i cui aeromobili potrebbero operare nella Comunità in base a un contratto di leasing;

h)

«servizio tutto compreso», i servizi di cui all'articolo 2, paragrafo 1 della direttiva 90/314/CEE;

i)

«prenotazione», il fatto che il passeggero sia in possesso di un biglietto o di altra prova indicante che la prenotazione è stata accettata e registrata dal contraente di trasporto aereo.

j)

«pertinenti standard di sicurezza», gli standard di sicurezza internazionali contenuti nella Convenzione di Chicago e i relativi allegati nonché, se del caso, quelli pertinenti del diritto comunitario.

CAPO II

Elenco comunitario

Articolo 3

Definizione dell'elenco comunitario

1.   Per rafforzare la sicurezza aerea si definisce un elenco dei vettori aerei soggetti a un divieto operativo nella Comunità (in seguito denominato «Elenco comunitario»). Ogni Stato membro applica sul proprio territorio i divieti operativi inclusi nell'elenco comunitario ai vettori aerei oggetto di tali divieti.

2.   I criteri comuni da applicare, basati sulle pertinenti norme di sicurezza per imporre un divieto operativo al vettore aereo sono stabiliti nell'allegato (in seguito denominati «criteri comuni»). La Commissione può modificare l'allegato, in particolare per tener conto degli sviluppi scientifici e tecnici, conformemente alla procedura di cui all'articolo 15, paragrafo 3.

3.   Ai fini dell'istituzione dell'elenco comunitario, ogni Stato membro, entro ... (12), comunica alla Commissione l'identità dei vettori aerei oggetto di un divieto operativo sul proprio territorio, nonché le ragioni che hanno indotto all'adozione di tale divieto e qualsiasi altra informazione pertinente. La Commissione informa gli altri Stati membri di tali divieti operativi.

4.   Entro un mese a decorrere dal ricevimento delle informazioni comunicate dagli Stati membri, la Commissione, in base ai criteri comuni, stabilisce l'imposizione di un divieto operativo relativamente ai vettori aerei interessati e definisce l'elenco comunitario dei vettori aerei sottoposti al divieto operativo, conformemente alla procedura definita all'articolo 15, paragrafo 3.

Articolo 4

Aggiornamento dell'elenco comunitario

1.   L'elenco comunitario è aggiornato:

a)

per imporre un divieto operativo a un vettore aereo e inserire tale vettore aereo nell'elenco comunitario in base ai criteri comuni;

b)

per cancellare un vettore aereo dall'elenco comunitario se ha ovviato alla carenza o alle carenze in materia di sicurezza che avevano dato luogo all'inserimento del vettore aereo nell'elenco comunitario e se non esistano altre ragioni, in base ai criteri comuni, di mantenere questo vettore aereo nell'elenco comunitario;

c)

per modificare le condizioni di un divieto operativo imposto a un vettore aereo che figura nell'elenco comunitario.

2.   La Commissione, agendo di propria iniziativa o su richiesta di uno Stato membro, decide di aggiornare l'elenco comunitario appena se ne verifica la necessità a norma del paragrafo 1, secondo la procedura definita all'articolo 15, paragrafo 3 e in base a criteri comuni. Ogni tre mesi almeno la Commissione verifica se occorra aggiornare l'elenco comunitario.

3.   Ogni Stato membro e l'Agenzia europea per la sicurezza aerea comunicano alla Commissione tutte le informazioni che possono essere utili nel contesto dell'aggiornamento dell'elenco comunitario. La Commissione comunica tutte le informazioni pertinenti agli altri Stati membri.

Articolo 5

Misure provvisorie concernenti l'aggiornamento dell'elenco comunitario

1.   Quando risulti che il proseguimento dell'attività di un vettore aereo nella Comunità può rappresentare un grave rischio per la sicurezza e che questo rischio non è stato risolto in modo soddisfacente attraverso misure d'urgenza da parte dello Stato membro interessato, o degli Stati membri interessati a norma dell'articolo 6, paragrafo 1, la Commissione può provvisoriamente adottare le misure di cui all'articolo 4, paragrafo 1, lettera a) o c), secondo la procedura di cui all'articolo 15, paragrafo 2.

2.   Appena possibile comunque non oltre 10 giorni lavorativi la Commissione trasmette la questione al comitato di cui all'articolo 15, paragrafo 1 del presente articolo, e decide di confermare, modificare, revocare o estendere la misura adottata in virtù del paragrafo 1, agendo secondo la procedura di cui all'articolo 15, paragrafo 3.

Articolo 6

Misure eccezionali

1.   In caso d'urgenza, il presente regolamento non impedisce a uno Stato membro di reagire a un problema di sicurezza imprevisto adottando un divieto operativo immediato sul proprio territorio, tenendo conto dei criteri comuni.

2.   Una decisione della Commissione di non inserire un vettore aereo nell'elenco comunitario ai sensi della procedura di cui all'articolo 3, paragrafo 4, o all'articolo 4, paragrafo 2, non osta a che uno Stato membro imponga o mantenga un divieto operativo per il vettore aereo interessato a seguito di un problema di sicurezza che riguardi specificatamente quello Stato membro.

3.   Nelle situazioni di cui ai paragrafi 1 e 2, lo Stato membro interessato informa immediatamente la Commissione che, a sua volta, informa gli altri Stati membri. Nella situazione di cui al paragrafo 1, lo Stato membro interessato trasmette immediatamente alla Commissione una richiesta di aggiornamento dell'elenco comunitario, conformemente all'articolo 4, paragrafo 2.

Articolo 7

Diritto di difesa

Allorché la Commissione adotta decisioni a norma dell'articolo 3, paragrafo 4, dell'articolo 4, paragrafo 2, e dell'articolo 5, garantisce che al vettore aereo interessato sia data la possibilità di essere ascoltato, tenendo conto della necessità, in alcuni casi, di una procedura d'urgenza.

Articolo 8

Misure di esecuzione

1.   La Commissione, agendo secondo la procedura di cui all'articolo 15, paragrafo 3, stabilisce, se del caso, misure di esecuzione per definire norme particolareggiate concernenti le procedure di cui al presente capo.

2.   Approvando queste misure, la Commissione tiene debito conto della necessità di statuire rapidamente sull'aggiornamento dell'elenco comunitario e, se del caso, prevede la possibilità di una procedura d'urgenza.

Articolo 9

Pubblicazione

1.   L'elenco comunitario e qualsiasi modifica dello stesso sono pubblicati immediatamente sulla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

2.   La Commissione e gli Stati membri adottano le misure necessarie per agevolare l'accesso del pubblico all'elenco comunitario nella sua versione più recente, in particolare tramite Internet.

3.   I contraenti di trasporto aereo, le autorità nazionali dell'aviazione civile, l'Agenzia europea per la sicurezza aerea e gli aeroporti siti sul territorio degli Stati membri rendono noto l'elenco comunitario ai passeggeri sia attraverso i loro siti web sia, eventualmente, nei loro edifici.

CAPO III

Informazioni ai passeggeri

Articolo 10

Ambito di applicazione

1.   Le disposizioni del presente capo si applicano al trasporto aereo di passeggeri ogniqualvolta il volo fa parte di un contratto di viaggio e tale viaggio è iniziato nella Comunità e se

a)

il volo parte da un aeroporto situato sul territorio di uno Stato membro cui si applica il trattato, o

b)

il volo parte da un aeroporto situato in un paese terzo e arriva a un aeroporto situato nel territorio di uno Stato cui si applica il Trattato, o

c)

il volo parte da un aeroporto situato in un paese terzo e arriva a qualsiasi aeroporto di un tale paese.

2.   Le disposizioni del presente capo si applicano sia che un volo sia o no un volo di linea o che faccia parte o meno di un servizio tutto compreso.

3.   Le disposizioni del presente capo non incidono sui diritti dei passeggeri di cui alla direttiva 90/314/CEE e al regolamento (CEE) n. 2299/89.

Articolo 11

Informazione sull'identità del vettore aereo effettivo

1.   Al momento della prenotazione il contraente del trasporto aereo comunica ai passeggeri l'identità del vettore effettivo o dei vettori effettivi, indipendentemente dai mezzi utilizzati per fare la prenotazione.

2.   Se l'identità del vettore aereo effettivo o dei vettori aerei effettivi non è ancora nota al momento della prenotazione, il contraente del trasporto aereo fa in modo che il passeggero sia informato del nome del vettore o dei vettori aerei che opereranno probabilmente in quanto vettori aerei effettivi per il volo o i voli interessati. In tal caso, il contraente del trasporto aereo fa in modo che il passeggero sia informato dell'identità del vettore o dei vettori aerei effettivi non appena la loro identità sia stata accertata.

3.   Se il vettore contraente o i vettori contraenti vengono cambiati dopo la prenotazione, qualunque ne sia la ragione, il contraente del trasporto aereo adotta immediatamente tutte le misure necessarie per assicurare che i passeggeri siano informati quanto prima del cambiamento. In tutti i casi, i passeggeri vengono informati al check-in oppure al momento dell'imbarco qualora, in caso di coincidenza con un altro volo, il check-in non sia previsto.

4.   Il vettore aereo o il tour operator, a seconda dei casi, assicurano che il contraente del trasporto aereo competente sia informato dell'identità del vettore aereo effettivo o dei vettori aerei effettivi non appena questa sia nota, in particolare in caso di cambiamento di identità.

5.   Se il venditore dei biglietti non è stato informato in merito all'identità del vettore aereo effettivo, non sarà responsabile del mancato rispetto degli obblighi previsti nel presente articolo.

6.   Il dovere d'informazione dei passeggeri da parte del contraente di trasporto aereo circa l'identità del vettore o vettori effettivi è specificato nelle condizioni generali di vendita applicabili al contratto di trasporto.

Articolo 12

Diritto al rimborso o alla partenza su un volo alternativo

1.   Il presente regolamento non pregiudica il diritto al rimborso o alla partenza su un volo alternativo previsto dal regolamento (CE) n. 261/2004.

2.   Nei casi in cui il regolamento (CE) n. 261/2004 non si applica, e

a)

il vettore aereo effettivo notificato al passeggero è stato iscritto nell'elenco comunitario ed è soggetto ad un divieto operativo che ha condotto alla cancellazione del volo in questione, o che avrebbe condotto alla sua cancellazione qualora fosse stato effettuato nella Comunità, o

b)

il vettore aereo effettivo notificato al passeggero è stato sostituito da un altro vettore effettivo che è stato iscritto nell'elenco comunitario e che è soggetto ad un divieto operativo che ha condotto alla cancellazione del volo in questione, o che avrebbe condotto alla sua cancellazione qualora fosse stato effettuato nella Comunità,

il contraente di trasporto aereo firmatario del contratto di trasporto garantisce al passeggero il diritto al rimborso o alla partenza su un volo alternativo, di cui all'articolo 8 del regolamento (CE) n. 261/2004, a condizione che, se il volo non è stato cancellato, il passeggero abbia scelto di non prenderlo.

3.   L'applicazione del paragrafo 2 del presente articolo fa salvo l'articolo 13 del regolamento (CE) n. 261/2004.

Articolo 13

Sanzioni

Gli Stati membri garantiscono il rispetto delle norme del presente capo e stabiliscono sanzioni in caso di loro violazione. Tali sanzioni sono efficaci, proporzionate e dissuasive.

CAPO IV

Disposizioni finali

Articolo 14

Informazione e modifica

Entro ... (13) la Commissione presenta al Parlamento europeo e al Consiglio una relazione sull'applicazione del presente regolamento. La relazione è corredata, se del caso, di proposte di modifica del presente regolamento.

Articolo 15

Comitato

1.   La Commissione è assistita dal comitato di cui all'articolo 12 del regolamento (CEE) n. 3922/91 (in seguito denominato «il comitato»).

2.   Nei casi in cui si faccia riferimento al presente paragrafo, si applicano gli articoli 3 e 7 della decisione 1999/468/CE, nel rispetto delle disposizioni dell'articolo 8 di quest'ultima.

3.   Nei casi in cui si faccia riferimento al presente paragrafo, si applicano gli articoli 5 e 7 della decisione 1999/468/CE, nel rispetto delle disposizioni dell'articolo 8 di quest'ultima.

Il periodo di cui all'articolo 5, paragrafo 6, della decisione 1999/468/CE è fissato a tre mesi.

4.   La Commissione può consultare il comitato su qualsiasi altra questione concernente l'applicazione del presente regolamento.

5.   Il comitato adotta il proprio regolamento interno.

Articolo 16

Abrogazione

L'articolo 9 della direttiva 2004/36/CE è abrogato.

Articolo 17

Entrata in vigore

Il presente regolamento entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell'Unione europea.

Gli articoli 10, 11 e 12 si applicano dal ... (14) e l'articolo 13 dal ... (15)

Il presente regolamento è obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri.

Fatto a ..., il ...

Per il Parlamento europeo

Il Presidente

Per il Consiglio

Il Presidente


(1)  Parere del 28 settembre 2005 (non ancora pubblicato nella Gazzetta ufficiale).

(2)  Posizione del Parlamento europeo del 16 novembre 2005.

(3)  GU L 373 del del 31.12.1991, pag. 4. Regolamento modificato da ultimo dal regolamento (CE) n. 2871/2000 della Commissione (GU L 333 del 29.12.2000, pag. 47).

(4)  GU L 240 del 7.9.2002, pag. 1. Regolamento modificato da ultimo dal regolamento (CE) n. 1701/2003 della Commissione (GU L 243 del 27.9.2003, pag. 5).

(5)  GU L 158 del 23.6.1990, pag. 59.

(6)  GU L 220 del 29.7.1989, pag. 1. Regolamento modificato da ultimo dal regolamento (CE) n. 323/1999 (GU L 40 del 13.2.1999, pag. 1).

(7)  GU L 167 del 4.7.2003, pag. 23.

(8)  GU L 46 del 17.2.2004, pag. 1.

(9)  GU L 95 del 21.4.1993, pag. 29.

(10)  GU L 184 del 17.7.1999, pag. 23.

(11)  GU L 143 del 30.4.2004, pag. 76.

(12)  Un mese dall'entrata in vigore del presente regolamento.

(13)  Tre anni dall'entrata in vigore del presente regolamento.

(14)  Sei mesi dall'entrata in vigore del presente regolamento.

(15)  Un anno dall'entrata in vigore del presente regolamento.

ALLEGATO

CRITERI COMUNI PER LA VALUTAZIONE DELL'OPPORTUNITÀ DI UN DIVIETO OPERATIVO PER MOTIVI DI SICUREZZA A LIVELLO COMUNITARIO

Le decisioni su un'azione a livello comunitario vengono prese in base al merito di ciascun singolo caso. In base al merito di ciascun caso, un vettore o tutti i vettori certificati in un medesimo Stato possono essere soggetti ad un'azione a livello comunitario.

Nel vagliare l'opportunità di divieto totale o parziale di un vettore aereo, si valuta se esso rispetti le norme di sicurezza pertinenti, tenendo conto dei seguenti elementi:

1.

Gravi e comprovate carenze per quanto riguarda la sicurezza del vettore aereo:

rapporti indicanti gravi carenze in materia di sicurezza, o mancanze continuate da parte del vettore nel porre rimedio alle carenze rilevate dalle ispezioni a terra effettuate nell'ambito del programma SAFA precedentemente comunicate al vettore;

gravi carenze in materia di sicurezza, individuate nell'ambito delle disposizioni relative alla raccolta di informazioni di cui all'articolo 3 della direttiva 2004/36/CE sulla sicurezza degli aeromobili di paesi terzi;

divieto operativo imposto ad un vettore da parte di un paese terzo a motivo di carenze comprovate in relazione alle norme internazionali in materia di sicurezza;

informazioni circostanziate relative a un incidente o ad un incidente grave, indicanti carenze sistemiche latenti in materia di sicurezza.

2.

Mancanza di capacità e/o volontà di un vettore aereo di porre rimedio alle carenze in materia di sicurezza, dimostrata da:

mancanza di trasparenza o di una comunicazione adeguata e tempestiva da parte di un vettore aereo in seguito ad una richiesta d'informazioni dell'autorità di aviazione civile di uno Stato membro riguardo alla sicurezza della sua operazione;

piano d'azione correttivo inadeguato o insufficiente presentato in seguito al rilevamento di una grave carenza in materia di sicurezza.

3.

Mancanza di capacità e/o volontà delle autorità responsabili della supervisione di un vettore aereo di porre rimedio alle carenze in materia di sicurezza, dimostrata da:

mancanza di cooperazione con l'autorità di aviazione civile di uno Stato membro da parte delle autorità competenti di un altro Stato, nel caso in cui siano emerse preoccupazioni circa la sicurezza dell'operazione di un vettore al quale sia stata rilasciata una licenza o certificazione in quello Stato;

insufficiente capacità delle autorità responsabili della supervisione regolamentare del vettore di attuare e far rispettare le norme di sicurezza pertinenti. Occorre tenere conto in particolare degli elementi seguenti:

a)

ispezioni e relativi piani d'azione correttivi stabiliti in conformità del Programma ispettivo universale di monitoraggio della sicurezza dell'ICAO o di una norma comunitaria applicabile,

b)

se l'autorizzazione ad operare o il permesso tecnico di qualunque vettore aereo sotto la sorveglianza di quello Stato sia precedentemente stato rifiutato o revocato da un altro Stato,

c)

il certificato dell'operatore aereo non è stato rilasciato dall'autorità competente dello Stato in cui il vettore ha la sua sede principale di attività;

insufficiente capacità delle autorità competenti dello Stato in cui l'aeromobile utilizzato dal vettore aereo è registrato di sorvegliare l'aeromobile utilizzato dal vettore, in conformità degli obblighi derivanti dalla Convenzione di Chicago.

P6_TA(2005)0429

Centrale nucleare di Bohunice V1 in Slovacchia *

Risoluzione legislativa del Parlamento europeo sulla proposta di regolamento del Consiglio relativo all'applicazione del Protocollo n. 9 allegato all'Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca all'Unione europea, concernente la centrale nucleare di Bohunice V1 in Slovacchia (COM(2004)0624 — C6-0205/2004 — 2004/0221(CNS))

(Procedura di consultazione)

Il Parlamento europeo,

vista la proposta della Commissione al Consiglio (COM(2004)0624) (1),

visto l'articolo 203 del trattato Euratom, a norma del quale è stato consultato dal Consiglio (C6-0205/2004),

visto l'articolo 51 del suo regolamento,

visti la relazione della commissione per l'industria, la ricerca e l'energia, e il parere della commissione per i bilanci (A6-0282/2005),

1.

approva la proposta della Commissione quale emendata;

2.

precisa che gli stanziamenti indicati nella proposta di regolamento sono puramente indicativi fino a quando non sarà stato raggiunto un accordo sulle prospettive finanziarie per il 2007 e gli anni successivi;

3.

chiede alla Commissione di confermare, una volta adottate le nuove prospettive finanziarie, gli importi indicati nella proposta di regolamento o, eventualmente, di sottoporre gli importi modificati all'approvazione del Parlamento europeo e del Consiglio, assicurando così la loro compatibilità con i massimali;

4.

invita la Commissione a modificare di conseguenza la sua proposta, in conformità dell'articolo 119, secondo comma, del trattato Euratom;

5.

invita il Consiglio ad informarlo qualora intenda discostarsi dal testo approvato dal Parlamento;

6.

chiede al Consiglio di consultarlo nuovamente qualora intenda modificare sostanzialmente la proposta della Commissione;

7.

incarica il suo Presidente di trasmettere la posizione del Parlamento al Consiglio e alla Commissione.

TESTO DELLA COMMISSIONE

EMENDAMENTI DEL PARLAMENTO

Emendamento 1

Considerando 3

(3) L'Unione europea ha anche riconosciuto nel Protocollo che la disattivazione della centrale nucleare di Bohunice V1 dovrà continuare oltre le attuali prospettive finanziarie e che questo sforzo rappresenta per la Slovacchia un consistente onere finanziario. Dopo il 2006 si terrà conto di tale situazione nelle decisioni riguardanti la continuazione dell'assistenza dell'Unione in questo settore.

(3) L'Unione europea ha anche riconosciuto nel Protocollo che la disattivazione della centrale nucleare di Bohunice V1 dovrà continuare oltre le attuali prospettive finanziarie e che questo sforzo rappresenta per la Slovacchia un consistente onere finanziario. L'Unione europea è inoltre consapevole che, date la natura e la portata della disattivazione, lo sforzo compiuto in tal senso dovrà continuare ancora per vari anni oltre le prospettive finanziarie 2007-2013. Dopo il 2006 si terrà conto di tale situazione nelle decisioni riguardanti la continuazione dell'assistenza dell'Unione in questo settore.

Emendamento 2

Considerando 4 bis (nuovo)

 

(4 bis) Il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione riconoscono lo sforzo compiuto dalla Slovacchia prima dell'adesione per migliorare la sicurezza della centrale nucleare di Bohunice V1, nonché il fatto che la Slovacchia ha investito circa 250 milioni di EUR in misure di sicurezza tra il 1993 e il 2000, e prenderanno in considerazione tale elemento all'atto della decisione sul livello dell'assistenza finanziaria a favore della Slovacchia.

Emendamento 3

Considerando 4 ter (nuovo)

 

(4 ter) È opportuno che il bilancio comunitario continui a prevedere un'assistenza da parte dell'Unione anche dopo il 31 dicembre 2013.

Emendamento 4

Considerando 4 quater (nuovo)

 

(4 quater) Il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione riconoscono inoltre e tengono debitamente conto del fatto che, come conseguenza della chiusura anticipata della centrale nucleare di Bohunice V1, la Slovacchia non sarà in grado di raccogliere tutti i fondi necessari per la disattivazione, il cui progressivo accantonamento era stato programmato in funzione della durata di vita originaria della centrale.

Emendamento 5

Considerando 5

(5) Di conseguenza, è opportuno prevedere a carico del bilancio comunitario uno stanziamento di 237 milioni di euro per il finanziamento della disattivazione della centrale nucleare di Bohunice V1 durante il periodo 2007-2013.

(5) Di conseguenza, è opportuno prevedere a carico del bilancio comunitario uno stanziamento di 400 milioni di EUR per il finanziamento della disattivazione della centrale nucleare di Bohunice V1 durante il periodo 2007-2013.

Emendamento 6

Considerando 5 bis (nuovo)

 

(5 bis) Le recenti proposte delle autorità slovacche di aumentare gli importi degli aiuti statali messi a disposizione del settore nucleare slovacco nel quadro del Fondo nazionale per la disattivazione delle centrali nucleari dovrebbero essere esaminate dalla Commissione conformemente al diritto comunitario.

Emendamento 7

Considerando 5 ter (nuovo)

 

(5 ter) Le risorse di bilancio della Comunità destinate alla disattivazione non dovrebbero provocare distorsioni della concorrenza per quanto concerne le società di distribuzione di energia sul mercato energetico dell'Unione europea. Tali risorse dovrebbero essere utilizzate anche per finanziare misure volte a compensare la perdita di capacità di produzione in conformità con il pertinente acquis in materia di:

i)

fonti energetiche rinnovabili;

ii)

efficienza dell'uso finale di energia;

iii)

sicurezza dell'approvvigionamento di elettricità.

Emendamento 16

Considerando 5 (nuovo)

 

(5 quater) L'Unione europea e in particolare gli Stati membri che trarranno beneficio dalla chiusura della centrale nucleare di Bohunice V1 dovrebbero stanziare un importo supplementare di 163 milioni EUR nel contesto della procedura di bilancio annuale.

Emendamento 8

Considerando 8 bis (nuovo)

 

(8 bis) Onde compensare le conseguenze della chiusura anticipata, la disattivazione della centrale nucleare di Bohunice V1 dovrebbe essere realizzata nel modo più idoneo a contribuire a uno sviluppo e a una crescita sostenibili in Slovacchia, conformemente alla strategia di Lisbona.

Emendamento 9

Considerando 8 ter (nuovo)

 

(8 ter) Onde garantire la massima efficacia possibile, la disattivazione della centrale nucleare di Bohunice V1 dovrebbe essere effettuata ricorrendo alle migliori competenze tecniche disponibili e tenendo debitamente conto della natura e delle specifiche tecnologiche delle unità destinate alla chiusura.

Emendamento 10

Articolo 2

Il contributo comunitario accordato al programma dal presente regolamento è concesso al fine di sostenere finanziariamente misure connesse alla disattivazione della centrale nucleare di Bohunice V1, misure per il ripristino delle condizioni ambientali in linea con l'acquis e misure di ammodernamento della capacità di produzione convenzionale per sostituire la capacità di produzione dei due reattori della centrale di Bohunice V1 e altre misure conseguenti alla decisione di chiudere e disattivare detta centrale e che contribuiscono alla necessaria ristrutturazione, al ripristino delle condizioni ambientali e all'ammodernamento dei settori della produzione, trasmissione, distribuzione dell'energia in Slovacchia nonché all'accrescimento della sicurezza dell'approvvigionamento energetico e al miglioramento dell'efficienza energetica in Slovacchia.

Il contributo comunitario accordato al programma dal presente regolamento è concesso al fine di sostenere finanziariamente misure connesse alla disattivazione della centrale nucleare di Bohunice V1, comprese:

 

i)

misure per il ripristino delle condizioni ambientali in linea con l'acquis ;

ii)

misure volte a costituire nuove capacità di produzione e ad ammodernare la capacità di produzione esistente per sostituire la capacità di produzione dei due reattori della centrale di Bohunice V1 ;

iii)

altre misure conseguenti alla decisione di chiudere e disattivare detta centrale e che , in conformità dell'acquis applicabile e grazie alla sua attuazione, contribuiscono alla necessaria ristrutturazione, al ripristino delle condizioni ambientali e all'ammodernamento dei settori della produzione, trasmissione, distribuzione dell'energia in Slovacchia nonché all'accrescimento della sicurezza dell'approvvigionamento energetico e al miglioramento dell'efficienza energetica in Slovacchia.

Emendamento 11

Articolo 2, comma 1 bis (nuovo)

 

Le misure che beneficiano di un sostegno da parte del bilancio comunitario saranno definite in modo più preciso dalla Commissione nel 2006, una volta che quest'ultima avrà ricevuto dalle autorità slovacche il pertinente piano di disattivazione contenente tutte le necessarie informazioni sul processo di disattivazione. La Commissione adotta la propria decisione annuale sull'approvazione delle misure da finanziare sulla base di tale piano.

Emendamento 12

Articolo 3, comma 1

L'importo finanziario necessario all'attuazione delle azioni previste all'articolo 2 per il periodo dal 1o gennaio 2007 al 31 dicembre 2013 è di 237 milioni di euro .

L'importo finanziario necessario all'attuazione delle azioni previste all'articolo 2 per il periodo dal 1o gennaio 2007 al 31 dicembre 2013 è di 400 milioni di EUR .