17.5.2011   

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

CA 146/1


DG AZIONE PER IL CLIMA (CLIMA)

Pubblicazione di un posto di consigliere principale (grado AD 14)

(Articolo 29, paragrafo 2, dello statuto)

COM/2011/10308

(2011/C 146 A/01)

Chi siamo

La direzione generale per l'Azione per il clima cerca un consigliere principale che contribuisca al raggiungimento degli obiettivi della DG, ovvero:

mantenere l'aumento della temperatura globale media al di sotto di 2 °C rispetto ai livelli di preindustrializzazione,

sviluppare la strategia climatica dell'UE per un'economia e una società a basse emissioni di carbonio e resilienti sotto il profilo climatico, sia nella politica interna sia nei negoziati internazionali in materia di cambiamento climatico,

rispettare l'impegno preso dall'UE di ridurre le emissioni di gas a effetto serra almeno del 20 % entro il 2020, applicando un'efficace combinazione di vari strumenti politici,

promuovere l'integrazione di tutti gli aspetti delle politiche per il clima, tra cui la riduzione delle emissioni e l'adattamento ai cambiamenti climatici inevitabili, in tutti i settori politici interessati,

favorire l'innovazione, la crescita economica e la creazione di nuovi posti di lavoro, promuovendo la dimostrazione e la diffusione di tecnologie a basse emissioni di carbonio e di tecnologie di adattamento.

Per ulteriori ragguagli sugli obiettivi suddetti si rimanda al nostro sito http://ec.europa.eu/dgs/clima/mission/index_en.htm

Che cosa offriamo

Si è reso vacante un posto di consigliere principale. Il compito principale del candidato prescelto sarà rafforzare gli interventi e fornire consulenze relativamente ai negoziati internazionali sul cambiamento climatico e ai partenariati dell'UE coi paesi terzi in materia di cambiamento climatico.

Il candidato prescelto dovrà operare nelle varie aree di competenza della DG ed essere in grado di elaborare analisi e conclusioni riguardanti un'ampia gamma di tematiche correlate; contribuirà inoltre al coordinamento interno della DG e a migliorare l'integrazione delle priorità di ordine ambientale nelle altre politiche dell'UE e opererà in stretta collaborazione con il Commissario responsabile e con gli Stati membri. Si richiedono, tra l'altro, conoscenze nei seguenti settori:

attuazione della normativa pertinente dell'UE, in particolare del sistema dell'Unione europea per lo scambio delle quote di emissione,

sistemi energetici sostenibili, energia rinnovabile ed efficienza energetica, ecc.,

mobilità e trasporti sostenibili, ecc.,

effettivo adattamento al cambiamento climatico, ecc.,

cambiamento climatico e competitività, ad esempio nella prospettiva dell'eco-efficienza, costi dei danni ambientali, equilibrio tra ambiente e benefici economici, connessioni con la strategia «Europa 2020» per la crescita e l'occupazione, ecc.

Chi cerchiamo (criteri di selezione)

Costituiranno requisiti preferenziali:

una conoscenza approfondita dei negoziati internazionali in materia di cambiamento climatico, compresa una conoscenza dettagliata delle posizioni dei principali soggetti interessati e contatti con i medesimi,

un'esperienza comprovata in campo internazionale nel coordinamento di complessi negoziati multilaterali,

una solida ed ampia conoscenza delle questioni strategiche in materia di cambiamento climatico,

solide e ampie conoscenze e esperienze relativamente al sistema UE di scambio delle quote di emissione,

un'esperienza ad alto livello relativa all'integrazione delle politiche sul cambiamento climatico nelle altre politiche,

occorre inoltre dimostrare:

una comprovata capacità di negoziazione,

ottime capacità di comunicazione,

la capacità di lavorare efficacemente in team, coordinando negoziati e strategie in materia di cambiamento climatico,

un'approfondita comprensione del mondo dell'economia e degli affari,

originalità e capacità di concepire nuove idee e di trovare nuovi modi per conseguire gli obiettivi preposti,

un'eccellente conoscenza delle istituzioni dell'UE e delle politiche in materia di azione per il clima,

esperienza nell'elaborazione e nell'attuazione di politiche efficienti ed efficaci.

I candidati devono (criteri di ammissione)

1)

essere cittadini di uno Stato membro dell'Unione europea;

2)

aver conseguito:

i)

un livello di formazione corrispondente a un ciclo completo di studi universitari, certificato da un diploma di laurea, se la durata regolare di tali studi è di almeno quattro anni;

oppure

ii)

un livello di formazione equivalente a un ciclo completo di studi universitari, certificato da un diploma di laurea, integrato da almeno un anno di esperienza professionale specifica se la durata regolare di tali studi è di almeno tre anni;

3)

aver maturato almeno 15 anni di esperienza professionale postuniversitaria a un livello corrispondente al titolo di studio sopra menzionato, di cui almeno 5 anni maturati in una funzione dirigenziale di alto livello (1) attinente al settore in oggetto;

4)

avere una conoscenza approfondita di una lingua ufficiale dell'Unione europea e una conoscenza soddisfacente di una seconda lingua ufficiale;

5)

non aver ancora raggiunto l'età normale di pensionamento, che per i funzionari dell'Unione europea scatta alla fine del mese del compimento del 65o anno d'età [articolo 52, lettera a), dello statuto].

Indipendenza e conflitto di interessi

I candidati dovranno dichiarare che si impegnano ad agire in completa indipendenza nell'interesse pubblico e indicare eventuali interessi che rischiano di risultare incompatibili con la loro indipendenza.

Nomina e regime applicabile

La Commissione sceglierà e nominerà il candidato nel rispetto delle procedure di selezione e di assunzione (si veda anche il Compilation Document on Senior Officials Policy — testo unico relativo alla gestione dei funzionari di grado superiore). Nell'ambito della procedura di selezione, i candidati convocati per un colloquio dal comitato consultivo per le nomine della Commissione saranno prima esaminati da un centro di valutazione gestito da consulenti esterni.

Si richiama l'attenzione dei candidati sul fatto che le procedure di selezione si svolgeranno esclusivamente in inglese e/o francese (2).

La retribuzione e il regime applicabile sono quelli previsti dallo statuto per i funzionari dell'Unione europea di grado AD 14. A norma dello statuto, tutti i neoassunti devono superare un periodo di prova della durata di nove mesi.

Pari opportunità

L'Unione europea applica una politica di pari opportunità.

Modalità di presentazione della candidatura

Prima di presentare la candidatura, gli interessati devono verificare attentamente se soddisfano tutti i criteri di ammissione («I candidati devono»), con particolare riguardo al titolo di studio e all'esperienza professionale richiesti. Il mancato rispetto di uno dei requisiti di ammissione comporta l'esclusione automatica dalla procedura di selezione.

I candidati che intendono presentare la propria domanda devono iscriversi collegandosi al sito: https://ec.europa.eu/dgs/human-resources/seniormanagementvacancies/CV_Encadext e seguire le istruzioni relative alle varie fasi della procedura.

Gli interessati sono tenuti a completare l'iscrizione elettronica entro il termine stabilito (3). Si raccomanda vivamente di non attendere gli ultimissimi giorni per iscriversi, poiché un sovraccarico delle linee o un problema nel collegamento internet potrebbero vanificare l'operazione e costringere a ripeterla integralmente. Dopo la scadenza del termine, non sarà più possibile inserire alcun dato. Le iscrizioni inviate in ritardo mediante normale posta elettronica saranno tassativamente respinte.

I candidati devono disporre di un indirizzo valido di posta elettronica, che servirà a identificare la loro iscrizione e a informarli sull'esito della procedura. Eventuali cambiamenti di tale indirizzo andranno pertanto comunicati tempestivamente alla Commissione europea.

Per completare l'iscrizione elettronica occorre caricare un curriculum vitae in formato Word o PDF nella domanda e stilare, online, una lettera di motivazione (al massimo 8 000 caratteri). Il curriculum e la lettera devono essere redatti in francese, inglese o tedesco.

Dopo aver completato l'iscrizione online, i candidati riceveranno sullo schermo un numero di registrazione, da annotare e ricordare, che sarà il loro numero di riferimento per qualsiasi questione riguardante la candidatura. La procedura di registrazione è ultimata solo quando tale numero appare: esso è la conferma che i dati immessi sono stati registrati. La mancata assegnazione di questo numero indica che l'iscrizione non è stata registrata.

Si ricorda che non è possibile seguire online lo stato di avanzamento della candidatura. Tutte le informazioni al riguardo saranno trasmesse direttamente dalla DG responsabile dell'assunzione.

Gli interessati affetti da una disabilità che impedisca loro di presentare la candidatura online possono inviarla (con il curriculum vitae e la lettera di motivazione) per lettera raccomandata  (4), entro il termine ultimo di iscrizione (fa fede il timbro postale). Ogni successiva comunicazione tra la Commissione e tali candidati avverrà a mezzo posta. I candidati in questione dovranno allegare alla candidatura un certificato, rilasciato da un organismo competente, che attesti la loro disabilità, oltre a indicare separatamente le misure particolari che ritengono necessarie per agevolare la loro partecipazione alla procedura di selezione.

Per ulteriori informazioni o in caso di difficoltà tecniche, si prega di inviare un messaggio elettronico al seguente indirizzo: HR-A2-MANAGEMENT-ONLINE@ec.europa.eu

Termine ultimo

Il termine tassativo per l'iscrizione è il 17 giugno 2011. La registrazione online non sarà più possibile dopo le ore 12:00 (mezzogiorno), ora di Bruxelles.


(1)  Nel curriculum vitae i candidati devono indicare, almeno per i 5 anni nei quali hanno acquisito l'esperienza in un posto di alto dirigente: 1) la denominazione e la natura dei posti dirigenziali occupati; 2) l'entità dell'organico che dirigevano in tali funzioni; 3) l'ammontare dei bilanci gestiti; e 4) il numero di livelli gerarchici superiori e inferiori e il numero di pari grado. Per il posto di consigliere principale, i candidati devono indicare l'esperienza maturata come consulente di alto livello.

(2)  Le commissioni esaminatrici garantiranno che non vengano indebitamente avvantaggiati i candidati che hanno una delle summenzionate lingue come madrelingua.

(3)  Entro il 17 giugno 2011, ore 12:00 (mezzogiorno), ora di Bruxelles.

(4)  Commissione europea, direzione generale Risorse umane e sicurezza, unità Personale dirigente e segreteria CCN, COM/2011/10308, SC11 08/030, 1049 Bruxelles.