ISSN 1831-5380
Mappa del sito | Avviso legale | Cookie | Domande frequenti | Per contattarci | Stampare la pagina

10.3. Numeri

10.3.1. Numeri arabi

I numeri arabi si possono scrivere per esteso (uno, due, tre, cinquanta) o in cifre (1, 2, 3, 50) oppure parte in cifre e parte in lettere (1 000 000 e 450 mila).

Si scrivono in lettere di solito nella prosa narrativa, purché non si tratti di un numero elevato e complesso.

Si scrivono in cifre nei casi seguenti:

espressioni matematiche,
misure metriche,
importi,
date,
7.10.1958
termini orari,
numeri civici e codici postali,
numeri di pagina, paragrafi, articoli,
testi scientifici e storici.

I numeri arabi non richiedono la lineetta (lineato) bensì il trattino (divisione):

la sessione del 15-19 giugno 1985

Va inoltre notato quanto segue:

1)
ogniqualvolta ciò sia compatibile con l’argomento trattato, i numeri da 1 a 9 vanno scritti per esteso;
2)
i punti che separano le migliaia sono sostituiti da uno spazio che nel trattamento di testi è spazio fisso:

un importo di 313 621 114 EUR

3)
«tre» non ha l’accento, ma lo hanno i composti che finiscono in «tre»: ventitré, centotré.

10.3.2. Numeri romani

I numeri romani si usano per numerare tomi, parti e capitoli di un libro, distinguere papi, sovrani e secoli:

tomo XX, capitolo IV, Pio XII, Vittorio Emanuele II, secolo XX

È errato accompagnare il numero romano con l’esponente (º per il maschile, ª per il femminile).

Ultimo aggiornamento: 8.6.2018
Inizio pagina
Pagina precedentePagina seguente