ISSN 1831-5380
Mappa del sito | Avviso legale | Cookie | Domande frequenti | Per contattarci | Stampare la pagina

7.3. Monete

7.3.1. L’euro e il cent

L’euro

Altre informazioni sull’euro?

1 euro

In seguito alle conclusioni del Consiglio europeo di Madrid del dicembre 1995, la moneta unica porta il nome «euro». L’euro si divide in cento parti chiamate «cent» (simbolo: ; codice ISO: EUR).

In italiano, si utilizzano le forme seguenti: un euro, due euro
Area dell’euro

L’espressione «area dell’euro» è il solo termine da utilizzare per l’insieme dei paesi che parte­cipano alla moneta unica. Ogni altro termine, come «Euroland» o «Eurolandia», è da evitare.

Euro ed ecu

Dal 1º gennaio 1999, l’euro rimpiazza l’ecu al tasso di conversione uno a uno [regolamento (CE) n. 1103/97 del Consiglio (GU L 162 del 19.6.1997, pag. 1); cfr. anche regolamento (CE) n. 974/98 del Consiglio (GU L 139 del 11.5.1998, pag. 1)]. I riferimenti storici all’ecu (ante­cedenti al 1999) devono restare compilati in ecu.

Il cent

1 cent

In linea di massima, in tutte le lingue ufficiali è utilizzato il termine «cent». Tuttavia, nell’ambito degli Stati membri, il termine «cent» non vieta di ricorrere ad altre varianti per designare la suddivisione dell’euro [e ciò in virtù del considerando 2 del regolamento (CE) n. 974/98 del 3 maggio 1998].

In italiano, se vi è rischio di confusione, si potranno utilizzare i termini «centesimo» (plurale: «centesimi») o «eurocent».

Nei testi dell’Unione europea, si preferirà il termine «cent» (obbligatorio nei testi legislativi).

In italiano, si utilizzano le forme seguenti: un cent, due cent
Cfr. anche punto 7.3.3, «Regole di scrittura dei riferimenti monetari»:
Ultimo aggiornamento: 10.4.2018
Inizio pagina
Pagina precedentePagina seguente